Gli IP e la censura che non si vede

Il traffico di rete, a causa di abusi incontrollati e della difficoltà di gestirli, è spesso ostacolato. Un sistema antispam non aggiornato può trasformarsi in una forma di censura fuori controllo

Roma – “Scriviamo in merito ad una problematica in cui siamo involontariamente incorsi quando abbiamo deciso, causa un degrado del servizio arrivato a livelli inaccettabili nonostante anni di fedeltà, di trasferire il nostro dominio da un hoster italiano (di cui non facciamo il nome per correttezza) acquistando un dominio presso un provider americano, scelto più per le caratteristiche tecniche e il livello dei servizi garantiti che per il prezzo (in cui sicuramente alcuni hoster italiani non hanno rivali).

Dopo un lungo lavoro di porting del nostro sito e il trasferimento di forum e community nel nuovo server abbiamo scoperto che alcuni utenti non erano in grado di vedere il nostro nuovo sito. In seguito ad approfonditi test e dettagliate analisi siamo arrivati alla sconcertante conclusione che il nostro IP (comprato dedicato e a caro prezzo appositamente per evitare problemi di DNS o simili) non è visibile dagli utenti che utilizzano Libero/Wind/Interfree (con le attuali multinazionali dai mille volti non sapremmo bene identificare proprietaria e controllate). Abbiamo scoperto che non è un problema di DNS (la traduzione dominio-ip avviene correttamente) ma proprio un blocco del nostro IP.

Non escludiamo che da tale indirizzo (che noi abbiamo acquisito solo all’inizio di questo anno) possano essere partite attività illegali tali da costringere detti provider a bannarne l’IP ma ci chiediamo se siano state ponderate anche le conseguenze di una tale azione. Strano è, infatti, che nessun altro provider abbia questo blocco.

Purtroppo il provider in questione non è facilmente raggiungibile dato che noi non siamo clienti diretti e le uniche vie di comunicazione sono attraverso il loro help desk riservato ai clienti (sul sito non è presente nessun altro indirizzo email o numero telefonico).

I nostri utenti stanno riportando la questione al supporto, ma non stanno ricevendo nessuna risposta concreta nonostante siano stati informati correttamente del problema. Ci chiediamo a questo punto cosa possono fare dei privati cittadini proprietari di un dominio in dette condizioni per continuare la loro attività non profit per passione.

Distinti saluti,
Cecilia e Fabrizio

Quanto riportate è purtroppo solo uno degli infiniti episodi in cui il traffico di rete viene bloccato, configurando una forma di censura che, essendo legata a fenomeni limitati e spesso poco conosciuti, sfugge all’attenzione dei media e rimane perlopiù irrisolto, aggravandosi ed estendendosi col tempo.
Basta girare in rete per rendersi conto della enorme quantità di traffico che viene di fatto sequestrato, in quanto l’utente che lo genera non è libero di utilizzare appieno la rete. Spesso le ragioni sono legate a sistemi antispam poco aggiornati o mal configurati, o ancora ad errori di configurazione dei sistemi di routing di questo o quel provider, individuarne la causa non è sempre facile ed è certo che un’indagine che abbia un senso dovrebbe partire proprio dal vostro fornitore di hosting.
Occorre sollecitarlo, anche per iscritto, minacciando di rescindere il contratto e transitare altrove (per quanto ciò possa essere “doloroso” sotto il profilo operativo).
In bocca al lupo, teneteci informati,
Alberigo Massucci

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giorgio bognolo scrive:
    film
    [/img][/img](newbie)
  • Alberto M scrive:
    dvdfab
    grazie
  • Alberto M scrive:
    dvdfab
    grazie
  • Anonimo scrive:
    Ma alla fine...
    Che senso ha investire risorse in meccanismi di protezione che tanto vengono sistematicamente violati?Non conviene far costare meno il prodotto e basta?Troppo semplice forse...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma alla fine...

      Troppo semplice forse...
      O forse serve proprio a giustificare l'esistenza della RIAA e delle leggi sempre più restrittive stile DMCA.Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma alla fine...
      - Scritto da:
      Che senso ha investire risorse in meccanismi di
      protezione che tanto vengono sistematicamente
      violati?Le protezioni servono da sempre a diminuire la percentuale di persone in grado di fare copie.E ci riscono.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma alla fine...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Che senso ha investire risorse in meccanismi di

        protezione che tanto vengono sistematicamente

        violati?

        Le protezioni servono da sempre a diminuire la
        percentuale di persone in grado di fare
        copie.
        E ci riscono.

        Siii come no, ma vai a vedere dai venditori cinesi, trovi tutto a pochi euro. dai non diciamo minchiate.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma alla fine...
          - Scritto da:
          Siii come no, ma vai a vedere dai venditori
          cinesi, trovi tutto a pochi euro. dai non diciamo
          minchiate.A te mancano le basi più elementari della logica.In che modo quanto dici tu è in contrasto con quanto ho affermato?Il fatto stesso che bisogna andare dai venditori cinesi anzichè farsi le copie in casa, mi dà ragione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma alla fine...
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            Siii come no, ma vai a vedere dai venditori

            cinesi, trovi tutto a pochi euro. dai non
            diciamo

            minchiate.

            A te mancano le basi più elementari della logica.
            In che modo quanto dici tu è in contrasto con
            quanto ho
            affermato?

            Il fatto stesso che bisogna andare dai venditori
            cinesi anzichè farsi le copie in casa, mi dà
            ragione.Salvo usare il programma in questione e mio nipote di 12 anni ha la sua copia....il forse sarebbe stato + appropriato
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma alla fine...
            - Scritto da:
            Salvo usare il programma in questione Che significa avere windowsSignifica saperlo usareSignifica consocere diverse cose che almeno il 50% delle persone non conosce.Questo nell'ipotesi migliore che il programma funzioni bene per ogni tipo di HDDVD
  • Anonimo scrive:
    Ottima strategia di Marketing
    Non potevano trovare miglior modo per contrastare BR! ;) Non a caso tra i sostenitori di HD c'è la microsoft, e loro si che sanno come imporsi sul mercato! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima strategia di Marketing
      - Scritto da:
      Non potevano trovare miglior modo per contrastare
      BR! ;)

      Non a caso tra i sostenitori di HD c'è la
      microsoft, e loro si che sanno come imporsi sul
      mercato!
      8)ma quando tutti i film saranno in BR, tu con il bel programmino sfanga HDDVD che ci fai ?:Dah già le pippe per i pornazzi ... finché DURA :-o(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima strategia di Marketing
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non potevano trovare miglior modo per
        contrastare

        BR! ;)



        Non a caso tra i sostenitori di HD c'è la

        microsoft, e loro si che sanno come imporsi sul

        mercato!

        8)

        ma quando tutti i film saranno in BR, tu con il
        bel programmino sfanga HDDVD che ci fai
        ?
        :D

        ah già le pippe per i pornazzi ... finché DURA
        :-o(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si rippano gli stessi titoli nel supporto HD ... non metteranno mai i film solo in BR. Altrimenti si scaricano direttamente, c'e' sempre uno in tutto il pianeta che riesce a rippare qualcosama cosa stiamo qui a disquisire se esistono protezioni perfette contro la copia? ma non perdiamo tempo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima strategia di Marketing
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non potevano trovare miglior modo per
        contrastare

        BR! ;)



        Non a caso tra i sostenitori di HD c'è la

        microsoft, e loro si che sanno come imporsi sul

        mercato!

        8)

        ma quando tutti i film saranno in BR, tu con il
        bel programmino sfanga HDDVD che ci fai
        ?
        :D

        ah già le pippe per i pornazzi ... finché DURA
        :-o(rotfl)(rotfl)(rotfl)A parte che le pippe me le faccio fare 8) si diceva la stessa cosa per le vhs, poi il laserdisc, poi i dvd....
  • The Animal scrive:
    AACS
    Ma che cagata di protezione è questo AACS.Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la protezione è già stata superata.Meno male che si diceva, proprio su questi forum, che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà inviolabile perchè bla bla bla bla bla Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi scriveva queste cazzate e un altro sputazzo catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi scriverà che la prossima protezione sarà non bypassabile perchè bla bla bla, la fine del mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: AACS
      - Scritto da: The Animal
      Ma che cagata di protezione è questo AACS.
      Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la
      protezione è già stata
      superata.
      Meno male che si diceva, proprio su questi forum,
      che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che
      è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà
      inviolabile perchè bla bla bla bla
      bla
      Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi
      scriveva queste cazzate e un altro sputazzo
      catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi
      scriverà che la prossima protezione sarà non
      bypassabile perchè bla bla bla, la fine del
      mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira
      ecc...Prova a farla TU una protezione! ANIMALO VERY VULGARIS! (rotfl)
    • avvelenato scrive:
      Re: AACS
      - Scritto da: The Animal
      Ma che cagata di protezione è questo AACS.
      Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la
      protezione è già stata
      superata.
      Meno male che si diceva, proprio su questi forum,
      che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che
      è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà
      inviolabile perchè bla bla bla bla
      bla
      Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi
      scriveva queste cazzate e un altro sputazzo
      catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi
      scriverà che la prossima protezione sarà non
      bypassabile perchè bla bla bla, la fine del
      mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira
      ecc...L'unica cosa di inviolabile sono i portafogli di chi garantendosi l'appalto dello sviluppo di queste protezioni, si porta in tasca camionate di milioni in royalities.Io renderei direttamente responsabili gli autori delle protezioni per ogni reato commesso violandolo: è evidente che il prodotto non offre ciò che garantisce.Vedete che se per ogni ragazzino beccato a scaricare su p2p e condannato a pagare migliaia di dollari, la stessa cifra dovrà esser pagata anche da macrovision& co, ammetteranno loro stessi che non c'è mercato per le protezioni e i lucchetti digitali, e lasceranno perdere!
      • The_GEZ scrive:
        Re: AACS
        Ciao avvelenato !
        di dollari, la stessa cifra dovrà esser pagata
        anche da macrovision& co, ammetteranno loro
        stessi che non c'è mercato per le protezioni e i
        lucchetti digitali, e lasceranno
        perdere!COSA ???Ma guarda che il mercato di queste vaccate c'è ... ed è florido oggi più che mai !!!!Io, "produttore di cacca multimediale" contatto "azienda del piffero" per farmi fare un sistema anticopia e ti do una camionata di soldi, camionata che elevata alla cinquantesima riverso poi sugli utenti nel prezzo dei miei prodotti.Il sistema viene violato (ovvio) e io piango come un neonato perché quest'anno ho solo centuplicato i miei guadagni rispetto all' anno scorso, quando invece (secondo ME, e SOLO secondo ME) avrei potuto moltiplicarli per 150, ed allora annuncio al mondo che l' unica via per me praticabile per non cadere nella miseria più nera è alzare (ancora) i prezzi dei miei prodotti ...... Poi viene introdotto un nuovo supporto ... ed il meraviglioso circolo dei soldi nelle mie tasche ricomincia...
    • rockroll scrive:
      Re: AACS
      - Scritto da: The Animal
      Ma che cagata di protezione è questo AACS.
      Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la
      protezione è già stata
      superata.
      Meno male che si diceva, proprio su questi forum,
      che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che
      è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà
      inviolabile perchè bla bla bla bla
      bla
      Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi
      scriveva queste cazzate e un altro sputazzo
      catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi
      scriverà che la prossima protezione sarà non
      bypassabile perchè bla bla bla, la fine del
      mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira
      ecc...Ma difatti,condivido e godo anch'io.Bada però che tutti i lucchetti saltano finchè si tratta di Software, perchè per raggiungere lo scopo bastano le pur notevoli capacità individuali, ma se i blocchi sono Hardware siamo fregati perchè nessuno di noi possiede sofisticatissimo laboratori Hardware.
      • Anonimo scrive:
        Re: AACS
        - Scritto da: rockroll
        Bada però che tutti i lucchetti saltano finchè
        si tratta di Software, perchè per raggiungere lo
        scopo bastano le pur notevoli capacità
        individuali, ma se i blocchi sono Hardware siamo
        fregati perchè nessuno di noi possiede
        sofisticatissimo laboratori
        Hardware.
        Infatti, le consolle mica si possono crackare !Figurati che manco i lellulari III...Non diciamo sciocchezze, per favore.Il problema è un'altro: nel mondo digitale NON PUO` ESISTERE PROTEZIONE CHE TENGA (ammeno di rendere inaccessibile il contenuto) e ormai tutti dovrebbero saperlo benissimo.Comincio a sospettare anch'io che questi ci stanno giocando co' sto fatto...Marco Ravich
        • Anonimo scrive:
          Re: AACS
          - Scritto da:
          - Scritto da: rockroll

          Bada però che tutti i lucchetti saltano finchè

          si tratta di Software, perchè per raggiungere lo

          scopo bastano le pur notevoli capacità

          individuali, ma se i blocchi sono Hardware siamo

          fregati perchè nessuno di noi possiede

          sofisticatissimo laboratori

          Hardware.


          Infatti, le consolle mica si possono crackare !
          Figurati che manco i lellulari III...

          Non diciamo sciocchezze, per favore.

          Il problema è un'altro: nel mondo digitale NON
          PUO` ESISTERE PROTEZIONE CHE TENGA (ammeno di
          rendere inaccessibile il contenuto) e ormai tutti
          dovrebbero saperlo
          benissimo.

          Comincio a sospettare anch'io che questi ci
          stanno giocando co' sto
          fatto...

          Marco Ravichma prima si procede via SW mai HW...i clip sempre in un secondo momento.. ad esempio il game cube che avev blocchi HW c'ha messo più tempo per essere modificato...
    • Anonimo scrive:
      Re: AACS
      - Scritto da: The Animal
      Ma che cagata di protezione è questo AACS.
      Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la
      protezione è già stata
      superata.
      Meno male che si diceva, proprio su questi forum,
      che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che
      è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà
      inviolabile perchè bla bla bla bla
      bla
      Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi
      scriveva queste cazzate e un altro sputazzo
      catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi
      scriverà che la prossima protezione sarà non
      bypassabile perchè bla bla bla, la fine del
      mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira
      ecc...La tua ragazza che dice?
    • Anonimo scrive:
      Re: AACS
      - Scritto da: The Animal
      Ma che cagata di protezione è questo AACS.
      Non ho ancora visto nei negozi un HD-DVD e la
      protezione è già stata
      superata.
      Meno male che si diceva, proprio su questi forum,
      che l'AACS sarà inviolabile, altro che CSS che
      è stato crakkato di culo, invece l'AACS sarà
      inviolabile perchè bla bla bla bla
      bla
      Uno sputazzo in faccia da parte mia a chi
      scriveva queste cazzate e un altro sputazzo
      catarroso virtuale in faccia da parte mia a chi
      scriverà che la prossima protezione sarà non
      bypassabile perchè bla bla bla, la fine del
      mondo, il TCG il watermark, il cazzo che tira
      ecc...Studiato ad Oxford?
    • Anonimo scrive:
      Re: AACS
      Mi scusi signor conte, ma mi sembra che le sia caduta la tessera del golf club...
  • pegasus2000 scrive:
    Bel programmino...
    ...lo conosco già da parecchio tempo, sono contento che evolva in meglio, complimenti all'autore! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2007 00.45-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti