Google: conto alla rovescia per il tablet

In un'intervista italiana Eric Schmidt parla della sua infanzia bolognese, di Steve Jobs e dei prossimi prodotti in arrivo
In un'intervista italiana Eric Schmidt parla della sua infanzia bolognese, di Steve Jobs e dei prossimi prodotti in arrivo

Nell’ intervista rilasciata al Corriere della Sera il presidente di Google Eric Schmidt ha parlato di politica, dei modelli di sostenibilità del capitalismo, del suo passato a Bologna e del futuro inteso come possibilità di sviluppo dell’economia e nuovi prodotti da attendersi da Google.

Oltre alle idee dello Schmidt pensatore e manager di successo che in quanto vertice di una della aziende più importanti al mondo ha modo di incontrare capi di governo e delle istituzioni più di rilievo, il Presidente di Google ha avuto parole di affetto per il compianto amico Steve Jobs: “È stato il Michelangelo della nostra era. Un mio amico e un personaggio unico, in grado di combinare creatività e genio visionario con una straordinaria capacità ingegneristica. A volte trovi persone che hanno una cosa o l’altra. Ma non le due insieme”.

Per quanto riguarda i prossimi prodotti della sua azienda, invece, se alla domanda sulle possibilità di vedere un servizio anti-Siri targato Google ha glissato affermando che Mountain View ha già le tecnologie per farlo ma non dicendo molto altro, Schmidt è stato un po’ più preciso parlando della concorrenza a iPad : “Noi nei prossimi sei mesi contiamo di mettere sul mercato un tablet di altissima qualità”.

Questo dovrebbe aprire un nuovo fronte competitivo tra Apple e Google, già ai ferri corti per lo scontro sulle rispettive piattaforme mobile: “Nella comunicazione mobile, il mercato degli smartphone – spiega Schmidt – vedrete una concorrenza brutale tra Apple e Android di Google”.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti