Google paga i link per spingere Chrome

Sospetta campagna pubblicitaria per far crescere il ranking dei prodotti legati al browser di BigG. Che avrebbe pagato i blogger per la pubblicazione di link allo strumento di navigazione. Mountain View risponde con un declassamento

Roma – Aveva scatenato le ironie più piccate da parte degli osservatori nel vasto reame del search globale. Un’imponente campagna pubblicitaria architettata da Google per permettere ai tool e servizi del browser Chrome di effettuare la rapida scalata nelle classifiche del ranking .

Il colosso di Mountain View si sarebbe servito di centinaia di blogger prezzolati per la pubblicazione online di link ai prodotti legati al suo stesso browser . Per la Search Engine Optimization (SEO), una mossa fondamentale per far crescere il ranking nei risultati di ricerca.

Peccato che si tratti di una evidente violazione delle policy stabilite dallo stesso motore di ricerca californiano. Che, a sua volta, ha spesso degradato tutti quei post (e link) pagati da soggetti privati per arrivare in fretta sulle prime pagine dei risultati del search.

Iniziale stupore da parte dei vertici di Google: nessuno avrebbe mai pagato i blogger per la pubblicazione di link sponsorizzati. “Google ha accettato sempre e solo le pubblicità online classiche”, ha spiegato un portavoce di BigG. La colpa è dunque ricaduta sulla società di marketing partner Unruly Media .

Poi, l’annuncio che sembra voler smorzare tutte le polemiche. Google procederà con il declassamento dei risultati relativi al browser Chrome per un periodo non inferiore ai 60 giorni .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cognome scrive:
    Dottrina?
    Consiglierei di smetterla di utilizzare un termine poco adeguato "dottrina" per definire un abuso di potere anticotistuzionale.Fatela finita. La dottrina è un'altra cosa, insegna ad elevarsi a uno stato superiore interiore, non a castigare i cittadini.Dio non c'entra nulla, non ci credo all'omino invisibile.Ma questo termine deve cessare di essere usato.Non c'è nessuna dottrina, solo inchiappettamenti che non hanno nulla a che spartire con il termine utilizzato dai vostri giornalisti.Fate basta.
    • panda rossa scrive:
      Re: Dottrina?
      - Scritto da: cognome
      Consiglierei di smetterla di utilizzare un
      termine poco adeguato "dottrina" per definire un
      abuso di potere
      anticotistuzionale.
      Fatela finita. La dottrina è un'altra cosa,
      insegna ad elevarsi a uno stato superiore
      interiore, non a castigare i
      cittadini.Prima di venire qui a sbatterci in faccia la tua abissale ignoranza in fatto di lingua italiana, avresti potuto aprire il vocabolario alla parola "dottrina" e leggere uno dei tanti significati."In campo giuridico, ci si riferisce alla dottrina come all'insieme del sapere e della speculazione teorica proveniente dagli studiosi del settore." http://it.wikipedia.org/wiki/Dottrina
      Dio non c'entra nulla,No, infatti non si vede proprio che cosa c'entri.
      • ThEnOra scrive:
        Re: Dottrina?
        2012 sarà un anno in cui molte delle mie opinioni/commenti coincideranno con quelle di Panda... hmm non so se sarà bene per il (c) oppure no!:DHNY!
        • panda rossa scrive:
          Re: Dottrina?
          - Scritto da: ThEnOra
          2012 sarà un anno in cui molte delle mie
          opinioni/commenti coincideranno con quelle di
          Panda... hmm non so se sarà bene per il (c)
          oppure
          no!
          Vuol dire che uno di noi due e' invecchiato e sta cominciando a capire qualcosa.
  • il solito bene informato scrive:
    [OT polemico] la Destra di oggi
    Non sono uno di Sinistra, anzi.Ma mi chiedo: come fa una persona a votare Destra? come si fa a dare fiducia a questa gente prona agli interessi industriali, che taglia fondi ai servizi pubblici, per poi sprecare milioni di euro in battaglie moralizzatrici (droga, copyright, prostituzione) e che di liberal non ha nulla ?Tramite youtube ho conosciuto il candidato repubblicano Ron Paul e sono rimasto scioccato! un repubblicano liberale! un repubblicano che, oltre alla libertà di fare business, si interessa delle libertà individuali dei cittadini! davvero incredibile... a volte basta poco a farti riflettere su cos'é la politica oggi.Purtroppo in europa bisogna mettersi con il lentino a cercare qualcuno di serio da votare: tra una sinistra priva di identità e una destra che non è altro che l'espressione di un "comunismo della borghesia"...
    • Maestro Miyagi scrive:
      Re: [OT polemico] la Destra di oggi
      Concordo tra la schifezza proposta dalla finta destra e quella proposta da finta sinistra, finto centro e finta opposizione, cosa non darei per avere politici made in USA (ecco magari gente come Santorum e la Palin, no eh? :P)
    • rik scrive:
      Re: [OT polemico] la Destra di oggi
      Vivo in Spagna da 4 anni, la Ley Sinde è una legge scritta da Ángeles González-Sinde durante il precedente governo del PSOE di Zapatero, quindi il discorso della "gente prona agli interessi industriali" perché di destra è sbagliato.Anzi alle elezioni di Zapatero è sempre stato sostenuto dagli artisti, per questo molte delle leggi a tutela del copyright sono state fatte proprio dal suo governo
    • tucumcari scrive:
      Re: [OT polemico] la Destra di oggi
      - Scritto da: il solito bene informato
      Non sono uno di Sinistra, anzi.E a noi che ci frega?È un pregio particolare?
      Ma mi chiedo: come fa una persona a votare
      Destra? come si fa a dare fiducia a questa gente
      prona agli interessi industriali, che taglia
      fondi ai servizi pubblici, per poi sprecare
      milioni di euro in battaglie moralizzatrici
      (droga, copyright, prostituzione) e che di
      liberal non ha
      nulla ? liberal? Il termine Liberal nel mondo anglosassone è genericamente associato allo schieramento progressista (o vicino) non certo a quello conservatore.Non ha storicamente niente a che vedere con le teorie economiche "liberiste" ma piuttosto con la dottrina sociale.I "liberisti" di Milton Friedman e la "scuola di Chicago" non sono "liberal" ma "NEOCON".
      Tramite youtube ho conosciuto il candidato
      repubblicano Ron Paul e sono rimasto scioccato!
      un repubblicano liberale! un repubblicano che,
      oltre alla libertà di fare business, si interessa
      delle libertà individuali dei cittadini! davvero
      incredibile... a volte basta poco a farti
      riflettere su cos'é la politica
      oggi.Esiste una ala repubblicana socialmente "liberal" (come ne esiste una democratica) la differenza principale è che nel partito repubblicano è sempre stata minoranza mente in quello democratico è stata a volte maggioranza.
      Purtroppo in europa bisogna mettersi con il
      lentino a cercare qualcuno di serio da votare:
      tra una sinistra priva di identità e una destra
      che non è altro che l'espressione di un
      "comunismo della
      borghesia"...No non c'è alcun "comunismo della borghesia" ma una aristocrazia finanziaria capace di esercitare forti pressioni politiche (o di essere addirittura parte della politica in prima persona ultimamente).Non si vede l'ombra di alcun "comunismo".Magari tenere presente che le categorie "destra" e "sinistra" sono "storicamente e diversamente determinate" nei diversi paesi e culture (e tutt'altro che omogenee) aiuterebbe a fare facili e qualunquistiche generalizzazioni? Ti stupiresti, ad esempio, di sapere che in inghilterra i trozkisti sono parte del labour party (assieme a Blair) e in italia sono "extraparlamentari"?Ma lasciamo perdere...il discorso sarebbe lungoHai usato (e male) un tot di luoghi comuni.. capisco che forse il tuo pensiero (lo spero per te) è più complesso di come lo rappresenti, ma proprio per questo non è roba da forum.Rischi di fare solo la figura del qualunquista becero.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: [OT polemico] la Destra di oggi
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: il solito bene informato

        Non sono uno di Sinistra, anzi.

        E a noi che ci frega?
        È un pregio particolare?era per proteggermi da accuse di "comunismo" :)

        Ma mi chiedo: come fa una persona a votare

        Destra? come si fa a dare fiducia a questa gente

        prona agli interessi industriali, che taglia

        fondi ai servizi pubblici, per poi sprecare

        milioni di euro in battaglie moralizzatrici

        (droga, copyright, prostituzione) e che di

        <i
        liberal </i
        non ha

        <b
        nulla </b
        ?
        <b
        liberal? </b

        Il termine Liberal nel mondo anglosassone è
        genericamente associato allo schieramento
        progressista (o vicino) non certo a quello
        conservatore.
        Non ha storicamente niente a che vedere con le
        teorie economiche "liberiste" ma piuttosto con la
        dottrina
        sociale.
        I "liberisti" di Milton Friedman e la "scuola di
        Chicago" non sono "liberal" ma
        "NEOCON".


        Tramite youtube ho conosciuto il candidato

        repubblicano Ron Paul e sono rimasto scioccato!

        un repubblicano liberale! un repubblicano che,

        oltre alla libertà di fare business, si
        interessa

        delle libertà individuali dei cittadini! davvero

        incredibile... a volte basta poco a farti

        riflettere su cos'é la politica

        oggi.

        Esiste una ala repubblicana socialmente "liberal"
        (come ne esiste una democratica) la differenza
        principale è che nel partito repubblicano è
        sempre stata minoranza mente in quello
        democratico è stata a volte
        maggioranza.


        Purtroppo in europa bisogna mettersi con il

        lentino a cercare qualcuno di serio da votare:

        tra una sinistra priva di identità e una destra

        che non è altro che l'espressione di un

        "comunismo della

        borghesia"...
        No non c'è alcun "comunismo della borghesia" ma
        una aristocrazia finanziaria capace di esercitare
        forti pressioni politiche (o di essere
        addirittura parte della politica in prima persona
        ultimamente).
        Non si vede l'ombra di alcun "comunismo".
        Magari tenere presente che le categorie "destra"
        e "sinistra" sono "storicamente e diversamente
        determinate" nei diversi paesi e culture (e
        tutt'altro che omogenee) aiuterebbe a fare facili
        e qualunquistiche generalizzazioni?

        Ti stupiresti, ad esempio, di sapere che in
        inghilterra i trozkisti sono parte del labour
        party (assieme a Blair) e in italia sono
        "extraparlamentari"?
        Ma lasciamo perdere...il discorso sarebbe lungo
        Hai usato (e male) un tot di luoghi comuni..
        capisco che forse il tuo pensiero (lo spero per
        te) è più complesso di come lo rappresenti, ma
        proprio per questo non è roba da
        forum.Ho pensato un po' a cosa rispondere, poi mi sono reso conto che non dovevo farlo: hai solamente integrato il mio discorso. Infatti riflettendo su liberalismo, liberismo (che, per inciso, è il liberalismo applicato all'economia ed entrambe, almeno sulla carta, sono idee proprie della destra "occidentale" moderna) e conservatorismo mi è balzata ancora di più agli occhi la contraddizione costante della destra di oggi e il mio discorso sull'elettorato della destra rimane inconfutato. Il tuo discorso sul generalizzare è giusto ma vale solo per la politica, che può essere complessa, sì, ma l'elettorato non lo è.
        Rischi di fare solo la figura del qualunquista
        becero.e tu, con tutto rispetto, rischi di fare la figura del saccente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2012 21.35-----------------------------------------------------------
        • Passante scrive:
          Re: [OT polemico] la Destra di oggi
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: il solito bene informato


          Non sono uno di Sinistra, anzi.



          E a noi che ci frega?

          È un pregio particolare?

          era per proteggermi da accuse di "comunismo" :)



          Ma mi chiedo: come fa una persona a
          votare


          Destra? come si fa a dare fiducia a
          questa
          gente


          prona agli interessi industriali, che
          taglia


          fondi ai servizi pubblici, per poi
          sprecare


          milioni di euro in battaglie
          moralizzatrici


          (droga, copyright, prostituzione) e che
          di


          <i
          liberal </i
          non ha


          <b
          nulla </b
          ?Nel frattempo in spagna: http://video.repubblica.it/dossier/crisi-euro-merkozy/spagna-marijuana-contro-la-crisi/92380/90774
  • lo dicevo io scrive:
    Ma dove vanno...
    Voglio vedere proprio se proveranno a bloccare qualcosa come fiocherranno ricorsi ai vari tribunali... Legge inutile giusto per far spendere soldi.
  • uno qualsiasi scrive:
    10 giorni...
    Un tempo più che sufficiente perchè centinaia di utenti scarichino tutto, e vadano a caricarlo altrove.
    • panda rossa scrive:
      Re: 10 giorni...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Un tempo più che sufficiente perchè centinaia di
      utenti scarichino tutto, e vadano a caricarlo
      altrove.Non hai capito.Il giudice ha 10 giorni di tempo per aprire la pratica, non per emettere sentenza.Quindi tu oggi strilli che c'e' il tuo film sul web.Entro 10 giorni il giudice prende il caso in esame.Incarica il perito di scaricare quel file.Convoca il querelante dicendo di portare prova che lui effettivamente possiede i diritti dell'opera.Verifica che si tratta proprio di quell'opera.A quel punto incarica la polizia giudiziaria di rintracciare chi ha caricato il file.La polizia deve rintracciare chi ha caricato il file, diciamo entro un termine ragionevole di 30 giorni.Se entro 30 giorni non trova nessuno oppure lo trova ma sta in sud america, potrebbe sentenziare di oscurare il file e la cosa finisce li'.Se invece lo trova, lo convoca e ascolta il suo punto di vista, perche' magari quello ha tutti i diritti di caricare il file dove gli pare.Metti pure che il giudice dia ragione al querelante.L'accusato deve avere diritto di andare in appello.E qui non so in spagna, ma in italia i tempi di prescrizione dovrebbero essere gia' sopraggiunti da un pezzo, e l'accusato deve quindi poter querelare chi lo ha accusato per niente, e chiedere un bel pacco di soldi per danno esistenziale.Questo in un paese democratico dove non vige la legge del piu' forte.
  • dici dici scrive:
    panda rossa è un lamer
    panda rossa è un lamer questo è il suo sito: wifi-shark.co.cc
  • dici dici scrive:
    dici
    dici
  • panda rossa scrive:
    Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
    Se le segnalazioni verranno effettivamente vagliate da un giudice terzo, prima di operare oscuramenti ad minkiam , va bene.Ma ci vorrebbe anche un bel multone di qualche milionata di euro, per tutti quelli che segnalano falsi positivi.
    • Toblerone scrive:
      Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
      Non saprei che dire.
    • tucumcari scrive:
      Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
      - Scritto da: panda rossa
      Se le segnalazioni verranno effettivamente
      vagliate da un giudice terzo, prima di operare
      oscuramenti ad minkiam , va
      bene.
      Ma ci vorrebbe anche un bel multone di qualche
      milionata di euro, per tutti quelli che segnalano
      falsi
      positivi.Basterebbe solo che fossero a suo carico le spese legali e i danni diretti e indiretti e vedi che gli passa la voglia!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: panda rossa

        Se le segnalazioni verranno effettivamente

        vagliate da un giudice terzo, prima di operare

        oscuramenti <i
        ad minkiam </i
        , va

        bene.

        Ma ci vorrebbe anche un bel multone di qualche

        milionata di euro, per tutti quelli che
        segnalano

        falsi

        positivi.
        Basterebbe solo che fossero a suo carico le spese
        legali e i danni <b
        diretti e indiretti </b
        e
        vedi che gli passa la
        voglia!Basterebbe rendere legge e applicare sempre il comma Luttazzi.[yt]wkgAuGS5D54[/yt]da 4:16 in poi.CitoDaniele Luttazzi: "Mi è sempre piaciuto raccontare quello che ti capita quando i potenti usano la giustizia a scopi vessatori: e cioè ti fanno causa, dopodiché tu devi difenderti in queste cause multimiliardarie, poi tu alla fine..."Enzo Biagi: "Multimiliardarie come richiesta?"Daniele Luttazzi: "Come richiesta, esatto. Però poi tu spendi anche in proporzione per difenderti. Alla fine vinci la causa, ottieni il risarcimento ma il risarcimento è solo una piccola parte di quello che hai speso, per dire, no? E quindi, questa cosa mi fa capire che forse ci vorrebbe per le cause civili una specie di comma aggiuntivo, una sorta di «comma Luttazzi» io lo chiamo, che dice così: <b
        tu se vuoi, potente di turno, puoi farmi causa per venti miliardi; <u
        ma se la causa la perdi, i venti miliardi li dai tu a me </u
        . Così la prossima volta eviti di fare il gradasso con i tuoi soldi. </b
        "STANDING OVATION
        • Sgabbio scrive:
          Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
          Se non vado erratto, molti vorrebbero una riforma sulla lagge per diffamazione a mezzo stampa, che imponga la parte offesa, di lasciare una cauzione, in caso le accuse di diffamazione, risultassero false, colui che si è difeso, s'intasca la cauzione.In teoria, cosi si potrebbe ridurre le cause per diffamazione a quelle di livello, reale. Ovviamente, bisogna studiare un modo che non capiti un effetto opposto, ovvero che questo impedisca a persone "non fanta miliardarie" nel difendersi contro la Loredana morandi di turno.
        • tucumcari scrive:
          Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: panda rossa


          Se le segnalazioni verranno
          effettivamente


          vagliate da un giudice terzo, prima di
          operare


          oscuramenti <i
          ad minkiam
          </i
          ,
          va


          bene.


          Ma ci vorrebbe anche un bel multone di
          qualche


          milionata di euro, per tutti quelli che

          segnalano


          falsi


          positivi.

          Basterebbe solo che fossero a suo carico le
          spese

          legali e i danni <b
          diretti e
          indiretti </b

          e

          vedi che gli passa la

          voglia!

          Basterebbe rendere legge e applicare sempre il
          comma
          Luttazzi.

          [yt]wkgAuGS5D54[/yt]
          da 4:16 in poi.
          Cito

          Daniele Luttazzi: "Mi è sempre piaciuto
          raccontare quello che ti capita quando i potenti
          usano la giustizia a scopi vessatori: e cioè ti
          fanno causa, dopodiché tu devi difenderti in
          queste cause multimiliardarie, poi tu alla
          fine..."
          Enzo Biagi: "Multimiliardarie come richiesta?"
          Daniele Luttazzi: "Come richiesta, esatto. Però
          poi tu spendi anche in proporzione per
          difenderti. Alla fine vinci la causa, ottieni il
          risarcimento ma il risarcimento è solo una
          piccola parte di quello che hai speso, per dire,
          no? E quindi, questa cosa mi fa capire che forse
          ci vorrebbe per le cause civili una specie di
          comma aggiuntivo, una sorta di «comma
          Luttazzi» io lo chiamo, che dice così:
          <b
          tu se vuoi, potente di turno, puoi
          farmi causa per venti miliardi; <u
          ma se
          la causa la perdi, i venti miliardi li dai tu a
          me </u
          . Così la prossima volta eviti di
          fare il gradasso con i tuoi soldi. </b

          "

          STANDING OVATIONConcordo sull'applauso a luttazzi e alla intenzione che esprime ma...Giudicare su cosa significhi "il potente di turno" è un problema potenziale... e poi la legge è uguale per tutti in linea di principio.A me piace appunto l'idea delle spese + i danni diretti e indiretti se si includono i danni indiretti non hai idea di cosa si riescono a inventare gli avvocati (sopratutto se gli prometti una percentuale).Credo che sia sufficiente a far passare la voglia ai "potenti di turno" anche perché in quel caso più sei "potente" e più all'avvocato si allungano le zanne (maggiori danni si possono chiedere e realisticamente incassare) se invece hai a che fare con un nullatenente la cosa si riequilibra da se.Così funzionerebbe e non presti il fianco a critiche sulla uguaglianza di fronte alla legge.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Se il giudice e' terzo, va bene, ma...
      Capperi, sono moderatamente d'accordo!
Chiudi i commenti