Gnome 2.4 balla sui desktop Linux

Attesa da mesi, la nuova versione 2.4 del celebre ambiente desktop per Linux è ora pronta per essere scaricata dagli utenti e inserita nelle maggiori distribuzioni del Pinguino. Ecco le novità

Roma – Il team di sviluppo di Gnome.org ha partorito, a circa sette mesi di distanza dalla precedente major release , la versione 2.4 del celebre ambiente desktop per Linux rivale di KDE .

Proseguendo con il lavoro introdotto nella precedente release 2.2, gli sviluppatori di Gnome hanno focalizzato i propri sforzi nel rendere la nuova versione della piattaforma ancora più aderente alle Gnome Human Interface Guidelines ( HIG ), un insieme di linee guida che hanno l’obiettivo di rendere l’interfaccia utente di Gnome e delle applicazioni che vi girano ancor più coerente, usabile e intuitiva da usare.

Gli sviluppatori di Gnome affermano che con la nuova versione 2.4, che comprende oltre un centinaio di migliorie suggerite dagli utenti, la piattaforma Gnome 2 ha finalmente raggiunto un elevato grado di maturità: questo lascia presagire che la prossima versione 2.6, il cui sviluppo è già iniziato, potrebbe forse essere la base di lancio per Gnome 3.

Le principali migliorie introdotte nell’ultima release di Gnome riguardano il file-manager, un componente chiave del sistema a cui ora sono state aggiunte una funzione per la masterizzazione dei CD con supporto al drag and drop, la possibilità di modificare gli attributi a più file contemporaneamente e il supporto ai file nascosti.

Le altre migliorie di Gnome 2.4 consistono nella gestione degli oggetti del desktop in memoria; nell’introduzione di nuove modalità per la visualizzazione delle cartelle; in una più efficiente organizzazione dei menù contestuali; nell’introduzione di un nuovo pannello completamente ridimensionabile e riprogettato secondo i canoni dell’usabilità; nell’adozione di un nuovo sistema di gestione dei font; nell’implementazione di nuovi tool e funzioni per l’accessibilità, fra cui il lettore/lente d’ingrandimento Gnopernicus e la testiera on-screen GOK.

Gnome 2.4 include 11 nuove applicazioni, fra cui il giovane browser Web Epiphany (a cui si è dedicato un approfondimento a parte), il programma di telefonia Internet (VoIP) e videoconferenza GnomeMeeting, la nuova calcolatrice Gcalctool, il nuovo visualizzatore di file PDF GPDF, ed altri tool minori.

Il team di sviluppo di Gnome ha portato avanti il lavoro svolto insieme a Freedesktop.org, un progetto che mira ad incrementare l’interoperabilità fra ambienti desktop differenti. Fra le specifiche sviluppate da Freedesktop.org , e implementate a partire dalla precedente versione di Gnome, c’è ad esempio la funzione “Startup Notification”, che segnala se un’applicazione è in fase di apertura: in questo modo l’utente non sentirà il bisogno di cliccare più volte su di essa.

Nella prossima versione di Gnome, la 2.6, gli sviluppatori prevedono di adottare una nuova versione delle librerie GTK+ e di migliorare ulteriormente menù, toolbar e icone del desktop al fine di rendere l’ambiente di Gnome sempre più aderente alle linee guida per l’accessibilità, l’usabilità e l’internazionalizzazione.

Gnome 2.4 può essere scaricato qui per Linux, Solaris, HP-UX, BSD e Darwin.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti