Google, addio alla messaggistica di Allo

Ultimo giorno utile per scaricare le conversazioni di Google Allo, così da poterle conservare: oggi l'app per la messaggistica smette di funzionare.

Google, addio alla messaggistica di Allo

Era stata presentata insieme a Duo in occasione dell’evento I/O 2016, con grandi aspettative e ambizioni, ma l’applicazione Allo non ha mai saputo dire la propria in un territorio pressoché monopolizzato da WhatsApp e da poche altre alternative. Oggi è l’ultimo giorno utile concesso da Google per utilizzare il servizio nonché per scaricare le conversazioni e i file multimediali inviati o ricevuti, così da poterli conservare.

Goodbye, Allo

Il gruppo di Mountain View ha confermato l’intenzione di spegnere Allo nel dicembre scorso, preferendo concentrare le proprie risorse su altri progetti. Si tratta dunque dell’ennesimo ramo secco tagliato da bigG, un’avventura durata poco più di due anni e mezzo, considerando che il lancio delle app su Android e iOS è avvenuto a partire dall’autunno 2016. L’implementazione di funzionalità basate sull’intelligenza artificiale e alcune caratteristiche inedite come la possibilità di gridare inviando un messaggio con un font di grandi dimensioni (vedere il secondo degli screenshot allegati di seguito) non sono state sufficienti per strappare gli utenti alla concorrenza.

Screenshot per l'applicazione Google Allo

Allo: come scaricare le chat

Chi desidera scaricare l’archivio di Allo così da salvare le conservazioni e i contenuti multimediali scambiati all’interno delle chat può farlo seguendo alcuni semplici step elencati sulle pagine del supporto ufficiale, ma non deve perdere altro tempo. Per semplificare l’operazione riportiamo i passaggi in forma tradotta di seguito:

  1. Sul proprio smartphone Android, lanciare l’applicazione di Allo;
  2. aprire il menu principale e selezionare Impostazioni;
  3. premere la voce Chatta;
  4. selezionare un’opzione tra Esporta i messaggi dalle chat o Esporta elementi multimediali dalle chat.

I messaggi vengono così salvati all’interno di un file CSV, mentre i contenuti multimediali raccolti in un archivio ZIP. Addio dunque ad Allo, mentre il progetto Duo sembra (per ora) destinato a sopravvivere: nel mese di febbraio si è arricchito di una funzionalità per le videochiamate via browser Web, al momento un’esclusiva per gli utenti degli Stati Uniti.

Fonte: Google

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti