Garante Privacy: verifiche su cookie e app rubadati

Garante Privacy: verifiche su cookie e app rubadati

Il Garante della Privacy effettuerà diversi accertamenti nel primo semestre 2022 con particolare attenzione a cookie, app spia e smart toys.
Il Garante della Privacy effettuerà diversi accertamenti nel primo semestre 2022 con particolare attenzione a cookie, app spia e smart toys.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha comunicato i settori sui quali verrà concentrata l’attività ispettiva durante il primo semestre 2022. Gli accertamenti, effettuati con la collaborazione del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza, riguarderanno in particolare la gestione dei cookie, l’uso dei dati da parte dei produttori di smart toys e il corretto trattamento delle informazioni da parte delle app, tra cui quelle diverse da VerificaC19.

Piano ispettivo gennaio-giugno 2022

Una delle attività ispettive del Garante della Privacy riguarderà la verifica della corretta gestione dei cookie da parte di piattaforme e siti web. Le nuove regole, introdotte a luglio 2021 e valide dall’inizio del mese, specificano come deve essere fornita l’informativa e come deve essere chiesto il consenso. Sono vietati il consenso tramite scrolling e il cookie wall.

Verranno inoltre effettuati accertamenti sul trattamento dei dati da parte di fornitori di database, siti di incontri, operatori della “data monetization”, produttori e distributori di smart toys, sistemi di videosorveglianza, algoritmi e intelligenza artificiale in ambito pubblico e privato.

Il Garante della Privacy infine un’attività ispettiva per verificare l’osservanza delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali e l’individuazione dei titolari e dei responsabili del trattamento in relazione all’utilizzo di app. Attenzione particolare sarà riservata all’acquisizione di dati personali da parte di app istallate sugli smartphone e alla verifica sul corretto trattamento dei dati da parte di app diverse da VerificaC19, l’unica autorizzata al controllo di validità del Green Pass.

In base al piano attuale sono previsti 60 accertamenti, alcuni dei quali con l’aiuto della Guardia di Finanza. Il Garante potrà svolgere ulteriori attività ispettive d’ufficio ovvero in seguito a segnalazioni o reclami.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 31 gen 2022
Link copiato negli appunti