Globalfoundries seduce STMicroelectronics

Dopo AMD è il primo cliente della giovane Globalfoundries. Produrrà per conto suo chip con tecnologia di processo a 40 nanometri

Roma – A pochi mesi dalla sua nascita, avvenuta dallo spin-off della divisione manufatturiera di AMD, Globalfoundries ha già trovato il suo primo cliente “esterno”: si tratta della società italo-francese STMicroelectronics .

Con i suoi quasi 10 miliardi di dollari di fatturato annuo, più del doppio di quello di Nvidia, STMicro è oggi una delle più grandi aziende di microchip al mondo: per la precisione la quinta dietro a Intel, Samsung, Toshiba e Texas Instruments. Questo la rende un “primo cliente” di estrema importanza per Globalfoundries, soprattutto nella prospettiva di ampliare il proprio giro d’affari e ottenere così una maggiore indipendenza economica da AMD.

“Il contratto di outsourcing firmato con STMicro è un primo successo per Globalfoundries”, si legge in questo articolo di EETimes Europe . “È da notare il fatto che l’azienda sia riuscita da attrarre a sé uno dei principali player del settore semiconduttori in tempi più brevi del previsto”.

L’accordo pluriennale, di cui non sono noti i dettagli finanziari, prevede che Globalfoundries produca per conto di STMicro prodotti basati sulla propria tecnologia di processo a 40 nanometri Low Power. Le due partner non hanno specificato di quali prodotti si tratta, limitandosi a dire che questi saranno prevalentemente indirizzati ai settori wireless e consumer, e che contribuiranno ad incrementare l’autonomia dei dispositivi mobili.

Come molti altri produttori di chip, tra i quali Nvidia e AMD, anche STMicro sta progressivamente convertendosi in una azienda fabless , ossia priva di fabbriche: questo processo è già iniziato da qualche anno con l’ outsourcing di parte della sua produzione di chip CMOS a società come Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC) e United Microelectronics Corp (UMC), entrambe taiwanesi.

Globalfoundries rappresenta una sorta di interessante anomalia del panorama delle società che producono chip per conto terzi: a differenza di tutti i suoi più diretti rivali, che hanno sede a Taiwan o in altre parti dell’Asia, quest’azienda ha il proprio quartier generale in California e le proprie fabbriche in Europa (seppure stia costruendo un impianto anche a New York). Il fatto che Globalfoundries fabbricherà i chip di STMicro, con sede in Svizzera, presso la propria Fab di Dresda, in Germania, potrebbe avere avuto una certa influenza sulla scelta di STMicro: secondo Bob Johnson , analista di Gartner, la vicinanza geografica facilita la comunicazione tra le due aziende.

Ma non è solo questo il motivo che potrebbe aver spinto STMicro a scegliere una fabbrica europea. Come spiegato da EETimes , due anni fa Joseph Borel, ex vice presidente della ricerca e sviluppo di STMicro, illustrò al governo francese i rischi economici legati all’outsourcing, da parte dei maggiori produttori di chip europei, della fabbricazione dei semiconduttori a società asiatiche. Borel proponeva il consolidamento delle produzioni di STMicro, NXP e Infineon in una nuova fabbrica europea. Quella proposta non trovò terreno fertile, ma secondo EETimes potrebbe aver influenzato la decisione di Carlo Bozotti, CEO di STMicro, di legarsi a Globalfoundries. Decisione che, secondo alcuni analisti, può eventualmente guidare anche le future scelte di Infinenon e NXP: in tal caso Globalfoundries diverrebbe un’entità capace di realizzare, almeno in parte (l’utilizzo di fabbriche e manodopera europea), quanto auspicato da Borel nel 2007.

Ma le ambizioni di Globalfoundries trascendono i confini geografici: il suo obiettivo, infatti, è quello di diventare la seconda fonderia al mondo dopo TSMC. Un traguardo che conta di raggiungere grazie soprattutto alle avanzate tecnologie di produzione dei chip ereditate da AMD e co-sviluppate insieme a IBM.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aname scrive:
    pitch putch patch... petch
    Un programma schifosissimo che pesa decine e decine di mega, parte in automatico all'avvio del pc (anche se non sempre viene utilizzato), che quelle poche volte che si apre un pdf parte un qualche aggiornamento che ci dice di chiudere il file appena aperto, un programma che serve solo e unicamente per leggere del testo e visualizzare qualche immagine... e malgrado ciò ancora pieno di bugs e vulnerabilità??? Ma andate a nascondervi...
  • lettiero salvatore scrive:
    flash player
    desidero installare flash playe buggato
  • Uau scrive:
    Il codice lo vogliamo sotto GPL
    Si ma non la licenza.....il gas propano!!E dargli fuoco una volte per tutte a questo aborto dell'infomatica!
  • Alvaro Vitali scrive:
    FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
    Il nuovo FlashPlayer plugin ha un bug che impedisce il funzionamento di quegli stream live usati da molte emittenti TV; in pratica, si sente solo l'audio ma non si vede nulla.Il problema si verifica sicuramente su Windows e su Linux; tornando alla versione 10.0.22.87 si risolve tutto.Ovviamente, però, la 10.0.22.87 ha una falla grande come una casa, per cui ...
    • billo scrive:
      Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
      grazie della info, ecco perchè sento solo l'audio.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
      Se volete fare dei test, andate su http://www.livestream.com/Selezionando i vari canali sulla sinistra, si nota che con Flash 10.0.32.18 (per alcuni canali) si sente l'audio ma non si vede nulla; invece, con la 10.0.22.87 non ci sono problemi.
    • enrico scrive:
      Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
      Io ho un altro problema,dopo che ho installato la versione aggiornata per internet explorer (ho i.e. 8) youtube non lo riconosce più il flash e dice che non è installato..
      • The Raptus scrive:
        Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
        Acnhe a me!Che debbo fare?
      • fur scrive:
        Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
        - Scritto da: enrico
        Io ho un altro problema,dopo che ho installato la
        versione aggiornata per internet explorer (ho
        i.e. 8) youtube non lo riconosce più il flash e
        dice che non è
        installato..perchè stupidamente avete disabilitato lo UAC.
        • tuba scrive:
          Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
          e usano internet explorer: molto intelligente come accoppiata :D
          • TaURuSr0x scrive:
            Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
            Semplicemente rimanete con quello che gia avete e aprite sorgenti solo che voi conoscete al 100%
        • Uiko scrive:
          Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
          - Scritto da: fur
          - Scritto da: enrico

          Io ho un altro problema,dopo che ho installato
          la

          versione aggiornata per internet explorer (ho

          i.e. 8) youtube non lo riconosce più il flash e

          dice che non è

          installato..

          perchè stupidamente avete disabilitato lo UAC.No, io ho lo stesso problema su win xp. L'xp non ha l'UAC.
    • poveracci scrive:
      Re: FlashPlayer 10.0.32.18 buggato!
      Ragazzi, hanno impiegato SOLO una settimana a rilascire la patch.E pretendete anche che funzioni ??
Chiudi i commenti