Flock, morte di un social browser

Il browser che voleva gestire tutti i social network della rete viene abbandonato dai suoi creatori. Avvertono gli utenti sulla mancanza di update in futuro e consigliano di passare a un browser alternativo
Il browser che voleva gestire tutti i social network della rete viene abbandonato dai suoi creatori. Avvertono gli utenti sulla mancanza di update in futuro e consigliano di passare a un browser alternativo

A quanto pare non c’è più spazio per il social networking “centralizzato” di Flock , il browser inizialmente basato sullo stesso engine di rendering di Firefox e poi (dal 2011) passato a quello di Chrome: la pagina ufficiale del progetto annuncia la cessazione dei lavori e consiglia agli utenti di adottare un software di navigazione alternativo.

La nota ufficiale degli sviluppatori comunica che “il supporto per il browser Flock verrà sospeso a partire dal 26 aprile del 2011”, e visto che da quella data non verranno forniti più aggiornamenti gli utenti sono gentilmente pregati di passare a Mozilla Firefox o Google Chrome.

“Entrambi i browser sono basati sulle stesse affidabili tecnologie di Flock”, dice la nota, “entrambi vengono costantemente supportati e migliorati” ed entrambi sono in grado di fornire “un’ampia selezione di add-on ed estensioni per personalizzare ed estendere le proprie capacità”.

La FAQ ufficiale sulla fine del supporto di Flock spiega che dietro la cessazione dei lavori sul browser social c’è la recente acquisizione di Zynga , la società specializzata in casual gaming e passatempi parecchio in voga sui social network (come Mafia e Farmville su Facebook).

Zynga ha assunto il controllo dell’interno team responsabile dello sviluppo di Flock , e anche se l’acquisizione non includeva la tecnologia del browser, il sito web flock.com e i “servizi” del CEO Shawn Hardin, il passaggio in blocco dei suoi sviluppatori tra le file di Zynga non ha lasciato spazio a molte alternative.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 04 2011
Link copiato negli appunti