Forum PA 2020: digitale e Pubblica Amministrazione

I risultati della ricerca condotta da Adobe e FPA sui progressi delle Pubbliche Amministrazioni italiane sul fronte della digitalizzazione.
I risultati della ricerca condotta da Adobe e FPA sui progressi delle Pubbliche Amministrazioni italiane sul fronte della digitalizzazione.

Nell’ambito dell’evento Forum PA 2020 andato in scena questa settimana, Adobe ha presentato la ricerca intitolata “PA e cittadino: quali strumenti per migliorare la digital experience dell’utenza?” realizzata in collaborazione con FPA (gruppo Digital360). L’obiettivo è stato quello di analizzare lo stato di avanzamento delle principali Pubbliche Amministrazioni del paese nel loro percorso di costruzione di strumenti e servizi digitali orientati ai bisogni e alle aspettative degli utenti.

La ricerca di Adobe su PA e digitalizzazione

Di seguito i principali risultati dell’indagine, condotta tra aprile e maggio di quest’anno su un campione di 60 amministrazioni (32 centrali e 28 locali) selezionate tra i principali enti responsabili dell’erogazione di servizi rivolti a cittadini e imprese. Sono stati chiamati in causa CIO e responsabili dello sviluppo di portali e servizi digitali.

  • Il 65% delle organizzazioni ha una strategia digitale ma non applicata a tutti i servizi e a comparti;
  • il 56% mette al centro la multicanalità e omogeneità dei servizi offerti;
  • le priorità emerse sono progettazione di servizi pensati per il cittadino (80%), interfaccia smart e immediata (76%), organizzazione efficace dei contenuti (53%) e ricerche e Web analytics (50%);
  • gli strumenti adottati oggi dalla PA sono Content Management System (60%), Customer Satisfaction (53%) ambienti ad accesso riservato (51%), feeedback form (31%) e sistemi di profilazione (23%);
  • il 76% ritiene che siano le competenze la chiave per una PA digitale.

Cresce la consapevolezza della necessità di elaborare una strategia per migliorare l’esperienza digitale in linea con le direttive del piano AgiD. Gli interventi messi in campo si concentrano in particolare su quattro aree: Service Design, User Interface, User Research e Content Design. Questo il commento di Federico Tota, Country Manager Adobe Italia.

L’emergenza sanitaria ancora in corso ha reso il digitale uno strumento indispensabile per tutti per non fermarsi. Il nostro Paese ha visto un processo di trasformazione digitale senza precedenti affinché si potesse garantire continuità laddove possibile. Anche la PA non può essere da meno deve tenere il passo: i cittadini infatti ormai si aspettano che la comunicazione con la Pubblica Amministrazione avvenga secondo le stesse modalità digitali con le quali interagiscono nella vita di tutti i giorni con le persone e i brand. Diventa quindi essenziale anche per la PA offrire servizi digitali chiari, personalizzati e sicuri su tutti i dispositivi in tempo reale attraverso un’esperienza digitale che sia innovativa e a valore.

Tra le offerte di Adobe per questo ambito Experience Cloud (soluzioni integrate per la creazione di esperienze digitali multicanali), Document Cloud (piattaforma per la gestione, creazione e condivisione di documenti in formato PDF) e Creative Cloud (soluzioni per la creatività).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti