VerificaC19 e download dei Green Pass revocati: come fare

VerificaC19: il download dei Green Pass revocati

Gli operatori addetti al controllo dei Green Pass con l'applicazione VerificaC19 devono scaricare ogni giorno l'elenco delle certificazioni revocate.
Gli operatori addetti al controllo dei Green Pass con l'applicazione VerificaC19 devono scaricare ogni giorno l'elenco delle certificazioni revocate.

Chi ha ricevuto il Green Pass e successivamente si è ammalato di COVID-19 vede ora la propria certificazione revocata in modo temporaneo, finché un tampone negativo attesta la guarigione. Così facendo, si evita che i cittadini potenzialmente in grado di trasmettere il virus possano circolare liberamente infrangendo le norme riguardanti quarantena e isolamento. Anche l'app VerificaC19 si è adeguata a questo nuova dinamica utile in fase di controllo, richiedendo però ai suoi utenti un intervento manuale quotidiano: il download del pacchetto che contiene le informazioni relative ai documenti disattivati, così da poterli riconoscere. Ecco il messaggio visualizzato:

È necessario aggiornare la lista delle certificazioni verdi COVID-19 revocate per un totale di **,** MB.

Green Pass revocati e VerificaC19: un download al giorno

Senza questo passaggio, non è possibile effettuare la scansione dei documenti. L'operazione richiede pochi secondi e può essere eseguita su rete mobile oppure connessi a un network WiFi. In entrambi i casi, il traffico dati generato è minimo, pari a una manciata di megabyte.

È necessario aggiornare la lista delle certificazioni verdi COVID-19 revocate, per un totale di **,** MB. Controlla il tuo piano dati oppure connettiti a una rete WiFi prima di procedere. Il tempo di aggiornamento dipende dalla velocità di connessione e dal tipo di device in uso. La lista verrà aggiornata ogni 24 ore.

VerificaC19: il download della lista delle certificazioni revocate

Il nuovo pacchetto va scaricato tutti i giorni, su ogni smartphone o dispositivo impiegato dagli operatori per eseguire la scansione dei certificati con VerificaC19. In questo modo, l'applicazione è in grado di riconoscere se il documento controllato è valido e attivo oppure se è stato revocato.

I tecnici sono al lavoro per introdurre un miglioramento all'infrastruttura informatica su cui poggia il Green Pass: la riattivazione successiva alla guarigione sarà immediata, subito dopo la trasmissione dell'esito negativo del tampone alla Piattaforma Nazionale, senza più richiedere l'intervento del medico di base. Un passo in avanti necessario, considerando l'ipotesi sempre più concreta che vorrebbe il Super Green Pass indispensabile per accedere a tutti i luoghi di lavoro a partire dal mese di febbraio.

VerificaC19 è in download sulle piattaforme ufficiali dei sistemi operativi Android (Google Play), iOS (App Store) e Huawei (AppGallery).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti