Google boccia la ricarica veloce di Qualcomm

L'elenco delle compatibilità di Android, rivolto ai produttori OEM di smartphone, raccomanda di non supportare soluzioni proprietarie, come la Quick Charge di Qualcomm, per convergere al solo standard USB type-C

Roma – Il documento Android Compatibility Definition (CDD), recentemente aggiornato da Mountain View, contiene alcune raccomandazioni, inserite nel paragrafo USB periphal mode , nelle quali Google scoraggia l’uso di tecnologie quick charge di terze parti che si affidano a soluzioni non standard. Al momento, il testo del documento recita che è “fortemente raccomandato” l’uso di soluzioni standard, ma la puntualizzazione lascia presagire la possibilità di un divieto per il futuro.

Attualmente, il mercato della ricarica rapida è dominato da due soluzioni concorrenti, Quick Charge di Qualcomm e l’ USB Power Delivery dello standard USB-IF . Il fatto che Qualcomm monopolizzi il mercato dei SoC per smartphone high-end, determina che quasi tutti i dispositivi di fascia alta supportino la sua soluzione rapida di ricarica.

Google prova ora a convincere gli OEM di Android di abbandonare la carica rapida di Qualcomm per passare allo standard USB-PD, con il fine di ottenere sistemi di ricarica più rapidi tramite connettori USB-Type-C. Nel nuovo testo della Android 7.0 CDD si legge infatti: “Per i device Usb-Type-C è fortemente raccomandato di non supportare i metodi di ricarica proprietari che modificano la tensione Vbus oltre i livelli di default, o le cui modifiche dei ruoli sink/source possono comportare problemi di interoperabilità con il caricabatteria o con dispositivi che supportano metodi di alimentazione standard USB”.

Nelle future versioni di Android, ciò che oggi è “fortemente raccomandato” potrebbe trasformarsi in un obbligo, per tutti dispositivi USB Type-C, del supporto alla piena interoperabilità con i caricabatteria standard USB type-C.
In passato, lo stesso approccio è stato adottato da Google con l’impostazione predefinita della crittografia su Android. Nella versione 5.0 Lollipop, l’adozione era “fortemente raccomandata” per diventare un “must” per i dispositivi di fascia alta con il rilascio di Android 6.0 Marshmallow. In seguito, gli altri OEM si sono adeguati.

Sono sempre più numerosi i terminali che adottano sistemi di ricarica veloce, ovvero che consentono di abbreviare il tempo necessario per rifornire di energia la batteria, anche se non sempre le soluzioni proposte dai produttori sono esenti da problemi. Ne è un esempio il recente caso del Galaxy Note 7 che Samsung è stata costretta a ritirare dal mercato proprio per un problema connesso alla ricarica della batteria che, in alcuni casi, è stato causa di vere e proprie esplosioni con conseguente incendio del dispositivo.

Le nuove raccomandazioni di Google fanno pertanto ritenere che, nelle future versioni di Google, gli OEM possano propendere per l’unificazione dello standard di ricarica veloce USB-PD, decretando la fine delle soluzioni proprietarie, come la Quick Charge di Qualcomm.

Thomas Zaffino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fbvgtbycvh scrive:
    Versione complottista della storia
    Versione complottista della storia.Qualcuno fa un'offerta. Improvvisamete saltano fuori altri quattro possibili compratori, notizie su tutti i giornali parlano dell'interesse sull'azienda e il prezzo sale.Il gioco dell'asta va male perché il compratore originale invece di alzare l'offerta si tira indietro e adesso il management deve far vedere come riesce a ridurre i costi per attirare l'interesse di nuovi compratori e un mercato chiuso e retrogrado come quello italiano non vale la pena di difenderlo.
    • Hop scrive:
      Re: Versione complottista della storia
      - Scritto da: fbvgtbycvh
      Il gioco dell'asta va male perché il compratore
      originale invece di alzare l'offerta si tira
      indietro e adesso il management deve far vedere
      come riesce a ridurre i costi per attirare
      l'interesse di nuovi compratori e un mercato
      chiuso e retrogrado come quello italiano non vale
      la pena di
      difenderlo.Oppure di sistemi per diffondere ca@@te galattiche ne abbiamo già fin troppi :D
  • iRoby scrive:
    Fine del denaro gratis
    Il titolo è una provocazione.Twitter ha avuto dal governo USA $1 miliardo senza presentare uno straccio di business plan, perché alle aziende e al governo serviva un serbatoio di micro opinioni da usare per la profilazione degli umori e delle opinioni.Io l'ho usato pochissimo twitter, ma credo che debba essere una piattaforma potente per chi la sfrutta.Un Twitt è una specie di commento a caldo, così, qualcosa detta d'impulso dopo un evento personale o pubblico.E potere profilare tra milioni di commenti deve essere veramente utile ad aziende e governi che hanno acXXXXX a questo serbatoio di opinioni e sfoghi.Evidentemente la piattaforma è matura, è stata sfruttata a dovere, non serve estenderla e ulteriore finanziamento non serve.Per cui o vedremo il proliferare di pubblicità o si sgonfierà, o verrà tenuta in piedi dal governo USA solo se gli serve ancora.Evidentemente non Trump è servita poco. Essenzialmente perché l'elettorato di Trump non è tra coloro che usano una cosa del genere.
    • panda rossa scrive:
      Re: Fine del denaro gratis
      - Scritto da: iRoby
      Il titolo è una provocazione.

      Twitter ha avuto dal governo USA $1 miliardo
      senza presentare uno straccio di business plan,
      perché alle aziende e al governo serviva un
      serbatoio di micro opinioni da usare per la
      profilazione degli umori e delle
      opinioni.

      Io l'ho usato pochissimo twitter, ma credo che
      debba essere una piattaforma potente per chi la
      sfrutta.
      Un Twitt è una specie di commento a caldo, così,
      qualcosa detta d'impulso dopo un evento personale
      o
      pubblico.
      E potere profilare tra milioni di commenti deve
      essere veramente utile ad aziende e governi che
      hanno acXXXXX a questo serbatoio di opinioni e
      sfoghi.Il grosso problema delle opinioni e degli sfoghi di twitter e' la mancanza di anonimato.E' assurdo pretendere di conoscere una opinione e contemporaneamente la persona che l'ha scritta.Se la gente potesse commentare liberamente e anonimamente, non ci sarebbe stata tutta questa sorpresa per l'elezione di Trump.
      Evidentemente la piattaforma è matura, è stata
      sfruttata a dovere, non serve estenderla e
      ulteriore finanziamento non
      serve.

      Per cui o vedremo il proliferare di pubblicità o
      si sgonfierà, o verrà tenuta in piedi dal governo
      USA solo se gli serve
      ancora.

      Evidentemente non Trump è servita poco.
      Essenzialmente perché l'elettorato di Trump non è
      tra coloro che usano una cosa del
      genere.Ma negli stati dove l'esito era in bilico, si'.
      • fbvgtbycvh scrive:
        Re: Fine del denaro gratis


        Se la gente potesse commentare liberamente e
        anonimamente, non ci sarebbe stata tutta questa
        sorpresa per l'elezione di
        Trump.
        Nell'era di big data non ci credo che non possano fare un sondaggio decente. Probabilmente hanno pubblicato sondaggi finti per creare l'effetto sorpresa.
    • Hop scrive:
      Re: Fine del denaro gratis
      - Scritto da: iRoby
      Il titolo è una provocazione.

      Twitter evidentemente non Trump è servita poco.
      Essenzialmente perché l'elettorato di Trump non è
      tra coloro che usano una cosa del
      genere.Vero non sanno leggere :D
  • Zappatore scrive:
    Lavori vecchi e nuovi
    E' l'innovazione che porta nuovi posti di lavoro mentre quello piu' vecchio agricoltura tra le tante proposte:"LAVORO Svizzera cerca contadini Paga mensile tremila euro"http://www.entercv.com/lavoro-svizzera-cerca-contadini-paga-mensile-tremila-euro/il pancino non si riempie di tweet
    • panda rossa scrive:
      Re: Lavori vecchi e nuovi
      - Scritto da: Zappatore
      E' l'innovazione che porta nuovi posti di lavoro
      mentre quello piu' vecchio agricoltura tra le
      tante
      proposte:

      "LAVORO Svizzera cerca contadini Paga mensile
      tremila
      euro"

      http://www.entercv.com/lavoro-svizzera-cerca-conta

      il pancino non si riempie di tweetDa quando in svizzera pagano in euro?
      • iRoby scrive:
        Re: Lavori vecchi e nuovi
        Magari l'articolista ha fatto una conversione al volo.
        • panda rossa scrive:
          Re: Lavori vecchi e nuovi
          - Scritto da: iRoby
          Magari l'articolista ha fatto una conversione al
          volo.Senza indicare il tasso di cambio, cosi' chi rilegge l'articolo tra un paio di mesi avra' una notizia falsata.
Chiudi i commenti