USA, via libera al decollo di Google

Semaforo verde per l'acquisizione da 700 milioni di dollari della startup di Boston, ITA. Ma BigG dovrà mettere a disposizione della concorrenza il software QPX. Vietati declassamenti nel ranking e comportamenti in generale discriminatori

Roma – A mostrare il segnale di via libera è stato il Department of Justice (DoJ) statunitense, che ha così autorizzato Google a procedere con l’acquisizione multimilionaria della startup ITA. Lo stesso Dipartimento di Giustizia a stelle e strisce ha però imposto all’azienda di Mountain View una serie di regole, la cui osservanza sarà fondamentale per decollare nell’ormai vibrante settore dei biglietti aerei e delle informazioni pratiche di viaggio .

Google rimarrà dunque sotto stretta sorveglianza, monitorata dal DoJ sull’effettiva implementazione dei termini stabiliti dal cosiddetto settlement . Il colosso del search dovrà innanzitutto continuare a licenziare la tecnologia sviluppata da ITA – il software QPX – mettendola così a disposizione per un periodo di cinque anni in maniera non discriminatoria . Al software continueranno ad avere accesso società rivali come Kajak.com , Expedia e Farelogix.

Varie aziende specializzate si erano infatti riunite nel sito web FairSearch.org , esprimendo le più allarmate preoccupazioni a seguito dell’acquisto da 700 milioni di dollari. Google si sarebbe ritrovata, in sostanza, a dominare l’intero settore, avendo accesso esclusivo ad un software – appunto quello di ITA – che ha finora alimentato gran parte della concorrenza . Bing compreso. Anche Microsoft si era aggiunta alla coalizione contro l’azienda di Mountain View.

Stando ai termini dell’accordo annunciato dal DoJ, Google dovrà comunicare eventuali lamentele ricevute, in particolare legate ad eventuali declassamenti della concorrenza nelle classifiche del ranking sul suo motore di ricerca . BigG sarà inoltre obbligata ad erigere delle msiure di sicurezza che prevengano lo sfruttamento non autorizzato di informazioni relative alla concorrenza, oltre che dei dati appartenenti agli utenti di ITA .

L’azienda di Mountain View ha dunque espresso soddisfazione per il semaforo verde acceso dal DoJ. Il business di ITA verrà gestito “come al solito”, mentre i vari clienti della startup di Boston avranno la possibilità di estendere i propri contratti fino al 2016 . I legali di Expedia hanno infine sottolineato come le autorità statunitensi rimangano comunque preoccupate per l’accresciuto potere di Google sull’intero ecosistema della rete.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Certo certo scrive:
    Leggenda sostituisce leggenda.
    A questo punto attendo il ritorno in Microsoft di Bill uomo più ricco del mondo Gates. E poi perchè no, diamo un ruolo pure a Lady Gaga, visto che fa tanto immagine anche lei.
    • Certo certo scrive:
      Re: Leggenda sostituisce leggenda.
      Forse è meglio tenerla come testimonial per il lancio di Windows 8.[yt]iDNHJ7gUFQE[/yt] :
  • attonito scrive:
    ben prima del rigor mortis...
    Si sa che in questi casi la successione va preparata con largo anticipo.E' sucXXXXX con gli Agnelli, con la regina Margnerita, etc etc.Tutti i sistemi economici/politici/indistriali/etc non possono ammettere un vuoto di potere, con la buona pace del moribondo di turno: crudele ma e' la realta'.
    • Deus Ex scrive:
      Re: ben prima del rigor mortis...
      - Scritto da: attonito
      Si sa che in questi casi la successione va
      preparata con largo
      anticipo.
      E' sucXXXXX con gli Agnelli, con la regina
      Margnerita, etc
      etc.

      Tutti i sistemi
      economici/politici/indistriali/etc non possono
      ammettere un vuoto di potere, con la buona pace
      del moribondo di turno: crudele ma e' la
      realta'.Ma questo non è in dubbio e sinceramente non ci vedo nulla di male. Il problema è che Apple punta molto sull'immagine da Guru di Jobs e deve trovare una figura che possa ricoprire lo stesso ruolo, e non è che personaggi del genere piovono dal cielo...
  • MacBoy scrive:
    Wozniak non è Jobs
    Era un eccellente ingegnere 40 anni fà, praticamente ha fatto da solo l'Apple II, sia l'hardware che il software. Oggi una cosa del genere sarebbe semplicemente impossibile.Ma... sono passati 40 anni. Non so che contributo possa dare oggi.Nè Woz ha mai avuto le doti manageriali e la "visione" di Jobs. Quindi pensare che possa prendere il suo posto è semplicemente ridicolo.
    • benkj scrive:
      Re: Wozniak non è Jobs
      Pienamente d'accordo. Woz ormai potrebbe servire solo agli ingegneri di iTunes, vista l'esperienza maturata con "ballando con le stelle"
    • Santo Subito scrive:
      Re: Wozniak non è Jobs
      - Scritto da: MacBoy
      Era un eccellente ingegnere 40 anni fà,
      praticamente ha fatto da solo l'Apple II, sia
      l'hardware che il software. Oggi una cosa del
      genere sarebbe semplicemente
      impossibile.
      Ma... sono passati 40 anni. Non so che contributo
      possa dare
      oggi.

      Nè Woz ha mai avuto le doti manageriali e la
      "visione" di Jobs. Quindi pensare che possa
      prendere il suo posto è semplicemente
      ridicolo.Sulle doti manageriali perfettamente d'accordo: Jobs è uno squalo, Woz è un agnello.Sulla vision, Woz ha espresso la sua vision diverse volte in questi anni, ed è fortemente orientata verso il software libero e le licenze aperte. Vale a dire, piuttosto lontana dalla vision di Jobs.Quindi, semmai dovesse diventare Ceo di Apple, rischierebbe di essere piazzato a fare il manichino per gli azionisti, ma senza reale potere decisionale.Ma dubito che accetterebbe una situazione del genere: è ricco abbastanza e abbastanza autorevole per poter voler dire senza condizionamenti (note le sue critiche -ragionevoli- a iphone e macbook air, che un paio d'anni fa irrigidirono i rapporti con l'azienda).Nel caso invece diventi il nuovo "guru" di Apple, si prospettano scenari imprevedibili... il mondo è pronto a un OsXI in licenza GNU?
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Wozniak non è Jobs
        Piuttosto, farebbero ritrovare Woz assassinato !
      • collione scrive:
        Re: Wozniak non è Jobs
        si tratta di scenari non tanto irrealizzabilispesso dimentichamo che OSX è un derivato di Mach e quindi di un microkernel bsdoppure si dimentica che apple è l'azienda dietro ad uno dei più grandi progetti degli ultimi 10 anni, ovvero il framework llvm anche quello sotto licenza bsdapple ha solo una logica chiusa riguardo i suoi prodotti, perchè crede che gli altri possano rubarglieli, cosa che avvenne quando un certo Bill rubò l'OS del mac per creare windowsma l'epoca attuale è diversa ed è difficile per un ladruncolo riuscire a fare i miliardi rubacchiando le idee altrui
    • collione scrive:
      Re: Wozniak non è Jobs
      veramente Wozniak E' LA APPLE!!!!non è solo l'ingegnere dietro l'apple II, è anche l'inventore dell'apple I aka il primo vero personal computerè un ingegnere contro i controattributi che di certo non si è ritirato a vita privata ma anzi ha speso il suo genio in altre imprese e attualmente lavora per la fusion-ionon è proprio uno sprovveduto nè tantomeno uno che ritorna all'ovile dopo essere stato in un tempio buddista per 30 anni
  • giudice scrive:
    criminali
    non sarà mica che stanno dando jobs per morto?non sarà un po prematuro?fino a che jobs è vivo sognatevela pure questa apertura.
    • Deus Ex scrive:
      Re: criminali
      Criminali mi sembra eccessivo. Ma che in Apple ci si stia preparando anche all'evenienza di una prematura scomparsa di Jobs, facendo tutti gli scongiuri del caso, mi sembra assolutamente logico e corretto.Soprattutto perchè la perdita sarebbe devastante dal punto di vista dell'immagine...il sucXXXXX di Apple è legato (anche) all'immagine di Steve Jobs come leader carismatico e quasi religioso...Faccio una stima assolutamente campata in aria, ma se dovesse veramente morire Jobs (ovviamente spero di no, faccio una pura speculazione intellettuale) secondo me Apple perderebbe un buon 20% del valore in borsa nel periodo immediatamente successivo e probabilmente ancora di più su base annuale prima di stabilizzarsi.
      • giudice scrive:
        Re: criminali
        - Scritto da: Deus Ex
        Criminali mi sembra eccessivo. Ma che in Apple ci
        si stia preparando anche all'evenienza di una
        prematura scomparsa di Jobs, facendo tutti gli
        scongiuri del caso, mi sembra assolutamente
        logico e
        corretto.
        Soprattutto perchè la perdita sarebbe devastante
        dal punto di vista dell'immagine...il sucXXXXX di
        Apple è legato (anche) all'immagine di Steve Jobs
        come leader carismatico e quasi
        religioso...
        Faccio una stima assolutamente campata in aria,
        ma se dovesse veramente morire Jobs (ovviamente
        spero di no, faccio una pura speculazione
        intellettuale) secondo me Apple perderebbe un
        buon 20% del valore in borsa nel periodo
        immediatamente successivo e probabilmente ancora
        di più su base annuale prima di
        stabilizzarsi.e pensa alle lotte intestine per avere o meno quel dato reparto e pensa agli investitori che non avrebbero piu un jobs a confortarli e convincerli e pensa anche all'appoggio politico e alle lobby di cui apple è associata ed alle radicali politiche aziendali, la morte di jobs porterà conseguenze imprevedibili nell'assetto di apple difficili da gestire.
        • Pietro scrive:
          Re: criminali
          - Scritto da: giudice
          - .

          e pensa alle lotte intestine per avere o meno
          quel dato reparto e pensa agli investitori che
          non avrebbero piu un jobs a confortarli e
          convincerli e pensa anche all'appoggio politico e
          alle lobby di cui apple è associata ed alle
          radicali politiche aziendali, la morte di jobs
          porterà conseguenze imprevedibili nell'assetto di
          apple difficili da
          gestire.Una cosa é certa, nessuno lo prenderà volentieri quel posto
          • lapalisse scrive:
            Re: criminali
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: giudice

            - .



            e pensa alle lotte intestine per avere o meno

            quel dato reparto e pensa agli investitori che

            non avrebbero piu un jobs a confortarli e

            convincerli e pensa anche all'appoggio politico
            e

            alle lobby di cui apple è associata ed alle

            radicali politiche aziendali, la morte di jobs

            porterà conseguenze imprevedibili nell'assetto
            di

            apple difficili da

            gestire.
            Una cosa é certa, nessuno lo prenderà volentieri
            quel
            postoeccerto: nessuno lo prende mai volentieri (in) quel posto!
          • giudice scrive:
            Re: criminali
            - Scritto da: lapalisse
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: giudice


            - .





            e pensa alle lotte intestine per avere o meno


            quel dato reparto e pensa agli investitori che


            non avrebbero piu un jobs a confortarli e


            convincerli e pensa anche all'appoggio
            politico

            e


            alle lobby di cui apple è associata ed alle


            radicali politiche aziendali, la morte di jobs


            porterà conseguenze imprevedibili nell'assetto

            di


            apple difficili da


            gestire.

            Una cosa é certa, nessuno lo prenderà volentieri

            quel

            posto

            eccerto: nessuno lo prende mai volentieri (in)
            quel
            posto!sei sicuro? guarda quihttp://www.google.com/images?hl=it&source=hp&biw=1600&bih=789&q=applefans&gbv=2&aq=f&aqi=&aql=&oq=
        • Cavallo Pazzo scrive:
          Re: criminali
          Mah, esprimo solo la mia personale opinabile opinione, ma io sono dell'idea che Jobs in casa apple sia solo una palla al piede.
Chiudi i commenti