Free Play Club, un sequestro a sorpresa

Parla l'admin del sito sequestrato insieme a Italianshare. Era tutto perfettamente legale, spiega a Punto Informatico, nessun avvertimento da parte delle autorità
Parla l'admin del sito sequestrato insieme a Italianshare. Era tutto perfettamente legale, spiega a Punto Informatico, nessun avvertimento da parte delle autorità

Riceviamo e pubblichiamo una lettera da parte dell’amministratore di freeplayclub.org, sito colpito nella seconda tornata di sequestri collegati al caso Italianshare.net . Free Play Club, spiega, è perfettamente legale, ospita solamente link a giochi da scaricare legalmente e gratuitamente dai siti dei rispettivi autori.

Sono uno degli amministratori del sito http://www.freeplayclub.org che non ha mai ospitato link illegali o software warez, crack ecc.
Sul nostro sito non sono indicizzati link a file pirata ma solo link a software e giochi per computer esclusivamente gratuiti e di libero download che noi recensiamo e pubblichiamo linkando direttamente i download dai loro rispettivi produttori o autori.
Materiali che non sono assolutamente gratuiti non vengono neanche presi in considerazione dal nostro sito.

Se viene pubblicato qualche contenuto che riteniamo illegale o anche semplicemente shareware (quindi a pagamento) e persino se qualche autore ci chiede di rimuovere per qualsiasi ragione un suo materiale dal sito, noi rimuoviamo immediatamente tutto il contenuto.

Pensavamo di avere un problema coi DNS e fino alla pubblicazione dell’articolo su Punto Informatico ignoravamo che fosse stato preso qualsiasi provvedimento nei confronti di Free Play Club. Attualmente non abbiamo ricevuto nessuna notifica ufficiale al riguardo e quindi non sappiamo a chi rivolgerci per far valere le nostre ragioni e dimostrare che il nostro sito è perfettamente legale.

Pensiamo che il tutto sia frutto di un malinteso derivato dal fatto che un link che pubblicizzava il nostro sito fosse ancora presente sul sito Italianshare. Questo link fu messo anni fa proprio dal loro admin P.G. (alias Tex Willer) perché loro non avevano una sezione di giochi flash (arcade) per il gioco online e quindi chi voleva veniva indirizzato a noi, senza però avere alcun altro legame se non la conoscenza diretta tra me e lo stesso loro admin per ragioni di amicizia.

Ora senza neanche guardare il contenuto del sito che per le autorità preposte è sempre a disposizione per qualsiasi controllo sia sul server che sul database ma solo perché su un sito ritenuto illegale hanno trovato un nostro biglietto da visita, dobbiamo subire la chiusura preventiva del nostro sito nonostante sia tutto in piena regola e siccome sappiamo come vanno in Italia certe cose già ci aspettiamo tempi lunghi perché possano affermarsi le nostre ragioni, con danno in termini di utenza e immagine che non potremo recuperare probabilmente mai.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 11 2011
Link copiato negli appunti