Google e FSF, tempo di anniversari

L'organizzazione fondata da Stallman celebra 25 anni dalla nascita di GNU, mentre a Mountain View si soffia su 10 candeline. Festeggiamenti diversi per storie diverse
L'organizzazione fondata da Stallman celebra 25 anni dalla nascita di GNU, mentre a Mountain View si soffia su 10 candeline. Festeggiamenti diversi per storie diverse

Sono entrambe iniziative partite da lontano e con scarsi mezzi. Trasformatesi in un caso in un successo economico planetario, nell’altro in un elemento fondamentale della storia del software. E ancora, in entrambi i casi, le due avventure sono ben lungi dall’essere giunte a conclusione. In questi giorni ricorre l’anniversario della nascita di Google e del progetto GNU : il più importante motore di ricerca su piazza, trasformatosi in una company multimilardaria, e l’elemento fondante dell’informatica libera, senza il quale forse neppure Linux esisterebbe.

Google agli albori Era il 1984, più precisamente il 5 gennaio. Richard Stallman lasciava il suo lavoro al MIT e si lanciava anima e cuore in un’idea in cui crede anche oggi: creare un intero sistema operativo, dotato di tutte le applicazioni necessarie a svolgere qualsiasi tipo di operazione, totalmente e interamente libero. Niente licenze da pagare, solo conoscenza e codice da mettere al servizio dell’umanità senza restrizioni: GNU is Not Unix è l’acronimo ricorsivo che l’attivista hacker scelse per intitolare il suo progetto che, in 25 anni di attività, ha garantito a Stallman stesso e a tutti gli altri volontari molte soddisfazioni e solo qualche incidente di percorso.

Grazie a GNU hanno visto la luce software storici come l’editor Emacs e il compilatore GCC , le librerie glibc e l’interfaccia grafica GNOME : in totale le applicazioni GNU sviluppate fino ad oggi sono oltre 300, molte delle quali talmente affermate da meritarsi un porting su altre piattaforme e altri OS. Altri progetti che avrebbero dovuto far parte del sistema operativo, come il kernel Hurd , hanno invece incontrato diversi ostacoli sulla propria strada, finendo per lasciare di fatto il passo ad altre implementazioni tra cui la più famosa è senz’altro il sistema definito GNU/Linux.

Per celebrare il passaggio di cinque lustri da quella data, sul sito del progetto GNU è stato pubblicato un video dell’attore britannico Stephen Fry – noto appassionato di tecnologia e di software libero – nel quale viene spiegato a tutti cos’è il free software e quanto abbiano significato Richard Stallman e GNU per il suo sviluppo. Fry non esita a definire GNU “il sistema operativo del futuro”, invitando tutti a provare le varie distribuzioni offerte sul sito del progetto e magari anche a contribuire al loro sviluppo.

Se la Free Software Foundation fa dunque affidamento sui volontari e sui contributi saltuari di alcune aziende per portare avanti la crescita di GNU, Sergey Brin e Larry Page sono stati più fortunati: partiti dalla loro tesi di dottorato, quando erano entrambi studenti alla Stanford University , sono riusciti a costruire attorno alla loro idea di classificazione del web mediante i link un vero e proprio impero. Ormai non c’è settore di Internet che i due, con il loro marchio Google, non abbiano esplorato con qualche esperimento: per profitto o per il semplice gusto di provarci , grazie anche ad una capitalizzazione in borsa che ha stabilito nuovi record in fatto di mole e velocità di crescita.

Google agli albori in versione beta Oggi Google ha una sede , il Googleplex di Mountain View, che vale da sola più di 300 milioni di dollari . Ai suoi dipendenti offre pasti gratis , piscine, campi da gioco. Una singola azione dell’azienda vale quasi 450 dollari alla borsa statunitense (il prezzo originario di collocazione era di 85 dollari), e la stragrande maggioranza dei suoi introiti proviene dalla pubblicità online veicolata attraverso il programma AdSense . Così come GNU ha cambiato la storia del software, Google ha cambiato la storia di Internet : ha polverizzato chi era venuto prima, ha costruito un bacino di utenza che è paragonabile per vastità e varietà solo a quello di un colosso come Microsoft, e costituisce oggi il più credibile antagonista per l’azienda di Redmond.

Google è sinonimo di ricerca sul web, ma è anche una struttura portante di Internet nella sua interezza. Se sparisse da un giorno all’altro come si potrebbe pensare di reperire le informazioni desiderate, come si farebbe a consultare la propria posta , a chiacchierare con i propri amici, a cercare foto , video , indicazioni stradali e notizie fresche ? BigG ha imposto un nuovo linguaggio alla Rete, meno formale e più autoironico ed è senz’altro candidato a diventare la più importante società tecnologica del prossimo decennio.

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 09 2008
Link copiato negli appunti