Gmail ha ancora il singhiozzo

Il servizio di posta elettronica è stato praticamente inutilizzabile per quasi due ore. Da Mountain View si giustificano con un possibile errore umano
Il servizio di posta elettronica è stato praticamente inutilizzabile per quasi due ore. Da Mountain View si giustificano con un possibile errore umano

Il passo claudicante che ha caratterizzato l’incedere di Gmail nelle ultime 24-36 ore è stato notato pressoché ovunque : durante la giornata di ieri il servizio di posta elettronica procedeva a singhiozzo, costringendo i propri utenti a fissare una pagina di errore (che al solito riportava codici di errore sconosciuti a chi non sia un dipendente di Google) che costituiva di fatto una barriera insormontabile tra loro e le proprie inbox .

BigG ha ammesso che si è trattato di un errore, spiegando che il downtime si era verificato dopo la non corretta esecuzione di un procedura di routine da parte di un tecnico che, nel disattivare alcuni server per un upgrade, avrebbe sottostimato la mole di traffico che si è poi abbattuta su quelli rimasti online – pare a causa di alcune recenti modifiche effettuate sulla infrastruttura generale dei servizi Google Apps.

I milioni di utenti rimasti senza posta avevano inondato Twitter con cinguettii esterrefatti , tanto che Gmail è stato per qualche ora uno degli hashtag più diffusi.

Nelle ultime ore il servizio di Gmail sembra essere tornato alla normalità, tuttavia sembrerebbero esserci alcuni sporadici disservizi residui che starebbero saltuariamente compromettendo l’utilizzo di altre Google App, tra cui Google Docs. Nonostante ciò sul Dashboard delle applicazioni di BigG non sono segnalati problemi di sorta.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 09 2009
Link copiato negli appunti