Giappone, l'ascensore spaziale si farà

Pronti a progettare ed investire nella costruzione. Si parla di cifre astronomiche, ma in palio c'è la rivoluzione delle comunicazioni e della esplorazione spaziale

Roma – Ci investiranno non meno di 9 miliardi di dollari , dovranno superare difficoltà tecniche non indifferenti, ma hanno tutta l’intenzione di riuscire nell’impresa: scienziati e imprenditori giapponesi, riuniti sotto la sigla JSEA ( Japan Space Elevator Association ) si sono rimboccati le maniche e hanno pubblicato i primi schemi del progetto. Da portare a compimento non si sa ancora bene quando, ma l’ ascensore spaziale sarà, presto o tardi, una realtà.

un concept di McGill Sul piatto, più che problemi teorici ci sono impedimenti pratici. Il principio dell’ascensore spaziale descritto dal compianto Sir Arthur Charles Clarke , infatti, non tira in ballo complicate teorie sul trasferimento di materia a distanza: di un vero e proprio ascensore si tratta, imperniato su un lunghissimo nanotubo di carbonio (o per meglio dire, un cavo formato da molti nanotubi) a fare da binario per l’ascesa ai circa 36mila chilometri del progetto asiatico, ben oltre le estremità più remote dell’atmosfera terrestre. Il vantaggio della tecnologia, rispetto agli attuali razzi vettori che portano astronauti e navicelle in orbita, sarebbe un deciso taglio all’energia necessaria per la salita.

Ma non solo di risparmio di carburante si tratterebbe: il trasporto di persone e materiali a migliaia di metri di altezza sarebbe alla portata di tutti (o quasi), permetterebbe la realizzazione di avamposti nello spazio sui quali avviare studi avveniristici e persino la costruzione di vascelli spaziali di nuova generazione con cui dare il via alla conquista del Sistema Solare. Senza contare, va ricordato, le notevoli ricadute sul piano tecnologico che avrebbe il superamento delle attuali limitazioni tecniche, che impediscono l’assemblaggio dall’oggi al domani di un ascensore spaziale, sull’industria della nazione o delle nazioni che collaboreranno al progetto.

Problemi che si concentrano soprattutto, ma non solo, sulla robustezza del cavo di carbonio che dovrebbe tenere in piedi la struttura. I nanotubi di questo materiale, molto più solidi dell’acciaio, non hanno ancora raggiunto quel livello di perfezionamento in grado di garantire il funzionamento del principio di risalita: nel corso degli ultimi anni, spiegano dal Giappone, la loro resistenza è già aumentata di decine di volte, ma manca ancora quel piccolo passo finale che si rivela, come di consueto, il più difficile.

Risolta questa “formalità”, resterebbe da decidere quale sorgente di energia utilizzare per il viaggio. Non sono mancati, negli scorsi anni , tentativi di ogni tipo per risolvere anche questa faccenda: dal Sol Levante ora suggeriscono di impiegare lo stesso ascensore per veicolare l’elettricità, sfruttando le doti conduttive del carbonio, ma anche questa rimane una questione dibattuta. Tanto più se, auspicabilmente, si cercasse una soluzione ecologicamente sostenibile.

Detto ciò, si tratterebbe di procedere al montaggio: probabilmente la più grande sfida ingegneristica della storia , da portare a termine quasi certamente lavorando sia dall’orbita che dal basso, e incontrandosi a metà strada per concludere il percorso.

Luca Annunziata

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dak Ota scrive:
    in italia?
    Ciao, vorrei sapere ma in italia esiste qualcuno che ha effettuato questo tipo d'intervento al proprio cane?
  • Benzi Mariangela scrive:
    protesi bionica per cani
    CIAO HO UN CANE PARALIZZATO CON LE ZAMPE DIETRO MA UNA LA MUOVE BENE E STA POCHI SECONDI IN PIEDI PERCHè GLI CROLLA IL SEDERE L' ALTRA LA MUOVE HA SI SONO ACCORCIATI I TENDINI E LA TIENE PIEGATA, PENSO CHE CIìON UNA ZAMPA BIONICA RIESCA POI AD UTILIZZARE ANCHE QUELL'ALTRA .. VORREI SAPERE SE TUTTO QUESTO E POSSIBILE.. GRAZIE ATTENDO CON ANSIA NOTIZIE A RIGUARDO...
  • boveri jessica scrive:
    chihuahua a tre zampe
    Vorrei sapere se si può fare una protesi alla zampa posteriore e dove? Quanto costa questo tipo di intervento. Da adulta peserà 1,500 gr
  • ioooooooooo oooo scrive:
    Siamo ancora lontani
    Siamo ancora lontani da quello che potrebbe essere un vero rimpiazzo per un arto,però questo metallo che si fa ricoprire naturalmente dalla pelle è una cosa molto buona.Pian piano riusciremo ad arrivare a veri arti bionici basta solo aspettare...
    • Pippopotamo scrive:
      Re: Siamo ancora lontani
      - Scritto da: ioooooooooo oooo
      Siamo ancora lontani da quello che potrebbe
      essere un vero rimpiazzo per un arto,però questo
      metallo che si fa ricoprire naturalmente dalla
      pelle è una cosa molto buona.Pian piano
      riusciremo ad arrivare a veri arti bionici basta
      solo
      aspettare...Basta che l'attesa non sia più lunga della (mia) vita.... ;)
      • Paolo. LD scrive:
        Re: Siamo ancora lontani
        I tempi e risultati dipenderanno molto dai finanziamenti.Se si investisse in ricerca molto di più, specialmente Italia, i tempi sarebbero molto brevi. p.sAnche i protocolli medici covrebbero essere un pochino- pochino meno rigidi.
  • Animal Lover scrive:
    decadenza antropocentrica
    E' vergognoso che vengano fatti questi interventi che sono CONTRO NATURA solamente per l'egoismo dell'uomo e per soddisfare i desideri deviati dei padroni. A quando le coppie di fatto per tra e con animali?!Gli interventi invasivi e snaturanti con la tecnologia fategli sugli uomini ma GIU' LE MANI DAGLI ANIMALI
    • Cobra Reale scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Invece io sono contentissimo, perché è stato grazie a quell'intervento che quella povera bestia è potuta tornare a nuova vita, invece di essere abbattuta. E poi, se non ci sono state crisi di rigetto, vuol dire che contronatura non è (geek)
      • Be&O scrive:
        Re: decadenza antropocentrica
        Quell'animale per il padrone era suo figlioe tra la morte ed una cura sperimentale hascelto quest'ultima, è da egoista scegliereper la vita del suo cane, con 10k sterlinespese di sua tasca, avrebbe potuto mettersu un esercito di cuccioli e metter sottoterra il suo cane.......Il compromesso deve esistere, e se al postodel cane ci fosse stato un umano, ci sarebbestato sempre qualcuno che si sarebbe lamentatodicendo che se Il Supremo ha deciso che suofiglio non doveva avere un arto è cosa buona e giusta.....In america c'è chi fa morire i propri cariper certe convinzioni..... ma se tutti fossimocosì si morirebbe per un taglio alla mano,perchè mettere della muffa nel sangue va contronatura.A tutto c'è un equilibrio, e questo "esperimento"è totalmente nei parametri di quello che stanel buon senso, da morto a subire un esperimentomeglio un esperimento.....Forse finalmente quando un cavallo si rompe unagamba non bisognerà più fabbricare corde di violino.
    • Ebolo scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Nonostante senta odore di Troll...spero che queste ricerche vadano avanti per dare una vita migliore a chi ne potrà aver bisogno.Ebolo.
    • jackoverfull scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      - Scritto da: Animal Lover
      E' vergognoso che vengano fatti questi interventi
      che sono CONTRO NATURA solamente per l'egoismo
      dell'uomo e per soddisfare i desideri deviati dei
      padroni. Intanto il cane è ancora vivo (e, per ora, piuttosto vegeto). E tra qualche anno probabilmente qualche umano ricomincerà a camminareA quando le coppie di fatto per tra e
      con
      animali?!Tecnicamente ci sono già. In natura.
    • ioooooooooo oooo scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      - Scritto da: Animal Lover
      E' vergognoso che vengano fatti questi interventi
      che sono CONTRO NATURA solamente per l'egoismo
      dell'uomo e per soddisfare i desideri deviati dei
      padroni. A quando le coppie di fatto per tra e
      con
      animali?!
      Gli interventi invasivi e snaturanti con la
      tecnologia fategli sugli uomini ma GIU' LE MANI
      DAGLI
      ANIMALIsi si certo...(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • pmuderoc scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      senza parole....
    • Luigi Trabacchin scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      ossignore benedetto ...
    • Funz scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      - Scritto da: Animal Lover
      E' vergognoso che vengano fatti questi interventi
      che sono CONTRO NATURA solamente per l'egoismoSpiega cos'è la "natura"
    • fox82i scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Ei guarda che esistono anche cavie umane che sperimentano nuovi farmaci per noi... ....sciò trollino!
    • Pippopotamo scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Citazione (allegerita) dalla Bibbia:"E dopo aver creato l'uomo e la donna li pose nell'Eden dove potevano disporre di tutto ciò che vi era"Disporre, non distruggere, mio caro (troll)ino!Se dopo aver distrutto l'Eden c'è qualcuno che invece di sopprimere il proprio cane, lo aiuta nel miglir modo possibile, IMHO, a costui va fatto un monumento...O preferisci spender 10.000£ in ca77ate o peggio in armi?
    • Antonio scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Anche i gay sono contronatura ma non li abbattiamo mica tutti!
    • dubbioso scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      pensa a quante migliaia di cani avranno torturato prima di riuscire a fare questa cagata
    • simona scrive:
      Re: decadenza antropocentrica
      Non sono daccordo,cosa c'è di male nel cercare di ridare una buona qualità di vita al proprio animale?Anzi, bisognerebbe che fossero accessibili a tutte quelle persone che posseggono animali che hanno subito l'amputazione di un arto....Si vedono cani e gatti con una gran voglia di vivere ma rischiano di essere soppressi perchè non più autosufficienti;io ad esempio sono qui perchè portando il mio micione dal veterinario ho conosciuto Olivia,una gattina disoli 4 mesi investita da una macchina alla qualeanno dovuto amputare una zampina anteriore,ma con la sua voglia di giocare e di vivere ha aperto il cuore a tutti, non rischia di essere soppressa perchè verràadottata dalla veterinaria.Pensaci bene primadi dare di egoista all'amore, visto che ti firmi animal love
Chiudi i commenti