Google-ITA, via libera anche dai giudici

Approvati l'accordo e le condizioni imposte dal Dipartimento di Giustizia

Roma – L’acquisizione da 700 milioni di dollari che ha portato Google a lavorare nel settore delle prenotazioni online di voli è stata approvata anche da un tribunale federale.

Dopo il via libera ottenuto da ormai nove mesi dal Department of Justice (DoJ) e il lancio del primo prodotto basato su di esso, l’acquisizione da parte di Google della startup di Boston specializzata in servizi per la prenotazione di voli online ha ottenuto il via libera anche dal Giudice distrettuale Robert Wilkins che ha ratificato quanto stabilito dal Dipartimento di Giustizia come condizione del nulla osta: accesso ai dati ITA anche ai concorrenti attraverso accordi per la licenza del software dell’acquisita e possibilità di revisione delle sue pratiche commerciali da parte del Governo. (C.T.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BINGO scrive:
    PROPOSTA DI LEGGE ABOLIZIONE ANONIMATO
    IN RETE STA GIRANDO LA NOTIZIA DI UNA PROPOSTA DI LEGGE PER L'ABOLIZIONE DEL DIRITTO ALL'ANONIMATO IN RETE CON CONSEGUENZE DEVASTANTI PER I BLOG ED I SITI DI INFORMAZIONE.http://forum.politicainrete.net/politica-nazionale/124920-appello-per-la-tutela-del-diritto-allanonimato-su-internet.html
    • Sgabbio scrive:
      Re: PROPOSTA DI LEGGE ABOLIZIONE ANONIMATO
      Manca una fonte.
      • BINGO scrive:
        Re: PROPOSTA DI LEGGE ABOLIZIONE ANONIMATO
        io ho trovato questa ma ripresa da quella ,comunque dicono che il documento di riferimento dell'appello sia on line ma non vogliono dare il link per non pubblicizzarlo.http://sunrice.ilcannocchiale.it/2011/10/10/nuova_proposta_di_legge_intern.html
        • Sgabbio scrive:
          Re: PROPOSTA DI LEGGE ABOLIZIONE ANONIMATO
          Che decisione cretina se permetti. Se è ufficiale, devono far vedere la fonte, altrimenti la gente può pensareche sia solo allarmismo fuffoso.
  • leonardocambi scrive:
    Uno scempio controle libertà
    Trovo che tutto sia così assurdo.E poi ci si lamenta quando la politica è assente, guarda che XXXXXX che fà quando è presente!
  • Non fate... scrive:
    Non fate...
    Non fate l'abbonamento a Infostrada: è una truffa.Spargete la voce.
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Malissimo
    - Scritto da: Thepassenge r
    Aspetta le prossime elezioni, se questa XXXXX
    anticostituzionale non verrà cavata allora potrai
    dire che l'opposizione era daccordo in toto e non
    gliene fregava
    nulla.Io sono un po' disilluso e ho notato che le leggi fatte non vengono poi abrogate o comunque se ne conserva una bella fetta.
  • matty scrive:
    pwaah
    Grazie a Dio, i piagnina di Wikipedia hanno finito di fare le vittime, ed hanno ripreso il loro 'servizio'.Ora, sono stati accontentati con la modifica del DDL.La finiscano di XXXXXXre, Wiki e compagnia, grazie.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: pwaah
      A te che ti frega? Mangi lo stesso? Se non ti interessa non lo guardare quel sito, non vedo il problema.- Scritto da: matty
      Grazie a Dio, i piagnina di Wikipedia hanno
      finito di fare le vittime, ed hanno ripreso il
      loro
      'servizio'.

      Ora, sono stati accontentati con la modifica del
      DDL.
      La finiscano di XXXXXXre, Wiki e compagnia,
      grazie.
    • bobi scrive:
      Re: pwaah
      A giudicare dalla cultura e dalla conoscenza della lingua italiana che dimostri non penso che per te faccia alcuna differenza che il servizio sia attivo o no.
    • Hi hi ... scrive:
      Re: pwaah
      - Scritto da: matty
      Grazie a Dio, i piagnina di Wikipedia hanno
      finito di fare le vittime, ed hanno ripreso il
      loro
      'servizio'.

      Ora, sono stati accontentati con la modifica del
      DDL.
      La finiscano di XXXXXXre, Wiki e compagnia,
      grazie.Diglielo !
  • Enjoy with Us scrive:
    Libertà di stampa o di calunnia?
    C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su facebok o sito analogo qualche bel post che vi descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembra giusto affidare la difesa della propria onorabilità ad un post di replica?A me no! A me sembra giusto che certe affermazioni inconsistenti possano e debbano essere rimosse da chi gestisce il blog, che il tutto poi vada fatto in modo da concedere al gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di dubbio, ma non è certo tollerabile che come è avvenuto in passato per settimane intere su Facebook si potesse leggere di gruppi che invitavano ad uccider questo o quell'uomo politico o che inneggiassero alla pulizia etnica o ad altre amenità simili.quanto al tema intercettazioni è sotto gli occhi di tutti l'uso politico e distorto che ne viene fatto dalle procure, con pubblicazione solo di determinati stralci (quelli che fanno comodo) e solo contro determinate persone, arrivando al paradosso che l'unico indagato per diffusione illecita di tali intercettazioni sia il Giornale (Paolo Berlusconi).Il rendere più incisivo il divieto di pubblicazione, visto che l'attuale legge è tranquillamente violata da qualunque giornale/magistrato, mi sembra quanto meno doveroso... che cosa vuol dire il cittadino deve conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero servire al magistrato per imbastire un proXXXXX? Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa? quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti diverranno pubblici -tutti- e allora potranno essere pubblicati!Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del mondo una diffusione così massiva di intercettazioni teoricamente protette dal segreto istruttorio?Avete mai sentito parlare di intercettazioni a strascico in cui per intercettare una persona si intercetta un'intera cella telefonica e poi si divulgano le telefonate anche di chi non ha nulla a che fare con l'indagine?L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma questa magistratura e questa opposizione hanno colpe che non sono certamente meno gravi!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 15.35-----------------------------------------------------------
    • panda rossa scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo? Enjoy e' uno XXXXXXX XXXXXXXX che ha ucciso Gesu Cristo!
      Vi sembra
      giusto affidare la difesa della propria
      onorabilità ad un post di
      replica?Un post siffatto non meriterebbe neppure una replica.Neppure ruppolo si abbasserebbe a tanto.
      A me no! Ma dai!
      A me sembra giusto che certe
      affermazioni inconsistenti possano e debbano
      essere rimosse da chi gestisce il blog,Ma assolutamente no. Tutti devono sapere quanto e' idiota quello che ha scritto una cosa del genere.Io per esempio mi dispiaccio sempre che certi post ruppoleschi su questo forum vengano cancellati: sarebbe molto meglio se restassero ad imperitura memoria.
      che il
      tutto poi vada fatto in modo da concedere al
      gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di
      dubbio, ma non è certo tollerabile che come è
      avvenuto in passato per settimane intere su
      Facebook si potesse leggere di gruppi che
      invitavano ad uccider questo o quell'uomo
      politico o che inneggiassero alla pulizia etnica
      o ad altre amenità simili.Quindi qual e' il problema? Che la gente non e' sufficientemente intelligente dal distinguere le cose serie dalle amenita' di cui sopra?Allora eliminiamo i diversamente intelligenti invece dei post.
      quanto al tema intercettazioni è sotto gli occhi
      di tutti l'uso politico e distorto che ne viene
      fatto dalle procure, Cioe' fammi capire: uno dice certe cose al telefono e la colpa e' delle procure?
      con pubblicazione solo di
      determinati stralci (quelli che fanno comodo) e
      solo contro determinate persone, arrivando al
      paradosso che l'unico indagato per diffusione
      illecita di tali intercettazioni sia il Giornale
      (Paolo Berlusconi).Che cosa?
      Il rendere più incisivo il divieto di
      pubblicazione, visto che l'attuale legge è
      tranquillamente violata da qualunque
      giornale/magistrato, mi sembra quanto meno
      doveroso... E' piu' facile vietare la pioggia!Ma lo sai che internet e' nel mondo intero?Mi spieghi che senso avrebbe oggi a fare divieti nazionali quando facendo un click in piu' si esce dalla giurisdizione legislativa italiana e si puo' leggere tutto?
      che cosa vuol dire il cittadino deve
      conoscere? Vuol dire che il cittadino deve conoscere.Deve sapere in che modo e sulla base di quali meriti vengono decise le scelte e le persone da mettere a dirigere il paese.Poi il cittadino alle prossime elezioni decidera' anche tenendo conto di quanto e' venuto a sapere.Sai che c'e' un bel sistema per evitare che vengano pubblicate intercettazioni compromettenti? Lo sai qual e'? Comportarsi come si deve.
      Le intercettazioni non dovrebbero
      servire al magistrato per imbastire un proXXXXX?
      Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa?Per lo stesso motivo per cui la stampa racconta altri fatti relativi ai processi.Siccome siamo persone intelligenti, possiamo anche noi farci le nostre idee di giudizio.
      quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti
      diverranno pubblici -tutti- e allora potranno
      essere pubblicati!Ecco, bella domanda. Quand'e' che si celebrera' questo proXXXXX?Che tra legittimi impedimenti, prescrizioni, ricusazioni di giudici, depenalizzazioni e altre balle, non lo si celebra mai.
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?Il segreto istruttorio è stato abolito nel 1989.
      Avete mai sentito parlare di intercettazioni a
      strascico in cui per intercettare una persona si
      intercetta un'intera cella telefonica e poi si
      divulgano le telefonate anche di chi non ha nulla
      a che fare con
      l'indagine?No. Pero' ho sentito parlare di gente di malaffare, sotto indagine, che quindi viene intercettata, e casualmente questa gente di malaffare finisce sempre col parlare con certi politici.
      L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma questa
      magistratura e questa opposizione hanno colpe che
      non sono certamente meno
      gravi!Tutti colpevoli = nessun colpevoleSarebbe questo il messaggio?
    • Ubunto scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      In maniera sintetica:1) La calunnia / diffamazione non centrano nulla con l'obbligo di rettifica. A maggior ragione non hanno proprio niente a che fare con ciò che è legittimo, quando la richiesta viene fatta ad un soggetto "debole", che non ha alcun interesse ad impelagarsi dietro multe e pretori per un'affermazione fatta su un blog, seppur VERA.2) Silvio ha rotto i XXXXXXXX, forse lui non l'ha ancora capito che è il capo del governo e che, in quanto tale, deve tenere un comportamento decoroso se non esemplare, cosa che assolutamente non fa. Le sue vicissitudini con puttane e faccendieri, dal momento in cui i testi delle intercettazioni diventano accessibili, sono di interesse pubblico.Perché? Perché non puoi fare la pubblicità travestito da buon padre di famiglia, cattolico, sorridente e timorato di dio, quando sei un satanasso perverso (ad esempio).Sulle intercettazioni ed il carcere per i giornalisti.Basterebbero le due parole affiancate "carcere" e "giornalista" per non dover aggiungere altro. Nello specifico viene contestato il fatto (dalla Bongiorno) che il testo originale prevedeva comunque la possibilità, nel dare una notizia, di fornire almeno un riassunto dei contenuti delle intercettazioni.Che non è "diffondere conversazioni private", ma fare informazione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 16.02-----------------------------------------------------------
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Libertà di stampa o di calunnia?
        - Scritto da: Ubunto
        In maniera sintetica:

        1) La calunnia / diffamazione non centrano nulla
        con l'obbligo di rettifica. A maggior ragione non
        hanno proprio niente a che fare con ciò che è
        legittimo, quando la richiesta viene fatta ad un
        soggetto "debole", che non ha alcun interesse ad
        impelagarsi dietro multe e pretori per
        un'affermazione fatta su un blog, seppur
        VERA.
        Ah no? Spiegami allora cosa uno dovrebbe rettificare se non le notizie calunniose o le illazioni!
        2) Silvio ha rotto i XXXXXXXX, forse lui non l'ha
        ancora capito che è il capo del governo e che, in
        quanto tale, deve tenere un comportamento
        decoroso se non esemplare, cosa che assolutamente
        non fa.
        Verissimo, ma questo non giustifica la quotidiana pubblicazione di intercettazioni, se ha delle colpe, che celebrino i processi!
        Le sue vicissitudini con puttane e faccendieri,
        dal momento in cui i testi delle intercettazioni
        diventano accessibili, sono di interesse
        pubblico.Mi dispiace dissentire, tali intercettazioni potranno diventare di interesse pubblico solo qunado presentate dalle parti ad un procedimento penale, non certo prima e in modo parziale, estrapolare parti di conversazioni in molti casi è fuorviante e ha come unico scopo quello di linciare mediaticamente un'avversario politico, che questo lo facciano dei magistrati è veramente grave!
        Perché? Perché non puoi fare la pubblicità
        travestito da buon padre di famiglia, cattolico,
        sorridente e timorato di dio, quando sei un
        satanasso perverso (ad
        esempio).
        E chi è il fustigatore della moralità? il PM di turno che decide chi e cosa intercettare e quando eventualmente passarlo alla stampa? Il PM che sfrutta i processi come trampolino di lancio per entrare in politica?
        Sulle intercettazioni ed il carcere per i
        giornalisti.
        Basterebbero le due parole affiancate "carcere" e
        "giornalista" per non dover aggiungere altro.
        Quindi poichè uno è un giornalista può calunniare impunemente? Pubblicare atti riservati illegalmente? Ma solo ovviamente se rigurdano Mister B. non sia mai che riguardino D'Alema e soci, allora la cosa diventa un reato grave!
        Nello specifico viene contestato il fatto (dalla
        Bongiorno) che il testo originale prevedeva
        comunque la possibilità, nel dare una notizia, di
        fornire almeno un riassunto dei contenuti delle
        intercettazioni.
        Che non è "diffondere conversazioni private", ma
        fare
        informazione.Ma riassunto di che? Di fatti processuali che sono protetti dal segreto in teoria fino al dibattimento in aula? Ma perchè tali fatti non possono essere rivelati alla pubblica opinione quando tali intercettazioni vengono ammesse come prova nelle aule di un tribunale? Magari perchè nel 99% dei casi non rappresentano neppure un reato?
        • panda rossa scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: Ubunto

          In maniera sintetica:



          1) La calunnia / diffamazione non centrano
          nulla

          con l'obbligo di rettifica. A maggior
          ragione
          non

          hanno proprio niente a che fare con ciò che è

          legittimo, quando la richiesta viene fatta
          ad
          un

          soggetto "debole", che non ha alcun
          interesse
          ad

          impelagarsi dietro multe e pretori per

          un'affermazione fatta su un blog, seppur

          VERA.



          Ah no? Spiegami allora cosa uno dovrebbe
          rettificare se non le notizie calunniose o le
          illazioni!La verita' per esempio.

          2) Silvio ha rotto i XXXXXXXX, forse lui non
          l'ha

          ancora capito che è il capo del governo e
          che,
          in

          quanto tale, deve tenere un comportamento

          decoroso se non esemplare, cosa che
          assolutamente

          non fa.



          Verissimo, ma questo non giustifica la quotidiana
          pubblicazione di intercettazioni, se ha delle
          colpe, che celebrino i
          processi!Ecco! Che celebrino i processi, invece di impedimenti piu' o meno legittimi, inesistenti impegni internazionali, prescrizioni, decorrenze di termini, ricusazioni, e altre balle!

          Le sue vicissitudini con puttane e
          faccendieri,

          dal momento in cui i testi delle
          intercettazioni

          diventano accessibili, sono di interesse

          pubblico.

          Mi dispiace dissentire, tali intercettazioni
          potranno diventare di interesse pubblico solo
          qunado presentate dalle parti ad un procedimento
          penale, non certo prima e in modo parziale,
          estrapolare parti di conversazioni in molti casi
          è fuorviante e ha come unico scopo quello di
          linciare mediaticamente un'avversario politico,
          che questo lo facciano dei magistrati è veramente
          grave!Non ti preoccupare, che qui siamo tutti abbastanza intelligenti da capire che quelle parti estrapolate non sono cosi' fuorvianti.O sei convinto anche tu che quella era la nipote di Mubarak?

          Perché? Perché non puoi fare la pubblicità

          travestito da buon padre di famiglia,
          cattolico,

          sorridente e timorato di dio, quando sei un

          satanasso perverso (ad

          esempio).



          E chi è il fustigatore della moralità? il PM di
          turno che decide chi e cosa intercettare e quando
          eventualmente passarlo alla stampa? Il PM che
          sfrutta i processi come trampolino di lancio per
          entrare in politica?Quindi la colpa non e' di chi va con le minorenni.La colpa e' di chi lo ha scoperto e di chi lo dice in giro.Mentre qui si va in galera se uno ha un disegno (disegno!) di bart simpson nudo.

          Quindi poichè uno è un giornalista può calunniare
          impunemente? Riportare dei fatti non e' calunniare.La casa crollata a Barletta e' un fatto o e' calunnia?
          Pubblicare atti riservati
          illegalmente? Ma solo ovviamente se rigurdano
          Mister B. non sia mai che riguardino D'Alema e
          soci, allora la cosa diventa un reato
          grave!Veramente sono state pubblicate anche intercettazioni di banche, di Penati, degli assessori di Vendola e compagnia bella.A me pare che siano quanto di piu' trasversale le intercettazioni, proprio perche' pecunia non olet e si magna allegramente da destra a sinistra, passando pure per il Vaticano.
          Ma riassunto di che? Di fatti processuali che
          sono protetti dal segreto in teoria fino al
          dibattimento in aula? Il segreto istruttorio e' stato abolito.
          Ma perchè tali fatti non
          possono essere rivelati alla pubblica opinione
          quando tali intercettazioni vengono ammesse come
          prova nelle aule di un tribunale? Perche' aspettare tanto?Se un personaggio pubblico con incarichi amministrativi viene messo sotto inchiesta, io voglio sapere sulla base di che cosa.E ben vengano quelle intercettazioni, se sono quelle il motivo.
          Magari perchè
          nel 99% dei casi non rappresentano neppure un
          reato?E' a questo che serve il proXXXXX. A stabilire se e' un reato.
        • Ubunto scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: Ubunto

          In maniera sintetica:



          1) La calunnia / diffamazione non centrano
          nulla

          con l'obbligo di rettifica. A maggior
          ragione
          non

          hanno proprio niente a che fare con ciò che è

          legittimo, quando la richiesta viene fatta
          ad
          un

          soggetto "debole", che non ha alcun
          interesse
          ad

          impelagarsi dietro multe e pretori per

          un'affermazione fatta su un blog, seppur

          VERA.



          Ah no? Spiegami allora cosa uno dovrebbe
          rettificare se non le notizie calunniose o le
          illazioni!"Uno" può chiedere rettifica di tutto quello che gli pare, è sufficiente che il soggetto si ritenga "offeso".

          2) Silvio ha rotto i XXXXXXXX, forse lui non
          l'ha

          ancora capito che è il capo del governo e
          che,
          in

          quanto tale, deve tenere un comportamento

          decoroso se non esemplare, cosa che
          assolutamente

          non fa.



          Verissimo, ma questo non giustifica la quotidiana
          pubblicazione di intercettazioni, se ha delle
          colpe, che celebrino i processi!La "notizia" è indipendente dal proXXXXX. Che sia un reato o no, e che ci sia una condanna o meno, lo sfruttamento della prostituzione minorile, se un politico va con le ragazzine, è una notizia di interesse pubblico.Se ad un politico gli pagano la casa "a sua insaputa" è una notizia di interesse pubblico. Una volta che questo viene accertato, non è necessario che lui venga condannato in un tribunale perché la gente lo possa sapere.Se capita che un politico elargisca nomine politiche o incarichi pubblici attingendo dal suo entourage di mignotte e donnine sessualmente compiacenti: è una notizia di interesse pubblico. Non centra che "il politico" sia o non sia condannato da un tribunale.Sono cose di interesse pubblico perché questi fatti / atteggiamenti dimostrano la scarsa anzi... l'inesistente "onorabilità" del politico.

          Perché? Perché non puoi fare la pubblicità

          travestito da buon padre di famiglia,
          cattolico,

          sorridente e timorato di dio, quando sei un

          satanasso perverso (ad

          esempio).



          E chi è il fustigatore della moralità? il PM di
          turno che decide chi e cosa intercettare e quando
          eventualmente passarlo alla stampa? Il PM che
          sfrutta i processi come trampolino di lancio per
          entrare in
          politica?Il "fustigatore della moralità" è l'elettore che leggendo il giornale scopre che quel "padre di famiglia" non è esattamente come si va a dipingere quando è in cerca di voti.

          Sulle intercettazioni ed il carcere per i

          giornalisti.

          Basterebbero le due parole affiancate
          "carcere"
          e

          "giornalista" per non dover aggiungere altro.



          Quindi poichè uno è un giornalista può calunniare
          impunemente? Pubblicare atti riservati
          illegalmente? Ma solo ovviamente se rigurdano
          Mister B. non sia mai che riguardino D'Alema e
          soci, allora la cosa diventa un reato
          grave!Se un giornalista calunnia, non lo fa impunemente: c'è l'apposita legge.Gli atti riservati, se tali sono, non devono essere divulgati da chi li tiene in custodia e non perché vengono incarcerati il giornalisti: che fanno il loro dovere.

          Nello specifico viene contestato il fatto
          (dalla

          Bongiorno) che il testo originale prevedeva

          comunque la possibilità, nel dare una
          notizia,
          di

          fornire almeno un riassunto dei contenuti
          delle

          intercettazioni.

          Che non è "diffondere conversazioni
          private",
          ma

          fare

          informazione.

          Ma riassunto di che? Di fatti processuali che
          sono protetti dal segreto in teoria fino al
          dibattimento in aula? Ma perchè tali fatti non
          possono essere rivelati alla pubblica opinione
          quando tali intercettazioni vengono ammesse come
          prova nelle aule di un tribunale? Magari perchè
          nel 99% dei casi non rappresentano neppure un
          reato?1) L'onorevole Taldeitali è inserito nella lista degli indagati in seguito ad intercettazioni.2) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella lista degli indagati in seguito ad intercettazioni che lo vedono direttamente coinvolto in [sostituire con un reato grave].3) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella lista degli indagati in seguito ad intercettazioni da cui risulta che alcune sue frequentazioni siano coinvolte in [sostituire con un reato grave o non grave].4) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella lista degli indagati in seguito ad intercettazioni da cui risulta che uno dei suoi collaboratori [sostituire con un reato grave o non grave].5) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella lista degli indagati in seguito ad intercettazioni da cui risulta che [sostituire con un reato assolutamente banale].6) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella lista degli indagati, ecco i testi integrali delle intercettazioni avvenute per tutto un mese [segue il testo di tutte le chiamate che la persona abbia fatto, con chiunque, nell'arco di un mese].Se il punto 6 può essere eccessivo, il punto 1 è assolutamente insufficiente, sia perché non comunica quali siano le motivazioni dell'indagine, sia perché mette allo stesso livello persone che possono essere coinvolte in un'indagine in modo diverso.La legge si ferma al punto 1.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Ubunto
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: Ubunto


            In maniera sintetica:





            1) La calunnia / diffamazione non
            centrano

            nulla


            con l'obbligo di rettifica. A maggior

            ragione

            non


            hanno proprio niente a che fare con ciò
            che
            è


            legittimo, quando la richiesta viene
            fatta

            ad

            un


            soggetto "debole", che non ha alcun

            interesse

            ad


            impelagarsi dietro multe e pretori per


            un'affermazione fatta su un blog, seppur


            VERA.






            Ah no? Spiegami allora cosa uno dovrebbe

            rettificare se non le notizie calunniose o le

            illazioni!

            "Uno" può chiedere rettifica di tutto quello che
            gli pare, è sufficiente che il soggetto si
            ritenga
            "offeso".
            Non è esattamente quello che dice il progetto di legge, queste sono forzature fasulle!Non esiste il ritenersi offeso, esiste la calunnia!


            2) Silvio ha rotto i XXXXXXXX, forse
            lui
            non

            l'ha


            ancora capito che è il capo del governo
            e

            che,
            >

            Verissimo, ma questo non giustifica la
            quotidiana

            pubblicazione di intercettazioni, se ha delle

            colpe, che celebrino i processi!

            La "notizia" è indipendente dal proXXXXX.
            No si chiama gogna mediatica, a quel punto appare evidente che il proXXXXX è solo una scusa per infangare l'avversario politico.
            Che sia un reato o no, e che ci sia una condanna
            o meno, lo sfruttamento della prostituzione
            minorile, se un politico va con le ragazzine, è
            una notizia di interesse
            pubblico.
            Benissimo, che attendano il dibattimento del proXXXXX, così potranno scrivere tutto quello che vogliono
            Se ad un politico gli pagano la casa "a sua
            insaputa" è una notizia di interesse pubblico.
            Una volta che questo viene accertato, non è
            necessario che lui venga condannato in un
            tribunale perché la gente lo possa
            sapere.
            Ecco, invece magari è il caso di far celebrare prima il proXXXXX in tribunale che sui giornali, anche perchè torno a ripetere, cosa divulgare di una intercettazione è scelto solo da una parte, in questo modo si imbastisce un proXXXXX senza diritti per la difesa.
            Se capita che un politico elargisca nomine
            politiche o incarichi pubblici attingendo dal suo
            entourage di mignotte e donnine sessualmente
            compiacenti: è una notizia di interesse pubblico.

            E' molto facile estrapolare quello che si vuole da un discorso o da una telefonata, ci sono elementi penalmente rilevanti? Si fa il proXXXXX. Non esistono scorciatoie in uno stato di diritto!
            Non centra che "il politico" sia o non sia
            condannato da un
            tribunale.
            He già è proprio questo il punto, lo si condanna sulla base di qualche frammento di conversazione, senza possibilità di difesa, lo si sXXXXXXX lo si obbliga alle dimissioni, molto democratico!
            Sono cose di interesse pubblico perché questi
            fatti / atteggiamenti dimostrano la scarsa
            anzi... l'inesistente "onorabilità" del
            politico.

            E chi è il fustigatore della moralità? il PM
            di

            turno che decide chi e cosa intercettare e
            quando

            eventualmente passarlo alla stampa? Il PM che

            sfrutta i processi come trampolino di lancio
            per

            entrare in

            politica?

            Il "fustigatore della moralità" è l'elettore che
            leggendo il giornale scopre che quel "padre di
            famiglia" non è esattamente come si va a
            dipingere quando è in cerca di voti.
            Si si certo, vedo che su questo glissi.



            Sulle intercettazioni ed il carcere per
            i


            giornalisti.


            Basterebbero le due parole affiancate

            "carcere"

            e


            "giornalista" per non dover aggiungere
            altro.






            Quindi poichè uno è un giornalista può
            calunniare

            impunemente? Pubblicare atti riservati

            illegalmente? Ma solo ovviamente se rigurdano

            Mister B. non sia mai che riguardino D'Alema
            e

            soci, allora la cosa diventa un reato

            grave!

            Se un giornalista calunnia, non lo fa
            impunemente: c'è l'apposita
            legge.Eh certo lo abbiamo visto, vale solo se non si diffama Berlusconi
            Gli atti riservati, se tali sono, non devono
            essere divulgati da chi li tiene in custodia e
            non perché vengono incarcerati il giornalisti:
            che fanno il loro
            dovere.


            Ma riassunto di che? Di fatti processuali che

            sono protetti dal segreto in teoria fino al

            dibattimento in aula? Ma perchè tali fatti
            non

            possono essere rivelati alla pubblica
            opinione

            quando tali intercettazioni vengono ammesse
            come

            prova nelle aule di un tribunale? Magari
            perchè

            nel 99% dei casi non rappresentano neppure un

            reato?

            1) L'onorevole Taldeitali è inserito nella lista
            degli indagati in seguito ad
            intercettazioni.

            2) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella
            lista degli indagati in seguito ad
            intercettazioni che lo vedono direttamente
            coinvolto in [sostituire con un reato
            grave].

            3) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella
            lista degli indagati in seguito ad
            intercettazioni da cui risulta che alcune sue
            frequentazioni siano coinvolte in [sostituire con
            un reato grave o non
            grave].

            4) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella
            lista degli indagati in seguito ad
            intercettazioni da cui risulta che uno dei suoi
            collaboratori [sostituire con un reato grave o
            non
            grave].

            5) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella
            lista degli indagati in seguito ad
            intercettazioni da cui risulta che [sostituire
            con un reato assolutamente
            banale].

            6) L'onorevole Taldeitali è è inserito nella
            lista degli indagati, ecco i testi integrali
            delle intercettazioni avvenute per tutto un mese
            [segue il testo di tutte le chiamate che la
            persona abbia fatto, con chiunque, nell'arco di
            un
            mese].

            Se il punto 6 può essere eccessivo, il punto 1 è
            assolutamente insufficiente, sia perché non
            comunica quali siano le motivazioni
            dell'indagine, sia perché mette allo stesso
            livello persone che possono essere coinvolte in
            un'indagine in modo
            diverso.

            La legge si ferma al punto 1.E mi sembra che sia che sia più che adeguato il punto 1, basta aspettare il proXXXXX, Io tutta questa fretta di condannare preventivamente un chicchessia non l'ho mai capita!Poi anche quando le intercettazioni non esistevano i giornali le notizie alla fine comunque le davano, quindi non esageriamo!
          • renzo scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            per la calunnia esista la querela di parte con la quale il giudice può chiedere un oscuramente preventivo della pagina, ma non serve affatto una legge che prevede l'obbligo di reffica a prescindere, e sì dolo perché una persona si sente offesa.Faresti bene a capire il testo della legge, prima di fare commento alla cacchio di cane!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Esiste già il reato di diffamazione, che tra l'altro è stra abusato da molti per zittire le voci scomode, ma lento e goffo quando deve colpire i veri diffamatori.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: renzo
            per la calunnia esista la querela di parte con la
            quale il giudice può chiedere un oscuramente
            preventivo della pagina, ma non serve affatto una
            legge che prevede l'obbligo di reffica a
            prescindere, e sì dolo perché una persona si
            sente
            offesa.

            Faresti bene a capire il testo della legge, prima
            di fare commento alla cacchio di
            cane!http://www.valigiablu.it/doc/538/comma-ammazzablog-post-dedicato-a-gasparri-c.htmQui per te ho postato i commenti sulla legge e sulla modifica Cassinelli, fatti da un sito chiaramente schierato contro tale legge... cosa si evince?:1. Se pubblichi un bog su internet sei obbligato entro 10 giorni dalla ricezione di una rettifica a pubblicarla (massimo 30 righe di lunghezza la rettifica), non si applica ai commenti di terzi, quindi solo alla notizia diffusa dal blog (es. l'articolo di PI, non i commenti dei vari lettori) 2 la rettifica va comunque pubblicata a meno che al suo interno contenga elementi penalmente perseguibili (diffamazione ad esempio di terzi)3 La rettifica può essere richiesta solo dalla persona interessata, non da terziQuindi non c'è nessuna censura di quanto scritto dal blog, solo la necessità di accogliere un messaggio di max 30 righe entro 10 giorni dalla ricezione, si parla genericamente anche di mail, ma dubito a meno che si tratti di mail certificata, la mail possa reggere come prova di invio in un tribunale, più probabilmente si rende necessaria la cara vecchia raccomandata...Proprio non vedo cosa ci sia di tanto scadaloso, visto che sappiamo tutti che i tempi della giustizia per intervenire sono biblici e nel frattempo il danno viene perpetuato.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            mi sembra che è stata tolta pure sta cosa, ma c'è confusione in materia.
          • Ubunto scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Non è esattamente quello che dice il progetto di
            legge, queste sono forzature
            fasulle!
            Non esiste il ritenersi offeso, esiste la
            calunnia!Guarda che la legge parla esplicitamente del richiedente come "offeso", e diversamente come potrebbe definirlo, dato che la calunnia andrebbe accertata prima di essere definta tale? L'obbligo entro 48 ore (e 10 giorni per i blog non cambia la sostanza), pena multa, non ha nulla a che fare con la legittimità della rettifica.
            No si chiama gogna mediatica, a quel punto appare
            evidente che il proXXXXX è solo una scusa per
            infangare l'avversario politico.Si chiama realtà. E anche ammesso che questa realtà subisca la distorsione data dalla prospettiva da cui viene analizzata (ma qualsiasi versione della realtà è raccontata da una prospettiva), nel caso dei politici questa esposizione è più che lecita.Lecita, perché <b
            il politico è un privilegiato </b
            nel poter esercitare le sue funzioni di governo della cosa pubblica. Non ci devono essere cortine di protezione rispetto all'integerrimità dei suoi comportamenti, il suo privilegio è condizionato alla totale trasparenza finché ha l'onore del suo incarico.

            Che sia un reato o no, e che ci sia una
            condanna

            o meno, lo sfruttamento della prostituzione

            minorile, se un politico va con le
            ragazzine,
            è

            una notizia di interesse

            pubblico.



            Benissimo, che attendano il dibattimento del
            proXXXXX, così potranno scrivere tutto quello che
            voglionoAssolutamente no, perché un proXXXXX può avvenire anche dopo anni dalle indagini. E se c'è anche un solo ragionevole sospetto che quei fatti siano veri, ma centinaia e centinaia di ore di intercettazione lasciano pochi dubbi, l'interesse all'informazione dato dal ruolo pubblico che il politico ricopre, travalica abbodantemente l'aspetto giudiziario.

            Se ad un politico gli pagano la casa "a sua

            insaputa" è una notizia di interesse
            pubblico.

            Una volta che questo viene accertato, non è

            necessario che lui venga condannato in un

            tribunale perché la gente lo possa

            sapere.



            Ecco, invece magari è il caso di far celebrare
            prima il proXXXXX in tribunale che sui giornali,
            anche perchè torno a ripetere, cosa divulgare di
            una intercettazione è scelto solo da una parte,
            in questo modo si imbastisce un proXXXXX senza
            diritti per la difesa.L'eventuale ministro che si trovi coinvolto in una vicenda del genere, si deve dimettere SUBITO, e se non è l'indignazione pubblica a determinare le dimissioni, cosa dovrebbe mai essere? La sconvolgente ed inattesa presa di coscienza che gli hanno pagato la casa a "sua insaputa"?

            Non centra che "il politico" sia o non sia

            condannato da un

            tribunale.



            He già è proprio questo il punto, lo si condanna
            sulla base di qualche frammento di conversazione,
            senza possibilità di difesa, lo si sXXXXXXX lo si
            obbliga alle dimissioni, molto
            democratico!La "condanna" la commina la magistratura e riguarda la responsabilità civile e penale della persona. La condanna di cui parti tu invece è il "giudizio morale", ma questo non ha <b
            nulla a che fare </b
            con il reato o la magistratura: riguarda l'onorabilità pubblica del personaggio.La salvaguardia dell'onorabilità però è affidata al comportamento diretto della persona: se non vuoi che si dica che sei un XXXXXXXXXX, NON ANDARE CON LE PUTTANE. Invece qui si vuole andare a puttane ed impedire che se ne parli, perché lesivo dell'immagine.Non centra nulla "il reato", non serve che sia un reato lo sfruttamento della prostituzione affinché questo fatto costituisca un caso di interesse pubblico: nel caso dei politici.


            Quindi poichè uno è un giornalista può

            calunniare


            impunemente? Pubblicare atti riservati


            illegalmente? Ma solo ovviamente se
            rigurdano


            Mister B. non sia mai che riguardino
            D'Alema

            e


            soci, allora la cosa diventa un reato


            grave!Mister B. ha tutti i mezzi per querelare chi gli pare, a ragione e pure a torto, come D'Alema, Prodi, Sircana, Marrazzo e Ciccio di Nonna Papera.Infatti i reati di diffamazione e calunnia ci sono, e non riguardano le leggi bavaglio del governo.

            Se un giornalista calunnia, non lo fa

            impunemente: c'è l'apposita

            legge.

            Eh certo lo abbiamo visto, vale solo se non si
            diffama BerlusconiVale se si diffama.
            E mi sembra che sia che sia più che adeguato il
            punto 1, basta aspettare il proXXXXX, Io tutta
            questa fretta di condannare preventivamente un
            chicchessia non l'ho mai
            capita!
            Poi anche quando le intercettazioni non
            esistevano i giornali le notizie alla fine
            comunque le davano, quindi non
            esageriamo!Non solo non è adeguato, dal momento che l'informazione non riguarda esclusivamente i fatti penali, ma è totalmente sbagliato, perché generalizzando pone sullo stesso piano persone che sono coinvolte in misure anche completamente diverse.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          Sei lottizzato.
        • Ubunto scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          Noi Italiani, davanti a questo cataclisma geopolitico ed economico, come rispondiamo? Con Berlusconi? No, seriamente... un vecchio la cui fortuna ha origini avvolte nel dubbio, che nel sistema di corruzione della prima repubblica ha prosperato, ossessionato dall'idea di sembrare giovane, che passa gran parte del suo tempo a domandarsi quante ragazzine potrà scoparsi nel prossimo festino?Un politico talmente incapace che non riesce a promuovere una riforma <u
          UNA </u
          senza sfociare nello scontro sociale? Ma ti rendi conto che persino in piena guerra fredda il PCI e la DC, nonostante lo scontro accesissimo, qualche punto di incontro riuscivano a trovarlo?In più di 10 anni di comando, cosa ha fatto Berlusconi? C'è una cosa utile che Berlusconi sia riuscito a portare a termine e che non riguardi i suoi problemi economici, personali e giudiziari?Come politico che capacità ha Berlusconi nell'arte del compromesso? E' un buon politico uno che per giustificare i suoi insuccessi ha costantemente bisogno di trovare un nemico cattivo a cui dare le colpe?Prima Berlusconi leva l'incomodo e meglio è. Chiunque gli succeda.
          qui l'unica e' che la gente scende in piazza ma
          non come in grecia o gli indignados...devono
          scendere in 20 milioni...cosa che purtroppo
          conoscendo l'italiota che fino a che ha la
          pappina sul tavolo non si muove non succedera'
          mai.Scendere in piazza è salutare ma non serve a niente se non c'è un progetto. Esigere che la classe politica sia sotto costante verifica, anche grazie alla libertà di stampa e che le mele marce vengano troncate e buttate via, è un buon punto di inizio invece.
          prendetevela col sistema finanziario le banche i
          broker le borse le agenzie di rating la bce..sono
          quelli che vi affamano..i politici fanno solo
          quello che dicono
          loro...sveglia.

          chi crede che cambiando governo cambi qualcosa e'
          un illuso ne ho visto cambiare 15...mai cambiato
          nulla...rossi neri gialli tutti
          uguali.E certo... sono sempre gli stessi! Che vuoi che cambi?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Ubunto
            Noi Italiani, davanti a questo cataclisma
            geopolitico ed economico, come rispondiamo?


            Con Berlusconi? No, seriamente... un vecchio la
            cui fortuna ha origini avvolte nel dubbio, che
            nel sistema di corruzione della prima repubblica
            ha prosperato, ossessionato dall'idea di sembrare
            giovane, che passa gran parte del suo tempo a
            domandarsi quante ragazzine potrà scoparsi nel
            prossimo
            festino?
            Guarda che gli altri politici italiani non sono tanto più giovani o migliori di Berlusconi, vedi Marrazzo, almeno certe cose Berlusconi se le può fare con i propri soldi, altri invece le fanno derubando le casse statali...
            Un politico talmente incapace che non riesce a
            promuovere una riforma <u
            UNA </u

            senza sfociare nello scontro sociale? Ma ti rendi
            conto che persino in piena guerra fredda il PCI e
            la DC, nonostante lo scontro accesissimo, qualche
            punto di incontro riuscivano a
            trovarlo?
            Si le famose convergenze parallele... il solito inciucio, quello che i centristi stanno chiedendo a gran voce... il solito governo di irresponsabilità elettorale, atto a ficcarla nel didietro agli italiani, ma senza che ci sia alcun responsabile della cosa, pronto a varare ulteriori nuove tasse, patrimoniali, condoni, soppressioni delle pensioni di anzianità... tanto i ricchi in Italia abbiamo capito benissimo chi sono per certa sinistra... tutti quei fessi che sono obbligati a dichiarare il loro reale reddito!
            In più di 10 anni di comando, cosa ha fatto
            Berlusconi? C'è una cosa utile che Berlusconi sia
            riuscito a portare a termine e che non riguardi i
            suoi problemi economici, personali e
            giudiziari?
            E la sinistra in questi 10 anni cosa ha fatto? il Governo Prodi? Continue battaglie con l'aiuto dei magistrati loro sodali contro il comune nemico?Quali sarebbero le loro idee per risollevare il paese dalla crisi? Crisi si badi bene che non è certo colpa di Berlusconi, visto che coinvolge tutto il mondo, compresi paesi amministrati da supposti leader illuminati di sinistra vedi Zapatero o Gran Bretagna, (solo da poco ripassata sotto i conservatori)...Dicono che cambiando governo tutto si risolverà?Perchè non dicono come sistemeranno loro i conti!Parlano di lotta all'evasione... perchè non l'hanno fatta sul serio con Prodi, perchè dovrebbero farla adesso?No ve lo dico Io cosa faranno, metteranno una bella patrimoniale sulle case sopra i 200.000/300.000 euro (anche prima casa ovviamente) e sui soldi tenuti sul conto corrente... come al solito e poi magari faranno fuori le pensioni di anzianità (e questo forse non sarebbe un male)
            Come politico che capacità ha Berlusconi
            nell'arte del compromesso? E' un buon politico
            uno che per giustificare i suoi insuccessi ha
            costantemente bisogno di trovare un nemico
            cattivo a cui dare le
            colpe?
            Certo che di scuse fra magistrati ed opposizione non è che se le siano fatte mancare...
            Prima Berlusconi leva l'incomodo e meglio è.
            Chiunque gli
            succeda.
            Beato te che hai queste certezze, Io ho invece tanta paura che:1. si vada verso un governo "tecnico" che alla fine aumenterà ancor di più la pressione fiscale2. Che eventuali elezioni regalino all'Italia una maggioranza di centro-sinistra rissosa ed inconcludente come quella del non compianto governo Prodi, con come unica priorità quella di smontare le riforme partorite con difficoltà del precedente governo... proprio quello che serve all'Italia, un'altro bel pò di immobilismo... già mi immagino i verdi bloccare la TAV, la terza corsia sull'appennino e magari spingere per la chiusura del passante di mestre già che ci sono ecc...

            qui l'unica e' che la gente scende in piazza
            ma

            non come in grecia o gli indignados...devono

            scendere in 20 milioni...cosa che purtroppo

            conoscendo l'italiota che fino a che ha la

            pappina sul tavolo non si muove non
            succedera'

            mai.

            Scendere in piazza è salutare ma non serve a
            niente se non c'è un progetto.
            Ma scendere in piazza per invocare cosa? Nuove tasse, Licenziamenti come in Grecia o un taglio alle pensioni?
            Esigere che la classe politica sia sotto costante
            verifica, anche grazie alla libertà di stampa e
            che le mele marce vengano troncate e buttate via,
            è un buon punto di inizio
            invece.
            Eh già bella la libertà di stampa a senso unico, se uno osa mettere sotto inchiesta i cari compagniucci allora si che viene condannato per rivelazione di intercettazioni... vedi il giornale!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Ubunto scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: Ubunto

            Noi Italiani, davanti a questo cataclisma

            geopolitico ed economico, come rispondiamo?





            Con Berlusconi? No, seriamente... un vecchio
            la

            cui fortuna ha origini avvolte nel dubbio,
            che

            nel sistema di corruzione della prima
            repubblica

            ha prosperato, ossessionato dall'idea di
            sembrare

            giovane, che passa gran parte del suo tempo a

            domandarsi quante ragazzine potrà scoparsi
            nel

            prossimo festino?

            Guarda che gli altri politici italiani non sono
            tanto più giovani o migliori di Berlusconi, vedi
            Marrazzo, almeno certe cose Berlusconi se le può
            fare con i propri soldi, altri invece le fanno
            derubando le casse
            statali...Continui a citare Marrazzo, ma Marrazzo <b
            si è dimesso </b
            .E Berlusconi? Con i suoi soldi? Le auto blu le paga con i suoi soldi? Le promesse di conduzione di Sanremo le finanzia con i suoi soldi? I posti da consigliere regionale li paga con i suoi soldi? Devo cercare i testi delle intercettazioni per continuare con la lista dei soldi "di Berlusconi"?
            Si le famose convergenze parallele... il solito
            inciucio, quello che i centristi stanno chiedendo
            a gran voce... il solito governo di
            irresponsabilità elettorale, atto a ficcarla nel
            didietro agli italiani, ma senza che ci sia alcun
            responsabile della cosa, pronto a varare
            ulteriori nuove tasse, patrimoniali, condoni,
            soppressioni delle pensioni di anzianità... tanto
            i ricchi in Italia abbiamo capito benissimo chi
            sono per certa sinistra... tutti quei fessi che
            sono obbligati a dichiarare il loro reale
            reddito!Perché, "il contributo di solidarietà" chi colpisce invece? Le "manovre" fatte dal governo Berlusconi sin'ora chi hanno colpito? Gli evasori fiscali? I vari "furbetti del quartierino"? E che fa, colpisce gli amici suoi ora Berlusconi?Ma non hai capito il senso di quello che dicevo, il punto d'accordo non è la capacità di fare l'inciucio, ma quella di non trasformare ogni decisione in una guerra di religione. Pur non snaturando la propria linea, il punto di accordo si ottiene limando gli ideologismi inutili.Ma questo governo... evitando la discussione di gran parte delle leggi è andato avanti a colpi di fiducia pur avendo (avuto) una maggioranza schiacciante. Pure su questa intendevano "porre la fiducia", lasciando inalterato un testo vergognoso, da libera repubblica delle banane.

            In più di 10 anni di comando, cosa ha fatto

            Berlusconi? C'è una cosa utile che
            Berlusconi
            sia

            riuscito a portare a termine e che non
            riguardi i

            suoi problemi economici, personali e

            giudiziari?



            E la sinistra in questi 10 anni cosa ha fatto? il
            Governo Prodi? Continue battaglie con l'aiuto dei
            magistrati loro sodali contro il comune
            nemico?
            Quali sarebbero le loro idee per risollevare il
            paese dalla crisi? Crisi si badi bene che non è
            certo colpa di Berlusconi, visto che coinvolge
            tutto il mondo, compresi paesi amministrati da
            supposti leader illuminati di sinistra vedi
            Zapatero o Gran Bretagna, (solo da poco ripassata
            sotto i
            conservatori)...
            Dicono che cambiando governo tutto si risolverà?
            Perchè non dicono come sistemeranno loro i conti!
            Parlano di lotta all'evasione... perchè non
            l'hanno fatta sul serio con Prodi, perchè
            dovrebbero farla
            adesso?Al governo non c'è la sinistra, c'è Berlusconi, ed il bilancio del suo operato è pietoso. Degli ultimi 15 anni, 10 li ha governati Silvio, non "la sinistra", ed ogni volta che c'è stato lui l'economia ha receduto, il debito pubblico è aumentato, la qualità della vita è diminuita.La crisi è mondiale, ma mentre Silvio andava in giro a raccontare che la crisi era finita e che l'italia andava benissimo, gli altri paesi investivano in sviluppo. Mentre Silvio fra una XXXXXtta e l'altra condannava l'Italia alla recessione economica e culturale, gli altri paesi, pur tagliando dove era possibile, spendevano per preparare la ripresa. Ed oggi? Gli altri sono tornati a CRESCERE, noi siamo al palo. Sarà anche questa "colpa della sinistra"?E cosa dovremmo giudicare, topi imbarcati su una nave che sta colando a picco? Il governo Prodi, che non c'è più?
            No ve lo dico Io cosa faranno, metteranno una
            bella patrimoniale sulle case sopra i
            200.000/300.000 euro (anche prima casa
            ovviamente) e sui soldi tenuti sul conto
            corrente... come al solito e poi magari faranno
            fuori le pensioni di anzianità (e questo forse
            non sarebbe un
            male)Curiosità... cosa dovrebbero fare secondo te per risolvere la situazione?
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          - Scritto da: Ubunto
          - Scritto da: iupiter

          (non sia mai che riguardino D'Alema e soci,

          allora la cosa diventa un reato

          grave!)



          se lo fanno a d'alema lui querela e intasca

          soldi...eccoli i soliti indignati per silvio
          e
          le

          donnine

          Se D'Alema viene diffamato, lui querela come
          qualunque altro, incluso Berlusconi, può fare. E'
          un diritto. Non è il divieto di parlar male di
          D'Alema. E il divieto di scrivere cose FALSE su
          D'Alema o chicchesia, incluso Berlusconi. E
          questo è così, già adesso, ora, in questo
          momento.
          Piccolo particolare, se Berlusconi querela tutto si risolve in un'alzata di spalle, lo feriscono in modo serio al volto con una statuetta, il criminale viene immediatamente scagionato e perdonato, osano pubblicare due righe di intercettazione su D'Alema e su certi affari bancari poco chiari, e allora la magistratura si muove e condanna immediatamente Giornale e Paolo Berlusconi... tutto normale vero?
          Se D'Alema venisse intercettato e indagato, le
          sue conversazioni pubblicate, io avrei modo di
          farmi un'opinione più completa del personaggio.
          Eh già piacerebbe anche a me, ma tanto lo sappiamo benissimo tutti e due, le intercettazioni vengono fatte filtrare solo a seconda delle convenienze del magistrato di turno... molto democratico!
          Se i contenuti delle intercettazioni dovessero
          evidenziare comportamenti platealmente contrari
          all'etica che è richiesta a un politico, nel caso
          in cui D'Alema dovesse in quel momento coprire
          incarichi istituzionali, il signor D'Alema
          dovrebbe dimettersi seduta
          stante.
          Se? Ma se tutte le inchieste sulla sinistra italiana vengono sempre insabbiate! Vorrei ricordare che La storia di Penati fu denunciata da Albertini in qualità di sindaco di Milano diversi anni fa, guarda caso la procura incomincia a muoversi solo oggi, quando il reato sta per essere prescritto, alla faccia dell'obbligatorietà dell'azione penale! Che dire poi dei vari abusi compiuti dai compagnucci in Campania, Toscana, Emilia Romagna... la grande distribuzione è affidata solo alle COOP... tutto legittimo vero? Se qualcuno osa evidenziarlo, vedi Ex presidente Esselunga allora viene condannato!E le grandi infrastrutture? Nessuno si ricorda della diga del Bilancino, invaso strategico per prevenire le piene dell'Arno? Sono stati spesi centinaia di milioni di euro per un'opera inutilizzabile perchè nel previsto bacino ci hanno costruito! Ma tanto sono i cari compagnucci ad averlo fatto va tutto bene così!
          Non centra niente che D'Alema sia stato "votato",
          il suo diritto <u
          individuale </u

          di godere del <b
          privilegio </b

          che una <b
          carica istituzionale
          </b
          gli concede, NON E' superiore
          all'obbligo morale che questa gli impone, né
          tanto meno lo pone su un piano superiore alla
          tutela dell'interesse
          generale.
          Peccato che le indagini e lo sXXXXXXXmento sia sempre a senso unico! E' questo il problema! Una magisteratura che nell'80% dei suoi componenti si riconosce in magistratura democratica che non nasconde le sue simpatie per la sinistra e neanche tanto moderata!
          Se in seguito il signor D'Alema viene pure
          condannato, e quindi è definitivamente confermato
          che ha commesso un reato, il signor D'Alema deve
          sparire dalla scena politica e non farsi MAI PIU'
          vedere.
          In entrambi i casi il paese trae beneficio
          dall'allontanamento dai centri di potere di un
          personaggio equivoco, se non
          compromesso.
          Peccato che la magistratura una tale indagine non la faccia mai! Ancora per esempio non è chiaro come il sig D'Alema abbia ottenuto a metà prezzo una certa barca a vela o perchè abitasse a Roma in una casa ad affitto simbolico... Non mi risulta che D'Alema si sia dovuto dimettere da alcunchè!

          ma quando marrazzo va coi trans e usa i soldi

          della regione no eh...

          Marrazzo infatti si è dimesso, ed è giusto così.
          Trans o prostutite non sarebbe cambiata una
          virgola, infatti non sono stati messi in
          discussione i suoi gusti sessuali, ma l'utilizzo
          di denaro in cambio di prestazioni sessuali e
          l'impiego contemporaneo di sostanze stupefacenti
          (XXXXXXX).Inchiesta insabbiata anche li con tanto di cadaveri, tanto per non far capire al popolino dove il sig Marrazzo prendesse i soldi per i suoi festini...

          i soliti..si indignano solo per quello che
          pare
          a

          loro

          per le coop rosse e il resto mai...ah
          dimenticavo

          il marito della finocchiaro giusto ora
          indagato

          di assegnazioni appalti senza gara...s e'
          cuccato

          solo 175mila euro..o vogliamo parlare di
          penati

          in lombardia, tedesco in puglia...

          Non cambia nulla.eh già non cambia nulla, hai ragione, tutte le inchieste sulla sinistra finiscono sempre su un binario morto... lo si è già visto con mani pulite!D'altronde se un noto ex magistrato è innocente quando prende mercedes e telefonini da amici imprenditori poi indagati...
    • Umi-Bozu scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembra
      giusto affidare la difesa della propria
      onorabilità ad un post di
      replica?
      A me no! A me sembra giusto che certe
      affermazioni inconsistenti possano e debbano
      essere rimosse da chi gestisce il blogFacciamo prima un po' di chiarezza:CALUNNIA: accusare FORMALMENTE (tramite denuncia ecc. davanti all'autorità) qualcuno di aver commesso un reato pur sapendo che egli non l'ha commesso. Ci sono già delle leggi che la sanzionano.DIFFAMAZIONE: divulgare pubblicamente e in assenza della persona notizie che ne le ledono la reputazione. NON C'E' DIFFAMAZIONE nel caso si verifichino insieme le tre condizioni: 1. la notizia divulgata è vera 2. La notizia divulgata ha rilevanza sociale 3. La forma in cui è divulgata è appropriata. (es. è rilevante sapere se un politico in passato è stato condannato per stupro o per furto o per peculato ecc.) A proposito dei blog e dei siti, ci sono delle leggi che puniscono la diffamazione.
      Il rendere più incisivo il divieto di
      pubblicazione, visto che l'attuale legge è
      tranquillamente violata da qualunque
      giornale/magistrato, mi sembra quanto meno
      doveroso... che cosa vuol dire il cittadino deve
      conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero
      servire al magistrato per imbastire un proXXXXX?
      Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa?
      quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti
      diverranno pubblici -tutti- e allora potranno
      essere
      pubblicati!
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?La maggior parte delle intercettazioni che leggi o hai letto sui giornali non sono coperte da segreto, che vale fino alla chiusura delle indagini.Il divieto di pubblicazione colpirebbe solo il lettore.
    • bubba scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembraBeh che c'e' Enjoy? sei rimasto seppellito in una tomba per quasi 2 anni?Guarda che la legge cosidetta anti-intercettazioni e' stata presentata una vita fa, e tutte le tue puerili argomentazioni sono state sviscerate sino alla morte...Anche tutte le lagne, misinterpretazioni su wikipedia, l'azione politica (vs partitica), l'obbligo di rettifica a prescindere dalla verita' [e questo e' gia in parte legge] senza contradittorio/giudice , ecc e' gia stato tutto sviscerato. Si deve sempre ricominciare da capo? GH
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      Ti sfugge un piccolo particolare, la separazione dei poteri. Esiste un organo giudiziario per i reati di diffamazione, scavalcarlo è farsi giustizia privata e mettere troppo potere nelle mani di pochi sotto la minaccia di una multa stratosferica, e bada bene sia a torto o tanto per capriccio.Se qualcuno ti diffama lo denuncia alla giustizia.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Libertà di stampa o di calunnia?
        Stai delirando ?
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          - Scritto da: Sgabbio
          Stai delirando ?Io?Ma a te sembra che in Italia la giustizia sia tale?Processi che durano decenni, magistrati intoccabili, magistrati che teoricamente dovrebbero essere super partes che non nascondono le proprie preferenze politiche, anzi sono iscritti all'80% a magistratura democratica che negli anni di piombo quasi quasi scusava le Br...Hanno tentato un colpo di stato con mani pulite e da allora continuano a provarci, qualsiasi indagine sulla sinistra viene rapidamente insabbiata....Hai bisogno di un proXXXXX civile? Qualcuno ha dei debiti che non onora? Stai fresco, possono passare anche più di 10 anni... e intanto chi ti risarcisce?Poi si parla tanto di caste... ma quella dei magistrati che cosa è? I super intoccabili, auto governati, titolati a fare tutto quello che vogliono, basta che non tocchino la sinistra, mai nessuno che debba rispondere dei suoi errori... cavolo basta guardare un qualsiasi proXXXXX importante Perugia, Cogne ecc per vedere quanto sciatte siano le prestazioni di questa nostra magistratura... ormai i RIS sono argomento di barzellette a Zelig!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            A parte la lentezza delle giustizia che è colpa più della burocrazia statale che nella giustizia in se, il resto che dici sono i soliti discorsi senza capo ne cosa sulla giustizia.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            A parte la lentezza delle giustizia che è colpa
            più della burocrazia statale che nella giustizia
            in se, il resto che dici sono i soliti discorsi
            senza capo ne cosa sulla
            giustizia.Ah non è quindi un dato di fatto che al contrario di qualsiasi altra categoria i magistrati siano intoccabili vero?Se sbagliano paga lo stato, loro mai, anche davanti ad errori grossolani, ti ricordi il caso di Enzo Tortora, sai che fine ha fatto quel magistrato... ha fatto carriera!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Dopo il caso di enzo tortora hanno messo una legge sulla responsabilità dei giudici, solo che tale legge non viene mai applicata.Questa la propaganda berlusconiana non lo dice mai.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Dopo il caso di enzo tortora hanno messo una
            legge sulla responsabilità dei giudici, solo che
            tale legge non viene mai
            applicata.
            Questa la propaganda berlusconiana non lo dice
            mai.Ma davvero? Sai come sono andate le cose?http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Tortoraqui ti ho messo alcuni estratti"L'accusa si basa, di fatto, unicamente su di un'agendina trovata nell'abitazione di un camorrista, Giuseppe Puca detto O'Giappone, con su scritto a penna un nome che appare essere, all'inizio, quello di Tortora, con a fianco un numero di telefono; nome che, a una perizia calligrafica, risulterà non essere il suo, bensì quello di tale Tortona. Nemmeno il recapito telefonico risulterà appartenere al presentatore.""Il caso Tortora porterà, in quello stesso anno, al referendum sulla responsabilità civile dei magistrati: in quella consultazione voterà il 65% degli aventi diritto, l'80% dei quali si esprimerà per l'estensione della responsabilità civile anche ai giudici.Nessuna azione penale o indagine di approfondimento venne mai avviata, né alcun procedimento disciplinare verrà mai promosso davanti al Consiglio Superiore della Magistratura a carico dei pubblici ministeri napoletani, che proseguiranno le proprie carriere, senza ricevere censure per il loro operato nel caso Tortora."Tutto chiaro?Quindi nonostante un referendum, i magistrati continuano ad essere intoccabili, visto che neppure davanti agli errori clamorosi, nessuno di loro viene licenziato, che dico neppure censurato!Quindi di quale propaganda parli? Qui i Berluscones hanno ragione da vendere!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Ma, hai letto quel che ho scritto?Ho detto che D O P O il caso di Ezio tortora hanno sta legge è passata con il referendum, ma che poi non fu mai applicata.Tra l'altro da quel che so io, le leggi in italia non sono retroattive, lo dice pure la costituzione.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma, hai letto quel che ho scritto?
            Ho detto che D O P O il caso di Ezio tortora
            hanno sta legge è passata con il referendum, ma
            che poi non fu mai
            applicata.

            Tra l'altro da quel che so io, le leggi in italia
            non sono retroattive, lo dice pure la
            costituzione.A parte che si chiamava Enzo Tortora, hai per caso da citare nomi di giudici che siano stati licenziati per gravi inadempienze? Io ne ricordo solo uno... un tizio che è riuscito a far scarcerare per decorrenza dei termini non mi ricordo quanti mafiosi perchè in 10 anni non aveva trovato il tempo di scrivere le motivazioni di una sentenza... caspita che severità!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Ripeto, tu i miei post non li leggi, però i dettagli più inutili li cogli.Quale parte di "legge non fu mai applicata" non ti è chiara ?Ti ricordo pure che non c'è un giudice per proXXXXX anche, eh ?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Ripeto, tu i miei post non li leggi, però i
            dettagli più inutili li
            cogli.

            Quale parte di "legge non fu mai applicata" non
            ti è chiara
            ?
            Ti ricordo pure che non c'è un giudice per
            proXXXXX anche, eh
            ?A me non è chiaro su cosa stai polemizzando, Io parlo di casta di intoccabili e tu tiri fuori che non non è vero, esiste una legge, ma non è applicata... invece di tanti giri di parole basta dire si hai ragione i giudici italiani sono una super casta, sono intoccabili e sono in massima parte politicizzati ed usano spesso i loro poteri per fare lotta politica o per sfogare le proprie antipatie personali (vedi caso Tortora)!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Tu dici falisita sul fatto che i giudici e affini siano intoccabili, se fosse cosi, de magistris e la Forleo continuavano le loro inchieste senza problemi.Diciamo che sono intoccabili quando fa comodo.
    • max scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembra
      giusto affidare la difesa della propria
      onorabilità ad un post di
      replica?
      A me no! A me sembra giusto che certe
      affermazioni inconsistenti possano e debbano
      essere rimosse da chi gestisce il blog, che il
      tutto poi vada fatto in modo da concedere al
      gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di
      dubbio, ma non è certo tollerabile che come è
      avvenuto in passato per settimane intere su
      Facebook si potesse leggere di gruppi che
      invitavano ad uccider questo o quell'uomo
      politico o che inneggiassero alla pulizia etnica
      o ad altre amenità
      simili.
      quanto al tema intercettazioni è sotto gli occhi
      di tutti l'uso politico e distorto che ne viene
      fatto dalle procure, con pubblicazione solo di
      determinati stralci (quelli che fanno comodo) e
      solo contro determinate persone, arrivando al
      paradosso che l'unico indagato per diffusione
      illecita di tali intercettazioni sia il Giornale
      (Paolo
      Berlusconi).
      Il rendere più incisivo il divieto di
      pubblicazione, visto che l'attuale legge è
      tranquillamente violata da qualunque
      giornale/magistrato, mi sembra quanto meno
      doveroso... che cosa vuol dire il cittadino deve
      conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero
      servire al magistrato per imbastire un proXXXXX?
      Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa?
      quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti
      diverranno pubblici -tutti- e allora potranno
      essere
      pubblicati!
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?
      Avete mai sentito parlare di intercettazioni a
      strascico in cui per intercettare una persona si
      intercetta un'intera cella telefonica e poi si
      divulgano le telefonate anche di chi non ha nulla
      a che fare con
      l'indagine?
      L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma questa
      magistratura e questa opposizione hanno colpe che
      non sono certamente meno
      gravi!a me sembra bestiale che di contro al fatto che siamo governati da un individuo totalmente irresponsabile, ricattabile fino all'osso, che si circonda di figure così grottescamente losche, che è un uomo così che DECIDE DELLE NOSTTE VITE, tu e tanti altri stat a preoccupsrvi del segreto istruttorio...ebbeni sì... se il Presidente del Consiglio del mio Paese organizza festoni a cui ha acXXXXX gente di ogni tipo, che lo potrebbe mettere nei XXXXXX in ogni momento solo aprendo bocca... io voglio saperlo! non mi frega nulla se commette o no reati! mi frega di sapere quanto è serio e responsabile chi mi governa!quando il signor Silvio Berlusconi non sarà più un uomo di Stato, allora smetterò di interessarmi a chi frequenta...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Libertà di stampa o di calunnia?
        - Scritto da: max
        - Scritto da: Enjoy with Us

        C'è qualcuno che tende a confondere le due
        cose!

        A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare
        su

        facebok o sito analogo qualche bel post che
        vi

        descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole

        anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembra

        giusto affidare la difesa della propria

        onorabilità ad un post di

        replica?

        A me no! A me sembra giusto che certe

        affermazioni inconsistenti possano e debbano

        essere rimosse da chi gestisce il blog, che
        il

        tutto poi vada fatto in modo da concedere al

        gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di

        dubbio, ma non è certo tollerabile che come è

        avvenuto in passato per settimane intere su

        Facebook si potesse leggere di gruppi che

        invitavano ad uccider questo o quell'uomo

        politico o che inneggiassero alla pulizia
        etnica

        o ad altre amenità

        simili.

        quanto al tema intercettazioni è sotto gli
        occhi

        di tutti l'uso politico e distorto che ne
        viene

        fatto dalle procure, con pubblicazione solo
        di

        determinati stralci (quelli che fanno
        comodo)
        e

        solo contro determinate persone, arrivando al

        paradosso che l'unico indagato per diffusione

        illecita di tali intercettazioni sia il
        Giornale

        (Paolo

        Berlusconi).

        Il rendere più incisivo il divieto di

        pubblicazione, visto che l'attuale legge è

        tranquillamente violata da qualunque

        giornale/magistrato, mi sembra quanto meno

        doveroso... che cosa vuol dire il cittadino
        deve

        conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero

        servire al magistrato per imbastire un
        proXXXXX?

        Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi
        stampa?

        quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti

        diverranno pubblici -tutti- e allora potranno

        essere

        pubblicati!

        Ma avete mai sentito in qualsiasi altro
        paese
        del

        mondo una diffusione così massiva di

        intercettazioni teoricamente protette dal
        segreto

        istruttorio?

        Avete mai sentito parlare di intercettazioni
        a

        strascico in cui per intercettare una
        persona
        si

        intercetta un'intera cella telefonica e poi
        si

        divulgano le telefonate anche di chi non ha
        nulla

        a che fare con

        l'indagine?

        L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma
        questa

        magistratura e questa opposizione hanno
        colpe
        che

        non sono certamente meno

        gravi!

        a me sembra bestiale che di contro al fatto che
        siamo governati da un individuo totalmente
        irresponsabile, ricattabile fino all'osso, che si
        circonda di figure così grottescamente losche,
        che è un uomo così che DECIDE DELLE NOSTTE VITE,
        tu e tanti altri stat a preoccupsrvi del segreto
        istruttorio...
        ebbeni sì... se il Presidente del Consiglio del
        mio Paese organizza festoni a cui ha acXXXXX
        gente di ogni tipo, che lo potrebbe mettere nei
        XXXXXX in ogni momento solo aprendo bocca... io
        voglio saperlo! non mi frega nulla se commette o
        no reati! mi frega di sapere quanto è serio e
        responsabile chi mi
        governa!
        quando il signor Silvio Berlusconi non sarà più
        un uomo di Stato, allora smetterò di interessarmi
        a chi
        frequenta...Ah certo, d'Alema, Prodi, Bersani e Soci invece loro si che sono superiori, loro si che hanno le ricette giuste e che a livello interanzionale sono credibili... ma si una bella patrimoniale, tassiamo i ricchi, tassiamo le case di lusso, facciamo la lotta all'evasione... lo abbiamo visto col recente governo Prodi!
        • Sgabbio scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          Vabbè sei lotizzato anche tu.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Vabbè sei lotizzato anche tu.Certo, chiunque non pensi che Prodi e soci siano il bene per l'Italia è un povero scemo vero?Chiunque dubiti di personaggi come Montezemolo o come certi Ex DC è da condannare!Guarda che se pensi che Io stia difendendo l'operato di Berlusconi ti sbagli di grosso, sono pienamente cosciente dei suoi limiti e dei grossolani errori condotti nella sua vita privata, ma è sulle ricette per uscirne che non sono d'accordo, la sinistra è sempre riuscita a fare peggio e a far rimpiangere chiunque governasse prima di Lei... ti sei mai chiesto come mai dopo Prodi Berlusconi abbia vinto le elezioni? Come fai a sostenere che il bene per l'Italia sia ritornare ad una sorta di Prodi bis con o senza Prodi (tanto Bersani non è certo meglio!)?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            non mettermi parola che non ho detto: Io non ho mai detto che il bene per l'italia sia un prodi BIS.La sinistra in italia è un minestrone dove tutti vogliono fare i capi e non si mettono d'accordo nemmeno su cosa fare per cena.E anche grazie a questo che Berlusconi ha sempre vinto a mani basse quando la Sinstra al governo si trovava in difficoltà.C'è anche da dire che sono stati XXXXXXXX chi ha RIVOTATO Berlusconi quando sapeva benissimo che XXXXXXX a fatto.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            non mettermi parola che non ho detto: Io non ho
            mai detto che il bene per l'italia sia un prodi
            BIS.

            La sinistra in italia è un minestrone dove tutti
            vogliono fare i capi e non si mettono d'accordo
            nemmeno su cosa fare per
            cena.

            E anche grazie a questo che Berlusconi ha sempre
            vinto a mani basse quando la Sinstra al governo
            si trovava in
            difficoltà.

            C'è anche da dire che sono stati XXXXXXXX chi ha
            RIVOTATO Berlusconi quando sapeva benissimo che
            XXXXXXX a
            fatto.E allora oggi cosa stai ad invocare? Un qualche cosa che non esiste? Cade Berlusconi e cosa facciamo rivotiamo? Facciamo un bel governo tecnico? E secondo te quello che ne uscirà sarà meglio e risolverà la crisi economica? Poi sono Io l'illuso!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Enjoy with Us
            E allora oggi cosa stai ad invocare? Un qualche
            cosa che non esiste? Cade Berlusconi e cosa
            facciamo rivotiamo? Facciamo un bel governo
            tecnico? E secondo te quello che ne uscirà sarà
            meglio e risolverà la crisi economica? Poi sono
            Io
            l'illuso!Aridaje! IO NON STO INVOCANDO NESSUNO, la smetti di metteremi in bocca parole non mie ?Di certo una vera altenativa a sto governo vergognoso sembra non ci sia, il problema sta proprio della maggioranza dei politici che stanno li che non da proprio fiducia, c'è proprio unoa sfiducia generale di tutta la categoria.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: Enjoy with Us


            E allora oggi cosa stai ad invocare? Un
            qualche

            cosa che non esiste? Cade Berlusconi e cosa

            facciamo rivotiamo? Facciamo un bel governo

            tecnico? E secondo te quello che ne uscirà
            sarà

            meglio e risolverà la crisi economica? Poi
            sono

            Io

            l'illuso!

            Aridaje! IO NON STO INVOCANDO NESSUNO, la smetti
            di metteremi in bocca parole non mie
            ?
            Di certo una vera altenativa a sto governo
            vergognoso sembra non ci sia, il problema sta
            proprio della maggioranza dei politici che stanno
            li che non da proprio fiducia, c'è proprio unoa
            sfiducia generale di tutta la
            categoria.E allora di cosa stai parlando? A che serve agitarsi se tanto alternative non ce ne sono?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Giusto! Allora non protestiamo e mettiamoci tutti a novanta....Mi sembra di parlare con un muro, senza offesa.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Giusto! Allora non protestiamo e mettiamoci tutti
            a
            novanta....

            Mi sembra di parlare con un muro, senza offesa.Io ho detto una cosa ben diversa, Ho detto che protestare contro l'attuale governo, viste le mancanze di alternative è stupido, non ho detto di non fare nulla, se qualcuno incominciasse a presentare un progetto credibile di governo, con i tagli al welfare necessari (pensioni, sanità, ridistribuzione e nei casi necessari licenziamento di dipendenti pubblici), con i tagli ai costi della politica... equiparazione alla media dei costi UE, taglio delle auto blu, taglio del numero di deputati e senatori, privatizzazione dei servizi di trasporto pubblico, vedita effettiva del patrimonio immobiliare pubblico, avrebbe il mio voto!Vedrei di buon occhio anche una attenta valutazione di certi assegni pensionistici, non solo i vitalizi dei parlamentari, ma anche certe baby pensioni (a me sta storia dei diritti acquisiti mi ha sfondato le scatole) e di certe pensioni sociali... sono stufo marcio di dover pagare aliquote elevatissime sul mio reddito + contributi pensionistici + Iva e tasse indirette varie per poi dover pagare qualsiasi prestazione sanitaria... ma quante volte devo pagare?Ma chi è che ha il coraggio di presentarsi con un tale progetto di governo?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            altri tagli alla sanità che cade a pezzi e alle pensioni che sono ridotte sempre all'osso, dalle persone sbagliate ?Il problema e che invece di tagliare su cose esenziali, basterebbe eliminare gli sperperi.E' inutile tagliare lo stimpendo del parlamentare se poi ha gli stessi assurdi privilegi e dove lavorano fanno spese idiote e stupide.Poi tu vuoi privatizzare il privatizzabile, guarda la privatizzazione porta più guai che benefici, basta vedere cosa hanno fatto con la sip, i danni ci sono ancora oggi.Vogliamo privatizzare il trasposto pubblico ? Ok, cosi tagliano le tratte "non reditizzie" secondo strani criteri e aumenteranno i prezzi senza migliorare i servizi....Storia già vista, la privatizzazione non è una soluzione.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?

            Storia già vista, la privatizzazione non è una
            soluzione.Senza dimenticare l'eliminazione dei concorsi per l'acXXXXX ai posti di lavoro. Nonostante le probabili manomissioni, i concorsi lasciano a tutti coloro che abbiano determinate caratteristiche la possibilità di ottenere un posto di lavoro. Le grandi società privatizzate fanno come vogliono, in piena legalità.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Si basano sul profitti, spese e utili e basta, dimenticando che magari fanno un servizio di pubblica utilità in certi settori, basti pensare ai trasporti pubblici come esempio di prima.Tra l'altro con l'ultimo referendum non si potrebbe fare.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            altri tagli alla sanità che cade a pezzi e alle
            pensioni che sono ridotte sempre all'osso, dalle
            persone sbagliate
            ?
            Le pensioni vanno a chi ha pagato i contributi, il resto si chiama assistenza sociale e va fatto con i proventi delle tasse, non con i contributi pensionistici... altrimenti i contributi cosa sono altre tasse?
            Il problema e che invece di tagliare su cose
            esenziali, basterebbe eliminare gli
            sperperi.
            Certo che gli sperperi vanno tagliati, ma tu credi che basti per risanare i conti della nazione? Pensi che siano sostenibili i milioni di baby pensionati che oggi a 50-60 anni percepiscono pensioni superiori a quelle a cui avremo diritto noi fra una trentina d'anni?Oppure pensi che le pensioni sociali elargite perfino ai genitori degli extracomunitari appena mettono piede in Italia siano sostenibili?Basta intendersi su cosa siano sprechi e sperperi...
            E' inutile tagliare lo stimpendo del parlamentare
            se poi ha gli stessi assurdi privilegi e dove
            lavorano fanno spese idiote e
            stupide.
            Beh secondo me se dal punto di vista di riequilibrio dei conti pubblici il taglio di stipendi, pensioni, auto blu ecc di parlamentari e politici in generale, certo non sono risolutivi, almeno sono un segnale forte che TUTTI qualche sacrificio lo fanno... altrimenti poi come fai a chiedere il licenziamento degli statali in esubero o il loro trasferimento o ancora il taglio di stipendi che in generale non sono certo elevati!
            Poi tu vuoi privatizzare il privatizzabile,
            guarda la privatizzazione porta più guai che
            benefici, basta vedere cosa hanno fatto con la
            sip, i danni ci sono ancora
            oggi.Ah invece tenere tutto statale porta ad incredibili benefici, tipo le FS in perdita da sempre, la Rai idem, i trasporti locali ecc...Parlano tanto di liberizzazione? Ecco diamo il permesso a chiunque voglia di organizzare servizi di trasporti nelle citta, dal taxi al minibus all'autobus vero e proprio e vediamo cosa succede!
            Vogliamo privatizzare il trasposto pubblico ? Ok,
            cosi tagliano le tratte "non reditizzie" secondo
            strani criteri e aumenteranno i prezzi senza
            migliorare i
            servizi....
            Almeno non si sarà costretti a ripianare i conti di tali società tutti gli anni... secondo te 1.5 euro di biglietto per una corsa in autobus è poco? Perchè tale cifra copre dal 30% al 50% del servizio?Se si liberalizza il settore concedendo l'autorizzazione a chiunque a far girare i propri mezzi in una città, magari i prezzi scendono?
            Storia già vista, la privatizzazione non è una
            soluzione.E la soluzione allora cos'è lo status quo?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Le pensioni vanno a chi ha pagato i contributi,
            il resto si chiama assistenza sociale e va fatto
            con i proventi delle tasse, non con i contributi
            pensionistici... altrimenti i contributi cosa
            sono altre
            tasse?Tu hai parlato di tagliare tutte le pensioni ho sbaglio ?

            Certo che gli sperperi vanno tagliati, ma tu
            credi che basti per risanare i conti della
            nazione? Pensi che siano sostenibili i milioni di
            baby pensionati che oggi a 50-60 anni
            percepiscono pensioni superiori a quelle a cui
            avremo diritto noi fra una trentina
            d'anni?Tu hai parlato di tagliare tutte le pensioni.
            Oppure pensi che le pensioni sociali elargite
            perfino ai genitori degli extracomunitari appena
            mettono piede in Italia siano
            sostenibili?
            Basta intendersi su cosa siano sprechi e
            sperperi...Dove le hai lette ste storie assurde ? Su la padania ? Noto giornale xenofobo ?

            Beh secondo me se dal punto di vista di
            riequilibrio dei conti pubblici il taglio di
            stipendi, pensioni, auto blu ecc di parlamentari
            e politici in generale, certo non sono
            risolutivi, almeno sono un segnale forte che
            TUTTI qualche sacrificio lo fanno... altrimenti
            poi come fai a chiedere il licenziamento degli
            statali in esubero o il loro trasferimento o
            ancora il taglio di stipendi che in generale non
            sono certo
            elevati!A parte che gli statali vengono vessati da le attuali leggi idiote e da una campagna mediatica denigratoria sui soliti luoghi comuni che circolano su questa categoria, il problema principale non è lo stipendio dei parlamentari ma i loro assurdi privilegi, come la pensione dopo 18 mesi di lavoro e nessuna sanzione se fanno gli assenteisti o non fanno il loro lavoro ecc ecc.Quello è il vero spreco, come le tante auto blu e un'altra serie di agevolazioni che non c'entrano nulla con il loro mestiere.

            Ah invece tenere tutto statale porta ad
            incredibili benefici, tipo le FS in perdita da
            sempre, la Rai idem, i trasporti locali
            ecc...Infatti le Ferrovie dello stato da quando le hanno privatizzate, sono un fiore, c'è l'ha invidiano tutti! Buttano via i soldi per il freccia rossa ma poi per i treni usati dai comuni mortali, non fanno nemmeno le pulizie e lasciano i pendolari ad ammassarsi nei vagoni, per risparmiare.E' già un miracolo che fanno manutenzione sui binari.Non vedo perchè bisogna a tutti costi privatizzare la rai, chi è dice che la Rai privatizzata andrebbe meglio ? Fa gola a molti privati per le risorse che ha, ma nel giro di pochi hanni verrebbe devasta di più, credimi.All'estero hanno anche la tv pubblica e non si lagnano, perchè fa realmente il suo mestiere, riformare la rai levando i politici a gestirla invece che privatizarla fa cosi schifo ?I trasporti locali non vanno privatizzati a prescindere, li non esiste concorrenza...vogliamo creare nuovi monopoli indistruttibili ?
            Parlano tanto di liberizzazione? Ecco diamo il
            permesso a chiunque voglia di organizzare servizi
            di trasporti nelle citta, dal taxi al minibus
            all'autobus vero e proprio e vediamo cosa
            succede!Liberalizzare è diverso da privatizzare, non confondiamo le cose.

            Almeno non si sarà costretti a ripianare i conti
            di tali società tutti gli anni... secondo te 1.5
            euro di biglietto per una corsa in autobus è
            poco? Perchè tale cifra copre dal 30% al 50% del
            servizio?Ahhh bhè perchè invece privatizando i prezzi calano in automatico...ma perfavore! Un azienda statale non ha come scopo il profitto, ma di dare un servizio, ovvio che farà strategie che costano delle perdite, li sta a chi li gestisce a non fare magna magna assurdi.Scusa vuoi che con le tasse avere dei servizi poi ti lamenti che ci spendono per darteli ?
            Se si liberalizza il settore concedendo
            l'autorizzazione a chiunque a far girare i propri
            mezzi in una città, magari i prezzi
            scendono?Perchè confondi liberalizzazione con Privatizzazione ?Sai che sono due cose diverse ? Sai che con la liberalizzazione non si esclute il pubblico ?
            E la soluzione allora cos'è lo status quo?Ma assolutamente no, non essere cosi assulutista: La soluzione sarebbe una migliore gestione delle risorse pubbliche, non è una cosa cosi difficile.La privatizzazione selvaggia non aiuta sopratutto se non è fatta con criterio, come è sucXXXXX con alcune realtà statali come la sip, del resto non ha nemmeno senso liberalizzare il trasposto pubblico locale, in quanto le logiche di mercato cozzano con la pubblica utilità del servizio che deve perforza coprire anche aree dove non si usufruisce tanto del servizio.Idem per altri settori di pubblica utilità. La liberalizzazione potrebbe essere un pagliativo, ma alla fine l'azienda pubblica c'è sempre ed ha degli obblighi di copertura totale che i privati non hanno...quindi tanto vale.
        • max scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: max

          - Scritto da: Enjoy with Us


          C'è qualcuno che tende a confondere le
          due

          cose!


          A Voi piacerebbe svegliarvi domani e
          trovare

          su


          facebok o sito analogo qualche bel post
          che

          vi


          descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX
          colpevole


          anche della morte di Gesu Cristo? Vi
          sembra


          giusto affidare la difesa della propria


          onorabilità ad un post di


          replica?


          A me no! A me sembra giusto che certe


          affermazioni inconsistenti possano e
          debbano


          essere rimosse da chi gestisce il blog,
          che

          il


          tutto poi vada fatto in modo da
          concedere
          al


          gestore del blog tempi ragionevoli è
          fuori
          di


          dubbio, ma non è certo tollerabile che
          come
          è


          avvenuto in passato per settimane
          intere
          su


          Facebook si potesse leggere di gruppi
          che


          invitavano ad uccider questo o
          quell'uomo


          politico o che inneggiassero alla
          pulizia

          etnica


          o ad altre amenità


          simili.


          quanto al tema intercettazioni è sotto
          gli

          occhi


          di tutti l'uso politico e distorto che
          ne

          viene


          fatto dalle procure, con pubblicazione
          solo

          di


          determinati stralci (quelli che fanno

          comodo)

          e


          solo contro determinate persone,
          arrivando
          al


          paradosso che l'unico indagato per
          diffusione


          illecita di tali intercettazioni sia il

          Giornale


          (Paolo


          Berlusconi).


          Il rendere più incisivo il divieto di


          pubblicazione, visto che l'attuale
          legge
          è


          tranquillamente violata da qualunque


          giornale/magistrato, mi sembra quanto
          meno


          doveroso... che cosa vuol dire il
          cittadino

          deve


          conoscere? Le intercettazioni non
          dovrebbero


          servire al magistrato per imbastire un

          proXXXXX?


          Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi

          stampa?


          quando si celebrerà il proXXXXX, gli
          atti


          diverranno pubblici -tutti- e allora
          potranno


          essere


          pubblicati!


          Ma avete mai sentito in qualsiasi altro

          paese

          del


          mondo una diffusione così massiva di


          intercettazioni teoricamente protette
          dal

          segreto


          istruttorio?


          Avete mai sentito parlare di
          intercettazioni

          a


          strascico in cui per intercettare una

          persona

          si


          intercetta un'intera cella telefonica e
          poi

          si


          divulgano le telefonate anche di chi
          non
          ha

          nulla


          a che fare con


          l'indagine?


          L'attuale governo ha delle colpe gravi,
          ma

          questa


          magistratura e questa opposizione hanno

          colpe

          che


          non sono certamente meno


          gravi!



          a me sembra bestiale che di contro al fatto
          che

          siamo governati da un individuo totalmente

          irresponsabile, ricattabile fino all'osso,
          che
          si

          circonda di figure così grottescamente
          losche,

          che è un uomo così che DECIDE DELLE NOSTTE
          VITE,

          tu e tanti altri stat a preoccupsrvi del
          segreto

          istruttorio...

          ebbeni sì... se il Presidente del Consiglio
          del

          mio Paese organizza festoni a cui ha acXXXXX

          gente di ogni tipo, che lo potrebbe mettere
          nei

          XXXXXX in ogni momento solo aprendo bocca...
          io

          voglio saperlo! non mi frega nulla se
          commette
          o

          no reati! mi frega di sapere quanto è serio e

          responsabile chi mi

          governa!

          quando il signor Silvio Berlusconi non sarà
          più

          un uomo di Stato, allora smetterò di
          interessarmi

          a chi

          frequenta...

          Ah certo, d'Alema, Prodi, Bersani e Soci invece
          loro si che sono superiori, loro si che hanno le
          ricette giuste e che a livello interanzionale
          sono credibili... ma si una bella patrimoniale,
          tassiamo i ricchi, tassiamo le case di lusso,
          facciamo la lotta all'evasione... lo abbiamo
          visto col recente governo
          Prodi!io stavo dicendo un'altra cosa, comunque va bé...se vogliamo parlare di conti vatti a vedere chi negli ultimi anni ha fatto crescere di più il debito in italia...ma non andiamo troppo OT
        • netturbino scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?


          Ah certo, d'Alema, Prodi, Bersani e Soci invece
          loro si che sono superiori, loro si che hanno le
          ricette giuste e che a livello interanzionale
          sono credibili... ma si una bella patrimoniale,
          tassiamo i ricchi, tassiamo le case di lusso,
          facciamo la lotta all'evasione... lo abbiamo
          visto col recente governo
          Prodi!Purtroppo a questo é ridotta la nostra destra.Gente vomitevole che é scesa tanto in basso da non essere piú in grado di giustificare le proprie XXXXXte. Allora punta il dito verso gli altri.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: netturbino



            Ah certo, d'Alema, Prodi, Bersani e Soci
            invece

            loro si che sono superiori, loro si che
            hanno
            le

            ricette giuste e che a livello interanzionale

            sono credibili... ma si una bella
            patrimoniale,

            tassiamo i ricchi, tassiamo le case di lusso,

            facciamo la lotta all'evasione... lo abbiamo

            visto col recente governo

            Prodi!

            Purtroppo a questo é ridotta la nostra destra.
            Gente vomitevole che é scesa tanto in basso da
            non essere piú in grado di giustificare le
            proprie XXXXXte. Allora punta il dito verso gli
            altri.Chi Vendola o Marrazzo? Ah beh Berlusconi va con le minorenni, gli altri due invece si succhiano l'uno i soldi della sanità pugliese e l'altro il caz---zo di qualche travestito con droga comprata con i soldi della regione lazio... o magari ti riferisci a Penati? Ah certo tutta un'altra statura morale!
          • netturbino scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Stai confermando quanto ho detto nel commento precedente.
    • Hi hi ... scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo? Vi sembra
      giusto affidare la difesa della propria
      onorabilità ad un post di
      replica?
      A me no! A me sembra giusto che certe
      affermazioni inconsistenti possano e debbano
      essere rimosse da chi gestisce il blog, che il
      tutto poi vada fatto in modo da concedere al
      gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di
      dubbio, ma non è certo tollerabile che come è
      avvenuto in passato per settimane intere su
      Facebook si potesse leggere di gruppi che
      invitavano ad uccider questo o quell'uomo
      politico o che inneggiassero alla pulizia etnica
      o ad altre amenità
      simili.
      quanto al tema intercettazioni è sotto gli occhi
      di tutti l'uso politico e distorto che ne viene
      fatto dalle procure, con pubblicazione solo di
      determinati stralci (quelli che fanno comodo) e
      solo contro determinate persone, arrivando al
      paradosso che l'unico indagato per diffusione
      illecita di tali intercettazioni sia il Giornale
      (Paolo
      Berlusconi).
      Il rendere più incisivo il divieto di
      pubblicazione, visto che l'attuale legge è
      tranquillamente violata da qualunque
      giornale/magistrato, mi sembra quanto meno
      doveroso... che cosa vuol dire il cittadino deve
      conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero
      servire al magistrato per imbastire un proXXXXX?
      Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa?
      quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti
      diverranno pubblici -tutti- e allora potranno
      essere
      pubblicati!
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?
      Avete mai sentito parlare di intercettazioni a
      strascico in cui per intercettare una persona si
      intercetta un'intera cella telefonica e poi si
      divulgano le telefonate anche di chi non ha nulla
      a che fare con
      l'indagine?
      L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma questa
      magistratura e questa opposizione hanno colpe che
      non sono certamente meno
      gravi!
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 15.35
      --------------------------------------------------Questo è plagio. Sono le stesse cose che ha scritto BelPietro nel suo editoriale di ieri.
    • Talking Head scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo?No*. E infatti ci sono già gli strumenti per evitarlo. Se qualcuno dice qualcosa di falso, lo querelo. Il diritto di replica però non c'entra niente con questo: riguarda cose anche vere. Vuol dire che in qualsiasi momento la persona interessata può dare la sua versione dei fatti, e deve poterla dare immediatamente. Questo significa che se non ho i mezzi per farla parlare immediatamente (i.e. non ho una redazione), non posso parlarne proprio.Il diritto di replica nella vita di tutti i giorni, pre internet, era naturale. Se io dico qualcosa, tu mi rispondi. Fine. Nacque il diritto di replica regolato per legge per difendere i cittadini dai giornali: con la stampa, tramite i soldi era possibile dire una cosa a voce molto alta, e servivano soldi per rispondere in toni altrettanto alti. Nei casi in cui quindi una cosa (vera e quindi non soggetta a querela) era espressa in toni però denigratori, il cittadino non poteva difendersi.Ovviamente ha un costo per i giornali, che devono esser pronti a replicare nei modi soggetti alla legge, che viene controbilanciato dai diritti concessi alla carta stampata: i giornali non possono essere sequestrati ad esempio (a differenza dei blog privati).In questo caso invece è pura legge di controllo d'opinione. Se tu dici sul tuo blog una cosa vera, non vedo perché tu debba avere l'obbligo per legge di pubblicare la mia controversione falsa, senza poterla commentare. Oltre il doppio pensiero. E non solo. Posso chiedere anche la rimozione dell'originale (a differenza del giornale oramai pubblicato). Ogni pagina Wiki sarebbe quindi composta dalla sola replica di parte del protagonista.Questo a prescindere da come era stata pensata nel particolare la legge. Se andiamo al particolare, la legge era una follia che ha portato (per la prima volta in un paese occidentale) Wikipedia (international, non .it) a dire "se passa la legge noi in Italia chiudiamo". Ma appunto, visto che sull'applicazione siamo d'accordo entrambi che fosse una follia, rimaniamo al discorso generale.* in realtà me ne fregherebbe poco, ma rispondo in modo da poter continuare la conversazione.
      arrivando al
      paradosso che l'unico indagato per diffusione
      illecita di tali intercettazioni sia il Giornale
      (Paolo
      Berlusconi).(...)
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?Le due frasi sono collegate. Paolo Berlusconi è l'unico indagato per diffusione illecita di intercettazioni protette da segreto istruttorio perché è l'unico che ha diffuso intercettazioni protette da segreto istruttorio. Non vedo il paradosso quindi. O ricordi altre intercettazioni protette da segreto diffuse? Io no.Le intercettazioni quando passano il vaglio del GIP e sono scremate, non sono più coperte da segreto (come in tutti i paesi del mondo), ma sono a disposizione delle parti, centinaia di avvocati. Non sono propriamente pubbliche, ma non sono segrete: pubblicandole si può incorrere nelle ire di qualche avvocato (non hanno ruolo di prova, possono ancora contenere parti personali), ma non si incorre in violazioni del segreto istruttorio, che non esiste più (ovviamente) dal momento in cui l'indagine è istruita. La differenza nel caso di Paolo Berlusconi è che in quel caso Fabrizio Favata, imprenditore amico, entrò nei computer dell'azienda che faceva le intercettazioni, rubò un hard disk prima ancora che venissero sbobbinate dalla magistratura (non solo analizzate e/o selezionate quindi, ma proprio lette) e entrò, con l'hard disk nascosto, nella sede del Giornale per darlo a Paolo Berlusconi. E' quindi giustamente accusato di ricettazione: ha acquistato un oggetto rubato.Non vedo quindi paradossi. Fai rubare, compri e poi pubblichi intercettazioni coperte da segreto? E' reato. Pubblichi intercettazioni non coperte da segreto? E' il tuo lavoro di giornalista. Qual'è il paradosso?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Libertà di stampa o di calunnia?
        - Scritto da: Talking Head
        - Scritto da: Enjoy with Us

        A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare
        su

        facebok o sito analogo qualche bel post che
        vi

        descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole

        anche della morte di Gesu Cristo?

        No*. E infatti ci sono già gli strumenti per
        evitarlo. Se qualcuno dice qualcosa di falso, lo
        querelo. Il diritto di replica però non c'entra
        niente con questo: riguarda cose anche vere. Vuol
        dire che in qualsiasi momento la persona
        interessata può dare la sua versione dei fatti, e
        deve poterla dare immediatamente. Questo
        significa che se non ho i mezzi per farla parlare
        immediatamente (i.e. non ho una redazione), non
        posso parlarne
        proprio.
        Te lo riposto, forse non lo hai letto!http://www.valigiablu.it/doc/538/comma-ammazzablog...Qui per te ho postato i commenti sulla legge e sulla modifica Cassinelli, fatti da un sito chiaramente schierato contro tale legge... cosa si evince?:1. Se pubblichi un bog su internet sei obbligato entro 10 giorni dalla ricezione di una rettifica a pubblicarla (massimo 30 righe di lunghezza la rettifica), non si applica ai commenti di terzi, quindi solo alla notizia diffusa dal blog (es. l'articolo di PI, non i commenti dei vari lettori)2 la rettifica va comunque pubblicata a meno che al suo interno contenga elementi penalmente perseguibili (diffamazione ad esempio di terzi)3 La rettifica può essere richiesta solo dalla persona interessata, non da terziQuindi non c'è nessuna censura di quanto scritto dal blog, solo la necessità di accogliere un messaggio di max 30 righe entro 10 giorni dalla ricezione, si parla genericamente anche di mail, ma dubito a meno che si tratti di mail certificata, la mail possa reggere come prova di invio in un tribunale, più probabilmente si rende necessaria la cara vecchia raccomandata...Proprio non vedo cosa ci sia di tanto scadaloso, visto che sappiamo tutti che i tempi della giustizia per intervenire sono biblici e nel frattempo il danno viene perpetuato.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?
          La notizia che hai postato e vecchia del 27, la questione dei blog esonerati dall'obbligo di retifica totalmente e più recente, se non erro.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            La notizia che hai postato e vecchia del 27, la
            questione dei blog esonerati dall'obbligo di
            retifica totalmente e più recente, se non
            erro.Mah Io a quanto ho capito le cose stanno in questo modo, quindi non mi pare proprio una situazione liberticida...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Sempre liberticida si tratta, anche perchè qualunque frignone può aver il poter di rompere l'anima a voci scomode perchè non sono allineate con il suo pensiero.Tra l'altro è assurdo che i blog abbiano un nonere da testata giornalistica, ma poi non ha i diritti di quest'ultima, dove per una semplice XXXXXXXXX può essere tutto oscurato senza tanti complimenti.Comunque tale parte è stata eliminata proprio.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Sgabbio
            Sempre liberticida si tratta, anche perchè
            qualunque frignone può aver il poter di rompere
            l'anima a voci scomode perchè non sono allineate
            con il suo
            pensiero.

            Tra l'altro è assurdo che i blog abbiano un
            nonere da testata giornalistica, ma poi non ha i
            diritti di quest'ultima, dove per una semplice
            XXXXXXXXX può essere tutto oscurato senza tanti
            complimenti.

            Comunque tale parte è stata eliminata proprio.Peccato, un minimo di controllo su certi blog non era cosa negativa secondo me!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            Evidentemente non hai mai conosciuto certi personaggi che quando ricevono una minica critica, vanno subito ad urlare dall'avvocato sciacallo la diffamazione con le lacrime da vitello.Tu pensi che sia una cosa giusta, ma non vedi però gli abusi che tali sistemi si possono fare qua da noi. Guarda il sistema di Oscuramento che fanno nei siti web esteri, viene usata in maniera indiscriminata, sopratutto per ignoranza, sia per un bel buco costituzionale che permette queste nefandezze.Ripeto, Già i blog e altre forme espressive al di fuori dalla stampa giornalistica, sono scoperte dall'articolo 21, poi se gli si danno pure oneri uguali alle testate giornalistiche, senza i diritti di quest'ultime, si fa una bella schifezza.Dovrebbero riformare pesantemente la legge sul reato di diffamazione invece di peggiorare ulteriormente la situazione.
        • Talking Head scrive:
          Re: Libertà di stampa o di calunnia?

          Qui per te ho postato i commenti sulla legge e
          sulla modifica Cassinelli, fatti da un sito
          chiaramente schierato contro tale legge... cosa
          si
          evince?:Si evince che quello è un emendamento transitorio, poi cassato. Io parlavo, come è evidente se avessi letto il mio post, della legge originaria. Ora c'è un successivo emendamento. O forse no, ancora non sono finite le votazioni. La legge originaria, come ho scritto, era una vera vergogna.Ma, come ho scritto, preferisco parlare del concetto generale perchè mi sembrava ti fossi detto daccordo anche tu sui modi specifici.
          Proprio non vedo cosa ci sia di tanto scadaloso,
          visto che sappiamo tutti che i tempi della
          giustizia per intervenire sono biblici e nel
          frattempo il danno viene
          perpetuato.Ti do un primo indizio: il diritto di replica nei blog privati non esiste in nessun paese del mondo. Questo è un primo punto, buttato lì, per cercare di insinuare il dubbio che quello che hai letto su "il Giornale" non necessariamente è vero.Perché non c'è in nessun paese del mondo? Vediamo due punti.Il primo è che gran parte della confusione deriva dal fatto che tu dici "qualcosa di falso". Fosse solo qualcosa di falso, sarebbe sacrosanto il diritto alla rimozione. E infatti, guarda caso, già c'è. In caso di querela la polizia chiude il sito in massimo 48 ore, senza passare dall'istruttoria. La querela però ha delle garanzie per entrambe le parti, permette la controquerela immediata (e può costare molti soldi), permette il proXXXXX.Quindi chiariamo: non stiamo parlando di qualcosa di falso, stiamo parlando di un fatto vero.Perché sui giornali esiste il diritto di replica dei fatti veri? Sembra un assurdo? Non per forza. Come ho già scritto dipende dai rapporti di forza tra giornale e cittadino, stabiliti per legge. E, soprattutto, dal fatto che non si possono sequestrare giornali se compiono illeciti, stabilito dalla costituzione. Il diritto di replica serve quindi a garantire che ci sia uguaglianza nella possibilità di esposizione delle opinioni. Ma nel caso dei blog è automatica. Non è quindi particolarmente strano che in nessun paese del mondo avevano pensato al diritto di replica di fatti veri.Due punti finali. 1- Il fatto che tutti, Pd e Pdl, siano tornati indietro sui loro passi e voteranno il Cassinelli bis che di fatto cancella il comma, mi sembra sufficiente a far capire che la legge fosse davvero assurda.2- Noto con piacere che non rispondi sulle intercettazioni e il caso Paolo Berlusconi. Come immaginavo semplicemente non sapevi la differenza tra i due casi, "misteriosamente" non viene pubblicizzata granché. Mi avrebbe fatto piacere un "grazie, non lo sapevo", ma anche il passo indietro mi sta bene.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Talking Head

            Qui per te ho postato i commenti sulla legge
            e
            Due punti finali.
            1- Il fatto che tutti, Pd e Pdl, siano tornati
            indietro sui loro passi e voteranno il Cassinelli
            bis che di fatto cancella il comma, mi sembra
            sufficiente a far capire che la legge fosse
            davvero
            assurda.Sapessi quante leggi assurde vengono modificate in corso d'opera... Io ho precisato che allo stato attuale la legge non sembra sssolutamente liberticida, mi fa piacere che te ne sia accorto anche Tu!
            2- Noto con piacere che non rispondi sulle
            intercettazioni e il caso Paolo Berlusconi. Come
            immaginavo semplicemente non sapevi la differenza
            tra i due casi, "misteriosamente" non viene
            pubblicizzata granché. Mi avrebbe fatto piacere
            un "grazie, non lo sapevo", ma anche il passo
            indietro mi sta
            bene.La differenza è solo una: nel caso del Giornale l'intercettazione è stata diffusa non dal solito giudice compiacente, che se ne sarebbe guardato bene, occultandola insieme a tutte quelle intercettazioni che causano fastidi ai DS e soci, ma da chi aveva materialmente eseguito l'intercettazione... Io non vedo proprio dove stia la differenza o meglio lo capisco benissimo... devono finire sui giornali solo certe intercettazioni, per le altre le leggi e i giudici che le fanno rispettare sono di una solerzia incredibile.... molto democratico!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Talking Head scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?

            Sapessi quante leggi assurde vengono modificate
            in corso d'opera... Io ho precisato che allo
            stato attuale la legge non sembra sssolutamente
            liberticida, mi fa piacere che te ne sia accorto
            anche
            Tu!Allo stato attuale, se passa il secondo emendamento Cassinelli, la legge è stata cancellata (come ha detto lo stesso Cassinelli). Certo che non è liberticida: non esiste più.La legge originaria era una follia, dopo il primo emendamento Cassinelli era una legge liberticida: saremmo stati i primi in Europa ad avere una legge tanto assurda ma quantomeno non ci avrebbe messo insieme ai paesi dell'asse del male per quanto riguarda il controllo di internet.Alla fine, il secondo emendamento Cassinelli la cancella. Ora non è liberticida, perché non c'è più. E' questo quello che volevi dire?
            La differenza è solo una: nel caso del Giornale
            l'intercettazione è stata diffusa non dal solito
            giudice compiacente, che se ne sarebbe guardato
            bene, occultandola insieme a tutte quelle
            intercettazioni che causano fastidi ai DS e soci,
            ma da chi aveva materialmente eseguito
            l'intercettazione... Io non vedo proprio dove
            stia la differenza o meglio lo capisco
            benissimo... La differenza sta che in un caso è legale, perché non ci sono leggi che lo vietano: sono intercettazioni a disposizione delle parti, che vengono naturalmente pubblicate.Nel secondo caso, è un crimine (uscito con l'hard disk nascosto nella giacca) e ricettazione (acquisto di tale hard disk ottenuto illecitamente).Tra l'altro non è un crimine per caso, il fatto che le intercettazioni siano a disposizione di accusa e difesa è un diritto per l'imputato. In questo caso oltretutto il tuo teorema crolla evidentemente. Difatti il PM aveva già iniziato a istruire l'indagine e le intercettazioni sarebbero necessariamente diventate pubblicabili (evidentemente non era poi tanto compiacente?). Il motivo del furto era semplicemente che l'indagine era appena iniziata (era avvenuto pochi giorni prima il fatto) e a B. serviva sui giornali prima delle elezioni che sarebbero state pochi giorni dopo. E, misteriosamente, rubare materiale coperto da segreto e pubblicarlo prima dell'avviso di garanzia all'eventuale inquisito è reato. Pubblicare invece cose a disposizioni di chiunque le chiede, no.Come dicevo, continuo a non vedere il paradosso. Chi compie un reato viene inquisito, chi non lo compie non viene inquisito. Ragionevole.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Talking Head

            Sapessi quante leggi assurde vengono
            modificate

            in corso d'opera... Io ho precisato che allo

            stato attuale la legge non sembra
            sssolutamente

            liberticida, mi fa piacere che te ne sia
            accorto

            anche

            Tu!

            Allo stato attuale, se passa il secondo
            emendamento Cassinelli, la legge è stata
            cancellata (come ha detto lo stesso Cassinelli).
            Certo che non è liberticida: non esiste
            più.Si si certo, arrampichiamoci sugli specchi!
            La legge originaria era una follia, dopo il primo
            emendamento Cassinelli era una legge liberticida:
            saremmo stati i primi in Europa ad avere una
            legge tanto assurda ma quantomeno non ci avrebbe
            messo insieme ai paesi dell'asse del male per
            quanto riguarda il controllo di
            internet.
            Non ho mai parlato della legge originaria, vatti a rileggere i miei post, ma sempre della legge dopo l'emendamento Cassinelli, eri tu che continuavi a lamentarti...

            La differenza è solo una: nel caso del
            Giornale

            l'intercettazione è stata diffusa non dal
            solito

            giudice compiacente, che se ne sarebbe
            guardato

            bene, occultandola insieme a tutte quelle

            intercettazioni che causano fastidi ai DS e
            soci,

            ma da chi aveva materialmente eseguito

            l'intercettazione... Io non vedo proprio dove

            stia la differenza o meglio lo capisco

            benissimo...

            La differenza sta che in un caso è legale, perché
            non ci sono leggi che lo vietano: sono
            intercettazioni a disposizione delle parti, che
            vengono naturalmente
            pubblicate.No le intercettazioni pubblicate dai giornali sono assolutamente vietate, dato che possono essere diffuse solo dalla difesa e non dai PM
            Nel secondo caso, è un crimine (uscito con l'hard
            disk nascosto nella giacca) e ricettazione
            (acquisto di tale hard disk ottenuto
            illecitamente).
            Si è un crimine soo e unicamente perchè il magistrato non aveva intenzione di farle uscire!
            Tra l'altro non è un crimine per caso, il fatto
            che le intercettazioni siano a disposizione di
            accusa e difesa è un diritto per l'imputato. In
            questo caso oltretutto il tuo teorema crolla
            evidentemente. Difatti il PM aveva già iniziato a
            istruire l'indagine e le intercettazioni
            sarebbero necessariamente diventate pubblicabili
            (evidentemente non era poi tanto compiacente?).E a te chi lo ha detto? Secondo me avrebbe in gran segreto archiviato tutto e nessuno ne avrebbe saputo nulla!
            Il motivo del furto era semplicemente che
            l'indagine era appena iniziata (era avvenuto
            pochi giorni prima il fatto) e a B. serviva sui
            giornali prima delle elezioni che sarebbero state
            pochi giorni dopo. E, misteriosamente, rubare
            materiale coperto da segreto e pubblicarlo prima
            dell'avviso di garanzia all'eventuale inquisito è
            reato. Pubblicare invece cose a disposizioni di
            chiunque le chiede,
            no.
            Ma se ci sono in continuo pubblicazioni di intercettazioni che arrivano sui giornali ben prima di qualsiasi avviso di garanzia, ma cosa stai cianciando?
            Come dicevo, continuo a non vedere il paradosso.
            Chi compie un reato viene inquisito, chi non lo
            compie non viene inquisito.
            Ragionevole.Eh certo molto ragionevole, infatti tutto lo decide la medesima persona il magistrato che fa della lotta politica il suo credo!
          • Talking Head scrive:
            Re: Libertà di stampa o di calunnia?
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Si si certo, arrampichiamoci sugli specchi!Sai cosa vuol dire arrampicarsi sugli specchi? E' Cassinelli stesso a definire "cancellata" la legge dopo il suo secondo emendamento.http://www.robertocassinelli.it/wp/2011/10/05/intercettazioni-cassinelli-pdl-comitato-dei-nove-approva-emendamento/Se stai parlando quindi della legge come è attualmente, insisto: non esiste più. I blog non hanno più nessun dovere di replica. Se stai parlando del primo decreto Cassinelli (quello che Cassinelli stesso aveva commentato con "Si può fare di più"), sarebbe rimasto una macchia sull'Italia, con la legge più repressiva in Europa.
            No le intercettazioni pubblicate dai giornali
            sono assolutamente vietate, dato che possono
            essere diffuse solo dalla difesa e non dai
            PMA ridaje, no. Dopo che il magistrato ha chiesto un'ordinanza e il materiale è a disposizione delle parti, è pubblicabile (anche se, tecnicamente, non pubblico). Chi l'ha date al giornalista è irrilevante, in teoria qualsiasi avvocato o PM coinvolto nell'inchiesta può prenderle e darle in forma anonima. Le uniche leggi che lo regolano sono le leggi sulla privacy come il provvedimento del garante 21/6/2006, ma sono normative interne dei giornali. Non c'è reato, al massimo una multa dell'ordine, e solo se vengono pubblicate parti personali e non "notizie".Se a darle è un PM, è un caso sicuramente che non apprezzo, così come i PM che vanno in televisione a fare interviste. Ma non è illegale.
            Si è un crimine soo e unicamente perchè il
            magistrato non aveva intenzione di farle
            uscire!Questo non lo sai tu e non lo so io. Ma è un crimine a prescindere da questo, è un crimine perché viola l'art. 326cp, il segreto istruttorio: finché i magistrati non sono pronti a fare uscire l'indagine, non hanno prove sufficienti, la pubblicazione avverte i colpevoli e impedisce ulteriori osservazioni. Difficilmente Fassino avrebbe parlato ancora con Consorte dopo la pubblicazione, a intercettazioni ancora in corso, rovinando potenzialmente l'indagine: questo è il segreto istruttorio di cui B. si riempe la bocca.E' un crimine perseguito d'ufficio e non su querela dell'intercettato (che non è parte lesa, la parte lesa è lo Stato).
            E a te chi lo ha detto? Secondo me avrebbe in
            gran segreto archiviato tutto e nessuno ne
            avrebbe saputo
            nulla!Lo penso perché poteva evitare di iniziare le indagini e richiedere le intercettazioni se voleva insabbiarle.Detto questo, mentre io cito leggi e ti spiego perché dici (spesso) assurdità giuridiche (probabilmente ti informi in fonti molto di parte, invece di interessarti un po' di fonti primarie del diritto) la tua unica argomentazione per ora è riassumibile in "sono sicuro perché i PM son tutti cattivi". Btw, altrettanto fuori discorso, l'unico PM che conosco personalmente è più nero del duce (ottimo PM).
            Ma se ci sono in continuo pubblicazioni di
            intercettazioni che arrivano sui giornali ben
            prima di qualsiasi avviso di garanzia, ma cosa
            stai
            cianciando?Non è necessario l'avviso di garanzia a tutte le parti, ma l'ordinanza del giudice che mette un punto alle intercettazioni. Nel caso attuale le intercettazioni sono state pubblicate dopo gli avvisi di garanzia a Tarantini e Lavitola, e contengono telefonate di Berlusconi ai due che all'epoca non era indagato. Quando poi, a seguito di ulteriori elementi di indagine, è stato aggiunto B. tra gli indagati non cambia naturalmente niente.
            Eh certo molto ragionevole, infatti tutto lo
            decide la medesima persona il magistrato che fa
            della lotta politica il suo
            credo!No, lo decide la legge, e due persone diverse, giudice e magistrato. Ma non hai prorpio idea di come funzioni un'indagine giudiziaria?Ti ripeto la questione. Tu dici "c'è un paradosso, l'unico indagato per diffusione illegale delle intercettazioni è B.". Ti rispondo che l'unico ad aver violato il 326c.p (diffusione illegale di intercettazioni) è B.L'unica risposta logica, a meno di abbandonare la tua frase iniziale e cambiare discorso, è citare un altro caso di intercettazioni pubblicate prima che fossero a disposizione delle parte il cui giornale non è stato soggetto a indagine. Qualsiasi altra discussione è magari blandamente collegata alla discussione, ma non è centrale e non permette di chiuderla.Visto che sto scrivendo essenzialmente per spiegarti le cose, preferirei rimanere concentrati sul punto e non rispondere a tutti i tuoi pregiudizi più vari sulla giustizia. Facciamo uno alla volta, ok?
    • hermanhesse scrive:
      Re: Libertà di stampa o di calunnia?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      C'è qualcuno che tende a confondere le due cose!
      A Voi piacerebbe svegliarvi domani e trovare su
      facebok o sito analogo qualche bel post che vi
      descrive come uno XXXXXXX XXXXXXXX colpevole
      anche della morte di Gesu Cristo?Sì, soprattutto sull'ultima parte.Per il resto, se ho possibilità di replicare perchè no?
      Vi sembra
      giusto affidare la difesa della propria
      onorabilità ad un post di
      replica?Sì.
      A me no!Beh, allora rimaniamo sul piano che se a me non va bene quello che hai scritto qui te lo faccio cancellare.È meglio così?
      A me sembra giusto che certe
      affermazioni inconsistenti possano e debbano
      essere rimosse da chi gestisce il blog, che il
      tutto poi vada fatto in modo da concedere al
      gestore del blog tempi ragionevoli è fuori di
      dubbio, ma non è certo tollerabile che come è
      avvenuto in passato per settimane intere su
      Facebook si potesse leggere di gruppi che
      invitavano ad uccider questo o quell'uomo
      politico o che inneggiassero alla pulizia etnica
      o ad altre amenità
      simili.Basta scrivere tutti insieme a questi signori quello che si pensa di loro.In questo modo ci si OPPONE. Se tu cancelli quei gruppi, nessuno si può opporre, e nessuno può intervenire per cercare di cambiare o mitigare le loro idee.Oppure credi che cancellando quei post cancelli anche le persone dietro di questi?
      quanto al tema intercettazioni è sotto gli occhi
      di tutti l'uso politico e distorto che ne viene
      fatto dalle procure, con pubblicazione solo di
      determinati stralci (quelli che fanno comodo) e
      solo contro determinate persone, arrivando al
      paradosso che l'unico indagato per diffusione
      illecita di tali intercettazioni sia il Giornale
      (Paolo
      Berlusconi).Su questo sono dell'avviso che potrebbero anche evitare di pubblicare queste cose, se INTERVENISSERO in maniera adeguata.
      Il rendere più incisivo il divieto di
      pubblicazione, visto che l'attuale legge è
      tranquillamente violata da qualunque
      giornale/magistrato, mi sembra quanto meno
      doveroso... che cosa vuol dire il cittadino deve
      conoscere? Le intercettazioni non dovrebbero
      servire al magistrato per imbastire un proXXXXX?
      Perchè mai andrebbero diffuse ai mezzi stampa?Forse per far sapere che c'è gente che prende $$$ cifrone dicendo di essere in odore di santità ma che in realtà non lo è?
      quando si celebrerà il proXXXXX, gli atti
      diverranno pubblici -tutti- e allora potranno
      essere
      pubblicati!Concordo che sarebbe il momento migliore.
      Ma avete mai sentito in qualsiasi altro paese del
      mondo una diffusione così massiva di
      intercettazioni teoricamente protette dal segreto
      istruttorio?UK
      Avete mai sentito parlare di intercettazioni a
      strascico in cui per intercettare una persona si
      intercetta un'intera cella telefonica e poi si
      divulgano le telefonate anche di chi non ha nulla
      a che fare con
      l'indagine?UK
      L'attuale governo ha delle colpe gravi, ma questa
      magistratura e questa opposizione hanno colpe che
      non sono certamente meno
      gravi!Sì, ma complessivamente ne hanno di meno.
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 15.35
      --------------------------------------------------
  • Torquemada scrive:
    Quindi ora...
    le testate giornalistiche che fino a ieri sostenevano la campagna di wikipedia perchè faceva comodo anche a loro che questo disegno non passasse che si inventeranno adesso ?Per edizioni online si intende ad esempio, anche la fruizione del giornale online tramite Ipad ? In fondo anche quelli sono "giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica", sarà stupendo vedere come faranno a rettificare solo nell'edizione online e non su quella cartacea visto che sono la stessa cosa.
    • Talking Head scrive:
      Re: Quindi ora...
      - Scritto da: Torquemada
      le testate giornalistiche che fino a ieri
      sostenevano la campagna di wikipedia perchè
      faceva comodo anche a loro che questo disegno non
      passasse che si inventeranno adesso
      ?Le testate giornalistiche non sono influenzate dal comma 29 nella forma in cui è ora. Già prima avevano il dovere di rettifica, sia cartaceo che online, quindi non cambia niente. Se non che determinate questioni prima aperte e discusse dalla giurisprudenza ora sono state discusse dal parlamento. Risultato identico.Quella parte del comma è praticamente sparito. Nella versione attuale, se viene votato così come sembra, cambia qualcosa solo per radio e televisioni (ma praticamente non cambia niente neanche per loro).
  • silvan scrive:
    Libertà
    Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce quando comincia quella degli altri.
    • Legione scrive:
      Re: Libertà
      - Scritto da: silvan
      Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce
      quando comincia quella degli
      altri.Vero, ma adesso la nostra libertà finisce quando altri pensano ne abbiamo troppa ...
    • 1977 scrive:
      Re: Libertà
      - Scritto da: silvan
      Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce
      quando comincia quella degli
      altri.ma sopratutto, che non ci sono più le mezze stagioni.
    • UgoDammiLoF iore scrive:
      Re: Libertà
      - Scritto da: silvan
      Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce
      quando comincia quella degli
      altri.Purtroppo e' una definizione soggettiva, che condivido. Molta gente, pero', condivide la definizione "solo il piu' forte e' veramente libero". Anche questa e' vera, ma porta ad un altro tipo di comportamento, meno condivisibile (da parte mia, ovviamente).
    • Hi hi ... scrive:
      Re: Libertà
      - Scritto da: silvan
      Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce
      quando comincia quella degli
      altri.Si ma non il contrario.
    • Cura mano floscia scrive:
      Re: Libertà
      - Scritto da: silvan
      Ricordiamoci sempre che la nostra libertà finisce
      quando comincia quella degli
      altriE invece no.
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Malissimo
    - Scritto da: UgoDammiLoF iore
    Sembra che le opposizioni godano nel fare il
    gioco del
    governo.
    Il modus operandi di questi signori sembra
    chiaro: sparare alto, altissimo, e poi venire a
    patti. Se non sbaglio l'emendamento ha ricevuto
    voti
    bipartisan.
    ...Sì. Hanno sempre fatto così. Comunque hanno i numeri e possono fare approvare la legge che vogliono, quindi è stato meglio cercare di influenzare i pochi parlamentari della maggioranza che sono sensibili alla gente che protesta per modificare il comma 29 che riguarda Internet.Poi in molti dicono che Internet non porta voti ne li toglie, se hanno ragione è già tanto che ci abbiano conXXXXX il privilegio di modificare la norma. Non è detto che sarà approvata la modifica ma penso che sia il contentino che possono dare, non possono fare di più.Penso che il loro pensiero sia che i soldi muovono i voti e non le idee come la libertà.
    • Civil Servant scrive:
      Re: Malissimo
      - Scritto da: Sandro kensan
      Sì. Hanno sempre fatto così. Comunque hanno i
      numeri e possono fare approvare la legge che
      vogliono...Sì, in linguaggio corrente si chiama dittatura. Della maggioranza, nel caso specifico italiano una maggioranza di eletti non dalla gente ma dal dittatore o dai partiti.
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Malissimo
        - Scritto da: Civil Servant
        Sì, in linguaggio corrente si chiama dittatura.
        Della maggioranza, nel caso specifico italiano
        una maggioranza di eletti non dalla gente ma dal
        dittatore o dai
        partiti.Si, sono eletti dai partiti ma i capi bastone sono eletti dalla gente in modo molto democratico, anzi, il nostro Presidente è stato eletto numerose volte, quindi confermato e riconfermato con anche una miriade di voti personali.Aggiungo che se non fosse avvenuta la crisi economica () le voci del popolo che prima avevano votato il Primo Ministro e che adesso lo criticano, non si sarebbero mai levate.
        • krane scrive:
          Re: Malissimo
          - Scritto da: Sandro kensan
          - Scritto da: Civil Servant


          Sì, in linguaggio corrente si chiama
          dittatura.

          Della maggioranza, nel caso specifico
          italiano

          una maggioranza di eletti non dalla gente ma
          dal

          dittatore o dai

          partiti.

          Si, sono eletti dai partiti ma i capi bastone
          sono eletti dalla gente in modo molto
          democratico, anzi, il nostro Presidente è stato
          eletto numerose volte, quindi confermato e
          riconfermato con anche una miriade di voti
          personali.http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/11_Novembre/13/vecchi.shtmlhttp://blog.terrorpilot.com/archives/1709http://www.mentecritica.net/brogli-elettorali-le-bugie-di-berlusconi-hanno-le-gambe-corte/informazione/il-bello-della-politica/lupoalburnino/3539/
          Aggiungo che se non fosse avvenuta la crisi
          economica () le voci del popolo che prima
          avevano votato il Primo Ministro e che adesso lo
          criticano, non si sarebbero mai levate.
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: krane
            http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/1Con tutti i complottismi possibili mi pare evidente che il nostro Presidente è stato eletto per acclamazione un numero elevato di volte. Può essere che durante le ultime elezioni si possa essere stato qualche broglio che non ha cambiato l'essenza della cosa e cioè l'estremo appoggio delle genti italiche a Mister B.Se gli italiani volevano defenestrarlo hanno avuto moltissime possibilità e non l'hanno fatto se non quando si è parlato di soldi con la crisi.
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: krane
            http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/1
            Con tutti i complottismi possibili mi pare
            evidente che il nostro Presidente è stato eletto
            per acclamazione un numero elevato di volte. Può
            essere che durante le ultime elezioni si possa
            essere stato qualche broglio che non ha cambiato
            l'essenza della cosa e cioè l'estremo appoggio
            delle genti italiche a Mister B.Hai seguito l'andamento delle elezioni ? Io non ne ho mai viste in cui non ci fossero polemiche di voti comprati, venduti, in affitto in prestito, mafia camorra ecc...Poi si vede l'andamento degli elettori, prima votano tutti e c'e' un andamento, alla fine tutto cambia nell'ultimo minuto :D
            Se gli italiani volevano defenestrarlo hanno
            avuto moltissime possibilità e non l'hanno fatto
            se non quando si è parlato di soldi con la
            crisi.Tipo fare firme per parlamento pulito ? Opporsi alla TAV ? Mi spieghi in che modo la gente avrebbe potuto opporsi (nell'ipotesi che il non votarlo non fosse sufficente causa brogli) ?
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: krane
            Tipo fare firme per parlamento pulito ? Opporsi
            alla TAV ? Mi spieghi in che modo la gente
            avrebbe potuto opporsi (nell'ipotesi che il non
            votarlo non fosse sufficente causa brogli)
            ?Scusa, io non sono uno che crede a queste ipotesi, quindi non siamo d'accordo. Per me in Italia le elezioni funzionano bene.
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: krane

            Tipo fare firme per parlamento pulito ?

            Opporsi alla TAV ? Mi spieghi in che modo

            la gente avrebbe potuto

            opporsi (nell'ipotesi che il non votarlo

            non fosse sufficente causa brogli) ?
            Scusa, io non sono uno che crede a queste
            ipotesi, quindi non siamo d'accordo.Questo ti impedisce di seguire un'ipotesi ?
            Per me in Italia le elezioni funzionano
            bene.E cosa abbiamo sbagliato allora con la raccolta di firme per il parlamento pulito, era forse una richiesta illegale ? Anticostituzionale ? Non c'era abbastanza volonta' da parte del popolo ?Non dovrebbero fare quello che vuole il popolo ? Dove e' stato l'errore nel presentare la volonta' popolare ?
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: krane
            Questo ti impedisce di seguire un'ipotesi ?Si perché il mio tempo è prezioso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: krane


            Questo ti impedisce di seguire un'ipotesi ?

            Si perché il mio tempo è prezioso.Cosi' prezioso che le altre domande hai preferito evitarle.
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: panda rossa
            Cosi' prezioso che le altre domande hai preferito
            evitarle.Non rispondo a tutte le domande, se mi vedo troppo distante dall'interlocutore non inizio una discussione oppure se vedo poco realismo, mi fermo subito. È un mio difetto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: panda rossa


            Cosi' prezioso che le altre domande hai
            preferito

            evitarle.

            Non rispondo a tutte le domande, se mi vedo
            troppo distante dall'interlocutore non inizio una
            discussione oppure se vedo poco realismo, mi
            fermo subito. È un mio
            difetto.Se non ti sai confrontare neppure in un forum dove conta solo la forza delle proprie idee...Mica siamo in piazza, dove c'e' sempre il rischio che in una discussione esca fuori all'improvviso un cric o una lama.Qui il massimo che puo' uscire e' un URLO!
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: panda rossa
            Se non ti sai confrontare neppure in un forum
            dove conta solo la forza delle proprie
            idee...

            Mica siamo in piazza, dove c'e' sempre il rischio
            che in una discussione esca fuori all'improvviso
            un cric o una
            lama.
            Qui il massimo che puo' uscire e' un URLO!Ogni uno ha i suoi difetti e io ho i miei limiti.
          • UgoDammiLoF iore scrive:
            Re: Malissimo

            Scusa, io non sono uno che crede a queste
            ipotesi, quindi non siamo d'accordo. Per me in
            Italia le elezioni funzionano
            bene.Si, sono d'accordo; inoltre, la polemica sui brogli elettorali l'aveva (strumentalmente?) sollevata proprio B. quando ha perso contro Prodi.Essendo il nostro un Paese a grande rischio di corruzione e criminalita' organizzata, non si possono escludere brogli a livello locale. Tuttavia B. ha quasi sempre vinto con ampio margine.Certo e' che questo non garantisce di essere in democrazia, visto che spesso i dittatori (o aspiranti tali) vengono democraticamente eletti
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore

            Scusa, io non sono uno che crede a queste

            ipotesi, quindi non siamo d'accordo. Per me

            in Italia le elezioni funzionano bene.
            Si, sono d'accordo; inoltre, la polemica sui
            brogli elettorali l'aveva (strumentalmente?)
            sollevata proprio B. quando ha perso contro
            Prodi.
            Essendo il nostro un Paese a grande rischio di
            corruzione e criminalita' organizzata, non si
            possono escludere brogli a livello locale.
            Tuttavia B. ha quasi sempre vinto con ampio
            margine.
            Certo e' che questo non garantisce di essere in
            democrazia, visto che spesso i dittatori (o
            aspiranti tali) vengono democraticamente
            elettiE le altre domande ? Come si confanno alla tua visione di democrazia ?
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore
            Certo e' che questo non garantisce di essere in
            democrazia, visto che spesso i dittatori (o
            aspiranti tali) vengono democraticamente
            elettiHo sentito che pure Mussolini ha vinto libere elezioni. E pure che aveva una ampio consenso popolare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore


            Certo e' che questo non garantisce di essere
            in

            democrazia, visto che spesso i dittatori (o

            aspiranti tali) vengono democraticamente

            eletti

            Ho sentito che pure Mussolini ha vinto libere
            elezioni. E pure che aveva una ampio consenso
            popolare.Senza andare cosi' indietro, pure Berlusconi ha vinto libere elezioni, prima di comprarsi mezzo parlamento.
          • bobi scrive:
            Re: Malissimo

            Hai seguito l'andamento delle elezioni ? Io non
            ne ho mai viste in cui non ci fossero polemiche
            di voti comprati, venduti, in affitto in
            prestito, mafia camorra
            ecc...
            Poi si vede l'andamento degli elettori, prima
            votano tutti e c'e' un andamento, alla fine tutto
            cambia nell'ultimo minuto
            :DHai seguito l'andamento delle sue aziende ? Continua a fare tanti soldi prontamente impiegati nel mercato di deputati e senatori.Anche se sono stati imbrogliati alle elezioni gli italiani hanno comunque continuato a fnanziarlo, con o senza mafia e camorra rimangono un popolo servile.
          • Rice scrive:
            Re: Malissimo
            Non hanno votato lui direttamente ma una coalizione che era formata da PDL-LEGA-FINI, dal cilindro è uscito poi il coniglio che abbiamo sotto gli occhi.Non che con l' altra sponda le cose fossero migliori, forse c' era un po' meno spettacolo e più attenzione nel fare le XXXXXte.La legge in oggetto continua ad essere antidemocratica e scritta sempre per i/il solito personaggio pubblico uscito dal cilindro che potrà aprire un' azienda di addetti al call center per far chiudere/oscurare siti che non gli vanno a genio.
          • UgoDammiLoF iore scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Sandro kensan

            - Scritto da: krane


            Se gli italiani volevano defenestrarlo hanno

            avuto moltissime possibilità e non l'hanno
            fatto

            se non quando si è parlato di soldi con la

            crisi.
            Purtroppo dubito che bastera' la crisi, ma forse sono io che vedo il futuro in Italia con gli occhiali speciali per vedere le eclissi di sole.
            Tipo fare firme per parlamento pulito ? Opporsi
            alla TAV ? Mi spieghi in che modo la gente
            avrebbe potuto opporsi (nell'ipotesi che il non
            votarlo non fosse sufficente causa brogli)
            ?Mi spiace, sono d'accordo con Sandro. La gente ha avuto parecchie occasioni di ravvedersi e le occasioni di andare alle urne non sono mancate. Ammettiamo pure che ci siano stati dei brogli elettorali (ma non cosi' grossi da falsare un risultato a livello nazionale, dai!), Berlusconi ha quasi sempre vinto alla grande!I motivi? Ci sono fior di analisi che si possono trovare un po' dappertutto. C'e' di da la colpa al suo controllo dei media, chi alla mancanza di una vera opposizione, chi al porcellum, ecc.Secondo me (ripeto *secondo me*) non si puo' mettere in discussione questo, quanto il fatto che lui non doveva nemmeno candidarsi e quando il fatto che, una volta che ha vinto, ha detto "ho vinto io e faccio quello che voglio" senza che nessuno gli spiegasse che non funziona cosi'. "Parlamento pulito" o la questione della TAV rientrano in quest'ultima arrogante frase. Se ne possono aggiungere esempio a mani piene: i voti di fiducia, le aperture al confronto dei ministri dell'Istruzione o dell'Innovazione, ...
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Sandro kensan


            - Scritto da: krane




            Se gli italiani volevano defenestrarlo
            hanno


            avuto moltissime possibilità e non
            l'hanno

            fatto


            se non quando si è parlato di soldi con
            la


            crisi.


            Purtroppo dubito che bastera' la crisi, ma forse
            sono io che vedo il futuro in Italia con gli
            occhiali speciali per vedere le eclissi di
            sole.


            Tipo fare firme per parlamento pulito ?
            Opporsi

            alla TAV ? Mi spieghi in che modo la gente

            avrebbe potuto opporsi (nell'ipotesi che il
            non

            votarlo non fosse sufficente causa brogli)

            ?
            Mi spiace, sono d'accordo con Sandro. La gente ha
            avuto parecchie occasioni di ravvedersi e le
            occasioni di andare alle urne non sono mancate.
            Ammettiamo pure che ci siano stati dei brogli
            elettorali (ma non cosi' grossi da falsare un
            risultato a livello nazionale, dai!), Berlusconi
            ha quasi sempre vinto alla
            grande!
            I motivi? Ci sono fior di analisi che si possono
            trovare un po' dappertutto. C'e' di da la colpa
            al suo controllo dei media, chi alla mancanza di
            una vera opposizione, chi al porcellum,
            ecc.
            Secondo me (ripeto *secondo me*) non si puo'
            mettere in discussione questo, quanto il fatto
            che lui non doveva nemmeno candidarsi e quando il
            fatto che, una volta che ha vinto, ha detto "ho
            vinto io e faccio quello che voglio" senza che
            nessuno gli spiegasse che non funziona cosi'.


            "Parlamento pulito" o la questione della TAV
            rientrano in quest'ultima arrogante frase. Se ne
            possono aggiungere esempio a mani piene: i voti
            di fiducia, le aperture al confronto dei ministri
            dell'Istruzione o dell'Innovazione,
            ...La TAV e parlamento pulito invece, secondo me, sono proprio la dimostrazione che la volonta' del popolo non ha la minima voce in capitolo. Oppure puoi dimostrarmi che la maggior parte degli italiani desidera la TAV o non vuole il parlamento pulito ?
          • Valeria Dal Monte scrive:
            Re: Malissimo

            una volta che ha vinto, ha detto
            "ho

            vinto io e faccio quello che voglio" senza
            che

            nessuno gli spiegasse che non funziona cosi'.





            "Parlamento pulito" o la questione della TAV

            rientrano in quest'ultima arrogante frase.
            La TAV e parlamento pulito invece, secondo me,
            sono proprio la dimostrazione che la volonta' del
            popolo non ha la minima voce in capitolo. Oppure
            puoi dimostrarmi che la maggior parte degli
            italiani desidera la TAV o non vuole il
            parlamento pulito
            ?State dicendo la stessa cosa :)
          • UgoDammiLoF iore scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Valeria Dal Monte

            State dicendo la stessa cosa :)Non proprio. Il punto e' che la gente ha avuto la possibilita' di cambiare e non l'ha fatto. Anzi, B. spesso vince con grande margine.Una volta che B. ha vinto, non sorprende il suo modo di governare.Sono perfettamente d'accordo che B. non rispetta le voci di Parlamento Pulito, TAV, ecc. ma lo fa secondo il ragionamento "sono l'eletto, sono io che decido"....Occorerebbe ricordarselo quando e' il momento opportuno...
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore
            - Scritto da: Valeria Dal Monte

            State dicendo la stessa cosa :)
            Non proprio. Il punto e' che la gente ha avuto
            la possibilita' di cambiare e non l'ha fatto.
            Anzi, B. spesso vince con grande margine.
            Una volta che B. ha vinto, non sorprende il suo
            modo di governare.
            Sono perfettamente d'accordo che B. non rispetta
            le voci di Parlamento Pulito, TAV, ecc. ma lo fa
            secondo il ragionamento "sono l'eletto, sono io
            che decido"....
            Occorerebbe ricordarselo quando e' il momento
            opportuno...Contraddizione: abbiamo dimostrato che ha i mezzi per sbattersene di alcune cose come parlamento pulito e TAV, allora perche' non sbattersene del non essere eletto democraticamente ? Sicuro che serva ricordarsene al momento opportuno o finisce come la TAV ?
          • netturbino scrive:
            Re: Malissimo


            State dicendo la stessa cosa :)Non proprio.Dire Berlusconi che ha truccato le elezioni é ha imposto agli italiani tutte le sue XXXXXte é anche un modo per dire che é solo colpa sua e scaricarsi la coscienza.Invece dire che milioni di italiani non erano d'accordo, ma non hanno alzato un dito per fermarlo é piú realista.
          • krane scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: netturbino

            State dicendo la stessa cosa :)
            Non proprio.
            Dire Berlusconi che ha truccato le elezioni é ha
            imposto agli italiani tutte le sue XXXXXte é
            anche un modo per dire che é solo colpa sua e
            scaricarsi la coscienza.
            Invece dire che milioni di italiani non erano
            d'accordo, ma non hanno alzato un dito per
            fermarlo é piú
            realista."Hanno" chi scusa ???Come' che e' sempre colpa di qualcuno ma non si sa chi !Lo diveva sempre mamma che dovevo studiare da cecchino !
    • Max scrive:
      Re: Malissimo
      - Scritto da: Sandro kensan
      - Scritto da: UgoDammiLoF iore[...]
      Poi in molti dicono che Internet non porta voti
      ne li toglie, se hanno ragione è già tanto che ci
      abbiano conXXXXX il privilegio di modificare la
      norma. Non è detto che sarà approvata la modifica
      ma penso che sia il contentino che possono dare,
      non possono fare di
      più.
      [...]Il fatto che Internet non porti voti forse era vero qualche anno fa, ultimamente ci sono stati diversi esempi di candidati che hanno fatto la campagna elettorale su internet e hanno raccolto un bel numero di voti (il Movimento 5 Stelle ne e` l'esempio migliore, hanno conquistato diversi seggi dove hanno partecipato alle elezioni).Nei prossimi anni sara` sempre maggiore il numero di voti portato da Internet, forse solo i nostri politici (che mediamente hanno l'eeta` dei nostri nonni) non se ne renderanno conto...
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Malissimo
        - Scritto da: Max
        Il fatto che Internet non porti voti forse era
        vero qualche anno fa, ultimamente ci sono stati
        diversi esempi di candidati che hanno fatto la
        campagna elettorale su internet e hanno raccolto
        un bel numero di voti (il Movimento 5 Stelle ne
        e` l'esempio migliore, hanno conquistato diversi
        seggi dove hanno partecipato alle
        elezioni).Ma ai partiti come Il Popolo della Libertà interessano i voti di Internet? Oppure sono quei voti che non andranno mai a loro? Mi pare che il loro atteggiamento confermi questa mia ipotesi.Da parte del PD c'è un po' di attenzione in più ma siamo sulla stessa falsa riga. Forse quelli di Internet sono voti persi per i partiti maggiori.
        Nei prossimi anni sara` sempre maggiore il numero
        di voti portato da Internet, forse solo i nostri
        politici (che mediamente hanno l'eeta` dei nostri
        nonni) non se ne renderanno
        conto...
        • UgoDammiLoF iore scrive:
          Re: Malissimo
          - Scritto da: Sandro kensan
          Ma ai partiti come Il Popolo della Libertà
          interessano i voti di Internet? Oppure sono quei
          voti che non andranno mai a loro? Mi pare che il
          loro atteggiamento confermi questa mia
          ipotesi.
          Aggiungerei una cosa: Internet avrebbe il potere di cambiare in futuro la democrazia, che e' sempre stata "rappresentativa" per forza di cosa.Ora la rappresentativita', secondo me, dovrebbe essere meno importante poiche' Internet potrebbe essere lo strumento per un maggiore coinvolgimento della base nelle scelte politiche e democratiche del nostro Paese. La maggior parte delle leggi ora votate in parlamento avrebbero potuto esser benissimo votate attraverso Internet, come se ci fossero dei "referendum" sempre aperti sul web.Ovviamente non si puo' coinvolgere la gente sui tecnicismi, ma un parere sulla legge in oggetto di questo thread, per esempio, lo si sarebbe potuto ottenere. E la gente potrebbe cominciare a "governarsi da se'", anche se limitatamente
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore
            ...
            La maggior parte delle leggi ora votate in
            parlamento avrebbero potuto esser benissimo
            votate attraverso Internet, come se ci fossero
            dei "referendum" sempre aperti sul
            web.

            Ovviamente non si puo' coinvolgere la gente sui
            tecnicismi, ma un parere sulla legge in oggetto
            di questo thread, per esempio, lo si sarebbe
            potuto ottenere. E la gente potrebbe cominciare a
            "governarsi da se'", anche se
            limitatamenteSarebbe una cosa interessante però noto che in pochi l'hanno fatto, forse l'Islanda ha fatto qualche cosa ma votazioni tramite la Rete prestano il fianco a parecchie critiche, falsificazioni, ingerenze mafiose, ecc.Quanto vale un voto?
          • UgoDammiLoF iore scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: Sandro kensan

            Sarebbe una cosa interessante però noto che in
            pochi l'hanno fatto, forse l'Islanda ha fatto
            qualche cosa ma votazioni tramite la Rete
            prestano il fianco a parecchie critiche,
            falsificazioni, ingerenze mafiose,
            ecc.

            Quanto vale un voto?Vero, ma e' vero anche che la tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e c'e' da aspettarsi che si continuera' di questo passo per gli anni a venire. Con le tecnologie di crittografia attuali (e magari l'uso di tessere con un chip) penso che i rischi che hai elencato abbiano una probabilita' di avverarsi che non sia poi cosi' diversa da quella del voto tradizionale. Inoltre c'e' da considerare che questo strumento potrebbe essere un sostituto di una parte delle votazioni, per esempio alla Camera, e non mi sembra che le votazioni alla Camera non prestino il fianco a campagne acquisti, pianisti, voti di scambio e tante altre amenita' a cui ormai siamo abituati. E... il voto di sfiducia ad un governo incapace avrebbe maggior senso, mentre ora il governo viene sostenuto dalla sua stessa maggioranza con trucchi che ormai non si degnano nemmeno piu' di mascherare....Occorre la volonta' di andare in questa direzione, ma dubito che si possa andare da chi ci
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Malissimo
            - Scritto da: UgoDammiLoF iore
            Vero, ma e' vero anche che la tecnologia ha fatto
            passi da gigante negli ultimi anni e c'e' da
            aspettarsi che si continuera' di questo passo per
            gli anni a venire. Con le tecnologie di
            crittografia attuali (e magari l'uso di tessere
            con un chip) penso che i rischi che hai elencato
            abbiano una probabilita' di avverarsi che non sia
            poi cosi' diversa da quella del voto
            tradizionale.Io non sono un esperto, vedremo se qualche paese lo applicherà. Sono sistema che vanno messi in pratica.
            Inoltre c'e' da considerare che
            questo strumento potrebbe essere un sostituto di
            una parte delle votazioni, per esempio alla
            Camera, e non mi sembra che le votazioni alla
            Camera non prestino il fianco a campagne
            acquisti, pianisti, voti di scambio e tante altre
            amenita' a cui ormai siamo abituati. E... il voto
            di sfiducia ad un governo incapace avrebbe
            maggior senso, mentre ora il governo viene
            sostenuto dalla sua stessa maggioranza con
            trucchi che ormai non si degnano nemmeno piu' di
            mascherare....

            Occorre la volonta' di andare in questa
            direzione, ma dubito che si possa andare da chi
            ciIn effetti se si comprano i parlamentari sarebbe giustificato anche potere comprare i voti dei cittadini in referendum consultivi/abrogativi/propositivi. In effetti...Però è una storia nuova e quindi preferisco la vecchia con i soli parlamentari comprati. Non so dove si vada a parare con la gente che mette su ebay il suo voto per 10 euro o meno.
  • OT help scrive:
    OT Virgilio mail
    Scusate per l'intrusione OT.A dire il vero uso quest notizia perché mi lascia molto scettico, poco da commentare se non totale sfiducia.Invece vorrei sapere da voi se usate virgilio mail e se sapete cosa sta succedendo.Avevo due accounts gratuiti. Sono stati disabilitati senza nessun avviso, prima uno, una settimana dopo l'altro.Ho cercato un contatto per l'assistenza di virgilio e ho scoperto che se non hai un contratto con telecom l'unico moodo di contattarli é un numero "verde" che in realtá é apagamento per le email gratuite.Visto che sono all'estero non ci provo proprio a chiamarli.Non ho perso tanto, ma adesso devo comunicare di corsa a tutti che il mio indirizzo email é cambiato, mi rode per come é sucXXXXX.C'e qualcuno che ha idea di cosa stia succedendo ?
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: OT Virgilio mail
      - Scritto da: OT help
      Scusate per l'intrusione OT.
      A dire il vero uso quest notizia perché mi lascia
      molto scettico, poco da commentare se non totale
      sfiducia.

      Invece vorrei sapere da voi se usate virgilio
      mail e se sapete cosa sta
      succedendo.
      Avevo due accounts gratuiti. Sono stati
      disabilitati senza nessun avviso, prima uno, una
      settimana dopo
      l'altro.
      Ho cercato un contatto per l'assistenza di
      virgilio e ho scoperto che se non hai un
      contratto con telecom l'unico moodo di
      contattarli é un numero "verde" che in
      realtá é apagamento per le email
      gratuite.
      Visto che sono all'estero non ci provo proprio a
      chiamarli.

      Non ho perso tanto, ma adesso devo comunicare di
      corsa a tutti che il mio indirizzo email é
      cambiato, mi rode per come é
      sucXXXXX.

      C'e qualcuno che ha idea di cosa stia succedendo ?Ho un account virgilio da praticamente prima che virgilio esistesse, tanto che il mio account principale che uso anche per lavoro.Non ho mai avuto un contratto telecom in vita mia.L'acocunt è ancora là, vivo e vegeto.
      • OT help scrive:
        Re: OT Virgilio mail


        Ho un account virgilio da praticamente prima che
        virgilio esistesse, tanto che il mio account
        principale che uso anche per
        lavoro.
        Non ho mai avuto un contratto telecom in vita mia.
        L'acocunt è ancora là, vivo e vegeto.Il primo dei miei due account era stato creato piú do 10 anni fa senza essere collegato a nessun contratto.Il secondo era collegato a un contratto che ho disdetto quando sono andato all'estero qualche anno fa, ma ha continuato a funzionare senza problemi.Immagino che abbiano milioni di account, non li possono chiudere tutti insieme, peró ti conviene fare un backup. Non ti mandano nessun avviso.
    • poppi scrive:
      Re: OT Virgilio mail
      - Scritto da: OT help
      Scusate per l'intrusione OT.
      A dire il vero uso quest notizia perché mi lascia
      molto scettico, poco da commentare se non totale
      sfiducia.

      Invece vorrei sapere da voi se usate virgilio
      mail e se sapete cosa sta
      succedendo.
      Avevo due accounts gratuiti. Sono stati
      disabilitati senza nessun avviso, prima uno, una
      settimana dopo
      l'altro.
      Ho cercato un contatto per l'assistenza di
      virgilio e ho scoperto che se non hai un
      contratto con telecom l'unico moodo di
      contattarli é un numero "verde" che in
      realtá é apagamento per le email
      gratuite.
      Visto che sono all'estero non ci provo proprio a
      chiamarli.

      Non ho perso tanto, ma adesso devo comunicare di
      corsa a tutti che il mio indirizzo email é
      cambiato, mi rode per come é
      sucXXXXX.

      C'e qualcuno che ha idea di cosa stia succedendo ?so che se non lo si usa per un certo periodo lo azzerano, ma è recuperabile anche se ti ritrovi le cartelle vuote... altro non so.
      • OT help scrive:
        Re: OT Virgilio mail

        so che se non lo si usa per un certo periodo lo
        azzerano, ma è recuperabile anche se ti ritrovi
        le cartelle vuote... altro non so.Grazie per aver risposto, ma non é il mio caso.
  • AMA scrive:
    ma anche così...
    rimarrebbe comunque una legge abbastanza stupida: basterebbe che chiunque si svegliasse con la luna storta per pretendere rettifiche assurde da qualunque giornale e nulla glielo potrebbe impedireda sognatore una norma davvero democratica con la quale sostituirei il controverso comma sarebbe: obbligo di avere i commenti aperti e in risalto per qualunque sito di notizie online (registrato all'ordine o meno)se hai qualcosa da ridire lo scrivi nei commenti, se hai ragione avrai il risalto che ti spetta e la tua rettifica è facilmente fatta
    • Ozymandias scrive:
      Re: ma anche così...
      - Scritto da: AMA
      rimarrebbe comunque una legge abbastanza stupida:
      basterebbe che chiunque si svegliasse con la luna
      storta per pretendere rettifiche assurde da
      qualunque giornale e nulla glielo potrebbe
      impedire

      da sognatore una norma davvero democratica con la
      quale sostituirei il controverso comma sarebbe:
      obbligo di avere i commenti aperti e in risalto
      per qualunque sito di notizie online (registrato
      all'ordine o
      meno)

      se hai qualcosa da ridire lo scrivi nei commenti,
      se hai ragione avrai il risalto che ti spetta e
      la tua rettifica è facilmente
      fattaHai ragione, ma almeno una testata registrata ha, di solito, anche un supporto legale a sostenerla. Non credo che una norma del genere reggerebbe troppo facilmente davanti alla Corte Costituzionale, ma bisogna arrivarci. Le testate giornalistiche hanno questa possibilità, di sicuro un blog o Wikipedia no.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: ma anche così...
      Infatti non capisco come fanno a dire che i blog sono salvi siccome la rettifica rimane, passa solo da 48 ore a 10 giorni. E' l'obbligo che è incostituzionale e limita la libertà di espressione. Boh...
      • Sandro kensan scrive:
        Re: ma anche così...
        - Scritto da: Thepassenge r
        Infatti non capisco come fanno a dire che i blog
        sono salvi siccome la rettifica rimane, passa
        solo da 48 ore a 10 giorni. E' l'obbligo che è
        incostituzionale e limita la libertà di
        espressione.
        Boh...Quella è una vecchia versione, la nuova versione è tutt'altra.
        • Thepassenge r scrive:
          Re: ma anche così...
          Me la linki? Perchè da nessuna parte l'ho trovata, anzi dagli ultimi commenti in rete leggo che la proposta Cassinelli è quella proposta.- Scritto da: Sandro kensan
          - Scritto da: Thepassenge r

          Infatti non capisco come fanno a dire che i
          blog

          sono salvi siccome la rettifica rimane, passa

          solo da 48 ore a 10 giorni. E' l'obbligo che
          è

          incostituzionale e limita la libertà di

          espressione.

          Boh...

          Quella è una vecchia versione, la nuova versione
          è
          tutt'altra.
          • Sandro kensan scrive:
            Re: ma anche così...
            - Scritto da: Thepassenge r
            Me la linki? Perchè da nessuna parte l'ho
            trovata, anzi dagli ultimi commenti in rete leggo
            che la proposta Cassinelli è quella
            proposta.Non ho i link ma diverse autorevoli fonti citano il nuovo emendamento nato ieri.
          • bubba scrive:
            Re: ma anche così...
            - Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: Thepassenge r

            Me la linki? Perchè da nessuna parte l'ho

            trovata, anzi dagli ultimi commenti in rete
            leggo

            che la proposta Cassinelli è quella

            proposta.

            Non ho i link ma diverse autorevoli fonti citano
            il nuovo emendamento nato
            ieri.L'idea e' cmq sempre quella gia proposta tempo fa"sostituire le parole: , -ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica- , con le seguenti: -che recano giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica e soggetti all'obbligo di registrazione di cui all'articolo 5. -"dove l'art 5 (della legge sulla stampa) e' quello che prevede l'obbligo di registrazione come prodotti editoriali blabla.Cionondimeno la norma aggiunge caos e problemi ai gia tanti problemi creati da norme malfatte precedenti.Tanto per dirne 2:http://www.mcreporter.info/blog/blog.htm#leggi http://www.mcreporter.info/stampa/caos.htm
          • Thepassenge r scrive:
            Re: ma anche così...
            Bon, allora vediamo che succede, sempre che non approvano tutto prima che cambino il comma, il che non è da escludersi conoscendo con chi abbiamo a che fare.- Scritto da: Sandro kensan
            - Scritto da: Thepassenge r

            Me la linki? Perchè da nessuna parte l'ho

            trovata, anzi dagli ultimi commenti in rete
            leggo

            che la proposta Cassinelli è quella

            proposta.

            Non ho i link ma diverse autorevoli fonti citano
            il nuovo emendamento nato
            ieri.
          • Ciccio scrive:
            Re: ma anche così...
            - Scritto da: Thepassenge r
            Bon, allora vediamo che succede, sempre che non
            approvano tutto prima che cambino il comma, il
            che non è da escludersi conoscendo con chi
            abbiamo a che
            fare.

            - Scritto da: Sandro kensan

            - Scritto da: Thepassenge r


            Me la linki? Perchè da nessuna parte
            l'ho


            trovata, anzi dagli ultimi commenti in
            rete

            leggo


            che la proposta Cassinelli è quella


            proposta.



            Non ho i link ma diverse autorevoli fonti
            citano

            il nuovo emendamento nato

            ieri.Quindi PI ce l'ha nel mulo! :(
          • Fabio Galletti scrive:
            Re: ma anche così...
            Testo dell'emendamento di oggihttp://www.camera.it/_dati/leg16/lavori/odg/cam/fascicoli/20111006/20111006e1415.htmNelle aggiunte al comma 29 si nota come è comunque prevista la rettifica e la multa per inotemperanza anche per i siti non giornalistici, ma 'sulla rete internet'Quindi i 'commentatori autorevoli' hanno probabilmente fatto un po' di confusione.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma anche così...
            in dettaglio dove ?
          • Thepassenge r scrive:
            Re: ma anche così...
            Leggi bene i punti del comma 29.- Scritto da: Sgabbio
            in dettaglio dove ?
          • Thepassenge r scrive:
            Re: ma anche così...
            L'obbligo di rettifica è rimasto, da 48 ore a 10 giorni e in caso di non ottemperanza una multa da 500 a 2500 euro. Per articolo eh, quindi se ho un blog con migliaia di articoli e mi mandano una mazzetta di 100 articoli da rettificare e non lo faccio fai 2500 x 100. Tanta roba.Alla fine non è cambiato molto, wikipedia ha fatto male a riaprire e i blogger ad allentare la corda (almeno alcuni).- Scritto da: Fabio Galletti
            Testo dell'emendamento di oggi

            http://www.camera.it/_dati/leg16/lavori/odg/cam/fa

            Nelle aggiunte al comma 29 si nota come è
            comunque prevista la rettifica e la multa per
            inotemperanza anche per i siti non giornalistici,
            ma 'sulla rete
            internet'

            Quindi i 'commentatori autorevoli' hanno
            probabilmente fatto un po' di
            confusione.
          • Healty scrive:
            Re: ma anche così...
            Se cercate comma 29 nel testo, tutti i risultati che escono portano al cambio delle parole che indicano ogni blog con quelle che indicano solo le testate registrate...a me sembra sia esatto .-.
  • Sandro kensan scrive:
    Il BAR di WP
    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Bar/Discussioni/Sciopero:_il_punto_della_situazione#Pareri_sulla_tempistica_di_riapertura
Chiudi i commenti