Gawker, Sarah Palin e il fair use

Il sito divulga alcune pagine del libro non ancora pubblicato della ex-governatore. Chiamato in causa dall'editore per violazione di copyright cancella il materiale. Si attende l'udienza definitiva

Roma – Un giudice federale di Manhattan ha ordinato al sito Gawker Media di rimuovere , alcune pagine web che contenevano gli estratti del libro di Sarah Palin intitolato “America del cuore: riflessioni sulla famiglia, la fede, e la Bandiera”, in attesa di un udienza in tribunale per violazione di copyright prevista per il 30 novembre.

Il sito web aveva , nei giorni scorsi, pubblicato 14 brani parziali del libro, in uscita nelle librerie questo martedì, senza chiedere consenso all’autrice e senza interrogarsi sul rispetto della disciplina del fair use , la clausola legislativa presente nel Copyright Act .

La politica e giornalista statunitense, a seguito della pubblicazione di questi estratti, aveva domandato pubblicamente, su Twitter, se tutto ciò fosse legale. Il sito ha immediatamente difeso la sua azione in un post di giovedì, e ha inviato un messaggio all’autrice invitandola a leggere le voci sul fair use sul sito di Wikipedia o sulle definizioni fornite dalla Standford University Libraries .

L’editore del libro, HarperCollins – che è di proprietà di Murdoch News Corp e che possiede anche Fox News , la rete che impiega Palin come commentatrice – ha portato venerdì la questione al tribunale distrettuale di New York. A seguito della denuncia il giudice ha emesso contro il sito un ordine restrittivo nel quale vieta di “continuare a distribuire, pubblicare o trasmettere in altro modo le pagine del libro in attesa dell’udienza”. Il sito ha eseguito gli ordini e ha eliminato le pagine contenenti i frammenti della pubblicazione dell’ex-governatore, le immagini e i vari commenti corredati. Il link al post originale di Gawker genera, oggi, un messaggio di “Errore 404”.

Il portavoce di HarperCollins Publishers , Tina Andreadis, ha dichiarato al Wall Street Journal sabato sera: “Noi vediamo la sentenza come una vittoria. Gawker non avrebbe dovuto pubblicare tali pagine. È – ha infine sottolineato – una violazione della legge sul copyright e noi abbiamo il compito di difendere il nostro autore e la nostra pubblicazione”.

La questione non è semplice e il dilemma rimane. Trattandosi di un libro ancora non pubblicato le regole del fair use non dovrebbero essere applicate. Il libro, però, non è in forma di progetto e, in realtà, è completamente finito. Dunque, ogni pagina che Gawker ha messo sul sito web sarà disponibile a chiunque sarà interessato nel giro di pochi, anzi pochissimi, giorni.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti