Google posticipa il lancio di Tensor G5 al 2025

Google posticipa il lancio di Tensor G5 al 2025

Google avrebbe deciso di posticipare al 2025 il lancio del primo chip completamente custom che dovrebbe chiamarsi Tensor G5 (nome in codice Laguna).
Google posticipa il lancio di Tensor G5 al 2025
Google avrebbe deciso di posticipare al 2025 il lancio del primo chip completamente custom che dovrebbe chiamarsi Tensor G5 (nome in codice Laguna).

I processori di Google sono versioni modificate dei Samsung Exynos. L’azienda di Mountain View doveva lanciare un chip completamente custom nel 2024, ma la roadmap non verrà rispettata. Secondo le fonti di The Information, il nuovo SoC debutterà nel 2025 e dovrebbe chiamarsi Tensor G5. L’anno prossimo arriverà sul mercato il Tensor G4, mentre il Tensor G3 verrà integrato nella serie Pixel 8.

Google Tensor G5 nel 2025

Google ha utilizzato i processori Snapdragon di Qualcomm fino alla serie Pixel 5. I Pixel 6, Pixel 6 Pro e Pixel 6a integrano il chip Tensor, mentre per Pixel 7, Pixel 7 Pro, Pixel 7a e Pixel Fold è stato scelto il chip Tensor G2. In base alle ultime indiscrezioni, Pixel 8 e Pixel 8 Pro dovrebbero integrare il Tensor G3.

Tutti i SoC elencati hanno un’architettura semicustom, in quanto derivati dai processori Samsung Exynos. La roadmap originale prevedeva il lancio del primo processore custom (quindi non derivato da un Exynos) nel 2024. Il nome in codice è Redondo, mentre quello commerciale doveva essere Tensor G4. A causa di vari problemi, lo sviluppo è stato rallentato, quindi Redondo verrà prodotto come chip di test per il successore.

Il primo chip custom di Google sarà Laguna (nome in codice) e verrà realizzato da TSMC con tecnologia di processo a 3 nanometri. Dovrebbe arrivare sul mercato nel 2025 con il nome commerciale Tensor G5. Non è noto invece il nome in codice del processore Tensor G4, ancora basato su Samsung Exynos.

Google vuole una maggiore libertà nella progettazione dei SoC, in modo da introdurre specifiche ottimizzazioni per i suoi dispositivi, esattamente come Apple. Tra l’altro i chip Tensor derivati dagli Exynos hanno la tendenza a surriscaldarsi troppo anche con modesti carichi di lavoro.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 lug 2023
Link copiato negli appunti