Gola profonda rischia 57 mesi

Secondo Boeing passava ai giornali dati riservati scaricati dai network interni dell'azienda. Lo faceva, parrebbe, perché i controlli sui componenti non sono sufficienti

Roma – Un danno enorme, compreso tra i 5 e i 15 miliardi di dollari, è quello che secondo Boeing avrebbe potuto provocare un ex impiegato, Gerald Lee Eastman, accusato dalla celebre industria aerospaziale americana di aver scaricato centinaia di migliaia di documenti riservati per passarli alla stampa. Eastman è stato arrestato a fine giugno sul luogo di lavoro, mentre copiava alcuni documenti su una chiavetta USB.

Nel complesso, Eastman, sostiene l’accusa, sarebbe entrato illegalmente in possesso di 320mila file nel corso di due anni, file che in questo periodo avrebbe spesso passato al Seattle Times . Il motivo? Secondo Eastman le procedure di ispezione di certi componenti non erano adeguate e, a quanto pare, in questo modo avrebbe cercato di provarlo.

Dopo l’arresto, riporta InformationWeek , una perquisizione nel domicilio dell’uomo ha portato al ritrovamento di quei file. Come accennato, secondo Boeing se anche solo una parte di quelle informazioni fosse finita nelle mani dei propri competitor, l’azienda avrebbe potuto pagarne le conseguenze in modo vistosissimo.

L'ultimo aereo dell'azienda, il 787 Ciò che anche colpisce della denuncia è che Eastman avrebbe sfruttato la propria posizione lavorativa per accedere a network a cui non aveva bisogno di accedere per le proprie responsabilità, il che solleva dei dubbi sulla gestione della sicurezza informatica in Boeing .

Gli inquirenti hanno dichiarato di aver individuato sui computer di Eastman non solo i file ma anche corrispondenza email con giornalisti ed altre evidenze del fatto che l’uomo avrebbe ravanato a lungo nel sistema informativo dell’azienda.

Per Boeing non si tratta di una grande pubblicità: solo sei mesi fa l’azienda aveva licenziato un proprio dipendente perché aveva scaricato una quantità di dati riservati sul proprio portatile , senza averli cifrati e il portatile era stato rubato. Non è da escludersi che, in futuro, l’azienda cambierà le proprie policy di Security.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabio Locati scrive:
    Collaborare
    Appoggio in pieno la canonical. Se linux ha bisogno di una cosa è proprio distro 100% open.Approfitto per segnalare (a tutti quelli che hanno detto frasi del tipo 'sicuramente collaborerò' o cose similari e a quelli a cui interessa) la mailing list ufficiale del progetto gobuntu.https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/Gobuntu-develgobuntu è un progetto da fare. Non è un qualcosa di già fatto. Ci vogliono tante persone... e, soprattutto, tante idee.Spero che ci troveremo a collaborare presto.Fale
  • Giulio scrive:
    La solita questione ideologica!
    Come da titolo, è la solita questione ideologica...Peccato che senza gran parte del software proprietario il pc diventa INSERVIBILE.
    • pippo75 scrive:
      Re: La solita questione ideologica!
      - Scritto da: Giulio
      Come da titolo, è la solita questione
      ideologica...In un certo senso puo' anche esserlo, ma potrebbe essere una cosa anche tecnica.Dare solo programmi di cui si puo' fornire i sorgenti.E' come se dovessi aprire una ditta che fornisce apparecchi di cui posso fornire anche i progetti per realizzarla/rattopparla.
      Peccato che senza gran parte del software
      proprietario il pc diventa
      INSERVIBILE.Per questo penso che facciano il passaggio in modo graduale.Poi dire che e' inservibile, non e' vero, dipende da quello che devi fare.Non capisco perche', qundo uno trova un prodotto non utile per lui, deve generalizzare.ciao
    • ... scrive:
      Re: La solita questione ideologica!
      La rimborsi te la differenza di tutte le schede video ed audio utilizzate meno della metà perchè 15 anni di linux nei due casi sono riusciti a produrre quanto già si vedeva con le SB64 ed un fo..uto cubo che gira ?E' ora di essere più pratici e meno devoti. Di fanatici in giro per il mondo ce ne sono già troppi.
      • Pejone scrive:
        Re: La solita questione ideologica!

        E' ora di essere più pratici e meno devoti. Di
        fanatici in giro per il mondo ce ne sono già
        troppi.E cosa c'entra essere pratici con il software proprietario???Che gusto ci trovate sempre a polemizzare poi....
        • ... scrive:
          Re: La solita questione ideologica!
          Quando vai a comprare un hardware ti fanno un corposo sconto se affermi di volerlo utilizzare su linux con un driver open source che ne sfrutta meno della metà delle caratteristiche offerte ?Va bene voler recuperare i vecchi pc ma da qui a pretendere di bloccare il mercato perchè i componenti in vendita non si sposano con le vostre manie (e quindi il bravo utente devoto non deve schiodarsi dalla Virge Dx) ce ne passa
          • Wiki scrive:
            Re: La solita questione ideologica!
            - Scritto da: ...
            Quando vai ...http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_%28Internet%29#Soluzioni_possibili_al_problema
          • fulmine scrive:
            Re: La solita questione ideologica!
            - Scritto da: ...
            Quando vai a comprare un hardware ti fanno un
            corposo sconto se affermi di volerlo utilizzare
            su linuxSe rifiuti la licenza OEM di Windows, direi di si.
            con un driver open source che ne sfrutta
            meno della metà delle caratteristiche offerte
            ?A dire il vero molti drivers lo sfruttano di piu'.Per esempio certe schede wireless con le quali si puo' attivare il "monitoring-mode".Oppure i "drivers" per l'iPod ...
            Va bene voler recuperare i vecchi pc ma da qui a
            pretendere di bloccare il mercatoChi ha parlato di bloccare il mercato ?
            perchè i
            componenti in vendita non si sposano con le
            vostre manie (e quindi il bravo utente devoto non
            deve schiodarsi dalla Virge Dx) ce ne
            passaSaro' libero di comperare l'hardware che preferisco o no ?Ah, informazione aggratis per combattere la tua ignoranza: I drivers per schede video ATI e nVidia ci sono anche opensource, e si comportano dignitosamente ;) La tua trollata con la Virge si è rivelata essere un Boomerang :D !
          • Saetta scrive:
            Re: La solita questione ideologica!
            - Scritto da: fulmine
            Ah, informazione aggratis per combattere la tua
            ignoranza: I drivers per schede video ATI e
            nVidia ci sono anche opensource, e si comportano
            dignitosamente ;) La tua trollata con la Virge si
            è rivelata essere un Boomerang :D
            !Ah, informazione aggratis per combattere la tua ignoranza:_http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=560&num=4Prima di dire certe baggianate in nome di un ideale informarsi please.P.S. il boomerang ti si è rivoltato contro...Ops!
  • Lillo scrive:
    Più utile di quanto si pensi
    Qualcuno si ricorderà certamente del caso SCO contro Autozone...Fu il tentativo maldestro di SCO di portare in tribunale un cliente Linux molto grande per estorcergli denaro quando ancora non era chiaro quali brevetti infrangesse Linux.Con la complessità e la quantità di software non-free e con possibili parti closed che potrebbero infrangere brevetti qualsiasi azienda che decida di adottare Linux può essere un potenziale bersaglio di chiunque detenga quei brevetti.Gobuntu e altre distribuzioni completamente libere sono una sorta di via certificata di passaggio a Linux con una distribuzione che gli autori garantiscono essere libera da qualsiasi pericolo di infrazione di brevetti o apporto di codice non pubblico.Sarebbe più difficile un domani per certe aziende parassite come SCO o la stessa Micro$oft denunciare chiunque dimostri di usare solo distribuzioni Linux totalmente free.In pratica un'azienda che decide di passare a Linux con Debian, Gobuntu e Ututo Linux ha la certezza che domani non abbia problemi legali perché gli autori teoricamente hanno minuziosamente ripulito la distribuzione da potenziali "cavalli di troia" legali.In fondo se ci si pensa, in un'azienda è difficile che si usino codecs multimediali, almeno sui PC che devono fare da postazione di lavoro generica. E le aziende che ne facessero un più largo uso possono sempre pensare di acquistare un player commerciale o licenze commerciali di codecs e librerie di questo genere.Per cui iniziative come Gobuntu non sono né insensate né inutili, ma hanno una grande importanza.
    • nifft scrive:
      Re: Più utile di quanto si pensi
      Sinceramente non mi è ancora chiara la questione dei brevetti.Da quanto ho capito per infrangere un brevetto non è necessario utilizzare pezzi di codice scritto dai detentori del brevetto. Quello che si brevetta è l'idea soggiacente al codice e non il codice in se stesso. Per questo credo che non sia sufficente usare sofware non proprietario per essere al sicuro da eventuali ricatti. Anche il software libero può potenzialmente utilizzare un brevetto di qualcuno.Questo se vuoi è l'effetto aberrante dei brevetti software...Utilizzare esclusivamente codice non proprietario mette al sicuro solo da eventuali rivendicazioni sulle licenze d'uso e ti svincola da queste dipendenze. Un altro vantaggio di usare solo codice aperto è ovviamente la possibilità di poter modificare e migliorare a piacimento il proprio sistema e la trasparenza (leggi 'fiducia', nell'accezione opposta a 'trusted computing').
      • pippo75 scrive:
        Re: Più utile di quanto si pensi

        codice in se stesso. Per questo credo che non sia
        sufficente usare sofware non proprietario per
        essere al sicuro da eventuali ricatti. Anche il
        software libero può potenzialmente utilizzare un
        brevetto di
        qualcuno.risposta esatta.Il brevetto non e' sul codice, ma sull'idea ( semplice o complessa che sia, giusto o sbagliato che sia il brevetto ).
        Questo se vuoi è l'effetto aberrante dei brevetti
        software...

        Utilizzare esclusivamente codice non proprietario
        mette al sicuro solo da eventuali rivendicazioni
        sulle licenze d'uso e ti svincola da queste
        dipendenze.esattamente.
        Un altro vantaggio di usare solo
        codice aperto è ovviamente la possibilità di
        poter modificare e migliorare a piacimento il
        proprio sistema e la trasparenza (leggi
        'fiducia', nell'accezione opposta a 'trusted
        computing').concordo in pieno.ciao
    • Quesito scrive:
      Re: Più utile di quanto si pensi
      Mi sorge un dubbio.A quanto ho capito si parla di brevetti e potenziali società che potrebbero creare anche in futuro come in passato non pochi problemi a Linux.Il dubbio mi sorge su questa affermazione---Il brevetto non e' sul codice, ma sull'idea ( semplice o complessa che sia, giusto o sbagliato che sia il brevetto ).---Allora mi viene da pensare alle varie ditte di Hardware in commercio.Anche su questo campo si applicano i brevetti?Mi spiego meglio, io società costruisco una scheda audio o video alle quali applico i miei driver closed e il mondo Linux arriva fuori con un driver open.di sè e per sè il driver open non ha nessun prolema di etica e di cavilli legali....ma rifletto meglio..L'idea sulla quale ci si appoggia per fare del reverse enginering non và in contrasto con questa stessa etica?Io come società posso permettere a chichesia di "aprire" il mio Hardware per studiarci sopra?Secondo quella che è l'etica open, non dovrebbe essere altrettanto creare un Hardware open (scheda audio/video)? perchè se così fosse, allora si dovrebbero stansiare altrettanti miliardi ma dove li si andrebbe a prendere?
      • pradellino scrive:
        Re: Più utile di quanto si pensi
        - Scritto da: Quesito
        Mi sorge un dubbio....i brevetti soft valgono solo negli usa, è una legge ritenuta idiota da tutti quelli che usano il cervello, ci sono quelli che cercano di far passare questa legge anche in Europa, ma non ci sono ancora riusciti.le lotte per rivendicazioni di brevetti hardware sono all'ordine del giorno, ci sono ditte di processori o di qualsiasi cosa che denunciano tutti quelli che usano qualcosa costruito con un'idea simile.è assurdo, ma va avanti da tanto di quel tempo che quasi tutti non si sognerebbero mai di ammetterlo.se costruisci un processore mettendoci anche idee di altri, questi ti chiederanno il pizzo. se fai soft con idee di altri verrai perseguitato sempre per estorcerti il pizzo.Esistono processori open, della sun, ed esiste la GPL che ti garantisce dal lato soft che il prodotto rimarrà tuo ma tutti potranno migliorarlo, come succede con Linux.
    • hhhhhhhhh scrive:
      Re: Più utile di quanto si pensi
      I brevetti non mi sembra c'entrino molto con l'idea di avere una distro solo con software Libero.
  • pretoriano scrive:
    firmware?
    In che senso eliminano il firmware dalla distro? il firmware sarebbe il bios che io sappia.
    • pretoriano scrive:
      Re: firmware?
      Forse per firmware intendono il livello HAL del kernel. Qualcuno può confermare o smentire?
      • Lillo scrive:
        Re: firmware?
        No si parla di firmware di schede di rete ed altro hardware.I driver di molte schede di rete per esempio le Intel wireless IPW2100/2200 ecc. Hanno un driver opensource e poi un firmware binario che va uploadato all'interno di un'area di memoria della scheda.Anche se il driver è opensource, il firmware è closed ed è precompilato in binario per la CPU della scheda. Questo firmware è coperto da brevetti oltre che essere oscure le sue funzioni...Sono questi i firmware di cui parlano.Al limite faranno un meccanismo che obbliga l'utente a procurarselo in altri modi, o lo si farà scaricare all'evenienza da repository non-free dopo aver fatto leggere un documento di disclaimer all'utente che avverte delle implicazioni tecniche o legali della questione.
  • Steve Ballmer scrive:
    E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
    ...ma per migrare nelle catacombe!Ora che stava prendendo piede Utuntu , la distro per utonto, lo sciamano spaziale mostra la sua profonda conoscenza del mercato dell'informatica: FACT -
    [code]il problema principale di Linux è che ci sono troppi drivers e troppi codecs.[/code]Sicuramente questo nuovo gioiello piumato sarà un successone, a me però pare un pò un pinguino spennacchiato.(win)(win)(win)(win)(win)P.S. Sospetto che dietro questo progetto ci sia RMS, un acronimo ricorsivo che significa RMS is Not Unix . Sento puzza si sandali...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2007 13.39-----------------------------------------------------------
    • Zoiberg scrive:
      Re: E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
      lol :D
    • Bill Gates scrive:
      Re: E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
      Sei sempre il migliore Steve (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • user scrive:
      Re: E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
      Come non quotare :p
    • Hermes73 scrive:
      Re: E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
      Lollissimo come sempre steve
    • pippo75 scrive:
      Re: E IL PINGUINO USCì DALLE CANTINE...
      - Scritto da: Steve Ballmer
      ...ma per migrare nelle catacombe!oramai le cantine erano troppo affollate, meglio cercare il fresco altrove.Mica stupido sto pinguino.

      Ora che stava prendendo piede Utuntu , la
      distro per utonto, lo sciamano spaziale mostra la
      sua profonda conoscenza del mercato
      dell'informatica:Grande Mork.Parlavi di lui, vero?


      FACT -

      [code]il problema principale di Linux è
      che ci sono troppi drivers e
      troppi codecs.[/code]Nun te preoccupa, con la prossoma versione di Linux, diventano tutti incompatibili e si rimane senza.
      Sicuramente questo nuovo gioiello piumato sarà un
      successone, a me però pare un pò un pinguino
      spennacchiato.con sto caldo, so anche io che si e' tolto le penne.
      (win)(win)(win)(win)(win)

      P.S. Sospetto che dietro questo progetto ci sia
      RMS, un acronimo ricorsivo che significa RMS
      is Not Unix . Sento puzza si sandali...Si sente puzza di sandali, avete le ascelle sudate.Rit.Spegnere il closed sourceSpegnere il closed source.Si sente puzza di sandali, avete il kernel inquinato.Rit.Si sente puzza di sandali, avete l'acronimo inventatoRit.
  • pippo75 scrive:
    Re: Solito batti e ribatti...

    C'è gente che non capisce che l'utente è pigro
    per natura e vuole la pappa pronta. Purtroppo
    questo concetto non è assodato tra i "linuxiani"
    e continuano a tirare fuori argomenti che
    l'utente pigro non capirànon e' che la gente non capisce...la gente vuole un coso che faccia cose multimediali, permetta di scrivere la letterina.Usare Photoshop, premiere per fare foto e video.Piu' qualche cosa d'altro a seconda dell'utente.Con windows posso farlo, se la risposta e' si, allora va bene.Sorgenti, open, free, quallo che vuoi, ...... a pochi interessa.Quando hai comprato la caldaia con tutto l'impianto, ti sei chiesto?- che caldaia ti serve.- la potenza dell'impianto e' sufficiente/troppo?- la dimensione dei tubi dell'impiento come e'?- il termostato come e' programmato, dove lo metto?- che tipo di impianto faccio? Pannelli radianti, condensazione?- che efficeza ho?.....se la gente queste domande non le fa per il riscaldamento, che ha un costo non indifferente, perche' deve farle per il PC?Si fidano di quello che fa il progettista e quindi si fidano di quello che fa il venditore di Pc.
    • krane scrive:
      Re: Solito batti e ribatti...
      - Scritto da: pippo75

      C'è gente che non capisce che l'utente è pigro

      per natura e vuole la pappa pronta. Purtroppo

      questo concetto non è assodato tra i "linuxiani"

      e continuano a tirare fuori argomenti che

      l'utente pigro non capirà
      non e' che la gente non capisce...Semplicemente la gente non puo' andare al supermercato e prendersi un pc con linux preinstallato e preconfigurato.
      la gente vuole un coso che faccia cose
      multimediali, permetta di scrivere la
      letterina.
      Usare Photoshop, premiere per fare foto e video.
      Piu' qualche cosa d'altro a seconda dell'utente.
      Con windows posso farlo, se la risposta e' si,
      allora va bene.Anche con linux, l'unica differenza e' che a causa del monopolista non puoi andare al supermercato e comprartelo preinstallato e preconfigurato.
      Sorgenti, open, free, quallo che vuoi, ...... a
      pochi
      interessa.


      Quando hai comprato la caldaia con tutto
      l'impianto, ti sei chiesto?
      - che caldaia ti serve.
      - la potenza dell'impianto e' sufficiente/troppo?
      - la dimensione dei tubi dell'impiento come e'?
      - il termostato come e' programmato, dove lo
      metto?
      - che tipo di impianto faccio? Pannelli radianti,
      condensazione?
      - che efficeza ho?
      .....Certo che ci penso, ma se poi mi trovo davanti un unico modello acquistabile ho poca scelta.
      se la gente queste domande non le fa per il
      riscaldamento, che ha un costo non indifferente,
      perche' deve farle per il PC?Infatti uno normalmente se lo fa, altrimenti perche' offerte hw tanto diverse ? portatile o dekstop ? sk video da gioco o economica ?Sul software la scelta si riduce ad un unico modello offerto dal monopolista, oppure te lo installi e caXXi tuoi.
      Si fidano di quello che fa il progettista e
      quindi si fidano di quello che fa il venditore di Pc.Se ci fosse un'offerta software piu' variegata si potrebbe fare, ma al momento il monopolio impedisce ai rivenditori di fare altrettanto.
      • JJLetho scrive:
        Re: Solito batti e ribatti...
        preferisco un solo software (SO ) compatibile con tutto , che 10 incompatibili tra loro
        • krane scrive:
          Re: Solito batti e ribatti...
          - Scritto da: JJLetho
          preferisco un solo software (SO ) compatibile
          con tutto , che 10 incompatibili tra loroQuindi meglio linux: visto che windows non e' compabile neanche con le altre versioni di se' stesso.
          • JJLetho scrive:
            Re: Solito batti e ribatti...
            tecnicamente si..purtroppo avrei mille problemi ad interfacciarmi con i clienti e soprattutto non potrei usare software ch emi è indispensabile (suite adobe)(renderer 3d) e purtroppo neanche giocare.per chi ha le mie esienze ( e sono tanti) la scelta è pressochè obbligata.ciò non toglie che su vmware ho messo ubuntu .. ma a dre il vero l'uso che ne faccio è principalmente di learning
      • pippo75 scrive:
        Re: Solito batti e ribatti...


        Semplicemente la gente non puo' andare al
        supermercato e prendersi un pc con linux
        preinstallato e
        preconfigurato.quante volte sei andato in un supermercato e hai chiesto una cosa simile?Anche alle coop? Hai fatto la segnalazione sul modulo apposito?

        Usare Photoshop, premiere per fare foto e video.

        Piu' qualche cosa d'altro a seconda dell'utente.


        Con windows posso farlo, se la risposta e' si,

        allora va bene.

        Anche con linux, l'unica differenza e' che a
        causa del monopolista non puoi andare al
        supermercato e comprartelo preinstallato e
        preconfigurato.non mi risultano monopoli della Adobe.Comunque ho visto in molti supermercati anche computer Apple.

        Certo che ci penso, ma se poi mi trovo davanti un
        unico modello acquistabile ho poca
        scelta.ma quale modello unico? Forse non sei capace di scegliere e dai la colpa ad altri.

        Infatti uno normalmente se lo fa, altrimenti
        perche' offerte hw tanto diverse ? portatile o
        dekstop ? sk video da gioco o economica
        ?prima mi dici che c'e' il modello unico, ora mi dici che la gente sceglie in base a molte varianti.
        Sul software la scelta si riduce ad un unico
        modello offerto dal monopolista, oppure te lo
        installi e caXXi tuoi.WindowsOsXMandrivaSuseUbuntuSkyOsFedoraproviamo a contare i primi che mi vengono in mente. 1,2,3...7.
        Se ci fosse un'offerta software piu' variegata si
        potrebbe fare, ma al momento il monopolio
        impedisce ai rivenditori di fare
        altrettanto.l'offerta c'e' se poi il tuo rivenditore ne propone una sola, cambia fornitore.Prima di prendere XP, ho fatto varie prove, in particolare con Mandrake ( al tempo non aveva ancora cambiato nome ).Il sistema era buono, peccato che i programmi che mi servivano non c'erano.
  • simon e garfunkel scrive:
    la debian senza debianisti
    Hanno fatto quello che tutto il mondo voleva:Una debian senza DEBIANISTI :-)Che e' un vantaggio mica da poco
  • fox82i scrive:
    Re: Solito batti e ribatti...
    Cabiare aproccio...Questo ho fatto... Ho tutte e due i sistemi installati..Sarà buffo ma almeno l'ho fatto! Per la sicurezza utilizzo Linux , per i programmi di intrattenimento utilizzo WindowsSarà banale, sarà ripetitivo, sarà quello che vuoi.. ma questo ho fatto io...Sicuramnte mi rinnegherai tutto e ci riderai sopra .. Ma questa è una mia idea
    • krane scrive:
      Re: Solito batti e ribatti...
      - Scritto da: fox82i
      Cabiare aproccio...
      Questo ho fatto... Ho tutte e due i sistemi
      installati..Bravo, anche io, e quindi ???
      Sarà banale, sarà ripetitivo, sarà quello che
      vuoi.. ma questo ho fatto io...
      Sicuramnte mi rinnegherai tutto e ci riderai
      sopra .. Ma questa è una mia ideaTu non sai quotare, ti ricordo che dicevi :

      Si potrebbe continuare all'infinito...

      A mio avviso tutti e due le parti sbagliano in

      pieno sul modo d'approccio nella spiegazione del

      proprio punto di vista. Ci si appella troppo alle

      istanze del problema mai alle generalità.Stavi parlando di quello che dovrebbero fare le due parti, mentre ora la smeni di come hai fatto tu...Ma un po' di coerenza nel discorso ? Cambi argomento ad ogni post ?
  • fox82i scrive:
    Una nuova distribuzione.... di nuovo...
    Basta !E' troppo frammentato il mercato linux...Ci sono troppe distribuzioni, troppe!!L'utente non smanettone si confonde troppo facilmente e non sa poi che scegliere.E' ora di finirla con tutte queste distribuzioni ed inizare ad avere compromessi. Chi ci ride su tutto questo è Microsoft insieme ad Apple.
    • krane scrive:
      Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
      - Scritto da: fox82i
      Basta !
      E' troppo frammentato il mercato linux...
      Ci sono troppe distribuzioni, troppe!!E perche' ?
      L'utente non smanettone si confonde troppo
      facilmente e non sa poi che scegliere.L'utente non smanettone prende ubuntu preinstallato su pc dell, o chiede all'amico che ne capisce, che problema c'e' ?
      E' ora di finirla con tutte queste distribuzioni
      ed inizare ad avere compromessi.E perche' ?Che genere di compromessi ?
      Chi ci ride su tutto questo è Microsoft insieme
      ad Apple.Veramente rido anche io delle RaZZate che scrivi (rotfl)
      • fox82i scrive:
        Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
        A mio avviso troppa scelta nel mercato porta confusione ed indecisione...I computer Dell non sono ancora arrivati in Italia...Ci ridono sopra perchè vedono un mondo che non riesce a darsi un regolamento comune.. ognuno la pensa come vuole e ci sono incopatibilità grosse tra diverse distribuzioniPerchè razzate? Credi di essere il supremo? Questa è una mia idea, ma dato che sei il tipo personaggio che pensa che tutti sbagliano e tu sei il profeta, bhe mi fai ridere pure anche a me!
        • krane scrive:
          Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
          - Scritto da: fox82i
          A mio avviso troppa scelta nel mercato porta
          confusione ed indecisione...Solo per gli ignoranti, che vedono le distro come vedessero relase diverse di windows, quindi credono che siano incompatibili o non interscambiabili; al contrario cosa c'e' di meglio di poter scegliere una distro solo con le cose che interessano, o una generica o un mix delle 2 ? Quando tra queste l'unica differenza e' la fornitura del software ???Solo l'ignoranza giustifica i tuoi timori.
          I computer Dell non sono ancora arrivati in
          Italia...E quindi ? C'e' sempre l'amico smanettone, le riviste, l'informazione non manca, basta non essere passivi.
          Ci ridono sopra perchè vedono un mondo che non
          riesce a darsi un regolamento comune.. ognuno la
          pensa come vuole e ci sono incopatibilità grosse
          tra diverse distribuzioniMi fai qualche esempio tra queste incompatibilita' ?
          Perchè razzate? Credi di essere il supremo?Bhe, gia' al contrario di te so quotare...
          Questa è una mia idea, ma dato che sei il tipo
          personaggio che pensa che tutti sbagliano e tu
          sei il profeta, bhe mi fai ridere pure anche a me!E' tua idea anche che tipo di personaggio sono io vedo...
          • Lillo scrive:
            Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
            Ma hai visto che linguaggio?Io dico che non ha 20 anni ed è uno studente mediocre di scuola superiore che sogna di diventare come Bill Gate$.Non sa che Bill Gate$ non è diventato ricco perché è stato intelligente a scrivere MS-DOS o perché è stato furbo nel comprare MS-DOS da altri e rivenderlo a IBM.Ma perché aveva la madre ben infiltrata in IBM e conosceva ingegneri e dirigenti coi quali ha potuto contrattare con il figlio la compra vendita di un sistema operativo per un nuovo esperimento di micro computer hobbistico da parte di IBM.Cosa della quale quell'azienda non ha mai intuito il potenziale.Bill Gate$ è stato solo un mammone aiutato dalla mamma. Il resto è venuto da solo man mano che i soldi andavano arrivando...
          • ... scrive:
            Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
            Ecco bravo, adesso torna a giocare col tuo clone di unix e vedi se mammà ti dà una mano a rubare gli ultimi spiccioli alla olivetti vendendo la tua distro di linux
          • simone scrive:
            Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
            questa me la devi spiegare..da studente di economia posso tranquillamente affermare che uno dei maggiori motivi della diffusione di windows è il vantaggiosissimo contratto di vendita che gates siglò con l'ibm: più macchine producevano, meno costava il sistema operativo..è l'abc della microeconomia..
          • Lillo scrive:
            Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
            Quello viene dopo.Era per rammentare che chi ammira Bill Gate$ per la sua abilità imprenditoriale, in realtà deve sapere che fu aiutato dalla madre. E che la famiglia aveva discrete disponibilità economiche e conoscenze in IBM.Gate$ è una creatura di IBM che lui ha anche tradito e "inculato" contro OS/2.Non è un programmatore, se lo è stato era un dilettante.E' solo un piazzista, un abile venditore.
    • simon e garfunkel scrive:
      Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...

      Oggi ci sono poche raggioni per non passare a
      linux trapoche ma gravissimeinformatica = informazione + AUTOMATICA Mettere il cd di installazione di un sistema operativo (qualunque esso sia) in un computer nuovo, installare, riavviare e vedere che NON tutto funziona al primo colpo e' una cosa _INACCETTABILE_ nel 2007.Si ma devi solo modificare il file di configurazione di alsa e dirgli quale driver scegliere, poi basta un lspci per vedere che scheda wireless stai usando, poi vai su google e cerchi chi si occupa del porting della wireless che non e' ancora nel kernel mainstream poi metti questo piccolo programmino che la fa andare .....Tutte stronzate !il computer e' al mio servizio, non io al suo.
      • ... scrive:
        Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
        Non ti preoccupare, entro il 2057 ci arriveranno pure loro, anche se nel frattempo il resto del mondo utilizzerà macchine quantistiche a controllo neuronale...
      • nifft scrive:
        Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
        - Scritto da: simon e garfunkel

        Oggi ci sono poche raggioni per non passare a

        linux tra

        poche ma gravissime

        informatica = informazione + AUTOMATICA
        Sull'ultima equazione ti do pienamente ragione.Infatti è proprio per questa ragione che uso maggiormente Linux. In linux è tutto intrisecamente programmabile ed ogni processo automatizzabile.
        Mettere il cd di installazione di un sistema operativo (qualunque
        esso sia) in un computer nuovo, installare, riavviare e vedere che
        NON tutto funziona al primo colpo e' una cosa _INACCETTABILE_ nel
        2007.Appunto, ma è proprio quello che succede con Windows per esempio. In effetti non è che 'non funziona' tutto al primo colpo... E' che 'manca' tutto... ;)
        il computer e' al mio servizio, non io al suo.Appunto.
        • simon e garfunkel scrive:
          Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...

          Appunto, ma è proprio quello che succede con
          Windows per esempio. In effetti non è che 'non
          funziona' tutto al primo colpo... E' che 'manca'
          tutto...
          ;)Si parlava di informatica e sistemi operativi, che c'entra Windows ? :D
          • nifft scrive:
            Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
            Lo so ci vuole coraggio a definirlo così... ;)
      • pradellino scrive:
        Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...

        Mettere il cd di installazione di un sistema
        operativo (qualunque esso sia) in un computer
        nuovo, installare, riavviare e vedere che NON
        tutto funziona al primo colpo e' una cosa
        _INACCETTABILE_ nel
        2007.un esempio sulo stesso computer con scheda audio integrata:Linux, la scheda audio funziona e basta, non l'ho mai toccata, ha funzionato dall'inizio.su winzozz, dopo aver installato i driver appositi, la scheda funziona, ma il suono che esce quando muovo il mouse quello tipo "frittura di patatine".Per winzozz i driver sono certificati, per Linux sono liberi e non certificati.in un cd Linux c'è attaccato tutto il mondo GNU, cioè tutti i driver e i programmi utilizzabili liberamente.su un cd winzozz c'è solo winzozz, poi devi mettere un cd per ogni periferica importante.è logico che la configurazione delle varie periferiche non sempre sia immediata, in nessun sistema operativo. se va liscia è perché il produttore si è impegnato a far funzionare quell'hard su quel so, oppure si è impegnato a non farlo funzionare sull'altro.personalmente, quando assemblo un computer guardo prima all'hard, poi lo compro, poi fila tutto liscio, con Ubuntu.
    • ... scrive:
      Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
      linuxcd.org, comincia a contare e te lo dico già adesso, non sono tutte...
    • nifft scrive:
      Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
      Se si ragiona solo in termini di 'mercato' hai ragione tu. Ma se provi per un attimo a cambiare 'paradigma'...E' leffetto inevitabile intrinseco di Linux (e di tutto l'open source): più possibilità di scelta! Che effettivamente disorienta... Comunque meglio troppa scelta che nessuna! o no?
    • Leo scrive:
      Re: Una nuova distribuzione.... di nuovo...
      hai ragione, però se comunque è intenzionato a provare linux sa che deve un minimo documentarsi. di chat e forum ce ne stanno a decine...cmq credo che MERCATO non sia una parola esatta :D
  • Gino Pilotino scrive:
    Eliminare i driver???
    Se c'e' una cosa in cui linux è carente sono i driver e mettersi ancora ad eliminare quelli closed è come prendersi a martellate sui c... da soli.
    • Elf scrive:
      Re: Eliminare i driver???
      - Scritto da: Gino Pilotino
      Se c'e' una cosa in cui linux è carente sono i
      driver e mettersi ancora ad eliminare quelli
      closed è come prendersi a martellate sui c... da
      soli.Quoto in pieno: se non fosse per i driver proprietari sul mio notebook avrei avuto grossi problemi a far funzionare la wireless ed i lettore di memory card. Eliminandoli invece di avvicinare Linux alle masse si finisce con l'allontanarlo.
      • aaaanonimo scrive:
        Re: Eliminare i driver???
        - Scritto da: Elf
        - Scritto da: Gino Pilotino

        Se c'e' una cosa in cui linux è carente sono i

        driver e mettersi ancora ad eliminare quelli

        closed è come prendersi a martellate sui c... da

        soli.
        Quoto in pieno: se non fosse per i driver
        proprietari sul mio notebook avrei avuto grossi
        problemi a far funzionare la wireless ed i
        lettore di memory card. Eliminandoli invece di
        avvicinare Linux alle masse si finisce con
        l'allontanarlo.TROLLONE dimmi che moduli hai usato per lettore e wifi, perchè non ho mai sentito parlare di moduli proprietari per lettory di memory o schede di rete.
    • Revo scrive:
      Re: Eliminare i driver???
      - Scritto da: Gino Pilotino
      Se c'e' una cosa in cui linux è carente sono i
      driver e mettersi ancora ad eliminare quelli
      closed è come prendersi a martellate sui c... da
      soli.Finalmente, qualcuno che dice una cosa sensata!Ora, mi viene da riflettere su quella che è la libertà di scelta, quella che non è la libertà di scelta e quella che è in un certo senso l'imposizione di un ideologia.Dunque, io penso di essere un utonto che cerca un pc a lui congeniale sotto diversi punti (ascoltare MP3, guardare DVD, giocare, ecc.).Leggo di Windows con i suoi formati closed, Leggo di Linux con i suoi formati open.Leggo che Windows installa di tutto con un click (anche il più scrauso virus alpha/beta)Leggo di Linux installa anch'esso di tutto (tranne lo scrauso virus o perlomeno è più difficile che si installi).Leggo di abbracciare un mondo in cui il marketing, in teoria, dovrebbe apportare molti vantaggi all'utonto finale quale sono.Leggo di abbracciare un mondo in cui la libertà di scelta è fondamentale per un utonto come me.Leggo delle potenzialità di Windows, leggo delle potenzialità di Linux.Leggo.....Per quanto mi riguarda, da utonto semplice ma sereno, quale sono, non mi perderò mai, ripeto, NON mi PERDERO' MAI! in quelle che sono tecnologie imposte e quelle che sono ideologie che si vorrebbero imporre, che per quanto giuste, limitano e limiteranno fortemente la LIBERTA' DI SCELTA di ognuno di noi.La tecnologia è stata creata per aiutare l'uomo nelle sue necessità non il contrario.
      • Lillo scrive:
        Re: Eliminare i driver???
        - Scritto da: Revo
        La tecnologia è stata creata per aiutare l'uomo
        nelle sue necessità non il contrario.Libero a che prezzo?Ritieni di potere essere veramente libero se non puoi aprire e smontare e sapere cosa fa il tuo computer. inteso si come hardware che come software?Come fai ad essere libero se usi un wordprocessor che dopo aver generato tutti i tuoi documenti con quella versione, con la versione successiva ti cambia il formato e ti impedisce di aprire i vecchi documenti?I formati proprietari imbrigliano i tuoi dati e la tua vita e se ci vuoi accedere devi comprare la nuova mirabolante versione del software che loro dicono tu abbia assolutamente bisogno!E se sei una grossa azienda? Beh se vieni beccato ad usare un formato proprietario con un programma diverso da quello che dicono loro, devi aspettarti di essere portato in tribunale affinché tu ti metta in regola comprando quello che dicono loro o prepararti ad essere munto di un bel gruzzolo di $$$.La consideri una semplificazione della vita questa?L'informatica ha realmente sempificato la nostra vita o ci ha buttato in balia di uffici brevetti, uffici legali e aule di tribunale per poter usufruire dei nostri lavori, dei nostri dati e delle nostre vite con lo strumento che preferiamo?
        • Tzimbar scrive:
          Re: Eliminare i driver???
          - Scritto da: Lillo
          Ritieni di potere essere veramente libero se non
          puoi aprire e smontare e sapere cosa fa il tuo
          computer. inteso si come hardware che come
          software?Molto spesso chi si è troppo "dentro" l'informatica non si rende conto che per i comuni mortali il computer è solo un oggetto che permette di assolvere a certe funzionalità. In verità all'"utonto" di cui parla Revo non interessa minimamente come funzioni il computer...Ci sono molte persone che non hanno la "mentalità da hacker", e a queste persone non interessa affatto smontare e hackerare con tutti gli oggetti che si trovano intorno. Dobbiamo cercare di capire anche loro :)
          • Lillo scrive:
            Re: Eliminare i driver???
            Ma la mia risposta parlava di hacking?La mia risposta parlava di semplici formati.Gli utenti comuni mortali non hacker, e perfino le casalinghe saranno ben consapevoli di che significhi comprare una scopa elettrica Folletto e poi dipendere continuamente dal produttore per ogni singolo sacchetto per la polvere perché fuori standard e dalle forme assurde.Lo stesso per tutti quegli elettrodomestici che per funzionare necessitano di detersivi o prodotti particolari che legano all'acquisto continuo da quel produttore.Come mai a questi utenti risulta così difficile capire che i formati sono come quegli elettrodomestici che obbligano alla dipendenza continua?Forse che i titoloni su PCWorld e PC Professionale in edicola "E io passo a Linux" o "Linux vs Vista" sono una raggiunta consapevolezza di ciò?Forse che questo via libera di Linux a Montecitorio, nelle PA di mezzo mondo e il tanto parlarne sia per questi motivi?Dell e altri produttori non stanno introducendo Linux perché stufi dei ricatti di M$ e che vogliono provare a cambiare le cose?
          • Revo scrive:
            Re: Eliminare i driver???
            - Scritto da: Lillo
            Dell e altri produttori non stanno introducendo
            Linux perché stufi dei ricatti di M$ e che
            vogliono provare a cambiare le
            cose?Ma infatti, ciò è molto positivo per un mondo che sino ad ora è stato solo esclusivamente monopolizzato.Dell, Linux e co. tentano di far valere anche come un SO, che fino a poco tempo fà era un esclusiva di pochi, sia invece alla portata di tutti con un pò di impegno da parte di produttori e softwarehouse, oltre che con l'impegno delle varie comunità.Logicamente la mia affermazione: "La tecnologia è stata creata per aiutare l'uomo nelle sue necessità non il contrario." Indica che non per forza di cose si debba essere degli hacker del PC, così come non per forza di cose si debba essere delle schiappe.Quello che intendo io è come delle softwarehouse come ad esempio l'Nvidia, si stiano impegnando non poco per poter portare dei driver decenti anche su sistemi Linux, questo naturalmente, con tutta la gioia di chi non può o non vuole permettersi il lusso di passare ore ed ore a compilare anche i muri della propria casa.E' vero che naturalmente i driver sono closed ma se case come l'Nvidia o produttori come Dell ci credono (naturalmente non parlo degli affari) allora tutto ciò vuole dire che le cose anche per Linux iniziano a muoversi.E naturalmente tutto ciò và a beneficio per lo stesso SO e l'intera comunità (oltre che per l'interesse di altri produttori e case verso questo prodotto).Ragazzi, aldilà di tutti i commenti, dovremmo esserne tutti felici, una volta tanto che un sistema Linux entra a far parte dei migliori prodotti del 2007, per me vuol dire solo un Grande Passo verso quella che non è la monopolizzazione del mercato ma la serenità per ogni individuo nel poter scegliere liberamente, senza vincoli, senza imposizioni.P.S. Personalmente mi stò divertendo un mondo a smanettare (sempre nei limiti della mia conoscenza) sul mio nuovo SO :)
      • outkid scrive:
        Re: Eliminare i driver???
        respira che sei tutto sudato.. e' solo un brutto sogno.
    • ... scrive:
      Re: Eliminare i driver???
      Le persone normali come te e me, definiscono la cosa proprio "martellarsi le OO", le "persone" di fede invece lo vedono come un atto di devozione.
      • Lillo scrive:
        Re: Eliminare i driver???
        Le persone intelligenti lo chiamano pararsi il culo da futuri colpi di testa dell'ufficio legale dei produttori di quegli hardware e software brevettati...
        • ... scrive:
          Re: Eliminare i driver???
          Pararsi il culo ?Credete veramente di poterla fare franca ?Se microsoft volesse farvi veramente saltare in aria ci mettere niente a far passare una legge su misura dove sareste in difetto per il semplice fatto che una distribuzione linux suona e visualizza dei colori, altro che brevetti e formati proprietari.Ricordatevi che è microsoft quella che controlla il mercato e se vuole piega chi cavolo le pare.
          • lele85 scrive:
            Re: Eliminare i driver???
            E per quale oscuro motivo non lo farebbe? Spiegamelo che non riesco ad afferrarlo....
          • Economia scrive:
            Re: Eliminare i driver???
            - Scritto da: lele85
            E per quale oscuro motivo non lo farebbe?
            Spiegamelo che non riesco ad
            afferrarlo....Probabilmente perchè i miliardi che spenderebbe in aule giudiziarie li potrebbe benissimo investire in ricerca?
  • TUX scrive:
    è una bella cosa.
    se si riuscisse a far funzionare una distro desktop senza soft proprietario sarebbe una liberazione incredibile per tutti quelli che lo usano senza guadagnare niente e non solo. soprattutto sarebbe una grande battaglia vinta dall'etica, la quale non ha settori, l'etica in informatica o negli affari è uguale a quella di qualsiasi altro campo.onori all'uomo venuto dallo spazio :) questo è condividere la conoscenza, la trasparenza è un bene prezioso, per tutti.
    • Andrea Brandi scrive:
      Re: è una bella cosa.
      Puoi utilizzare la distribuzione di Stallman, la UTUTU: una gentoo derivata totalmente esente da software non liberi.https://www.ututo.org/
      • Leo scrive:
        Re: è una bella cosa.
        si sarebbe bello, però personalmente credo che sia un'utopia...o meglio, non credo che sia una cosa per tutti. tanti non rinuncerebbero ormai ai vari software e formati proprietari
        • pradellino scrive:
          Re: è una bella cosa.
          - Scritto da: Leo
          si sarebbe bello, però personalmente credo che
          sia un'utopia...o meglio, non credo che sia una
          cosa per tutti. tanti non rinuncerebbero ormai ai
          vari software e formati
          proprietariche palle, io ci rinuncerei e come me molti altri. il fatto è che non la vedo come una rinuncia, ma come un guadagno.non credo nemmeno che sia un'utopia, è un progetto, già avviato che ha bisogno di sostegno per realizzarsi appieno.io, il mio sostegno, lo do.
          • Leo scrive:
            Re: è una bella cosa.
            si, forse lo potrei fare anche io...ma ti ripeto che secondo me rimane una cosa per pochi...con tutte le conseguenze del caso
  • ... scrive:
    Ma per favore...
    ...che immane vaccata questa guerra contro i formati proprietari...Tanta etica, tante belle parole poi come al solito i fatti, le uniche cose che contano, vengono tranquillamente presi sottogamba perchè tanto c'è sempre la solita tesi del "complotto mondiale by microsoft" come giustificazione alla diffusione del pinguino.Ma ci vuole tanto a capire che se si porta la gente da windows a linux, questa molto probabilmente vorrà portarsi dietro i file (nella fattispecie musiche, video, foto, documenti) e non certo per riempire a vuoto il disco rigido ma per poter continuare ad usufruirne ?Che faccia, che commenti dovrebbero fare queste persone quando si trovano con un sistema che parte già senza alcuni supporti FONDAMENTALI, da dover scaricare a parte (ma che nessuno ti fa notare se non vai a cercarteli da solo) e che in futuro promette di rendere ancora più dura l'accesso ai propri dati ?Ma possibile che dopo 15 anni di guerre, spesso a vuoto, ancora si dà per scontato che la massa vede il cambio di os come una sorta missione mistica alla quale sacrificare tutto quello che s'è fatto, visto ed accumulato fino a quell'istante ?Poi mi raccomando, tutti in coro, lamentatevi se Windows continua ad imperversare nonostante tutti i suoi problemi (spesso inaccettabili per gli stessi utonti winz)
    • anoninona scrive:
      Re: Ma per favore...
      Scusa, se voglio ascoltare mp3 (escludo wmp perché... chi lo usa? hanno fatto winamp apposta), leggere un pdf, utilizzare giochi online, vedere un dvx, costruire un sito o ritoccare una foto e 100inaia di esempi simili, con windows mi devo 1)scaricare l'applicazione necessaria, 2) avviare l'installatore dopo aver chiuso tutti gli altri programmi, 3)spengere il computer, 4) riavviare il computer, 5)scaricare la crack, 6)avviare la crack, 7)craccare il programma, 8)spengere il computer, 9)riavviare oppure 5)registrarmi online (molto più lento di craccare il programma). Ah, già se tutto va a buon fine.Invece con Ubuntu 1)avviare il gestore di pacchetti 2)scrivere il nome del programma O dell'estensione del file che si vuole aprire O di qualcosa che c'entra col programma 3)selezionare per l'installazione 4)avviare l'installazione 5)aspettare non più di 30 secondi 6)avviare il programma. Se confronti col tempo totale mi sa che è windows la cosa complicata che non fa fare * (metti ciò che vuoi).Ma sai, devi parlare a vanvera. Ma quando ci sarà gente al mondo che parla solamente di quel che sa, senza sparare cazzate perché ignora ed è felice del suo status di ignorante?ecco, commentato il post sopra e il suo autore. E ora basta trolleggiare, avete stufato.
      • ... scrive:
        Re: Ma per favore...
        Non ti sei accorto che mi hai dato ragione ?Ah no troppa fatica per il neurone già impegnato a fare la solita manfrina contro microsoft.Una persona che avvia per la prima volta windows si trova già sia il programma per sentire gli mp3 che quello per i divx.Una persona che avvia per la prima volta ubuntu non trova un .azzo, cerca di caricare un file mp3 e se lo prende sui denti.Deve lui cercarsi il programma ed installarselo a mano.Troppo difficile mettere una cosina che al primo avvio invita il download di determinati pacchetti non direttamente installabili vero ?A tutti i costi bisogna fare il lavaggio di cervello alla gente, se non sono lobotomizzati non sono open sorci felici e soprattutto accettati vero ?E visto che il pazzo crede che pazzi siano tutti gli altri ecco spiegato come mai vedete gli utenti windows come lobotomizzati a loro volta. Vabbuò cavoli vostri, continuate pure con le vostre seghe mentali che non fate altro che il gioco di microsoft.Bill con tutti i casini del suo vista non può fare altro che ringraziarvi di essere così imbecilli così ha tutto il tempo di mettersi in pari e continuare a tenere in scacco il mercato.
        • nome e cognome e' obbligator io! scrive:
          Re: Ma per favore...
          - Scritto da: ...
          Non ti sei accorto che mi hai dato ragione ?
          Ah no troppa fatica per il neurone già impegnato
          a fare la solita manfrina contro
          microsoft.se sei cosi nero si vede che non vi e' andato molto bene con windowz vista eh?venduto poco e niente eh?consumer incazzato eh?eh eh eh bene bene
          Una persona che avvia per la prima volta windows
          si trova già sia il programma per sentire gli mp3
          che quello per i
          divx.se non installi le pluginnes non funziona una beneamata cippa pure li per i divuzze e gli mp3 su linux non vengono messi in alcune distro per scelta perche si preferisce un altro formato libero
          Una persona che avvia per la prima volta ubuntu
          non trova un .azzo, cerca di caricare un file mp3
          e se lo prende sui
          denti.
          Deve lui cercarsi il programma ed installarselo a
          mano.questo lo dici tu io dopo averlo installato mi funzionava tutto e non solo quando il formato era proprietariotipo wmvazz si caricava da solo le pluginnese pensa tucon winzozz se non installi duemila service pack non funziona nulla
          Troppo difficile mettere una cosina che al primo
          avvio invita il download di determinati pacchetti
          non direttamente installabili vero
          ?gia' c'e' e molte distro gia te lo chiedono compreso ubuntu ma siccome se tu non vedi la finestrella avanti avanti avanti ti fai prendere dal panico alla prima installazione ti e' preso un'attacco di panico e hai spento tutto :D
          A tutti i costi bisogna fare il lavaggio di
          cervello alla gente, se non sono lobotomizzati
          non sono open sorci felici e soprattutto
          accettati vero
          ?ma quale lobotomizzati qui lobotomizzati sono quelli che se non vedono l'icona colorata nemmeno un ip sanno mettere
          E visto che il pazzo crede che pazzi siano tutti
          gli altri ecco spiegato come mai vedete gli
          utenti windows come lobotomizzati a loro
          volta.avanti avanti avanti annulla indietro :D
          Vabbuò cavoli vostri, continuate pure con le
          vostre seghe mentali che non fate altro che il
          gioco di
          microsoft.
          Bill con tutti i casini del suo vista non può
          fare altro che ringraziarvi di essere così
          imbecilli così ha tutto il tempo di mettersi in
          pari e continuare a tenere in scacco il
          mercato. Con il nuovo vizta mi pare che sia si in scacco ma mattoaahahahaVI E'ANDATA MALE EH 2 giga sul portatile ma chi e' quel pazzo che compra un giga di ram solo per non aspettare 15 minuti che si apra una finestra.AH BELLA L'IDEA DEI PUNTI per vedere se e' vista compatibile ahahah mi paiono i punti miralanza belli proprio se supero il 7 mi mandate l'accappatoio?ahahahhhha
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Ma per favore...

          Una persona che avvia per la prima volta windows
          si trova già sia il programma per sentire gli mp3
          che quello per i
          divx.Veramente proprio per i divx bisogna scaricarsi appositamente il codec da terze parti per aprirli con Windows Media Player. Oppure scaricare altri programmi. Quindi non vedo dove sia la differenza tra scaricarsi il codec e cliccare su Setup.exe che andare in synaptic e scaricare e installare un pacchetto. Anzi, forse quest'ultima ipotesi è pure più rapida.TAD
          • AtariLover scrive:
            Re: Ma per favore...
            Sono d'accordo... Anche in windows devi installare i codec per vedre filmati in divX o in Xvid... Su linux quasi tutte le distro hanno il codec Xvid (open) già installato... Inoltre gli altri lipuoi tirare giù dai repository in poco tempo.Per quanto riguarda la praticità/utilità di questa distro... Ricordiamoci che ci sono paesi al mondo dove includere codec o driver proprietari non è possibile per legge... Ad esempio in francia non è possibile criptare i datimi sembra, quindi (come fa già Ubuntu) non tutto è installato "d'ufficio", ma si può scaricare dopo.Per quanto diceva ... ci terrei a fare notare che se uno non vuole sbattimenti si scaricha Ubuntu/kubuntu ed è a posto, non DEVE scarigare questa distro per forza... Diciamo che questa versione si rivolge a utenti che vogliono abbracciare appieno la filosofia open (esattamente come gli utenti Debian)..
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma per favore...


            Veramente proprio per i divx bisogna scaricarsi
            appositamente il codec da terze parti per aprirli
            con Windows Media Player. Oppure scaricare altri
            programmi. Quindi non vedo dove sia la differenza
            tra scaricarsi il codec e cliccare su Setup.exe
            che andare in synaptic e scaricare e installare
            un pacchetto. Anzi, forse quest'ultima ipotesi è
            pure più
            rapida.dipenda dal fatto:se si parla di un programma proprietario ( non formato proprietario), magari commerciale, su Synaptic non c'e'.Coincidenza, proprio il DivX e' commerciale, anche se per un breve periodo c'e' stata l'offerta di potelo scaricare in versione completa a 0 euro.Se dovesse esplodere l'HD, ora non devo piu' scaricarlo, anzi ora non potrei scaricarlo da internet a 0 euro.Invece nel mio caso potrei averlo messo su di un CD e potrei ancora usarlo.Senza contare che l'ADSL non e' presente in tutta Italia.....
          • Lillo scrive:
            Re: Ma per favore...
            Synatic è un programma per scaricare dai repository, Synaptic scarica quello che c'è sui repository.Se ci agganci repository con software chiusi o commerciali lui ti scarica quelli.Dire che non c'è su Synaptic un software è un errore di forma.Forse si dovrebbe dire non c'è nei repository ufficiali...Non che non c'è su Synaptic.
        • none scrive:
          Re: Ma per favore...
          - Scritto da: ...
          A tutti i costi bisogna fare il lavaggio di
          cervello alla gente, se non sono lobotomizzati
          non sono open sorci felici e soprattutto
          accettati veroQuesta però è un totale rovesciamento della realtà. Non è possibile discutere in questo modo. I lobotomizzati usano windows (non tutti quelli che usano windows sono lobotomizzati, ma i lobotomizzati di certo non provano linux).
      • Lemon scrive:
        Re: Ma per favore...
        - Scritto da: anoninona
        Scusa, se voglio ascoltare mp3 (escludo wmp
        perché... chi lo usa? hanno fatto winamp
        apposta), leggere un pdf, utilizzare giochi
        online, vedere un dvx, costruire un sito o
        ritoccare una foto e 100inaia di esempi simili,
        con windows mi devo 1)scaricare l'applicazione
        necessaria, 2) avviare l'installatore dopo aver
        chiuso tutti gli altri programmi, 3)spengere il
        computer, 4) riavviare il computer, 5)scaricare
        la crack, 6)avviare la crack, 7)craccare il
        programma, 8)spengere il computer, 9)riavviare
        oppure 5)registrarmi online (molto più lento di
        craccare il programma). Ah, già se tutto va a
        Ho paura che il troll sia tu...
      • abe scrive:
        Re: Ma per favore...
        - Scritto da: anoninona
        Scusa, se voglio ascoltare mp3 (escludo wmp
        perché... chi lo usa? hanno fatto winamp
        apposta), leggere un pdf, utilizzare giochi
        online, vedere un dvx, costruire un sito o
        ritoccare una foto e 100inaia di esempi simili,
        con windows mi devo 1)scaricare l'applicazione
        necessaria, 2) avviare l'installatore dopo aver
        chiuso tutti gli altri programmi, 3)spengere il
        computer, 4) riavviare il computer, 5)scaricare
        la crack, 6)avviare la crack, 7)craccare il
        programma, 8)spengere il computer, 9)riavviare
        oppure 5)registrarmi online (molto più lento di
        craccare il programma). Ah, già se tutto va a
        buon
        fine.
        Invece con Ubuntu 1)avviare il gestore di
        pacchetti 2)scrivere il nome del programma O
        dell'estensione del file che si vuole aprire O di
        qualcosa che c'entra col programma 3)selezionare
        per l'installazione 4)avviare l'installazione
        5)aspettare non più di 30 secondi 6)avviare il
        programma. Se confronti col tempo totale mi sa
        che è windows la cosa complicata che non fa fare
        * (metti ciò che
        vuoi).
        Ma sai, devi parlare a vanvera. Ma quando ci sarà
        gente al mondo che parla solamente di quel che
        sa, senza sparare cazzate perché ignora ed è
        felice del suo status di
        ignorante?
        ecco, commentato il post sopra e il suo autore. E
        ora basta trolleggiare, avete
        stufato.quoto tutto...sante parole...non e' nell'etica dei pinguini continuare a lamentarsi....dateci un taglio, please!
    • Lillo scrive:
      Re: Ma per favore...
      Il problema però è essenzialmente legale.Buona parte dei formati in circolazione sono proprietari e alcuni anche chiusi.Per vedere in Linux il WMA/WMV ci vogliono i codecs di windows. Integrarli nel sistema operativo Linux si commette un reato perché M$ ha brevetti su quei formati.Poi firmware chiusi e altri software proprietari non sai cosa fanno e come funzionano. E anche lì se il proprietario ha brevetti non sai mai come potrebbe comportarsi in futuro.Per tutti questi motivi Linux diventa debole ed attaccabile in tribunale.Fare versioni completamente libere permette ad aziende ed enti di avere un sistema per il quale sai che nessuno potrà venirti a ricattare come ha fatto SCO e M$ in passato con alcune grandi aziende che avevano Linux in versioni con tecnologie proprietarie.Micro$oft con l'accordo Novell è venuta per l'appunto a mungere i clienti del concorrente Linux, sfruttando il ricatto dei brevetti.Su Linux, ma anche per Windows e Mac ci sono formati aperti come OGG/Vorbis e Theora per il video, PNG per la grafica ecc.Ma la maggior parte dei contenuti la gente e le aziende li producono con software per Win/Mac che sono chiusi e commerciali, e per tali motivi quei software usano formati chiusi perché ne pagano già le royalty. E quindi generano file in quei formati.Finché non si diffonderanno e la gente non userà formati liberi si dovrà sempre ricorrere ai codecs proprietari e se non si pagano le royalty si sarà sempre ricattabili e a rischio denuncia. Questo almeno in USA dove esistono i brevetti sul software.Il mercato e la gente è schiava dei formati e quindi delle aziende che ne sono proprietarie.È questo quello che vanno dicendo da più di 20 anni Richard Stallman e la FSF...
      • emon scrive:
        Re: Ma per favore...
        - Scritto da: Lillo
        Il problema però è essenzialmente legale.

        Buona parte dei formati in circolazione sono
        proprietari e alcuni anche
        chiusi.

        Per vedere in Linux il WMA/WMV ci vogliono i
        codecs di windows. Integrarli nel sistema
        operativo Linux si commette un reato perché M$ ha
        brevetti su quei
        formati.

        Poi firmware chiusi e altri software proprietari
        non sai cosa fanno e come funzionano. E anche lì
        se il proprietario ha brevetti non sai mai come
        potrebbe comportarsi in
        futuro.

        Per tutti questi motivi Linux diventa debole ed
        attaccabile in
        tribunale.

        Fare versioni completamente libere permette ad
        aziende ed enti di avere un sistema per il quale
        sai che nessuno potrà venirti a ricattare come ha
        fatto SCO e M$ in passato con alcune grandi
        aziende che avevano Linux in versioni con
        tecnologie
        proprietarie.
        Micro$oft con l'accordo Novell è venuta per
        l'appunto a mungere i clienti del concorrente
        Linux, sfruttando il ricatto dei
        brevetti.

        Su Linux, ma anche per Windows e Mac ci sono
        formati aperti come OGG/Vorbis e Theora per il
        video, PNG per la grafica
        ecc.
        Ma la maggior parte dei contenuti la gente e le
        aziende li producono con software per Win/Mac che
        sono chiusi e commerciali, e per tali motivi quei
        software usano formati chiusi perché ne pagano
        già le royalty. E quindi generano file in quei
        formati.

        Finché non si diffonderanno e la gente non userà
        formati liberi si dovrà sempre ricorrere ai
        codecs proprietari e se non si pagano le royalty
        si sarà sempre ricattabili e a rischio denuncia.
        Questo almeno in USA dove esistono i brevetti sul
        software.

        Il mercato e la gente è schiava dei formati e
        quindi delle aziende che ne sono
        proprietarie.
        È questo quello che vanno dicendo da più di 20
        anni Richard Stallman e la
        FSF...
      • Lemon scrive:
        Re: Ma per favore...


        Il mercato e la gente è schiava dei formati e
        quindi delle aziende che ne sono
        proprietarie.
        È questo quello che vanno dicendo da più di 20
        anni Richard Stallman e la
        FSF...I formati liberi esistono da un pezzo e nessuno li ha mai voluti usare. Vuoi per pigrizia, vuoi per scarsa conoscenza... Non serve avere l'ennesima distribuzione per iniziare ad utilizzare formati aperti. Basterebbe ad esempio iniziare ad installare nel proprio PC i software necessari a gestire tali formati oppure utilizzare le opzioni di salvataggio o esportazione di molti software (commerciali e non).
        • Lillo scrive:
          Re: Ma per favore...
          Mi potresti indicare un software per Windows o Mac tra quelli diffusi a livello amatoriale per fare video, DVD casalinghi e tirre fuori dalla videocamera i filmati via firewire, che crei filmati nel formato Theora?Mi indichi a parte CDex e altri programmi opensource, programmi di encoding audio per Windows o Mac che permette di generare sia mp3 che ogg?
          • aaaanonimo scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: Lillo
            Mi potresti indicare un software per Windows o
            Mac tra quelli diffusi a livello amatoriale per
            fare video, DVD casalinghi e tirre fuori dalla
            videocamera i filmati via firewire, che crei
            filmati nel formato
            Theora?Mi pare tu stia chiedendo troppo, gli sforzi per programmi open si fanno prima su linux e poi su altre piattaforme, su linux ho kino ed altri, se vuoi l'open installati linux mi sembra giusto no? Io ho fatto così.Comunque c'è http://www.jahshaka.org che non è esattamente amatoriale ma è open e multipiattaforma...

            Mi indichi a parte CDex e altri programmi
            opensource, programmi di encoding audio per
            Windows o Mac che permette di generare sia mp3
            che
            ogg?Audacity per osx linux e win...
          • Lillo scrive:
            Re: Ma per favore...
            Non hai capito perché io chiedevo quelle cose.Non hai seguito il thread.Lemon diceva che "I formati liberi esistono da un pezzo e nessuno li ha mai voluti usare. Vuoi per pigrizia, vuoi per scarsa conoscenza..."allora io vorrei i nomi di quei programmi amatoriali closed source per Windows o Mac che salvano anche in questi formati aperti che la gente non vuole usare per pigrizia o per ignoranza.Dimmi quali programmi commerciali hanno in "Save as - Salva con nome" l'opzione di cambiare il formato in Ogg o Theora per i video.Così capirai perché non si diffondono i formati aperti e liberi pur essendo liberi e ben documentati.
          • aaaanonimo scrive:
            Re: Ma per favore...
            beh? Ma pensi prima di scrivere, te ne ho nominati giusto due, ce ne saranno ben altri
          • Lillo scrive:
            Re: Ma per favore...
            Allora continui a non capire.Tutti i software amatoriali closed che trovi in omaggio con il lettore dvd, la telecamera, la scheda di acquisizione TV non hanno ogg e theora.Se non li hanno quei software che molta gente usa, non si creerà mai una diffusa produzione di musica e video in questi formati.Eppure non costa nulla integrarli dato che sono liberi e documentati.
      • ... scrive:
        Re: Ma per favore...
        sorvoliamo sui tempi necessari ad una simile impresa ma del resto siete voi quelli che vogliono soffrire ad ogni costo.c- disinstallare i supporti aggiuntiviRicordatevelo bene: vi siete messi in testa di strappare gente al mondo windows, gente che in fin dei conti non gliene frega un razzo se le icone del suo pc sono a forma di finestra, di kappa o piede ma che in ogni caso vuole sfruttare senza troppi stress quello che ha davanti.Devono mollare windows ? Allora il nuovo dev'essere migliore e più semplice. Non ci sono scuse, non c'è etica che tiene.Non vi sta bene quello che ho detto ? Tra 10 anni sarete ancora qui a frignare contro Bill, ma forse in fin dei conti è questo quello che vi muove, lotta continua, non la vera volontà di cambiare le cose
        • krane scrive:
          Re: Ma per favore...
          sorvoliamo sui tempi necessari ad una simile
          impresa ma del resto siete voi quelli che
          vogliono soffrire ad ogni
          costo.
          c- disinstallare i supporti aggiuntivi


          Ricordatevelo bene: vi siete messi in testa di
          strappare gente al mondo windows, gente che in
          fin dei conti non gliene frega un razzo se le
          icone del suo pc sono a forma di finestra, di
          kappa o piede ma che in ogni caso vuole sfruttare
          senza troppi stress quello che ha
          davanti.
          Devono mollare windows ? Allora il nuovo
          dev'essere migliore e più semplice. Non ci sono
          scuse, non c'è etica che
          tiene.
          Non vi sta bene quello che ho detto ? Va benissimo: tanto che Ubuntu lo fa gia...Ci sei arrivato anche tu pian pianino he...
          Tra 10 anni
          sarete ancora qui a frignare contro Bill, ma
          forse in fin dei conti è questo quello che vi
          muove, lotta continua, non la vera volontà di
          cambiare le
          cose
          • ... scrive:
            Re: Ma per favore...
            Lo fa già ? Al primo avvio esce fuori il famoso programma che ho riferito ed io dopo qualcosa tipo una cinquantina di installazioni non l'ho ancora visto obbligandomi ad fare il suo lavoro a mano ?Che strano modo di fare già le cose...
          • ahmed scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: ...
            Lo fa già ? Al primo avvio esce fuori il famoso
            programma che ho riferito ed io dopo qualcosa
            tipo una cinquantina di installazioni non l'ho
            ancora visto obbligandomi ad fare il suo lavoro a
            mano
            ?

            Che strano modo di fare già le cose...Concordo con te: Ubuntu è già molto meglio di Windows, per questo lo fa già.
        • floriano scrive:
          Re: Ma per favore...
          sorvoliamo sui tempi necessari ad una simile
          impresa ma del resto siete voi quelli che
          vogliono soffrire ad ogni
          costo.
          c- disinstallare i supporti aggiuntivi

          c'è automatix che fa proprio questo. il problema (come per tutti software da repository) è che bisogna scaricare un bel pò di roba e quindi l'adsl è quasi d'obbligo.non ho ancora provato a installare un file .deb cliccando su di esso.
          • ... scrive:
            Re: Ma per favore...
            Automatix non è presente nei repository ufficiali, oltretutto come sempre per la stragrande maggioranza dei software sotto linux sarebbe da domandarsi come una persona comune dovrebbe conoscere l'esistenza di questi programmi.Se clicchi su un file deb installi il suo contenuto ma in genere non ti tiri dietro anche le dipendenze necessarie
          • ahmed scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: ...
            Automatix non è presente nei repository
            ufficiali, oltretutto come sempre per la
            stragrande maggioranza dei software sotto linux
            sarebbe da domandarsi come una persona comune
            dovrebbe conoscere l'esistenza di questi
            programmi.
            la stessa persona comune che deve conoscere winzip o divx codecpack e che voglia utilizzarli...
    • MeX scrive:
      Re: Ma per favore...
      Quoto al 100% provai il passaggio a Ubuntu ma MP3 e DVD non ne volevano sapere... disinstallata... :(
      • AranBanjo scrive:
        Re: Ma per favore...
        Automatix ti installa tutto il necessario
        • MeX scrive:
          Re: Ma per favore...
          cioè? apt-get automatix ?basta quello? (ho ubuntu su un vecchio portatile... se riuscissi a farlgi fare almeno ste due cose sarebbe utile)
          • ... scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: MeX
            cioè? apt-get automatix ?
            basta quello? (ho ubuntu su un vecchio
            portatile... se riuscissi a farlgi fare almeno
            ste due cose sarebbe
            utile)Qui trovi quello che ti serve:- http://wiki.ubuntu-it.org/FormatiProprietariAutomatix installa gli stessi pacchetti in automatico.
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            grazie proverò... certo che potrebbero farti scegliere all'installazione all'inizio: vuoi installare tutti i codec proprietari? [SI] [NO] :)
          • ... scrive:
            Re: Ma per favore...
            No, non sarebbe "etico".Una persona che passa a linux, deve farlo col cuore in mano un po' come quando si entra a far parte di una setta. Non sai, non importa di cosa, ma devi essere convinto a priori.Forse se invece di pretendere la devozione ci si preoccupasse prima, di avvicinare le masse, dando loro quello che necessitano come vogliono loro, anche a costo di stridere un po' con la presunta etica open forse dopo sarebbe anche più facile "convertirli" visto che il passo più grosso (il cambio di os) sarebbe già avvenuto.
          • aaaanonimo scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: ...
            No, non sarebbe "etico".
            Una persona che passa a linux, deve farlo col
            cuore in mano un po' come quando si entra a far
            parte di una setta. Non sai, non importa di cosa,
            ma devi essere convinto a
            priori.

            Forse se invece di pretendere la devozione ci si
            preoccupasse prima, di avvicinare le masse, dando
            loro quello che necessitano come vogliono loro,
            anche a costo di stridere un po' con la presunta
            etica open forse dopo sarebbe anche più facile
            "convertirli" visto che il passo più grosso (il
            cambio di os) sarebbe già
            avvenuto.Allora io ho installato kubuntu per provare, i dvd li legge al volo e quando ho tentato di aprire un mp3 amarok mi ha chiesto se volevo installare il supporto... E' proprio così difficile?
          • ... scrive:
            Re: Ma per favore...
            I dvd commerciali o quelli Ahmed ?
          • floriano scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: ...
            No, non sarebbe "etico".
            Una persona che passa a linux, deve farlo col
            cuore in mano un po' come quando si entra a far
            parte di una setta. Non sai, non importa di cosa,
            ma devi essere convinto a
            priori.

            Forse se invece di pretendere la devozione ci si
            preoccupasse prima, di avvicinare le masse, dando
            loro quello che necessitano come vogliono loro,
            anche a costo di stridere un po' con la presunta
            etica open forse dopo sarebbe anche più facile
            "convertirli" visto che il passo più grosso (il
            cambio di os) sarebbe già
            avvenuto.mi sa che la "poco etica" suse ti dà tutto bello e pronto. anche mandriva dovrebbe esser ben fornita.
          • AranBanjo scrive:
            Re: Ma per favore...
            sudo apt-get installa automatix2ti installa uno script che ti permette poi di installare svariati componenti "commerciali" quali decodifica dvd, plugin per firefox, codec audio/video
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            cosa intendi con "ti installa uno script" come lo uso poi lo script?
          • AranBanjo scrive:
            Re: Ma per favore...
            C'è una comodissima finestra dove puoi selezionare cosa installare... :P
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            dove?? :O
          • AranBanjo scrive:
            Re: Ma per favore...
            No.... allora non ci siamo capiti.Installi automatix2 con apt-get.Cerchi nel menù e sotto strumenti di sistema hai automatix.
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            ah ok! e da interfaccia grafica posso poi installare codec mp3 e dvd?
          • AranBanjo scrive:
            Re: Ma per favore...
            direi di si
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            spettacolo,ci proverò!
      • Christian scrive:
        Re: Ma per favore...
        Scusa, ma non era meglio, invece che disinstallare ubuntu perché non andavano mp3 e dvd, installare i codecs o programmi che li avessero già incorporati come vlc ?Così usavi un software libero, anche se macchiato da software proprietario, invece che il solito winzoz.
        • MeX scrive:
          Re: Ma per favore...
          - Scritto da: Christian
          Scusa, ma non era meglio, invece che
          disinstallare ubuntu perché non andavano mp3 e
          dvd, installare i codecs o programmi che li
          avessero già incorporati come vlc
          ?avevo installato VNC, anche perchè lo consigliavano per visualizzare i DVD ma nisba...
          Così usavi un software libero, anche se macchiato
          da software proprietario, invece che il solito
          winzoz.guarda che sia macchiato o meno... mi sarebbe bastato che avesse funzionato
      • nifft scrive:
        Re: Ma per favore...
        Basta istallare (con apt-get anche) mplayer o vlc media player che supportano da soli tutti i formati dell'universo! (windows media player al loro confronto è semplicemente ridicolo)...
        • MeX scrive:
          Re: Ma per favore...
          avevo installato VLC... ma (non ho la minima idea del perchè) MP3 e DVD non andavano! :(
          • nifft scrive:
            Re: Ma per favore...
            Con Ubuntu e con Debian ho fatto semplicemente "apt-get install mplayer" ed ha funzionato perfettamente. Vlc l'ho invece istallato su un computer con windows, proprio al posto di windows media player perchè appunto quest'ultimo non supportava tantissimi formati (aperti ;)).
          • MeX scrive:
            Re: Ma per favore...
            - Scritto da: nifft
            Con Ubuntu e con Debian ho fatto semplicemente
            "apt-get install mplayer" ed ha funzionato
            perfettamente. Vlc l'ho invece istallato su un
            computer con windows, proprio al posto di windows
            media player perchè appunto quest'ultimo non
            supportava tantissimi formati (aperti
            ;)).si su Windows anch'io uso VLC (e anche più veloce e snello di windows media player) mplayer non lo conoscevo... diciamo che non mi piace sbattermi più di tanto :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma per favore...
            contenuto non disponibile
      • abe scrive:
        Re: Ma per favore...
        - Scritto da: MeX
        Quoto al 100% provai il passaggio a Ubuntu ma MP3
        e DVD non ne volevano sapere... disinstallata...
        :(Eh, ora invece puoi provare kubuntu e c'e'tutto quello che ti serviva prima...Se poi uno vuole aggiungere qualche softwareo libreria, e' liberissimo di farlo..il sistema mica te lo impedisce...raga, che storie che state qua a tirarvi....
        • bubba scrive:
          Re: Ma per favore...
          noto con una certa tristezza che in un thread di 40msg praticamente tutto sui formati video, nessuno abbia menzionato libavcodec . Che e' LA libreria. Portata anche per windows come componente standard DirectShow , e chiamato FFDSHOW. Un qualunque programma di encoding, playing, trasconding di windows che non usi propri pezzi custom, ma si avvalga dei componenti standard di windows (i filtri dshow appunto) , li puo usare. Quindi intendo Mediaplayer (ovviamente) , VirtualDub , winamp , ecc ecc.Magari molta gente ce l'ha anche installato non sapendo di averlo (ci sono miriadi di accozzaglie stile "super duper codec package.exe" )Vlc e' valido come player (di file),ma e' un suo uso secondario. Nasce come streaming player (e server) infatti.
        • MeX scrive:
          Re: Ma per favore...
          abe... saranno storie... ma l'installazione di Ubuntu quando la feci io (era la 6. qualcosa) non mi playava mp3 e DVD e non funzionava l'audio in flash!Ora almeno l'audio in flash va... ma per mp3 e DVD continuo ad avere problemi, ma ci riproverò con il nuovo Ubuntu... sperando che non siano solo "promesse" che tutto funziona al primo colpo! :)
      • anoninona scrive:
        Re: Ma per favore...
        Scusa, ma con windows che hai fatto? te l'hanno installato.ecco, è quella l'unica discrimintante. che paghi qualcuno per installarti windows e tutti i programmi di cui hai bisogno.Se vuoi, mi paghi e ti installo ubuntu. sono anche più economico, visto che non ti faccio comprare il software.Ho già detto: quando è che la gente pensa prima di aprire bocca?
        • floriano scrive:
          Re: Ma per favore...
          - Scritto da: anoninona
          Scusa, ma con windows che hai fatto? te l'hanno
          installato.
          ecco, è quella l'unica discrimintante. che paghi
          qualcuno per installarti windows e tutti i
          programmi di cui hai
          bisogno.
          Se vuoi, mi paghi e ti installo ubuntu. sono
          anche più economico, visto che non ti faccio
          comprare il
          software.
          Ho già detto: quando è che la gente pensa prima
          di aprire
          bocca?con windows esistono le klite. basta andare da un amico smanettone con la penna usb e te le installi tranquillamente anche senza avere l'adsl.è possibile trasportare su penna un ipotetico automatix.deb da 30 mb (anche se in realtà questo è solo menù per installare altri software e dovrebbe essere di pochi mb)?mi sa che per risolvere il tutto basta affidarsi alle distro super cmplete tipo la mandriva, la suse o la linspire che hanno tutto di serie.mi
        • MeX scrive:
          Re: Ma per favore...
          - Scritto da: anoninona
          Scusa, ma con windows che hai fatto? te l'hanno
          installato.
          ecco, è quella l'unica discrimintante. che paghi
          qualcuno per installarti windows e tutti i
          programmi di cui hai
          bisogno.
          Se vuoi, mi paghi e ti installo ubuntu. sono
          anche più economico, visto che non ti faccio
          comprare il
          software.
          Ho già detto: quando è che la gente pensa prima
          di aprire
          bocca?quando acquistai il PC venne mio zio a installarmi gratis windows95... anche se poi usavo prevalentemente il DOS perchè per i giochi il 95 non era performante.Poi quando usci il 98 me lo installai da solo, e così anche per XP, non è che non sono capace ad installare un SO, ma non ho voglia di stare più di 20 minuti a capire perchè non funzionano gli MP3 e non posso vedere i DVD, cacchio mica ho installato una RedHat o una Debian... ma una distro fatta apposta per utenti desktop alle prime armi... beh... non è così! Poi che sia io ignorante e svogliato... ci sta anche... ma io non ce l'ho fatta e ho desistito... vedremo alla prossima volta che mi piglia lo schizzo di provarci se ce la fo'
    • Leo scrive:
      Re: Ma per favore...
      credo che tu abbia ragione se l'obiettivo è quello di convincere la gente a passare a Linux.Il problema è che la "filosofia" di linux si basa sul dover personalizzare tutto e decidere cosa mettere e cosa no, rendere tuo il sistema operativo. Certo un utente che non l'ha mai usato non deve aspettarsi "tutto e subito": ma se lui cerca proprio questo, credo sia meglio che si tenga Windows, non vedo dove sia il problema. Mi pare che qua si sia obbligati a dover usare per forza un sistema operativo o un altro. Ognuno è libero di tenere quello che vuole e usare quello che gli pare.E' chiaro che il passaggio deve per forza comportare uno studio e un minimo di applicazione, ma io personalmente la vedo come divertimento (oltre che imparare qualcosa), non come uno sbattimento...
      • polpaccio scrive:
        Re: Ma per favore...

        tenga Windows, non vedo dove sia il problema. Mi
        pare che qua si sia obbligati a dover usare per
        forza un sistema operativo o un altro. Ognuno è
        libero di tenere quello che vuole e usare quello
        che gli
        pare.ognuno è libero di pagare per il sesso o farlo gratis, con gli sbattimenti del caso. sono due cose diverse, basta essere consapevoli e consenzienti. se uno crede che al mondo si possa fare una certa cosa solo pagando a scatola chiusa è giusto che qualcuno gli faccia notare che esistono altre possibilità. poi sarà lui a decidere.
        • Leo scrive:
          Re: Ma per favore...
          come dici te è giusto informare e mostrare le alternative, ma se non soddisfa i requisiti di quell'utente non ci possiamo fare nulla...per quelli che danno sempre contro a linux...nessuno vi obbliga a metterlo, se non vi piace pazienza...c'è windows, dove è il problema?
  • PrimoStupid ino scrive:
    Ubuntu ora è pure su Second Life
    http://www.markshuttleworth.com/wp-content/uploads/2007/07/secondlife.png
  • Comet scrive:
    Hanno reinventato Debian?
    Rifare Ubuntu senza free software è praticamente reinventare Debian.Tempo buttato, IMHO.
    • Comet scrive:
      Re: Hanno reinventato Debian?
      Cioè, SOLO con free software, ovviamente era un errore
      • ostia scrive:
        Re: Hanno reinventato Debian?
        - Scritto da: Comet
        Cioè, SOLO con free software, ovviamente era un
        erroreNon lo so, però un giorno Richard Stallman ha fatto un'indagine per trovare una distro "pura" al 100% e non ne ha trovata una. Anzi pensava d'averla trovata, era una distro sudamericana (credo), ma poi anche lì ha scoperto che c'era un po' di software non FREE.Ora c'è gnewsense. Comunque boh, tanto è solo una distro con dei pacchetti in meno, non credo sia questa grande rivoluzione e porti via del tempo farla. Quindi se c'è bene, tanto non fa male a nessuno.
        • Lillo scrive:
          Re: Hanno reinventato Debian?
          Ututo, si chiamava Ututo.È vero una distribuzione Linux che ha un qualche software non libero è sempre ricattabile se in quel software c'è uso di brevetti, e poi senza sorgenti non potrai mai essere sicuro di cosa fa quella porzione di software. Una cosa che oggi è abbastanza importante.
        • nifft scrive:
          Re: Hanno reinventato Debian?
          Perchè Debian non è aperta al 100%? Ma come? hanno anche cambiato nome a firefox perchè era un marchio registrato! Non potevano contribuire direttamente alla Debian (di cui Ubuntu è pure un fork?)?
    • anoninona scrive:
      Re: Hanno reinventato Debian?
      No, perché Debian è conosciuta nel mondo degli utenti Linux, ubuntu ha nome tra i niubbi. Non è buttare via tempo, è social marketing mirato alle masse... penso che si possa dire così, nevvero?
      • TUX scrive:
        Re: Hanno reinventato Debian?
        - Scritto da: anoninona
        No, perché Debian è conosciuta nel mondo degli
        utenti Linux, ubuntu ha nome tra i niubbi. Non è
        buttare via tempo, è social marketing mirato alle
        masse... penso che si possa dire così,
        nevvero?ma quali niubbi, ancora con sti discorsi ... niubbo è chi il niubbo fa.ubuntu è la porta per entrare in debian senza farsi male, entrambe lavorano alla stessa distro in maniera diversa, i risultati sono condivisi, è una cosa bellissima e semplice da capire ... almeno dovrebbe esserlo. :s
        • Sveglia scrive:
          Re: Hanno reinventato Debian?
          - Scritto da: TUX
          ubuntu è la porta per entrare in debian senza
          farsi male, entrambe lavorano alla stessa distro
          in maniera diversa, i risultati sono condivisi, è
          una cosa bellissima e semplice da capire ...Farsi del male ? Lavorano alla stessa distro? Risultati condivisi? Ma chi le ha messe in giro queste baggianate.Forse non vi rendete conto che Ubuntu prende solo sa Debian, prende maintnairs, prende pacchetti, prende codice e sforna altre distro. Ricordatevi che dove girano milioni e milioni di dollari ci deve essere un ritorno vogliono sfondare ed invadere il mercato, altro che chiacchere.
          • fulmine scrive:
            Re: Hanno reinventato Debian?
            - Scritto da: Sveglia
            Forse non vi rendete conto che Ubuntu prende solo
            sa Debian,Prende anche da altri, non solo da Debian.
            prende maintnairs,Li rapisce nel cuore della notte :) ?
            prende pacchetti,Ubuntu crea i suoi pacchetti.
            prende codiceLapalissiano, in caso contrario venderebbe aria fritta (O buoni anti-pizzo, come Microsoft ;))
            e sforna altre distro.Ma pensa un po, io pensavo creassi i biscotti del Mulino Bianco :)
            Ricordatevi
            che dove girano milioni e milioni di dollari ci
            deve essere un ritorno vogliono sfondare ed
            invadere il mercato, altro che
            chiacchere.Fai parte del consiglio d'amministrazione di Canonical per essere cosi' ben informato :D ?Finché Canonical "gioca pulito" avrà il successo che si merita. Appena ne farà una sbagliata, ci penseranno gli utenti a voltarle le spalle e usare un'alternativa (Vedi Novell).
      • Lemon scrive:
        Re: Hanno reinventato Debian?
        - Scritto da: anoninona
        No, perché Debian è conosciuta nel mondo degli
        utenti Linux, ubuntu ha nome tra i niubbi. Non è
        buttare via tempo, è social marketing mirato alle
        masse... penso che si possa dire così,
        nevvero?Certo, i "niubbi" non aspettavano altro che una distro senza pacchetti closed o proprietari....
      • aloha scrive:
        Re: Hanno reinventato Debian?
        - Scritto da: anoninona
        No, perché Debian è conosciuta nel mondo degli
        utenti Linux, ubuntu ha nome tra i niubbi. Non è
        buttare via tempo, è social marketing mirato alle
        masse... penso che si possa dire così,
        nevvero?Ecco un altro che ha capito tutto, mentre anche quel "niubbo" di Ian Murdock perde tempo con Ubuntu...http://www.ossblog.it/post/2093/anche-ian-murdock-usa-ubuntu http://ianmurdock.com/?p=419eh, come si diventa tristi senza guerre di religione...
    • simon e garfunkel scrive:
      Re: Hanno reinventato Debian?
      - Scritto da: Comet
      Rifare Ubuntu senza free software è praticamente
      reinventare
      Debian.Hanno fatto quello che tutto il mondo voleva:Una debian senza DEBIANISTIChe e' un vantaggio mica da poco :-P
Chiudi i commenti