Free Play Club, un sequestro a sorpresa

Parla l'admin del sito sequestrato insieme a Italianshare. Era tutto perfettamente legale, spiega a Punto Informatico, nessun avvertimento da parte delle autorità

Riceviamo e pubblichiamo una lettera da parte dell’amministratore di freeplayclub.org, sito colpito nella seconda tornata di sequestri collegati al caso Italianshare.net . Free Play Club, spiega, è perfettamente legale, ospita solamente link a giochi da scaricare legalmente e gratuitamente dai siti dei rispettivi autori.

Sono uno degli amministratori del sito http://www.freeplayclub.org che non ha mai ospitato link illegali o software warez, crack ecc.
Sul nostro sito non sono indicizzati link a file pirata ma solo link a software e giochi per computer esclusivamente gratuiti e di libero download che noi recensiamo e pubblichiamo linkando direttamente i download dai loro rispettivi produttori o autori.
Materiali che non sono assolutamente gratuiti non vengono neanche presi in considerazione dal nostro sito.

Se viene pubblicato qualche contenuto che riteniamo illegale o anche semplicemente shareware (quindi a pagamento) e persino se qualche autore ci chiede di rimuovere per qualsiasi ragione un suo materiale dal sito, noi rimuoviamo immediatamente tutto il contenuto.

Pensavamo di avere un problema coi DNS e fino alla pubblicazione dell’articolo su Punto Informatico ignoravamo che fosse stato preso qualsiasi provvedimento nei confronti di Free Play Club. Attualmente non abbiamo ricevuto nessuna notifica ufficiale al riguardo e quindi non sappiamo a chi rivolgerci per far valere le nostre ragioni e dimostrare che il nostro sito è perfettamente legale.

Pensiamo che il tutto sia frutto di un malinteso derivato dal fatto che un link che pubblicizzava il nostro sito fosse ancora presente sul sito Italianshare. Questo link fu messo anni fa proprio dal loro admin P.G. (alias Tex Willer) perché loro non avevano una sezione di giochi flash (arcade) per il gioco online e quindi chi voleva veniva indirizzato a noi, senza però avere alcun altro legame se non la conoscenza diretta tra me e lo stesso loro admin per ragioni di amicizia.

Ora senza neanche guardare il contenuto del sito che per le autorità preposte è sempre a disposizione per qualsiasi controllo sia sul server che sul database ma solo perché su un sito ritenuto illegale hanno trovato un nostro biglietto da visita, dobbiamo subire la chiusura preventiva del nostro sito nonostante sia tutto in piena regola e siccome sappiamo come vanno in Italia certe cose già ci aspettiamo tempi lunghi perché possano affermarsi le nostre ragioni, con danno in termini di utenza e immagine che non potremo recuperare probabilmente mai.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andy61 scrive:
    Contenuti a due velocità
    Questo approccio porterà ad una 'esposizione di contenuti a due velocità' (mutuo il termine dal corrispondente concetto relativo alla garanzia di banda).In pratica succederà che chi espone i contenuti lo farà in modo condizionato: più ti lasci tracciare, più contenuti ti consento di consultare.Tutto sommato qualcosa di analogo è già stato fatto in passato con la pubblicità, e penso che verrà ripreso a causa di tutti i filtri utilizzati nei browser: contenuti in cambio di pubblicità.
    • QuiBrowser scrive:
      Re: Contenuti a due velocità
      è una posisbile evoluzione effettivamente, anche se la velocità non interessa la connessione ma la comprensione della query. Se entri in un bar dove sei conosciuto e chiedi "il solito" oppure semplicemente un caffè corretto, ti servono prima ma non perchè siano più veloci a farlo, sono solo più veloci a capire cosa vuoi, che tipo di correzione (sambuca, grappa, brandy) e in che misura (poca, tanta, tantissima).se gli isp useranno la scelta di do not track per peggiorare il transito del traffico dati saranno da sanzionare. credo che le authority delle comunicazioni e i garanti della privacy saranno molto attenti e vigileranno. soprattutto in Europa.
      • andy61 scrive:
        Re: Contenuti a due velocità
        concordo, ed evidentemente mi sono male espresso.con 'a due velocità' non intendevo riferirmi alla disponibilità di banda, ma a quella di contenuti.Do ut des, insomma: vuoi contenuti a valore aggiunto? giochini? musica? notizie? ... ed allora accetta che i tuoi contenuti vengano tracciati, e magari non filtrare la pubblicità che cercano di propinarti.
  • mr.browser scrive:
    una strada comune
    ..anche se tutti i 5 principali browser dovranno andare prima o poi nella soluzione suggerita anche dal w3c. soprattutto in europa dove il problema è sentito più che negli Usa.
  • mr.browser scrive:
    utente in controllo
    ottima la scelta di lasciare all'utente il massimo controllo sul livello di monitoraggio che desidera. In questa direzione si muove da tempo anche il sistema di opzioni do not track di Internet Explorer, gli altri browser per ora hanno soluzioni più grezze o meno trasparenti...
    • tucumcari scrive:
      Re: utente in controllo
      - Scritto da: mr.browser
      ottima la scelta di lasciare all'utente il
      massimo controllo sul livello di monitoraggio che
      desidera. In questa direzione si muove da tempo
      anche il sistema di opzioni do not track di
      Internet Explorer, gli altri browser per ora
      hanno soluzioni più grezze o meno
      trasparenti...Trasparenza?MS?IE?Si come parlare di corda in casa dell'impiccato!
    • panda rossa scrive:
      Re: utente in controllo
      - Scritto da: mr.browser
      ottima la scelta di lasciare all'utente il
      massimo controllo sul livello di monitoraggio che
      desidera. In questa direzione si muove da tempo
      anche il sistema di opzioni do not track di
      Internet Explorer, gli altri browser per ora
      hanno soluzioni più grezze o meno
      trasparenti...E' la barzelletta del venerdi, oppure sei anche tu uno dei tanti trolloni che difende M$ aggratis?
Chiudi i commenti