Giappone, sostituzione degli iPod fumogeni

Lo ha annunciato Apple. La querelle si trascinava da due anni e su Cupertino incombeva la pressione del ministero del Commercio di Tokyo
Lo ha annunciato Apple. La querelle si trascinava da due anni e su Cupertino incombeva la pressione del ministero del Commercio di Tokyo

Non c’è fumo senza arrosto: dietro alle fiamme e alle polemiche divampate intorno agli iPod Nano di prima generazione in Giappone, qualche problema serio c’era, dal momento che Cupertino ha deciso di intervenire in risarcimento delle vittime del difetto.

La questione, aperta da più di trenta incidenti con il lettore musicale Apple di prima generazione, aveva spinto il ministero del Commercio giapponese a pretendere dalla Mela una risposta entro il 4 agosto.

Dopo aver provato a proporre solo il ricambio della batteria , Cupertino ha deciso infine, vista la pressione delle istituzioni, di offrire agli utenti vittime un dispositivo in cambio di quello innaturalmente surriscaldato .

Resta da verificare se la sostituzione prevederà la consegna agli utenti del modello originariamente comprato (che ha ormai cinque anni sulle spalle), oppure di un nuovo modello, che potrebbe convenire a Apple anche dal punto di vista dei costi di produzione.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti