Gmail e le etichette intelligenti

La webmail di Google si arricchisce di una nuova funzionalità "smart", pensata per catalogare in maniera automatica le email. Tutto all'insegna della produttività
La webmail di Google si arricchisce di una nuova funzionalità "smart", pensata per catalogare in maniera automatica le email. Tutto all'insegna della produttività

Google continua il suo lavoro di perfezionamento della terza webmail più popolare al mondo (abbondantemente dietro Microsoft Hotmail e Yahoo! Mail), e dopo la funzionalità di posta prioritaria introduce ora quella delle “smart label”. L’obiettivo è sempre lo stesso, vale a dire facilitare all’utente il compito di scremare i messaggi e nel contempo aumentare la produttività .

Parimenti a quanto fa la funzionalità di “posta prioritaria” succitata, le nuove smart label hanno l’incarico di catalogare automaticamente le email in arrivo nelle sotto-categorie “Bulk” (newsletter, promozioni e più in generale messaggi “di massa”), “Forums” (mailing list e partecipazione alle discussioni elettroniche) e “Notifications” (e-mail dirette).

Le smart tag introdotte da Google sono completamente configurabili , così come esiste la possibilità di creare nuove categorie e modificare la gestione della inbox in relazione alle etichette – la configurazione di default prevede che i messaggi appaiano in contemporanea sia nella posta in arrivo che nelle smart tag attive.

Diversamente dalla funzionalità di posta prioritaria introdotta la scorsa estate, il progetto Smart Labels fa ancora parte dei Gmail Labs e va quindi attivato nelle opzioni della webmail. Google spiega infine che le nuove etichette non impediscono che l’utente continui a utilizzare eventuali filtri e/o etichette “stupide” già configurate in precedenza.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 03 2011
Link copiato negli appunti