Android, pure i brevetti di BT contro

Stavolta è British Telecom a denunciare Google. Sei i brevetti contestati, e sono coinvolti pure Google Music e Google+. Le cause non finiscono mai

Roma – British Telecom (BT) ha denunciato Google per violazione brevettuale.

La telco britannica contesta a Mountain View l’utilizzo indebito di tecnologie da essa rivendicata con i brevetti numero 6,151,309 , 6,169,515 , 6,397,040 , 6,578,079 , 6,650,284 e il 6,826,598 . Si tratta di 6 titoli che spaziano da un “apparato e metodo per le telecomunicazioni” e l’invio di informazioni geolocalizzate ad un “sistema di navigazione” ad uno per la gestione della banda mobile.

Già Apple , Oracle , Microsoft ed eBay avevano denunciato direttamente o indirettamente Android . Oltre al sistema operativo già al centro di queste cause, BT punta il dito altresì contro servizi come Google Music, Google Maps, Google+ .

Ancora una volta l’azione è portata avanti davanti al tribunale statunitense del Delaware: BT chiede danni e un’ingiunzione preliminare che blocchi la distribuzione negli Stati Uniti dei prodotti contenenti le tecnologie accusate di violazione. Per il momento, invece, BT non sembra aver depositato un’azione legale simile in Europa, anche se tale possibilità non è affatto da escludere.

Un potavoce di Google si è limitato a commentare: “Crediamo che le accuse siano infondate e ci difenderemo con vigore”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • UnIForM scrive:
    X la Redazione: errore ortografico
    caratteristicghe <- caratteristiche
    • Lord Kap scrive:
      Re: X la Redazione: errore ortografico
      - Scritto da: UnIForM
      caratteristicghe <- caratteristicheAggiungo: "dibattimenti sulla uova manovra finanziaria".Ci andrebbe nuova, immagino.
  • Ill Informer scrive:
    Il discorso di Passera.
    Mi è sembrato un po`diverso, come mi è sembrato diverso è il discorso delle frequenze, purtroppo ho solo informazioni frammentarie estrapolate da vari discorsi sempre di parte, spero di NON aver capito bene e che qualcuno mi possa correggere.Se ho ben capito, le frequenze televisive di RAI e Mediaset sono rimaste inalterate, cioè sono già state assegnate e si sta parlando di un piccolo spazio di frequenze (6 su 19 ?) lasciate libere e quindi assegnabili all'asta.Nell'attuale Beauty Context partecipavano delle aziende ancora riconducibili agli attuali operatori sul mercato sostanzialmente RAI, Mediaset e Telecom, poi c'era Sky ma si è ritirato. Giusto per puntualizzare, la licenza gratuita non sarebbe annuale ma durerebbe fino al 2034.Se quanto scritto corrisponde al vero, il profilo della vicenda sarebbe più oscuro di quanto sembri, significherebbe cioè che in realtà Mediaset Telecom e Rai non sarebbero danneggiate dal punto di vista dello spazio ATTUALMENTE disponile di cui già dispongono di licenza.Quindi ipotizzando che Passera con i suoi silenzi abbia confermato che ci sono state vaghe pressioni da parte di certi gruppi politici per impedire l'assegnazione ad altri soggetti, la vicenda potrebbe essere più intricata.Infatti, Passera ieri ha anche detto qualcosa tipo : "non è detto che le assegneremo alla televisione, magari stiamo pensando di assegnarli ad ALTRI USI" ... perchè ?Cioè quali altri usi potrebbe avere una banda UHF teelvisiva, visto che i cellulari Wi-Max eccetera hanno frequenze ovviamente definite a livello mondiale ?Vediamo la questione sotto un'altra luce, cioè il vero problema potrebbe non essere quello di rendere usufuibili tali frequenze gratuitamente per tempi lunghissime ai soliti noti, ma di fare entrare nel panorama televisivo soggetti terzi, magari senza alcun controllo politico diretto, che con frequenze "diversamente assegnate" comunque non rientrerebbero mai, con buona pace della legge Gasparri e della procedura di infrazione europea che avrebbe dovuto risolvere. Una speranza comunque ce l'ho e sono sicuro che dopo avere prese le opportune contromisure e valutate attentamente le alternative, governo Monti o non governo Monti, vero il duemilaventisei la vicenda prenderà sicuramente una piega diversa.
    • claudio scrive:
      Re: Il discorso di Passera.
      Passera ha anche aggiunto che non è detto che queste frequenze siano poi assegnate completamente al digitale terrestre...
    • OldDog scrive:
      Re: Il discorso di Passera.
      - Scritto da: Il Informer
      Se ho ben capito, le frequenze televisive di RAI
      e Mediaset sono rimaste inalterate, cioè sono già
      state assegnate e si sta parlando di un piccolo
      spazio di frequenze (6 su 19 ?) lasciate libere e
      quindi assegnabili all'asta.Con il passaggio al digitale si sono riordinate le frequenze in modo da "unire" frequenze prima usate indiscriminatamente da emittenti LOCALI diverse, affinché siano riunite in frequenze disponibili su tutto il territorio nazionale. Non sono frequenze "sottratte" ad alcuno.
      Nell'attuale Beauty Context partecipavano delle
      aziende ancora riconducibili agli attuali
      operatori sul mercato sostanzialmente RAI,
      Mediaset e Telecom, poi c'era Sky ma si è
      ritirato. Giusto per puntualizzare, la licenza
      gratuita non sarebbe annuale ma durerebbe fino al
      2034.
      Se quanto scritto corrisponde al vero, il profilo
      della vicenda sarebbe più oscuro di quanto
      sembri, significherebbe cioè che in realtà
      Mediaset Telecom e Rai non sarebbero danneggiate
      dal punto di vista dello spazio ATTUALMENTE
      disponile di cui già dispongono di
      licenza.Non è oscuro per nulla. E' un palese favore al monopolista italiano, poiché alza un ostacolo arbitrario all'ingresso di altri operatori, lasciando in cambio del silenzio le briciole alla TV nazionale (che non ne farà uso).
      Quindi ipotizzando che Passera con i suoi silenzi
      abbia confermato che ci sono state vaghe
      pressioni da parte di certi gruppi politici per
      impedire l'assegnazione ad altri soggetti, la
      vicenda potrebbe essere più
      intricata.Non è intricata: è palese come il sorgere del sole.
      Infatti, Passera ieri ha anche detto qualcosa
      tipo : "non è detto che le assegneremo alla
      televisione, magari stiamo pensando di assegnarli
      ad ALTRI USI" ... perchè ?Semplice: fingere di accontentare la protesta popolare ma senza spostare gli intoccabili vantaggi di posizione acquisiti dal privato. I soldi si spendono con i contenuti, ma si incassano spartendosi la "torta" del mercato pubblicitario. Se tieni lontano dal tavolo gli altri, perché non "apparecchi" la gara per almeno un anno, ecco che il favore al padrone lo hai fatto lo stesso.
      Cioè quali altri usi potrebbe avere una banda UHF
      televisiva, visto che i cellulari Wi-Max eccetera
      hanno frequenze ovviamente definite a livello
      mondiale ?Dati broadcast, stile download automatico di aggiornamenti per il firmware dei dispositivi (aggiornamenti OTA).La verità che "ne riparliamo più avanti" serve solo a impedire di parlarne OGGI, quando l'argomento è caldo e la gente incazz. vuole risposte coerenti.
      Vediamo la questione sotto un'altra luce, Guarda che esattamente quanto dicono tutti.
      Una speranza comunque ce l'ho e sono sicuro che
      dopo avere prese le opportune contromisure e
      valutate attentamente le alternative, governo
      Monti o non governo Monti, verso il
      duemilaventisei la vicenda prenderà sicuramente
      una piega diversa.Esatto. Il governo unificato Asiatico-europeo dedicherà le frequenza alla trasmissione di video stimolanti per il thai-chi dei lavoratori anziani italiani, che combatteranno così i problemi di salute manifestati negli ultimi anni di lavoro forzoso, prima del meritato riposo pensionistico al traguardo dei 100 anni (lavorati), se non già raggiunti prima dall'eterno riposo.
      • Ill Informer scrive:
        Re: Il discorso di Passera.


        Vediamo la questione sotto un'altra luce,

        Guarda che esattamente quanto dicono tutti.
        Mah sinceramente non è che abbia seguito in particolare quella vicenda e da come la profilavano le fonti di informazione, sembrava che volessero fare un attentato alle Tv di Silviuccio e che l'annullamento dell'asta sarebbe stato una vittoria non si sa bene di chi (qualcuno ha anche detto che così la manovra è più equa).Ecco .... COL CAPPERO che si è risolto tutto è tutto esattamente uguale a prima, c'è solo un ipotetico danno economico al monopolio ma politicamente la situazione è identica.Dico ipotetico perché in questo momento Mediaset/Rai/Sette magari non se ne fanno molto, secondo le ultime notizie tutto è bloccato e appena passato il governo Monti la questione si riaprirà come vogliono loro.Altro che tecnici, questi sono quattro ragionieri azzeccagarbugli che hanno sostituito l'inglese al latino ... ma mi sa che ormai attacca poco !
  • Qualcuno scrive:
    scriviamo BENE...
    riMpinguare e non rinpinguare - e mo' vi piace usare sinonimi sofisticati... -
  • Gianni de Angelis scrive:
    Vedremo...
    Speriamo veramente che mettano le frequenze all'asta... anche se così facendo finirà all'asta questo Governo !!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • master scrive:
    Tanto l'asta' sara...
    Deserta... gia' gia'... ahahahha Questa secondo me la racconta come barzelletta ormai :DCari Amici con questa ci rivediamo a gennaio io mi facco un 15 giorni in USA vi lascio ad agcom.mediaset ecc ecc mi raccomando che voglio tornare che nulla e' cambiato (come solito :D
  • Dottor Stranamore scrive:
    Berlusconi si dovrebbe vergognare
    Ma ancora di più chi lo sostiene.Come si fa a dire che l'asta andrà deserta? Ma anche se fosse è meglio provarci o regalarle direttamente le frequenze?Sentivo la Santanché dire che se uno prende le frequenze poi ha bisogno di capitali per investire nei programmi. Quando nel nostro paese ci sono canali sul digitale terrestre che usano le frequenze per pubblicizzare 24 ore al giorno servizi erotici.Classico esempio di come il conflitto di interessi vada risolto, ma non con una legge, ma non votando chi ha un conflitto di interessi.
    • harvey scrive:
      Re: Berlusconi si dovrebbe vergognare
      Ma anche se sarà deserta, mica vanno a male le frequenze... le tieni li o non le usi per la tv!
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Berlusconi si dovrebbe vergognare
        - Scritto da: harvey
        Ma anche se sarà deserta, mica vanno a male le
        frequenze... le tieni li o non le usi per la
        tv!è quello che ho detto
      • malto scrive:
        Re: Berlusconi si dovrebbe vergognare
        - Scritto da: harvey
        Ma anche se sarà deserta, mica vanno a male le
        frequenze... le tieni li o non le usi per la
        tv!Un bel cento euro posso investirli anch'io, ;) sempre meglio che ZERO :D
  • Zukkino scrive:
    Chiudete gli occhi e immaginate che...
    Un giorno vi troviate con un grosso debito da pagare, decidete allora di vendere la vostra casa al mare e raggranellare un pò di soldi. Ma vi accorgete che non potete farlo perchè un tizio che è nel buisness delle case di villeggiatura ha messo un cartello sulla vostra proprietà con su scritto "abitazione in regalo alla azienda edile più bella". Voi prima fate finta di niente, poi i vostri amici e parenti vi telefonano per dirvi di fare qualcosa. Allora voi dite "no se volete la mia casa io la vendo e fate delle offerte". Ma il tizio di prima dice che tanto la casa rimarrà invenduta perchè al mare in villeggiatura non ci va più nessuno e che quindi meglio regalarla.Ecco adesso potete aprire gli occhi e smettere di credere che sia solo fantasia...
    • malto scrive:
      Re: Chiudete gli occhi e immaginate che...
      - Scritto da: Zukkino
      Un giorno vi troviate con un grosso debito da
      pagare, decidete allora di vendere la vostra casa
      al mare e raggranellare un pò di soldi. Ma vi
      accorgete che non potete farlo perchè un tizio
      che è nel buisness delle case di villeggiatura ha
      messo un cartello sulla vostra proprietà con su
      scritto "abitazione in regalo alla azienda edile
      più bella". Voi prima fate finta di niente, poi i
      vostri amici e parenti vi telefonano per dirvi di
      fare qualcosa. Allora voi dite "no se volete la
      mia casa io la vendo e fate delle offerte". Ma il
      tizio di prima dice che tanto la casa rimarrà
      invenduta perchè al mare in villeggiatura non ci
      va più nessuno e che quindi meglio
      regalarla.

      Ecco adesso potete aprire gli occhi e smettere di
      credere che sia solo
      fantasia...Hai mai provato a spiegarlo ad un diversamente intelligente del pdl?Ti risponde che è tutta colpa dei comunisti, quelli di Berlinguer... :D
    • harvey scrive:
      Re: Chiudete gli occhi e immaginate che...
      Gli italiani si meritano un dittatore. tanto non sono in gradi di fare politicaPer l'italiano medio il proprio politico ha ragione. PUNTOSono solo in grado di tifare il calcio. E in politica si comportano ugualmente
Chiudi i commenti