Gmail e IA: la voce per creare le bozze delle email

Gmail e IA: la voce per creare le bozze delle email

Scoperta una nuova funzionalità IA per Gmail: si chiama Draft Email with Voice e permetterà di creare le bozze delle email con la voce.
Gmail e IA: la voce per creare le bozze delle email
Scoperta una nuova funzionalità IA per Gmail: si chiama Draft Email with Voice e permetterà di creare le bozze delle email con la voce.

Google sembra aver intenzione di integrare, a breve, un’altra funzionalità IA in Gmail: si chiamerà Draft Email with Voice. Come si può intuire già dal nome, tornerà utile per creare bozze delle email con la voce, attraverso un’intelligenza artificiale in grado di elaborare le istruzioni fornite dell’utente attraverso un prompt.

Draft Email with Voice: sempre più IA per Gmail

A scoprirla è stata la redazione del sito TheSpAndroid (da cui è tratto lo screenshot qui sotto), analizzando la nuova versione beta dell’app rilasciata per Android (2023.12.31.599526178). Il principio è lo stesso che già regola la feature Help Me Write, ma, in questo caso, con l’aggiunta della componente vocale, dunque senza dover necessariamente passare dalla tastiera, fisica o virtuale che sia.

Uno screenshot per la funzionalità Draft Email with Voice di Gmail

A differenza di quanto già avviene con la dettatura, disponibile da tempo nell’app di Gmail, questa nuova funzionalità di occupa di interpretare il prompt dell’utente per poi generare una bozza da sé. Ad esempio, se l’istruzione fornita include Programma una riunione con Marco per il prossimo venerdì alle tre del pomeriggio, per discutere del progetto, il sistema ne terrà conto creando un testo che include queste informazioni, proponendone poi l’invio.

Anche la compilazione di campi come il destinatario e il titolo avviene in automatico. Ovviamente, si avrà modo di controllare il tutto ed eventualmente di intervenire con le correzioni dovute prima di spedire il messaggio.

Come sempre accade in questi casi, non è certo che Draft Email with Voice arrivi a fare il suo debutto nella versione finale di Gmail, né sono note le tempistiche. Google raccoglierà i feedback durante il test che coinvolge la versione beta dell’applicazione, per poi valutare il da farsi. L’unica cosa certa è la volontà di puntare sempre più sulle soluzioni e sugli strumenti legati all’intelligenza artificiale, già manifestata in più occasioni dal gruppo di Mountain View.

Fonte: TheSpAndroid
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 gen 2024
Link copiato negli appunti