Google Maps, ritorno alla localizzazione condivisa

Con un prossimo aggiornamento del servizio sarà possibile tornare a farsi tracciare dai propri contatti attraverso le mappe di Google

Roma – Google ha rispolverato per le proprie mappe una funzione accantonata in passato con l’archiviazione dell’applicazione Latitude, una funzione a bordo di numerose applicazione già declinata dalla stessa Google in una app specificamente pensata per assistere gli utenti nelle situazioni di potenziale pericolo: si tratta di un servizio di geolocalizzazione condivisa, integrato in Maps per informare determinati contatti della propria posizione e dei propri spostamenti.

In principio era Latitude, servizio lanciato nel 2009 per consentire la condivisione immediata e persistente della propria posizione e stabilire un canale di conversazione con contatti selezionati. Nonostante le controversie della prima ora in materia di privacy, il servizio è stato abbracciato dagli utenti e numerosi concorrenti e attori del mercato delle app mobile ne hanno ricalcato il concetto, con applicazioni dedicate come Foursquare e servizi come Find My Friends di Apple e la soluzione più complesse offerta da Facebook, passando per le sperimentazioni di Microsoft alle applicazioni di messaggistica che consentono di condividere semplicemente le proprie coordinate. Google ha scelto di accantonare Latitude nel 2013 , ma la condivisione della propria posizione si è riversata in altri servizi come Google+ e Waze, e di recente, epurata dalle funzioni social, è stata rilanciata con l’app Contatti Fidati, dedicata alle situazioni di pericolo.

Ora Mountain View è tornata ad implementare la condivisione della posizione in maniera generalista su Google Maps, attiva con un prossimo aggiornamento dell’app su dispositivi Android e iOS, e con il servizio Web su desktop e mobile. Attraverso il menù a sinistra, o selezionando il punto blu che indica la propria posizione, è possibile dare il via alla condivisione della propria posizione o del proprio percorso selezionando i contatti a cui si desidera manifestarsi e impostando il periodo di tempo per cui la condivisione della posizione sarà attiva (da 15 minuti a 3 giorni, con la possibilità di impostarla perché sia attiva fino alla sospensione). Sarà altresì possibile ottenere il link relativo al tracciamento, per scambiarlo attraverso il servizio che più si ritenga utile.

Condivisione della posizione

Google, per scongiurare le rimostranze di coloro che tengono alla privacy nel momento in cui viene insidiata in maniera esplicita , ha scelto di offrire all’utente la massima trasparenza e il massimo controllo , così che sia sempre consapevole di aver attivato la geolocalizzazione condivisa attraverso l’iconcina dedicata e attraverso promemoria via email.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sgobbone scrive:
    Filtri
    Chi vorra' usufruire dei contenuti sara' costretto anche a sorbirsi anche la pubblicita' non piu' filtrabile con i vari adblock
    • bradipao scrive:
      Re: Filtri
      - Scritto da: Sgobbone
      Chi vorra' usufruire dei contenuti sara'
      costretto anche a sorbirsi anche la pubblicita'
      non piu' filtrabile con i vari adblockIl "nightmare scenario" è quello di un web che pian piano sposta praticamente tutti i suoi i contenuti sotto EME, così da far pagare anche l'acXXXXX a singole pagine o immagini, che non potrai nemmeno copiare.Proprio un cavallo di XXXXX.
  • Le buone notizie scrive:
    240 buone notizie per sorridere
    Ogni tanto succede anche qualcosa di positivo, è giusto darne notizia:http://www.ilgiornale.it/news/mondo/libia-annegano-240-immigrati-tripoli-blocca-laccordo-litalia-1378434.htmlVolevano invaderci, e invece hanno fatto GluGluGlu .Tiè! 8)
  • lorenzo scrive:
    Ottimo ...
    Quindi ogni sito potra' far girare un blob binario che fa quel che gli pare sul pc dell'utente che lo visita ... quindi le cose sono due ... o si disattiva EME ... o si accetta di avere il pc pieno di malware ...
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Ottimo ...
      - Scritto da: lorenzo
      Quindi ogni sito potra' far girare un blob
      binario che fa quel che gli pare sul pc
      dell'utente che lo visita ... quindi le cose sono
      due ... o si disattiva EME ... o si accetta di
      avere il pc pieno di malware
      ...Ma non capisci che è per in tuo bene.
      • lorenzo scrive:
        Re: Ottimo ...
        si si :) Infatti sto navigando con un fork di un noto browser open source ... forkato da me :) ci infilino eme se riescono
        • hopf scrive:
          Re: Ottimo ...
          - Scritto da: lorenzo
          si si :)
          Infatti sto navigando con un fork di un noto
          browser open source ...

          forkato da me :) ci infilino eme se riesconose riesono a fare questo:http://punto-informatico.it/4377593/PI/News/pwn2own-anno-della-fuga.aspximmagino tu avrai super poteri per evitarlo... :D
          • lorenzo scrive:
            Re: Ottimo ...
            ah be gia' il fatto che non sono su windows aiuta ... :) Poi si stava parlando di evitare EME ovvero la porta principale per il malware ( non mi dite di certificati ed altro ... ricordatevi chi e' che gestira' eme ... e chi ha creato o fatto creare un famoso rootkit ... )
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Ottimo ...
            - Scritto da: lorenzo
            ah be gia' il fatto che non sono su windows aiuta
            ... :)

            Poi si stava parlando di evitare EME ovvero la
            porta principale per il malware ( non mi dite di
            certificati ed altro ... ricordatevi chi e' che
            gestira' eme ... e chi ha creato o fatto creare
            un famoso rootkit ...
            )Tranquillo a molta gente piace essere deflorato, in qualsiasi modo avvenga l'importante che vengono penetrati. :)
          • ... scrive:
            Re: Ottimo ...
            [img]http://i.imgur.com/TxqwNQi.jpg[/img]
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Ottimo ...
            - Scritto da: ...
            [img]http://i.imgur.com/TxqwNQi.jpg[/img]A quell' ora dormivo! Mica la notte la passo a sorridere davanti al pc. :)
  • domandino scrive:
    Domanda
    Sto con una moltoXXXXX ma l'altro giorno prima di andare a casa di una sua amica è passata a comprare un dildo con due XXXXX tipo questo[img]http://www.mysextoysonline.com/2245-thickbox_default/double-dildo-17-inch-flexible-soft-jelly-vagina-and-anal-double-ended-dong.jpg[/img]Secondo voi devo sospettare qualcosa?
  • Il Fuddaro scrive:
    Si inizia pian piano
    E iniziato l' esperimento esfiltrazione dati sanitari. Per adesso si adulano i vecchi e malati, poi pian piano obbligano tutti!E continuate a dare del complottista a quanti vi sbattono la verità in faccia, se pur a voi non piace.
  • bradipao scrive:
    porte aperte ai nuovi FLASH
    Il w3c ha di fatto standardizzato, d'accordo con tutti i browse principali, l'interfaccia standard della nuova generazione di plugin.Ci siamo quasi completamente liberati da Flash, ma ecco che all'orizzionte arrivano le nuove leve: plugin che non hanno il buono di Flash (la possibilità di creare interazioni e multimedialità multipiattaforma ancora non eguagliata dal HTML5), ma in compenso hanno peggiorato il lato cattivo di Flash (blob binari chiusi, sotto il controllo esclusivo dei fornitori di contenuti, di cui nessun altro saprà niente di efficienza e sicurezza).
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: porte aperte ai nuovi FLASH
      - Scritto da: bradipao
      Il w3c ha di fatto standardizzato, d'accordo con
      tutti i browse principali, l'interfaccia standard
      della nuova generazione di
      plugin.

      Ci siamo quasi completamente liberati da Flash,
      ma ecco che all'orizzionte arrivano le nuove
      leve: plugin che non hanno il buono di Flash (la
      possibilità di creare interazioni e
      multimedialità multipiattaforma ancora non
      eguagliata dal HTML5), ma in compenso hanno
      peggiorato il lato cattivo di Flash (blob binari
      chiusi, sotto il controllo esclusivo dei
      fornitori di contenuti, di cui nessun altro saprà
      niente di efficienza e
      sicurezza).Quindi lunga vita a flash! Ritorniamo tutti a flash, se cambiamo qualcosa per non cambiare niente ritorniamo a flash!![Quesito semi-serio]onAdesso capite del perché non andava a genio xhtml e le sue standardizzazioni? Xhtml portava il web a fare quello per cui era nato il web. Cioè mostrare contenuti!Ma i cattivoni di Guugle e della santita Apples, nada! Nun piace e così mandarono due evangelizzatori di html5, di cui quello di apple con un nome di donna(poi si chiedono perché apple==XXXXX), a cacciare il cattivone xhtml.https://annevankesteren.nl/ tipico seguace (apple)[Quesito semi-serio]off
  • panda rossa scrive:
    Il DRM va fatto pagare!
    Io sono totalmente favorevole alla presenza del DRM in rete purche' i costi del DRM vengano scaricati in toto sull'utente.Chi vuole fruire di un contenuto con DRM e' giusto che paghi per questo servizio, anche se poi il contenuto fosse gratuito, il sistema che protegge i diritti digitali deve essere fatto pagare.Anche poco, ma deve avere il suo costo.Ovviamente con l'iva prevista per tutti i servizi digitali, quale il DRM e'.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Il DRM va fatto pagare!
      - Scritto da: panda rossa
      Io sono totalmente favorevole alla presenza del
      DRM in rete purche' i costi del DRM vengano
      scaricati in toto
      sull'utente.E' quello che faranno quando passeranno alla fase di implementazione
      Chi vuole fruire di un contenuto con DRM e'
      giusto che paghi per questo servizio, anche se
      poi il contenuto fosse gratuito, il sistema che
      protegge i diritti digitali deve essere fatto
      pagare.E te lo faranno pagare.
      Anche poco, ma deve avere il suo costo.Lo faranno pagare, poco o tanto non importa. Se tu vorrai usufruire dei contenuti dovrai pagare
      Ovviamente con l'iva prevista per tutti i servizi
      digitali, quale il DRM
      e'.Ovvio, tanto sei tu che paghi.
      • operaio scrive:
        Re: Il DRM va fatto pagare!
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: panda rossa

        Ovviamente con l'iva prevista per tutti i
        servizi

        digitali, quale il DRM

        e'.

        Ovvio, tanto sei tu che paghi.E' nato XXXXXXXX, lui è contento di pagare l'iva più alta. Del resto da uno che si autorappresenta con una panda non c'è molto da aspettarsi.
  • Giulia scrive:
    Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
    Ma il p2p, oggi evoluto in streaming , lo tengono in considerazione dopo tutti sti sforzi ?
    • parrucchier e scrive:
      Re: Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
      Ciao Giulia, sei bionda, mora, rossa o tinta di verde o di blu?
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
        - Scritto da: parrucchier e
        Ciao Giulia, sei bionda, mora, rossa o tinta di
        verde o di
        blu?Non farci caso lui è lo scemo del villaggio.
      • ... scrive:
        Re: Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
        - Scritto da: parrucchier e
        Ciao Giulia, sei bionda, mora, rossa o tinta di
        verde o di
        blu?E tu sei proprio XXXXXXXX come si vede da ciò che scrivi, o magari anche di più?
      • Le buone notizie scrive:
        Re: Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
        - Scritto da: parrucchier e
        Ciao Giulia, sei bionda, mora, rossa o tinta di
        verde o di
        blu?Taci, tanto non hai comunque speranza, sei troppo sfigato, brutto e XXXXXXXX perchè qualcuna te la dia. Le zecche radicali non rimorchiano. :-o
    • rockroll scrive:
      Re: Ma il p2p non lo prendono in consideraz?
      - Scritto da: Giulia
      Ma il p2p, oggi evoluto in streaming , lo tengono
      in considerazione dopo tutti sti sforzi
      ?E sarebbe un'evoluzione? Comunque ssssttt, zitto, che questi se se ne accorgono ci drogano anche il P2P (sarà meglio salvarsi i files di installazione ancora non drogati).
Chiudi i commenti