Google Maps, posizione dominante

Starebbe offrendo gratuitamente il suo servizio di mappe per escludere i concorrenti dal mercato. La denuncia di un concorrente che offre i propri servizi a pagamento, la condanna di un tribunale francese

Roma – Il tribunale di Parigi ha condannato Google Maps, il servizio di mappe di Muontain View, per abuso di posizione dominante.

A trascinare Google (nuovamente) davanti ai giudici francesi era stata l’ azienda locale Bottin Cartographes , che offre dietro pagamenti servizi legati a mappe geografiche.

Per Mountain View si tratta di una nuova sentenza negativa nel paese europeo dove è già stata condannata per i suggerimenti di Google Suggest .

In questo nuovo caso il sito francese accusava Mountain View di concorrenza sleale, per l’offerta gratuita di un servizio di mappe paragonabile a quello che la concorrenza garantisce dietro pagamento: lo starebbe facendo , insomma, per tagliar fuori dal mercato gli altri concorrenti , sfruttando la sua posizione dominante nel settore.

Proprio per questo il tribunale ha condannato Google a pagare 500mila euro di danni alla controparte transalpina .

Mountain View si è limitata a dichiarare di star prendendo in esame la sentenza.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ioio scrive:
    troppe distro, BASTA PER FAVORE
    Non se ne può più di fork e contro fork, distro che nascono, distro che spariscono, frammentazione, divisione..... è questo il vero, unico, motifo di fallimento di *-linux...Si moltiplicano i problemi, le incompatibilità, c'è uno spreco di risorse...se l'utente ha un problema è anceh difficile venirne a capo perchè le variabili in gioco aumentano...non è possibile questo sistema...ho usato linux per molti anni, con soddisfazione, ma da quando è uscito windows 7 non lo uso (purtroppo) più.reputo il fallimento di linux dovuto alle troppe distribuzioni. sarebbe bello riuscire ad unificare questo sterminato mondo di prodotti e concentrarsi. E' l'unica strategia vincente. pare però che non lo si sia capito.
    • derego scrive:
      Re: troppe distro, BASTA PER FAVORE
      - Scritto da: ioio
      Non se ne può più di fork e contro fork, distro
      che nascono, distro che spariscono,
      frammentazione, divisione..... è questo il vero,
      unico, motifo di fallimento di
      *-linux...*-linux? E che sarebbe?
      Si moltiplicano i problemi, le incompatibilità,
      c'è uno spreco di
      risorse...
      se l'utente ha un problema è anceh difficile
      venirne a capo perchè le variabili in gioco
      aumentano...non è possibile questo sistema...ho
      usato linux per molti anni, con soddisfazione, ma
      da quando è uscito windows 7 non lo uso
      (purtroppo)
      più.bravo, hai trovato il sistema adatto a te, di che ti lamenti?
      reputo il fallimento di linux dovuto alle troppe
      distribuzioni. sarebbe bello riuscire ad
      unificare questo sterminato mondo di prodotti e
      concentrarsi. E' l'unica strategia vincente. pare
      però che non lo si sia
      capito.Ma di quale fallimento parli?
      • ioio scrive:
        Re: troppe distro, BASTA PER FAVORE
        - Scritto da: derego
        - Scritto da: ioio

        Non se ne può più di fork e contro fork,
        distro

        che nascono, distro che spariscono,

        frammentazione, divisione..... è questo il
        vero,

        unico, motifo di fallimento di

        *-linux...

        *-linux? E che sarebbe?i vari sistemi (distrubuzioni) basati su linux

        Si moltiplicano i problemi, le
        incompatibilità,

        c'è uno spreco di

        risorse...

        se l'utente ha un problema è anceh difficile

        venirne a capo perchè le variabili in gioco

        aumentano...non è possibile questo
        sistema...ho

        usato linux per molti anni, con
        soddisfazione,
        ma

        da quando è uscito windows 7 non lo uso

        (purtroppo)

        più.

        bravo, hai trovato il sistema adatto a te, di che
        ti
        lamenti?che è uno spreco

        reputo il fallimento di linux dovuto alle
        troppe

        distribuzioni. sarebbe bello riuscire ad

        unificare questo sterminato mondo di
        prodotti
        e

        concentrarsi. E' l'unica strategia vincente.
        pare

        però che non lo si sia

        capito.

        Ma di quale fallimento parli?il non riuscire asuperare una quoto significativa di mercato.Se non si riesce a sfondare, un sistema è destinato a fallire.In questo mercato i piccoli sono destinati ad essere fagocitati perchè hanno spese troppo alte.
    • pippo75 scrive:
      Re: troppe distro, BASTA PER FAVORE
      - Scritto da: ioio
      Non se ne può più di fork e contro fork, distro
      che nascono, distro che spariscono,
      frammentazione, divisione..... è questo il vero,
      unico, motifo di fallimento di
      *-linux...La troppa frammentazione sicuramente non aiuta. Come fallimento lo vedo in particolare dal punto di vista desktop, in altri settori non sta andando cosi male.Diciamo che comunque di vista desktop le distro linux hanno messo a segno ottimi autogoal. Gli ultimi due che ricordo sono gnome e unity.
      reputo il fallimento di linux dovuto alle troppe
      distribuzioni. sarebbe bello riuscire ad
      unificare questo sterminato mondo di prodotti e
      concentrarsi. E' l'unica strategia vincente. pare
      però che non lo si sia capito.al momento l'unica cosa che manca alle distro è il supporto di molte SW house per il settore desktop, poi per quanto riguarda le distro, basta supportarne poche ( le prima 4 più diffuse ).
  • pisho scrive:
    PERSINO IN FRANCIA!
    quello che mi chiedo e' che se nemmeno la francia che in quanto a protezionismo delle proprie aziende e' la numero uno in europa,si riesce a tenere a galla la azienda che sviluppa linux...allora vuol proprio dire che con linux non ci si puo' mica fare qualcosa di economicamente produttivo... ok per la didattica nelle scuole del terzo mondo, ok se serve a recuperare qualche vecchio pc dalle discariche..ma per il resto riguardo a linux, prospettive ZERO!si sentono solo notizie su aziende che falliscono o di nuovi fork-fratricidi nati solo per vendette intestine alla comunita' di sviluppatori...
    • krane scrive:
      Re: PERSINO IN FRANCIA!
      - Scritto da: pisho
      quello che mi chiedo e' che se nemmeno la francia
      che in quanto a protezionismo delle proprie
      aziende e' la numero uno in europa,si riesce a
      tenere a galla la azienda che sviluppa
      linux...allora vuol proprio dire che con linux
      non ci si puo' mica fare qualcosa di
      economicamente produttivo...


      ok per la didattica nelle scuole del terzo mondo,
      ok se serve a recuperare qualche vecchio pc dalle
      discariche..ma per il resto riguardo a linux,
      prospettive
      ZERO!
      si sentono solo notizie su aziende che falliscono
      o di nuovi fork-fratricidi nati solo per vendette
      intestine alla comunita' di sviluppatori...Secondo questo principio e' la rovina anche il fallimento di ditte che utilizzano windwos.L'unica vincitrice e' apple, che finche' non fallisce essa stessa e' a posto dal tuo ragionamento.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: PERSINO IN FRANCIA!
      Sei un troll patetico e inutile.
    • pietro scrive:
      Re: PERSINO IN FRANCIA!
      - Scritto da: pisho
      quello che mi chiedo e' che se nemmeno la francia
      che in quanto a protezionismo delle proprie
      aziende e' la numero uno in europa,si riesce a
      tenere a galla la azienda che sviluppa
      linux...allora vuol proprio dire che con linux
      non ci si puo' mica fare qualcosa di
      economicamente produttivo...
      gli sviluppatori mangiano tutti i giorni, come tutti noi del resto
  • Funz scrive:
    impasse
    non enpasse. Usatelo, il correttore automatico!
  • iome scrive:
    Staccate la spina
    sono anni che mandrake-
    mandriva naviga in cattive acque. se non la sanno tenere a galla, tanto vale affondarla. Ha fatto il suo tempo, addio e grazie.
    • Andrea Fancelli scrive:
      Re: Staccate la spina
      E pensare che ai tempi che si chiamava Mandrake Linux era una bellissima distro....
      • c64 scrive:
        Re: Staccate la spina
        E' un peccato. Si è mantenuta su ottimi livelli tra il 2008 ed il 2011, ma l'ultima release (2011), a mio parere, è stata un bidone. Peccato, perché il control center è ancora, secondo me, il più valido fra le varie distro. Certo che se il management non è capace di fare il proprio lavoro... Alla fine forse avevano ragione quelli di mageia
Chiudi i commenti