Google SearchWiki: andate e personalizzate

BigG consente agli utenti di modificare la presentazione delle pagine dei risultati promuovendo, bocciando o commentando i link. Un servizio semplicemente ad uso e consumo del singolo netizen?

Roma – Personalizzare i risultati di ricerca, annotare i link restituiti da Google, rimuovere dalla propria vista risultati sgraditi o poco utili: Google invita gli utenti a comporre le pagine dei risultati.

Dopo una sperimentazione durata qualche mese, Google ha comunicato l’avvento del servizio sul proprio blog ufficiale: SearchWiki è ora a disposizione degli utenti, per dare loro la possibilità di interagire con le insondabili dinamiche del PageRank, di reinventare la rilevanza dei risultati mostrati e costruire pagine dei risultati ad hoc, ritagliate sulle proprie esigenze e sui propri interessi.

Accanto ai risultati delle ricerche su google.com per gli utenti registrati compaiono ora dei bottoni che consentono di agire sulla presentazione dei link: è possibile cambiare l’ordine dei risultati di ricerca proiettando al primo posto o riportando alla posizione originaria ogni link, è possibile aggiungere dei commenti per descrivere le pagine suggerite da Google, è possibile cancellare dalla presentazione dei risultati un link ritenuto poco coerente o interessante e aggiungere invece dei link che corrispondano a contributi ritenuti di valore. All’utente vengono restituite pagine dei risultati punteggiate di simboli verdi che evidenziano le modifiche operate sulla presentazione automatica dei risultati, modifiche che è possibile rimuovere in qualsiasi momento.

A differenza di quanto avviene con Wikia Search , costola della creatura for profit di Jimmy Wales, da Mountain View non invitano gli utenti a plasmare il motore di ricerca, non li chiamano a collaborare in un’opera di crowdsourcing per migliorare il motore di ricerca con la componente umana. Se è concesso agli utenti loggati di impugnare SearchWiki come un forum o uno strumento di social bookmarking globale, di esplorare i risultati di ricerca promossi o bocciati da altri utenti, e di votare i commenti appiccicati sui link da altri netizen, la presentazione personalizzata del responso offerto dagli algoritmi del motore di ricerca è ad uso e consumo dell’account di Google dell’utente che ha interagito con i risultati.

modificare

Non è dato sapere se Google attingerà alle preferenze degli utenti per affinare gli strumenti che ha a disposizione e ripensare la rilevanza attribuita alle pagine che scandaglia così come medita di fare Microsoft attraverso uRank . Non è dato sapere se Google approfitterà dei pareri espressi dagli utenti per orchestrare analisi approfondite sui consumatori della rete.

Google, problemi permettendo , per il momento offre il servizio a tutti gli utenti registrati, senza apparente possibilità di opt-out. C’è chi ha già studiato il modo di declinare l’offerta della grande G.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lol scrive:
    non ho mai capito come si usa
    non ho mai capito come si usa il maleware remover di windows, dove si fa partire?
    • grulunix09 scrive:
      Re: non ho mai capito come si usa
      Mica dicevi di usare il pinguino? Hai tradito così la fiducia dell'armata delle cantine? Sei davvero un TRADITORE SENZA CUORE...
    • pinco pallino scrive:
      Re: non ho mai capito come si usa
      - Scritto da: lol
      non ho mai capito come si usa il maleware remover
      di windows, dove si fa
      partire?basta eseguire il comando mrtCiao.
      • 0verture scrive:
        Re: non ho mai capito come si usa
        Che bello non lo sapevo, chissà se combina più danni del mitico "riparatore dei file di sistema" di win98 che manco riconosceva quello che upgradavano le varie versioni di IE (i service pack di win9x... mitici :D)
    • Remover scrive:
      Re: non ho mai capito come si usa
      Niente, non va installato: si scarica, si doppioclicca e vedrai partire la scansione.
  • Nome e Cognome scrive:
    Era il 1997...
    ...ed usavo Win 95.Da allora sono passato di pari passo a tutti i S.O. della Microsoft (98, NT, ME, 2000, XP) ma...senza un antivirus e senza prendere mai un virus!!Ho sempre usato antivirus funzionanti da DOS o altri antivirus da installare on fly...su computer danneggiati da altri utenti.La soluzione? Solo un pò di sano buonsenso, un po' di attenzione ed... un buon firewall.La posta? Mai avuto problemi con allegati eseguibili o mal di testa con filtri antispam: basta un programmino (tipo Magic Mail Monitor) che legga la posta direttamente dal server; basta solo fare un po' di pulizia prima di scaricarla.Non sono un tecnico informatico, sono semplicemente un utonto qualunque con un po' di buon senso
  • Francesco scrive:
    x i linuxiani
    Ma lo sapete vero che la tanto decantata sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo dal fatto che non si sbattono a crackarli?No perchè è facile criticare ma windows ha subito migliaia se non milioni di possibili attacchi, e se l'utente non è tonto resiste bene.Ubuntu e simili quanti? Siete così sicuri che se linux dovesse diventare di colpo il sistema operativo numero uno e di conseguenza hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc si rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il botto?Secondo me no.
    • MandarX scrive:
      Re: x i linuxiani
      - Scritto da: Francesco
      Ma lo sapete vero che la tanto decantata
      sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo
      dal fatto che non si sbattono a
      crackarli?non è del tutto esatto
      Siete così sicuri che se
      linux dovesse diventare di colpo il sistema
      operativo numero uno e di conseguenza
      hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc si
      rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il
      botto?di sicuro ci sarebbe piu intereresse da parte di cracker ecc ma non è cosi facile fare un virus (come quelli che girano su windows) su GNU+Linux.Si possono fare dei rootkit (che sfruttano bug di linux) che possono essere molto pericolosi ma è molto piu difficile.il fatto è che per windows ci sono virus che sfruttano dei bug e virus che sfruttano l'estrema permessività (o debolezza?) del sistema operativo.
      • Anonymous coward scrive:
        Re: x i linuxiani
        Oltre al fatto che la gente usa l'account da amministratore per tutto (rotfl)
        • pabloski scrive:
          Re: x i linuxiani
          con vista doveva essere risolto il problema, ma di fatto la gente è stata abituata a cliccare su SI, quindi di fatto non è servito a niente
      • chojin scrive:
        Re: x i linuxiani
        - Scritto da: MandarX
        - Scritto da: Francesco

        Ma lo sapete vero che la tanto decantata

        sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo

        dal fatto che non si sbattono a

        crackarli?

        non è del tutto esatto


        Siete così sicuri che se

        linux dovesse diventare di colpo il sistema

        operativo numero uno e di conseguenza

        hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc
        si

        rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il

        botto?

        di sicuro ci sarebbe piu intereresse da parte di
        cracker ecc ma non è cosi facile fare un virus
        (come quelli che girano su windows) su
        GNU+Linux.
        Si possono fare dei rootkit (che sfruttano bug di
        linux) che possono essere molto pericolosi ma è
        molto piu
        difficile.

        il fatto è che per windows ci sono virus che
        sfruttano dei bug e virus che sfruttano l'estrema
        permessività (o debolezza?) del sistema
        operativo.Crack, virus, trojan, malware li creano al 90% gli stessi dell'industria che poi vendono soluzioni antivirus ed assistenza.. il restante 10% sono assemblati e rilasciati dalle mafie internazionali, terroristi e servizi segreti per vari scopi che esulano dal mero commercio. Se Linux fosse il sistema più diffuso avrebbe gli stessi identici problemi di vulnerabilità che ha Windows se non di più. Poi c'è chi crede che crack, virus, trojan, malware, spyware e via dicendo li fanno i bambini super geni da 6 a 12 anni e cose del genere... ma c'è anche chi crede che le mucche abbiano le ali e volano... ehh!
        • krane scrive:
          Re: x i linuxiani
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: MandarX

          - Scritto da: Francesco


          Siete così sicuri che se


          linux dovesse diventare di colpo il sistema


          operativo numero uno e di conseguenza


          hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc


          si rivolgano contro di lui sia pronto a


          reggere il botto?

          di sicuro ci sarebbe piu intereresse da parte di

          cracker ecc ma non è cosi facile fare un virus

          (come quelli che girano su windows) su

          GNU+Linux.

          Si possono fare dei rootkit (che sfruttano bug

          di linux) che possono essere molto pericolosi

          ma è molto piu difficile.

          il fatto è che per windows ci sono virus che

          sfruttano dei bug e virus che sfruttano

          l'estrema permessività (o debolezza?) del

          sistema operativo.
          Crack, virus, trojan, malware li creano al 90%
          gli stessi dell'industria che poi vendono
          soluzioni antivirus ed assistenza.. il restante
          10% sono assemblati e rilasciati dalle mafie
          internazionali, terroristi e servizi segreti per
          vari scopi che esulano dal mero commercio.Fonti ?Il giardinetto della tua fantasia ?
          Se Linux fosse il sistema più diffuso avrebbe gli
          stessi identici problemi di vulnerabilità che ha
          Windows se non di più.E invece no, se vuoi scrivere un po' di codice come proof of concept non avro' problemi ad esaminarlo o a farlo partire nella mia rete di linux eterogenei e vedere se si espande.
          Poi c'è chi crede che crack, virus, trojan,
          malware, spyware e via dicendo li fanno i bambini
          super geni da 6 a 12 anni e cose del genere... ma
          c'è anche chi crede che le mucche abbiano le ali
          e volano...
          ehh!Ma tu sei un programmatore ? Sistemista esperto ?
        • pabloski scrive:
          Re: x i linuxiani
          sono d'accordo sulla prima parte, però sulla presunta scarsa diffusione di linux ti dò torto e ti ricordo che molti sistemi critici, così come la maggior parte dei web server sono linuxcome saprai uno dei veicoli preferiti dai diffusori di spyware sono i siti web legittimi infettati con iframe maligni....perchè questi signori colpiscono sempre windows server e mai i server linux?
    • krane scrive:
      Re: x i linuxiani
      - Scritto da: Francesco
      Ma lo sapete vero che la tanto decantata
      sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo
      dal fatto che non si sbattono a crackarli?Sei un cracker cosi' esperto da poter giudicare ?Parliamone, come procederesti per far espandere l'infezione in una rete eterogenea di varie distribuzioni di linux ?
      No perchè è facile criticare ma windows ha subito
      migliaia se non milioni di possibili attacchi, e
      se l'utente non è tonto resiste bene.Si vede guardando la mappa dei virus sui vari siti dedicati :http://itw.trendmicro-europe.com/index.php?id=25
      Ubuntu e simili quanti? Siete così sicuri che se
      linux dovesse diventare di colpo il sistema
      operativo numero uno e di conseguenza
      hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc si
      rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il
      botto?Si, ne siamo sicuri, se vuoi fare un discorso altamente tecnico sul perche' e percome ci sto molto volentieri.
      Secondo me no.Perche' ?
      • Francesco scrive:
        Re: x i linuxiani
        Perchè non esiste un software perfetto, e una strada la si trova sempre.Quando la si cerca in 100 può sembrare impossibile ma se si comincia a cercarla in 10000 qualcosa salta sempre fuori.Senza contare che il codice nativo del software è a disposizione di tutti quindi chiunque può analizzarlo e trovare punti deboli.Comunque io non sono esperto etc però mi sembra un po' presuntuoso dire che i sistemi linux sono inviolabili.Inoltre è anche vero che verso linux ci sono pochissimi attacchi, se dovessi divulgare un sistema per aggirare gli utenti di sicuro lo faccio per IE8 e per Windows sarebbe un sucidicio contro linux, usato da pochi utenti ed esperti.
        • MandarX scrive:
          Re: x i linuxiani
          - Scritto da: Francesco
          mi sembra
          un po' presuntuoso dire che i sistemi linux sono
          inviolabili.nulla è inviolabile, semplicemente su GNU+Linux o MacOSX o Unix non si possono fare i virus come li intendi tunon esiste che apri un file doc e ti becchi il virus e non esiste che un processo possa andare a toccare file di sistema ne che la memoria destinata a un processo possa essere letta o scritta da un altro processoè un fatto di progettazione. se poi le 1000 persone di cui parlavi tu trovano un bug è un'altra cosa
          • grulunix09 scrive:
            Re: x i linuxiani
            I macachi lasciali stare però, hanno le loro belle gatte da pelare...CANTINA FOREVER!
        • krane scrive:
          Re: x i linuxiani
          - Scritto da: Francesco
          Perchè non esiste un software perfetto, e una
          strada la si trova sempre.Vero, ma la quantita' di strade disponibili sono dipendendi da come e' stato progettato il tutto.
          Quando la si cerca in 100 può sembrare
          impossibile ma se si comincia a cercarla in 10000
          qualcosa salta sempre fuori.Ti assicuro che sono anni che ottimi cracker ci provano e non ci riescono, se a loro si unissero 10.000 lamer non otterrebbero risultati migliori.
          Senza contare che il codice nativo del software è
          a disposizione di tutti quindi chiunque può
          analizzarlo e trovare punti deboli.Questo ha fatto si che il tutto sia piu' robusto, se vuoi convincermi citami pezzi di codice che la teoria generale ti da' torto.
          Comunque io non sono esperto etc però mi sembra
          un po' presuntuoso dire che i sistemi linux sono
          inviolabili.Nessuno dice che siano "assolutamente inviolabili", gli esperti ritengono solo che siano molto piu' difficili da violare di un sistema windows, se poi parliamo anche di diffusione del virus la struttura *nix rende la rete enormemente piu' robusta rispetto a una rete windwos.Poi che i discorsi che fai tu si sentano sempre da non esperti che il piu' delle volte ammettono di non sapere di cosa stanno parlando secondo me e' indicativo.
          Inoltre è anche vero che verso linux ci sono
          pochissimi attacchi, se dovessi divulgare un
          sistema per aggirare gli utenti di sicuro lo
          faccio per IE8 e per Windows sarebbe un sucidicio
          contro linux, usato da pochi utenti ed esperti.Si parla di virus per sistemi operativi non per utonti, lasciamo il virus albanese e il social enginereeng alla psicologia e rimaniamo su argomentazioni tecniche.
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: x i linuxiani
          Non so se conosci l'architettuta di Linux... I file di sistema non sono alla mercè di qualsiasi processo, ma sono come racchiusi in una scatola nera, accessibili ma non modificabili se non da piccoli spiragli come il root. Solo che c'è un problema: il root richiede la password. E se mentre navighi su un sito web il sistema ti richiede una password root c'è qualcosa che puzza. Di certo non ti si può installare nulla senza che tu lo sappia.Seconda cosa, il fatto che il codice è aperto a tutti è un punto di forza, non una debolezza: perchè su 100 che scovano un bug di protezione per usarlo per scopi poco etici, ce ne sono altri 10000 che scovano anche loro quel bug e lo riparano.Se Linux fosse il più diffuso, sono sicuro al 200% che non sarebbe vulnerabile come Windows. Non ascoltate gli amici che ne sanno meno di voi sparando cavolate come sul fatto che Windows è pieno di virus solo perchè è il SO più diffuso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2008 19.12-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: x i linuxiani
      linux è il sistema numero uno in moltissimi settori, alcuni decisamente critici come i settori finanziario e bancariosei ancora convinto che non valga la pena crakkare server linux?e che mi dice dei siti web? moltissimi siti web vengono crakkati per essere usati come piattaforme spara-malware, ma guarda caso vengono sempre presi di mira i server windows, che sono circa 1/3 del totale, con linux che si aggira intorno al 50-55%perchè non prendere di mira i server linux così da massimizzare l'impatto?è una balla la storia che linux è poco diffuso e perciò meno attaccato
    • nifft scrive:
      Re: x i linuxiani
      - Scritto da: Francesco
      Ma lo sapete vero che la tanto decantata
      sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo
      dal fatto che non si sbattono a
      crackarli?

      No perchè è facile criticare ma windows ha subito
      migliaia se non milioni di possibili attacchi, e
      se l'utente non è tonto resiste
      bene.

      Ubuntu e simili quanti? Siete così sicuri che se
      linux dovesse diventare di colpo il sistema
      operativo numero uno e di conseguenza
      hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc si
      rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il
      botto?

      Secondo me no.beh non è proprio vero. Il target principale dei cracker/hacker sono i server. E la maggior parte dei server è Linux.Personalmente ho avuto problemi in passato dovuti ad attacchi di cracker, per fortuna bloccati. D'altra parte non avrebbe senso un attacco di questo tipo su un desktop windows... Per windows bastano programmi automatici come i virus...
    • advange scrive:
      Re: x i linuxiani

      Ubuntu e simili quanti? Milioni, ma nessuno è mai andato a bersaglio, per cui tu non ne sai nulla.Le migliaia di cui parli per Windows sono quelli riusciti.Vuoi una fonte? Non ce l'ho: il mio è puro FUD; esattamente come il tuo.
    • Funz scrive:
      Re: x i linuxiani
      - Scritto da: Francesco
      Ma lo sapete vero che la tanto decantata
      sicurezza estrama di sistemi linux deriva solo
      dal fatto che non si sbattono a
      crackarli?Non è vero.Anzi, per i cracker dà molto più prestigio crackare un sistema Unix/Linux, mentre aprire un sistema Windows è cosa da principianti.
      No perchè è facile criticare ma windows ha subito
      migliaia se non milioni di possibili attacchi, e
      se l'utente non è tonto resiste
      bene.spesso non basta prendere tutte le precauzioni, poi metti su un CD Sony e...
      Ubuntu e simili quanti? Siete così sicuri che se
      linux dovesse diventare di colpo il sistema
      operativo numero uno e di conseguenza
      hacker,cracker,spyware,malware,spammer etc etc si
      rivolgano contro di lui sia pronto a reggere il
      botto?

      Secondo me no.E invece si, come altri hanno così ben spiegato.
    • grulunix09 scrive:
      Re: x i linuxiani
      Non nominare il nome del pinguino invano!SACRILEGIO!AVANTI ARMATA DELLE CANTINE, ALL'ATTACCO!
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: x i linuxiani
      Un Utonto è un utonto. Causa danni già per se stesso sui PC, non c'è nemmeno bisogno dell'attacco informatico. Per un vero Utonto non c'è sistema operativo che tenga. Eppure sono gli utonti che non sanno formattare un computer che mi fanno ancora campare...
  • Guybrush Threepwood scrive:
    L'incognita tra il monitor e la sedia
    Perche' impiccarsi per violare la sicurezza di un PC, anche con la distro linux piu' robusta del mondo, quando si puo' semplicemente chiedere all'utente di installare quel che si desidea usando un po' di buone maniere?Il virs di Albània ha fatto scuola e adesso c'e' chi paga per farselo mettere in $.sysViviamo in un mondo meraviglioso eh?GT
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
    conoscevo il funzionamento di un sistema operativo !Avevo ben chiara la conoscenza tra file eseguibili e file di dati.Comprendevo la pericolosità di lanciare file .exe .com .bat .pif senza un minimo di certezza, ma SOPRATUTTO conoscevo il concetto che l'antivirus SPESSO fallisce.Con queste accortezze ti collegavi, e dopo un paio di virus che comunque nel giro dell'anno ti prendevi diventavi paranoico e stavi ancora più attento !Oggi esistono tecnologie sopraffine per evitare di essere infetti, ma purtroppo la cultura informatica dell'utente medio è pressochè 0 !Esistono Sandbox, sistemi operativi virtualizzati, possibilità di backup giornalieri incrementali su dischi esterni con utility quali Acronis, Firewall, antivirus di ultima generazione ma ancora il negozio sotto casa continua a fatturare centinaia di migliaia di euro formattando PC degli utonti !Signori, siamo alla frutta !La colpa è di chi ha voluto far credere che l'informatica sarebbe stata alla portata di tutti e che chiunque avrebbe usato correttamente un computer !I fatti invece dimostrano l'esattamente contrario !Il fattore umano è sempre l'anello più debole della catena e i virus si prendono solo ed esclusivamente perchè non si sa usare un computer !!!!Ognuno è artefice del proprio destino !
    • Senbee scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

      I fatti invece dimostrano l'esattamente contrario
      !
      Il fattore umano è sempre l'anello più debole
      della catena e i virus si prendono solo ed
      esclusivamente perchè non si sa usare un computer
      !!!!I miei genitori sessantenni non sanno NULLA di computer ma non prendono mai virus.Ah, dimenticavo: usano Ubuntu ^_^
      • Super_Treje scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
        Ehehehe e grazie al cavolo allora senben LOL.Cmq Marco ha ragione, io sono stato per 10 anni ad incavolarmi su questa cosa, da 5-6 non mi ci incavolo + dico semplicemente a chi mi viene piangendo che ha perso tutti i dati a causa di virus, worm, malware di vario genere e chi + ne ha + ne metta, ma anche per inattenzioni varie : "Ben ti sta'!!", "La tua ignoranza ti ha ripagato con la stessa moneta!!", e non per ultima e molto "godimentosa" : "C'ho piacere!!!" :)Saro' sadico forse con la gente che ci casca in una maniera cosi' netta (c'ho amici che prendono SISTEMATICAMENTE e giornalmente 4-5 virus).Oramai me scoccio persino a farmi pagare per formattare pc perche' lo fai per 1 anno, per 2 per 6, ma poi al posto che avere tempo per imparare cose che ti piacciono devi stare li' a lavorare per 4 cretini che prendono virus perche' qualcuno gli ha messo in testa che il pc tutti lo possono utilizzare ed al massimo dopo che si e' preso la "patente europea del pc" si e' un genio!!!Mah no comment proprio!Vi lascio con un'ultima chicca che spero diffonderete, voi che riparate i pc per passione, da un po' di tempo rispondo agli amici : "Manco se mi paghi te lo riaggiusto quel cesso di pc!!!"Li vedi proprio sgomenti a sta' frase hiihihihiihhi perche' neanche con l'unica "arma" che hanno (il denaro) possono mettere mano ai danni che fanno causati dalla loro ignoranza ed in quel momento, un pochino, si accorgono di quanto e' enorme la loro incompetenza in maniera e forse forse cominciano a non cliccare a qualsiasi link il pc gli mostri.(forse eh!) :D
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          Sarà, ma se non ci fossero gli Utonti perderei la mia unica fonte di guadagno: ormai sono così abituato a formattare PC che faccio tutto, installazione programmi compresa, in un'ora.E quando prendono virus perchè scaricano crack fasulli, falsi antivirus e navigano sui pornazzi, gli rispondo: ben ti sta!Ma la tecnologia È per tutti. È come guidare una macchina: bisogna saperla guidare, ma devi farci pratica per non fare incidenti.
      • The Raptus scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

        I miei genitori sessantenni non sanno NULLA di
        computer ma non prendono mai
        virus.

        Ah, dimenticavo: usano Ubuntu ^_^Beh, complimenti. Ma l'hanno installato loro?Hanno imparato loro ad usarlo (da soli)?Se si, mi chiedo da chi hai preso !(Scherzo dai, sembra un po' feroce come risposta ma non ho resistito!)Cmq win te lo trovi già installato (e questo non piace neppure a me!) ed è più intuitivo di quanto si pensi. Linux (ubuntu soprattutto) ha fatto molti passi avanti, ma IMHO non è ancora a quel livello. Ma siccome non l'ho mai visto/installato non ho nessun diritto di giudicare. Mi piacerebbe però avere il tempo di provarlo.
        • nifft scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: The Raptus

          I miei genitori sessantenni non sanno NULLA di

          computer ma non prendono mai

          virus.



          Ah, dimenticavo: usano Ubuntu ^_^

          Beh, complimenti. Ma l'hanno installato loro?
          Hanno imparato loro ad usarlo (da soli)?

          Se si, mi chiedo da chi hai preso !
          (Scherzo dai, sembra un po' feroce come risposta
          ma non ho
          resistito!)

          Cmq win te lo trovi già installato (e questo non
          piace neppure a me!) ed è più intuitivo di quanto
          si pensi. Linux (ubuntu soprattutto) ha fatto
          molti passi avanti, ma IMHO non è ancora a quel
          livello. Ma siccome non l'ho mai visto/installato
          non ho nessun diritto di giudicare. Mi piacerebbe
          però avere il tempo di
          provarlo.Stessa esperienza cion i miei.. C'è poco da fare, se non si hanno esigenze particolari (tipo usare autocad con wine...), Ubuntu è più semplice da usare. Perchè hai già tutto pronto ed organizzato in maniera razionale. Senza trascurare il vantaggio della mancanza di virus. Ma questo è stato detto e ridetto innumerevoli volte...
        • MandarX scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: The Raptus

          Ah, dimenticavo: usano Ubuntu ^_^

          Beh, complimenti. Ma l'hanno installato loro?
          Hanno imparato loro ad usarlo (da soli)?pensi che invece windows lo saprebbero installare?
          Cmq win te lo trovi già installato (e questo non
          piace neppure a me!) da essedi vendono pc con ubuntu preinstallato
          ed è più intuitivo di quanto si pensi. su questo non sono daccordo
        • Senbee scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

          Beh, complimenti. Ma l'hanno installato loro?No certo, l'ho installato io, in 20 minuti e senza fare nulla se non Avanti, Avanti, Avanti :DWindows è molto più complesso da installare, perché devi metterci anche tutti i programmi e lo devi registrare. Senza contare che il CD non viene aggiornato ogni 6 mesi e quindi i driver sono sempre quasi tutti da scaricare, mentre Ubuntu ha già tutto. Naturalmente prima mi sono sincerato che l'hardware fosse tutto compatibile, altrimenti sì sarebbe stato complesso.
          Hanno imparato loro ad usarlo (da soli)?Non avendo mai usato Windows, per loro è stato un attimo imparare Ubuntu, che è mille volte più razionale e intuitivo.Quando vanno a trovare ex colleghi e amici e hanno a che fare con Windows, mi dicono che non ci capiscono niente, che è confusionario e complicato.
          ed è più intuitivo di quanto
          si pensi. Linux (ubuntu soprattutto) ha fatto
          molti passi avanti, ma IMHO non è ancora a quel
          livello.Questo è falsissimo, e lo dimostrano oggettivamente le persone come i miei genitori, quelle che non hanno mai visto Windows e che sono partiti con Ubuntu da zero. Hanno tutti in comune di sentirsi molto più spaesati nell'usare Windows di quanto si trovino spaesati gli utenti Windows che passano a Ubuntu.
          Ma siccome non l'ho mai visto/installato
          non ho nessun diritto di giudicare.Eh, sì, forse è questo il motivo principale ^_^
          Mi piacerebbe
          però avere il tempo di
          provarlo.Masterizza il CD e accendi il PC con il CD inserito nel lettore. Ti carica Ubuntu da CD senza toccare l'hard disk, così lo puoi provare senza installare nulla.Fico, eh? ^___^ Le distribuzioni live esistono da una vita, ma per chi usa Windows sono ancora fantascienza.
          • MandarX scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

            Fico, eh? ^___^ Le distribuzioni live esistono da
            una vita, ma per chi usa Windows sono ancora
            fantascienza.e sono molto utili per accedere ai dischi dei windows infettati dove bisogna rimuovere virus o ripristinare user32.dll o winsrv.dll
          • Senbee scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

            e sono molto utili per accedere ai dischi dei
            windows infettati dove bisogna rimuovere virus o
            ripristinare user32.dll o
            winsrv.dllGiustissimo.È allucinante vedere come per risolvere il problema a cui fai riferimento (l'aggiornamento di AVG che aveva cancellato quei file) io sono stato l'unico che in cinque minuti ha risolto con una distro Linux Live, mentre TUTTI i miei pur considerati colleghi tecnici del negozio di riparazioni hanno staccato il disco e attaccato a un altro PC o addirittura formattato tutto.Ci sono molti sedicenti tecnici che sono bravissimi su Windows ma ignorano totalmente l'altra metà del mondo, e se fosse per me non li chiamerei nemmeno tecnici. Che tristezza.
    • nifft scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      conoscevo il funzionamento di un sistema
      operativo
      !

      Avevo ben chiara la conoscenza tra file
      eseguibili e file di
      dati.

      Comprendevo la pericolosità di lanciare file .exe
      .com .bat .pif senza un minimo di certezza, ma
      SOPRATUTTO conoscevo il concetto che l'antivirus
      SPESSO
      fallisce.

      Con queste accortezze ti collegavi, e dopo un
      paio di virus che comunque nel giro dell'anno ti
      prendevi diventavi paranoico e stavi ancora più
      attento
      !

      Oggi esistono tecnologie sopraffine per evitare
      di essere infetti, ma purtroppo la cultura
      informatica dell'utente medio è pressochè 0
      !

      Esistono Sandbox, sistemi operativi
      virtualizzati, possibilità di backup giornalieri
      incrementali su dischi esterni con utility quali
      Acronis, Firewall, antivirus di ultima
      generazione ma ancora il negozio sotto casa
      continua a fatturare centinaia di migliaia di
      euro formattando PC degli utonti
      !

      Signori, siamo alla frutta !
      La colpa è di chi ha voluto far credere che
      l'informatica sarebbe stata alla portata di tutti
      e che chiunque avrebbe usato correttamente un
      computer
      !

      I fatti invece dimostrano l'esattamente contrario
      !
      Il fattore umano è sempre l'anello più debole
      della catena e i virus si prendono solo ed
      esclusivamente perchè non si sa usare un computer
      !!!!

      Ognuno è artefice del proprio destino !E' dal 2003 che la mia partizione windows non tocca più la rete (lo uso solo per giocare)...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

        E' dal 2003 che la mia partizione windows non
        tocca più la rete (lo uso solo per
        giocare)...Idem. Su linux ho installato virtualbox per usare, raramente, quei due programmi che mi servono su windows. Ma ho ancora la partizione windows nativa per i giochi (con installato il sistema, i driver e basta), i giochi: l'ultima bandierina in assoluto che mi trattiene dall'eliminazione definitiva.TAD
        • Paolo scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: TADsince1995

          E' dal 2003 che la mia partizione windows non

          tocca più la rete (lo uso solo per

          giocare)...

          Idem. Su linux ho installato virtualbox per
          usare, raramente, quei due programmi che mi
          servono su windows. Ma ho ancora la partizione
          windows nativa per i giochi (con installato il
          sistema, i driver e basta), i giochi: l'ultima
          bandierina in assoluto che mi trattiene
          dall'eliminazione
          definitiva.

          TAD...perchè con windows gli impediti come te (e sono tanti) sanno solo giocare e prendere virus
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Paolo
            - Scritto da: TADsince1995


            E' dal 2003 che la mia partizione windows non


            tocca più la rete (lo uso solo per


            giocare)...

            Idem. Su linux ho installato virtualbox per

            usare, raramente, quei due programmi che mi

            servono su windows. Ma ho ancora la partizione

            windows nativa per i giochi (con installato il

            sistema, i driver e basta), i giochi: l'ultima

            bandierina in assoluto che mi trattiene

            dall'eliminazione

            definitiva.

            TAD
            ...perchè con windows gli impediti come te (e
            sono tanti) sanno solo giocare e prendere
            virusWindows e' un giocattolo e come tale va utilizzato.
          • Paolo scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Paolo

            - Scritto da: TADsince1995



            E' dal 2003 che la mia partizione windows
            non



            tocca più la rete (lo uso solo per



            giocare)...



            Idem. Su linux ho installato virtualbox per


            usare, raramente, quei due programmi che mi


            servono su windows. Ma ho ancora la partizione


            windows nativa per i giochi (con installato il


            sistema, i driver e basta), i giochi: l'ultima


            bandierina in assoluto che mi trattiene


            dall'eliminazione


            definitiva.


            TAD


            ...perchè con windows gli impediti come te (e

            sono tanti) sanno solo giocare e prendere

            virus

            Windows e' un giocattolo e come tale va
            utilizzato.E i giocattoli come tali li usano i bambini
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Paolo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Paolo


            - Scritto da: TADsince1995


            ...perchè con windows gli impediti come te (e


            sono tanti) sanno solo giocare e prendere


            virus

            Windows e' un giocattolo e come tale va

            utilizzato.
            E i giocattoli come tali li usano i bambiniSiiiiEvviva la sindrome da Peter Pan !Evviva chi riesce a giocare fino a 90 anni e oltre !!(geek) :D :$
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            contenuto non disponibile
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

            ...perchè con windows gli impediti come te (e
            sono tanti) sanno solo giocare e prendere
            virusGuarda, nonostante tutto, non ho mai preso un virus su Windows, basta Avira, il firewall del router correttamente configurato e un po' di cervello per stare ragionevolmente tranquilli. Semplicemente per lavoro e per le attività quotidiane, uso altri sistemi operativi molto migliori, per lavorare con java ho provato sulla mia pelle che, a parità di macchina, con linux le cose vanno molto meglio, incredibilmente meglio!XP va ancora bene per giocare, ha le migliori librerie grafiche e, se non lo si impolpetta di schifezze, è pure veloce ad avviarsi.TAD
          • Anonymous coward scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            Basta che la gente non usi l'account amministratore per tutte le cose. Ma nessuno lo fa :o
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Anonymous coward
            Basta che la gente non usi l'account
            amministratore per tutte le cose. Ma nessuno lo
            fa
            :oPiu' che altro mi chiedo perche' Windows non te lo impone di default come ormai fanno tutti gli altri so da anni.
          • MandarX scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Anonymous coward
            Basta che la gente non usi l'account
            amministratore per tutte le cose. anche se gli occunt sono limitati il virus puo girare comunque con tutti i privilegi
          • Deboroh scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: MandarX
            anche se gli occunt sono limitati il virus puo
            girare comunque con tutti i
            privilegiDiciamo che se uno non lavora come root, il virus deve fare più fatica ad istallarsiCerto, finché ti trovi utilities del produttore del PC che richiedono i privilegi di Admin per funzionare (Tipo il mio laptop di casa, dove non posso da user modificare le impostazioni di risparmio energetico; o quello del lavoro, con l'Update Center che ogni giorno mi ricorda che dovrei aggiornare le utility, ma per farlo dovrei collegarmi a internet come amministratore), uno o rinuncia ad usarle o cede e si logga come admin
          • Anonymous coward scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            Stesso discorso si può fare con tutti gli OS. Scalare di privilegi usando dei bug non è una prerogativa di Windows.
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Anonymous coward
            Stesso discorso si può fare con tutti gli OS.
            Scalare di privilegi usando dei bug non è una
            prerogativa di Windows.Mai detto questo: solo che con windows e' piu' facile : grazie microsoft per avere 3/4 dei processi che girano sulla macchina come SYSTEM, che e' ancora piu' pericolosi di ADMINISTRATOR.
          • MandarX scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

            grazie microsoft per avere 3/4 dei
            processi che girano sulla macchina come SYSTEM,
            che e' ancora piu' pericolosi di
            ADMINISTRATOR.appunto
        • yarn scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: TADsince1995

          E' dal 2003 che la mia partizione windows non

          tocca più la rete (lo uso solo per

          giocare)...

          Idem. Su linux ho installato virtualbox per
          usare, raramente, quei due programmi che mi
          servono su windows. Non ho mai provato virtualbox. La virtualizzazione dell'hardware è completa e affidabile per farci girare tutti i software tranquillamente? Le prestazioni come sono rispetto a XP installato tradizionalmente?
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

            Non ho mai provato virtualbox.Provalo subito! Ne vale la pena!
            La virtualizzazione dell'hardware è completa e
            affidabile per farci girare tutti i software
            tranquillamente?Io avevo provato una versione precedente che era già interessante, ma l'ultima versione è notevole, c'è un driver grafico "ponte" e addirittura (anche se con un artifizio) permette di "estrarre" le finestre di Windows e portarle nel normale schermo di linux, sembra una sciocchezza ma è molto comodo.
            Le prestazioni come sono rispetto a XP installato
            tradizionalmente?Di sicuro non ci puoi giocare, ma con un pc decente sembra quasi nativo.http://www.virtualbox.org/TAD
      • Senbee scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
        Anch'io usavo Win solo per giocare. Poi mi hanno regalato la Wii...Microsoft non ha un solo bit sui computer di casa mia ormai da oltre due anni.
    • chinchillart scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      conoscevo il funzionamento di un sistema
      operativo
      !

      Avevo ben chiara la conoscenza tra file
      eseguibili e file di
      dati.

      Comprendevo la pericolosità di lanciare file .exe
      .com .bat .pif senza un minimo di certezza, ma
      SOPRATUTTO conoscevo il concetto che l'antivirus
      SPESSO
      fallisce.

      ..cut

      Oggi esistono tecnologie sopraffine per evitare
      di essere infetti, ma purtroppo la cultura
      informatica dell'utente medio è pressochè 0
      !

      Esistono Sandbox, sistemi operativi
      virtualizzati, possibilità di backup giornalieri
      incrementali su dischi esterni con utility quali
      Acronis, Firewall, antivirus di ultima
      generazione ma ancora il negozio sotto casa
      continua a fatturare centinaia di migliaia di
      euro formattando PC degli utonti
      !

      Signori, siamo alla frutta !
      La colpa è di chi ha voluto far credere che
      l'informatica sarebbe stata alla portata di tutti
      e che chiunque avrebbe usato correttamente un
      computer
      !

      I fatti invece dimostrano l'esattamente contrario
      !
      Il fattore umano è sempre l'anello più debole
      della catena e i virus si prendono solo ed
      esclusivamente perchè non si sa usare un computer
      !!!!

      Ognuno è artefice del proprio destino !Scusami ma non sono affatto d'accordo.Punto 1) C'è una fondamentale contraddizione di termini. La gente acquista un pc contando che il sistema operativo e i vari bloatware che ti mettono di default sulla macchina (Microsoft Malware Removal, Norton, McAfee, ecc...) siano sufficienti per navigare in sicurezza. In realtà è tutto inutile!Quindi i primi veri "utonti" sono i mega-ingengeri che producono e vendono questi prodotti software assolutamente inutili. E poi sono utonti coloro che vendono le macchine corredate di queste schifezze software.Punto 2) Io tutte queste "tecnologie sopraffine" francamente non le vedo. Ovviamente sto parlando del mondo Windows. I firewall software e locali sono tutti prodotti bloatware. Alcuni ti corrompono la macchina per un aggiornamento erroneo (AVG e lo stesso Zone Alarm, che si era costruito una certa fama di prodotto allo stato dell'arte, anni fa).Un singolo antivirus, per quanto efficiente, non è mai sufficiente. Tanto è vero che adesso vanno tanto di moda i centri di sicurezza integrati (la stessa ESET propone ora il suo). Altro bloatware commerciale).Gli stessi software di sicurezza invecchiano paurosamente: SpyBot S&D è diventato totalmente inutile. O non ci sono i mezzi per migliorare questi prodotti, oppure non c'è sufficiente conoscenza da parte degli sviluppatori.Punto 3) Tutti i prodotti di cui parli, se mai esistano, sono a pagamento. Questo vuol dire pagare un sistema operativo Windows, per sua natura profondamente vulnerabile, e pagare altrettanto se non di più per un complesso di software di sicurezza che comunque non ti danno garanzie assolute.Un mio amico si è collegato ad internet 20 minuti, aveva XP SP3 aggiornato, anti malware e antivirus aggiornati (di quelli buoni...) ma gli è bastato andare su una pagina ambigua (Astalavista) che si è preso istantaneamente uno di questi trojan-antivirus. Ha dovuto usare un altro pc per collegarsi in rete e trovare un removal specifico, poi installarlo offline sul pc infetto per rimuovere il trojan. Col risultato di ritrovarsi cmq un sistema operativo parzialmente corroto.La mia conclusione è che per quanto ti sbatti, affidarsi a soluzioni chiuse, commerciali o no, nel mondo windows non ottieni nessuna garanzia. E' come se un sistema Windows abbia smesso da tempo di essere "deterministico".E comunque mantenersi aggiornati sui malware-virus-trojan che escono ogni dannato giorno, e relative cure, non centra niente con la cultura informatica. E' semplicemente una perdita di tempo.Droppi layer di vulnerabilità. Browser, mail client, firewall posticci, activex, java script, plugin, librerie buggate, nessun controllo su processi pericolosi. Prodotti che aggiungono funzionalità senza correggere bug.E' l'intero sistema di sviluppo e produzione del software che costruisce questa situazione paradossale. Oltre a ciò, è la stessa architettura-filosofia di windows che permette la diffusione del malware.Io stesso posso raccogliere un virus in una sandbox, ricodificarlo con alcune semplici operazioni tramite un HEXeditor, e diffonderlo senza che nessun antivirus lo trovi. Si tratta semplicemente di alterare la firma, senza compromettere il funzionamento del virus.Un vero sistema di protezione, pensato però per un sistema privo di vulnerabilità, o quanto meno con un'architettura orientata alla sicurezza, dovrebbe semplicemente implementare un sistema che traccia processi non autorizzati e ne blocca l'esecuzione a monte. Tutto il resto è fuffa.Ovviamente spero di essere smentito.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2008 08.58-----------------------------------------------------------
      • Paolo scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
        Condivisibile quasi tutto....tranne per Astalavista. Si, perchè il tuo amico ha fatto ben altro che entrare in Astalavista o non ce la racconti giusta
        • krane scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: Paolo
          Condivisibile quasi tutto....
          tranne per Astalavista. Si, perchè il tuo amico
          ha fatto ben altro che entrare in Astalavista o
          non ce la racconti giustaMa quale astalavista ?http://astalavista.box.sk/www.astalavista.msCe ne sono a centinaia...
          • chinchillart scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            Cercava un seriale di attivazione.E' partito da astalavista.box.sk e poi è finito su un sito ... ehm... ambiguo.Ma non credo che il punto sia il sito web. Se io faccio un sito web sono liberissimo di metterci tutte le trappole che voglio per "testare" la sicurezza del tuo sistema operativo. :)Non vorrei che passasse il messaggio "te la sei cercata, e quindi te lo meriti". Mi sembra molto pericoloso..
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: chinchillart
            Cercava un seriale di attivazione.
            E' partito da astalavista.box.sk e poi è finito
            su un sito ... ehm...
            ambiguo.

            Ma non credo che il punto sia il sito web.

            Se io faccio un sito web sono liberissimo di
            metterci tutte le trappole che voglio per
            "testare" la sicurezza del tuo sistema operativo.

            :)

            Non vorrei che passasse il messaggio "te la sei
            cercata, e quindi te lo meriti". Mi sembra molto
            pericoloso..Non, credo io con linux vado su tutti i siti porno che voglio e nessun "test di sicurezza" mi ha mai disturbato lontanamente.
          • chinchillart scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            Sì, volevo arrivare proprio lì.Ma Linux non è il solo. Anche Mac OS, Solaris, ecc.
          • pabloski scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            tutti gli OS che prevedono una seria separazione tra i ruoli utente, controlli speculari sul filesystem e procedure di ispezione, auditing e testing del codice serie
          • pabloski scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            P.S. un esempio calzante è questo http://punto-informatico.it/2484142/PI/News/nel-cuore-vista-un-bug-che-inquieta.aspxun'azienda che dice: "ok la patch te la dò solo se esce in circolazione un worm che sfrutta questa vulnerabilità"a me un'azienda del genere pare decisamente poco seria
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            La cosa più bella è quando navighi con Linux e tra le pagine web ti esce un pop-up che dice: "Il tuo computer è infetto! Effettua una scansione gratuita!"
          • chinchillart scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            La cosa più bella è quando navighi con Linux e
            tra le pagine web ti esce un pop-up che dice: "Il
            tuo computer è infetto! Effettua una scansione
            gratuita!"LOL!!! E' successo anche a me! :D
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: chinchillart
            - Scritto da: Francesco_Holy87

            La cosa più bella è quando navighi con Linux e

            tra le pagine web ti esce un pop-up che dice:
            "Il

            tuo computer è infetto! Effettua una scansione

            gratuita!"

            LOL!!! E' successo anche a me! :DPerche' non avete flaggato sulle preferenze di firefox di impedire di aprire altre finestre da javascript :D
          • MandarX scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: chinchillart

            - Scritto da: Francesco_Holy87


            La cosa più bella è quando navighi con Linux e


            tra le pagine web ti esce un pop-up che dice:

            "Il


            tuo computer è infetto! Effettua una scansione


            gratuita!"e con la grafica delle finestre di windows!!LOL
            Perche' non avete flaggato sulle preferenze di
            firefox di impedire di aprire altre finestre da
            javascript non sempre sono pop up spesso sono semplici gif animate
    • One scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
      Il pc è una macchina che deve servire all'utente e non il contrario. La cultura informatica, pur interessante, fa parte dei possibili interessi delle persone, non deve essere un vincolo di utilizzo.Quando accendi una luce in casa premi l'interruttore, che dovrebbe essere il più intuitivo e semplice possibile. Nessuno ti chiede conoscenze di elettrotecnica per accendere la luce... eppure dietro a quella luce che si accende di cultura elettrica ce n'è tanta.Gli oggetti, le macchine, le cose in generale devono essere pensate per essere utilizzate da tutti sullo stesso piano. Altrimenti si creano delle nicchie, che in termini economici significa limitare il mercato.
      • krane scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
        - Scritto da: One
        Il pc è una macchina che deve servire all'utente
        e non il contrario. La cultura informatica, pur
        interessante, fa parte dei possibili interessi
        delle persone, non deve essere un vincolo di
        utilizzo.
        Quando accendi una luce in casa premi
        l'interruttore, che dovrebbe essere il più
        intuitivo e semplice possibile. Nessuno ti chiede
        conoscenze di elettrotecnica per accendere la
        luce... eppure dietro a quella luce che si
        accende di cultura elettrica ce n'è tanta.
        Gli oggetti, le macchine, le cose in generale
        devono essere pensate per essere utilizzate da
        tutti sullo stesso piano. Altrimenti si creano
        delle nicchie, che in termini economici significa
        limitare il mercato.Allora perche' per le automobili ci vuole la patente ?E perche' per utilizzare certi macchinari ci vuole un patentino o un certificato ?
        • One scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..

          Allora perche' per le automobili ci vuole la patente?Perchè non è perfetta..se io uso un veicolo per spostarmi dal punto A al punto B, quello che l'utente dovrebbe sapere è dove vuole adnare e il modo di interfacciarsi al mezzo per comunicarlo, ogni altra operazione è superflua, ma attualmente necessaria.
          E perche' per utilizzare certi macchinari ci vuole un
          patentino o un certificato ?Perchè i macchinari e gli oggetti non sono perfetti.. e le imperfezioni vengono colmate dall'istruzione e dalla capacità interpretativa dell'uomo.Non a caso spesso si parla di errore umano, ma l'errore umano si genera se chi ha progettato il sistema ha lasciato la possibilità all'operatore di compiere l'errore.I macchinari pericolosi che si avviano solo con lo sportello chiuso, per esempio, impediscono un errore umano. Perchè spesso l'errore non è solo dato dalla poca conoscenza, ma anche dallo stato spicologico del momento.. pensiamo a quante dita si trancerebbero gli operai il lunedì mattina, dopo il caffè corretto.
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: One

            Allora perche' per le automobili ci vuole la

            patente?
            Perchè non è perfetta..Neanche il pc lo e'...
            se io uso un veicolo per spostarmi dal punto A al
            punto B, quello che l'utente dovrebbe sapere è
            dove vuole adnare e il modo di interfacciarsi al
            mezzo per comunicarlo, ogni altra operazione è
            superflua, ma attualmente necessaria.

            E perche' per utilizzare certi macchinari ci

            vuole un patentino o un certificato ?
            Perchè i macchinari e gli oggetti non sono
            perfetti.. e le imperfezioni vengono colmate
            dall'istruzione e dalla capacità interpretativa
            dell'uomo.
            Non a caso spesso si parla di errore umano, ma
            l'errore umano si genera se chi ha progettato il
            sistema ha lasciato la possibilità all'operatore
            di compiere l'errore.Quindi gli incidenti d'auto sono colpa di chi ha progettato l'auto o di chi ha progettato la strada ?
            I macchinari pericolosi che si avviano solo con
            lo sportello chiuso, per esempio, impediscono un
            errore umano. Perchè spesso l'errore non è solo
            dato dalla poca conoscenza, ma anche dallo stato
            spicologico del momento.. pensiamo a quante dita
            si trancerebbero gli operai il lunedì mattina,
            dopo il caffè corretto.Pensa a quante copie del tuo conto in banca o dei tuoi dati medici o dei tuoi gusti (omo)sessuali ad esempio possono finire in mano a chiunque perche' tu non hai saputo usare il computer.Un bug in un programma di progettazione potrebbe far crollare un palazzo ci hai mai pensato ? Non credere che il virtuale sia meno pericoloso del reale e' un grave errore.
    • Guybrush scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      conoscevo il funzionamento di un sistema
      operativo
      !Ehrr... chiunque abbia l'umilta' di documentarsi. Usare un computer nel 2008 e' molto piu' semplice di quando ho cominciato io nel 1985. Resta il fatto che, come per guidare la macchina e' meglo avere idea almeno dei principi su cui si basa il motore che la muove, per il computer deve valere la stessa regola: cerca di capire piu' o meno come funziona.
      Avevo ben chiara la conoscenza tra file
      eseguibili e file di
      dati.Cosa che oggi e' meno facile da afferrare: ci sono file di dati che possono causare rogne con certi strumenti per la visualizzazione (chi ha detto real?), dati che contengono oggetti capaci di scrivere su disco (macro di excel, script javascript e, soprattutto, VBScript... e a volte anche applet che sfruttano i raribug di Java).Sai, a volte rimpiango il DOS.
      Comprendevo la pericolosità di lanciare file .exe
      .com .bat .pif senza un minimo di certezza, ma
      SOPRATUTTO conoscevo il concetto che l'antivirus
      SPESSO
      fallisce.Soprattutto dopo che una bestiaccia ti ha cifrato il disco e ti chiede di telefonare ad un numero satellitare per ottenere il codice per lo sblocco.Virus stronzo: finche' l'antivirus non l'ha rimosso e' andato tutto bene, poi SBAM.'nculo. Low Level Format e via, andare... il disco era da 40MB e in un'oretta risolsi il problema.Reinstallare win 3.11 non fu divertente (15floppy, mica fichi secchi), ma con un pomeriggio di moccoli riuscii a risolvere anche quello e
      Con queste accortezze ti collegavi, e dopo un
      paio di virus che comunque nel giro dell'anno ti
      prendevi diventavi paranoico e stavi ancora più
      attento
      !All'epoca c'era la battuta: se metti un floppy nel PC del laboratorio ricordati di proteggerlo col preservativo.
      Oggi esistono tecnologie sopraffine per evitare
      di essere infetti, ma purtroppo la cultura
      informatica dell'utente medio è pressochè 0
      !Neanche gli dei... (bellissimo romanzo di Asimov, leggilo: merita).
      Esistono Sandbox, sistemi operativi[...]
      euro formattando PC degli utonti
      !Neanche gli dei.
      Signori, siamo alla frutta !
      La colpa è di chi ha voluto far credere che
      l'informatica sarebbe stata alla portata di tutti
      e che chiunque avrebbe usato correttamente un
      computer
      !L'informatica E' alla portata di chiunque abbia l'umilta' di dire: "meglio se prima leggo il manuale" (o mi faccio formare da una persona competente).
      I fatti invece dimostrano l'esattamente contrario
      !
      Il fattore umano è sempre l'anello più debole
      della catena e i virus si prendono solo ed
      esclusivamente perchè non si sa usare un computer
      !!!!
      Ognuno è artefice del proprio destino !Si, ma le cazzate fatte dagli utonti si possono riflettere anche sugli utenti competenti.Le BotNet me lo ricordano in continuazione.GT
    • Funz scrive:
      Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
      Il mito che Windows sia usabile dagli inesperti è, appunto, un mito.Devi saper installare, usare e tenere aggiornato vari antivirus, firewall, antispyware, e stare sempre attento, e sapere sempre quello che stai facendo.Windows è totalmente inadatto ad un utente inesperto. Al contrario in Linux minacce esterne realistiche semplicemente non esistono, inoltre ad un utente inesperto è accuratamente impedito di fare danni.
      • chojin scrive:
        Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
        - Scritto da: Funz
        Il mito che Windows sia usabile dagli inesperti
        è, appunto, un
        mito.
        Devi saper installare, usare e tenere aggiornato
        vari antivirus, firewall, antispyware, e stare
        sempre attento, e sapere sempre quello che stai
        facendo.
        Windows è totalmente inadatto ad un utente
        inesperto.


        Al contrario in Linux minacce esterne realistiche
        semplicemente non esistono, inoltre ad un utente
        inesperto è accuratamente impedito di fare
        danni.Ma che stai dicendo ?Un neofita sotto Linux non saprebbe cosa fare ed anche chi è esperto avrebbe ben poca voglia di perdere giornate intere sui forum per installare un programma, capire perchè non si compila per dipendenze errate.. e non parliamo dei driver che è un incubo. Affermare che Windows non sia adatto ai neofiti è dire un'idiozia.OS X è ancora più semplice da utilizzare ed a meno di non usare lo Unix BSD che c'è sotto la GUI la maggioranza delle persone una volta abituate potranno lavorare ed essere produttive senza bisogno di sapere nulla di tecnico.
        • krane scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: Funz

          Il mito che Windows sia usabile dagli inesperti

          è, appunto, un mito.

          Devi saper installare, usare e tenere aggiornato

          vari antivirus, firewall, antispyware, e stare

          sempre attento, e sapere sempre quello che stai

          facendo.

          Windows è totalmente inadatto ad un utente

          inesperto.

          Al contrario in Linux minacce esterne

          realistiche semplicemente non esistono,

          inoltre ad un utente inesperto è

          accuratamente impedito di fare danni.
          Ma che stai dicendo ?
          Un neofita sotto Linux non saprebbe cosa fare ed
          anche chi è esperto avrebbe ben poca voglia di
          perdere giornate intere sui forum per installare
          un programma, capire perchè non si compila per
          dipendenze errate.. e non parliamo dei driver che
          è un incubo.Nel dettaglio quali problemi avrebbe un utente messo di fronte a una ubuntu preinstallata come quelle fornite da Dell ?
          Affermare che Windows non sia adatto ai neofiti è
          dire un'idiozia.Veramente ho visto gente riportare il pc in negozio al panico gia' dalla schermata di accettazione del contratto di windows.
          OS X è ancora più semplice da utilizzare ed a
          meno di non usare lo Unix BSD che c'è sotto la
          GUI la maggioranza delle persone una volta
          abituate potranno lavorare ed essere produttive
          senza bisogno di sapere nulla di tecnico.
        • Funz scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: Funz

          Il mito che Windows sia usabile dagli inesperti

          è, appunto, un

          mito.

          Devi saper installare, usare e tenere aggiornato

          vari antivirus, firewall, antispyware, e stare

          sempre attento, e sapere sempre quello che stai

          facendo.

          Windows è totalmente inadatto ad un utente

          inesperto.





          Al contrario in Linux minacce esterne
          realistiche

          semplicemente non esistono, inoltre ad un utente

          inesperto è accuratamente impedito di fare

          danni.

          Ma che stai dicendo ?La verità, ti fa male lo so...
          Un neofita sotto Linux non saprebbe cosa fare edVa nell'elenco applicazioni, ne sceglie una e inizia a lavorare, per esempio
          anche chi è esperto avrebbe ben poca voglia di
          perdere giornate intere sui forum per installare
          un programma, capire perchè non si compila per
          dipendenze errate.. e non parliamo dei driver che
          è un incubo.Fesserie, non hai mai usato Linux e non sai come funziona. Inizia a provare synaptic o adept, poi mi dici.
          Affermare che Windows non sia adatto ai neofiti è
          dire
          un'idiozia.Far imparare windows a un neofita è un'impresa da masochisti, ne so qualcosa viste le difficoltà di mia madre e di mia moglie (maccara).Gli unici che possono avere difficoltà a imparare Linux sono quelli abituati a Windows, che devono imparare qualcosa di nuovo e diverso dalle loro abitudini (orrore!)
          OS X è ancora più semplice da utilizzare ed a
          meno di non usare lo Unix BSD che c'è sotto la
          GUI la maggioranza delle persone una volta
          abituate potranno lavorare ed essere produttive
          senza bisogno di sapere nulla di
          tecnico.Ah, e perché mai con OSX si e Ubuntu no?
        • pabloski scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          beh 'nsomma mi sa che stai parlando di Caldera :D
        • nifft scrive:
          Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
          Ho visto che ti sei collegato a/services/computers_statusinvece che a/services/computers_status_cpu.php(per la formattazzione di questo forum vengono tagliati gli indirizzi lunghi...)
          • krane scrive:
            Re: Nel 96 prima di collegarmi ad Internet..
            - Scritto da: nifft
            Ho visto che ti sei collegato a

            /services/computers_status

            invece che a

            /services/computers_status_cpu.php

            (per la formattazzione di questo forum vengono
            tagliati gli indirizzi
            lunghi...)Si e' vero, ma solo quando viene quotato il post, quando mi dava errore ieri avevo selezionato l'indirizzo giusto.
  • enr scrive:
    se li meritano
    niubbi al tappeto
Chiudi i commenti