Google si rifà il search

Annunciate alcune modifiche al look del motore di ricerca di BigG. Un pannello a sinistra permetterà di visualizzare i risultati per tipologie di contenuti. Mentre il logo sarà più luminoso

Roma – Una metamorfosi di primavera . “Il web è un’entità in continuo cambiamento, si evolve e si rinnova”. Così Marissa Mayer, vicepresidente di Google: “È quindi importante anche per siti familiari come quello di Google aggiornare lo stile, il look”. Era il maggio del 2007 quando BigG annunciava al mondo connesso l’avvento del search universale , dopo l’inclusione di risultati per immagini e video nel suo usatissimo motore di ricerca.

Nello stesso mese, tre anni dopo, la Grande G ha affidato al product manager Nundu Janakiram il compito di illustrare ai suoi quasi 270 milioni di utenti nel mondo l’essenza di un nuovo, significativo restyling . “Ogni giorno il web cresce, con maggiore informazione e tipologie di contenuti. A Google sappiamo che il search deve anche supportare i bisogni crescenti degli utenti. E questa è la ragione dietro il nostro ultimo aggiornamento a Google Search”.

Una nuova veste grafica , che intende permettere agli utenti di perfezionare ulteriormente le proprie ricerche online. Un nuovo tool che vuole regalare la possibilità di accedere alle informazioni desiderate in modo ancora più semplice e veloce. “Le modifiche mostrate oggi – ha continuato Marissa Mayer – rappresentano l’ultima evoluzione delle nostre tecnologie di ricerca. Trovare esattamente quello che si sta cercando sarà più facile che mai”.

Nel concreto , BigG ha svelato i principali dettagli di un nuovo pannello, a disposizione degli utenti nell’area sinistra della pagina dei risultati . Si tratta di uno strumento dedicato all’affinamento nell’utilizzo del motore, combinando in maniera dinamica gli strumenti di ricerca più rilevanti (ordina per data, ricerche correlate, siti con immagini) con le tipologie di contenuto. Come ad esempio immagini, video, notizie. E con una inquietante somiglianza con quanto si era visto mesi or sono sulle pagine della concorrenza.

Il tutto per garantire un maggiore controllo sui vari risultati di ricerca, ulteriormente perfezionabili per visualizzare solo quello che serve. In uno specifico filmato di presentazione, i responsabili di BigG hanno mostrato alcuni esempi di funzionamento della nuova interfaccia grafica. A partire dalla possibilità per l’utente di passare velocemente in rassegna le diverse tipologie di contenuti (notizie, video, libri) legate alla chiave di ricerca esplorata.

Successivamente, si potrà esplorare concetti correlati ad una ricerca e suggeriti da Google, oppure temi non direttamente legati ma potezialmente interessanti per approfondire l’argomento ricercato. Questa opzione in particolare appare sotto la voce something different , al momento disponibile solo su google.com .

La nuova interfaccia sviluppata da BigG metterà poi in evidenza i risultati di ricerca preferiti – cliccando sulla stellina a destra di ogni risultato – in modo che l’utente possa ritrovarli anche in ricerche successive. Per provare questa funzionalità sarà sufficiente effettuare una normale ricerca dopo aver effettuato il login con il proprio account. Infine, gli utenti potranno visualizzare i vari risultati sulla base di un determinato arco temporale .

E i miglioramenti al design hanno interessato anche il logo di Google, divenuto decisamente più luminoso. I responsabili di Mountain View hanno parlato di centinaia di modifiche effettuate, dai link in homepage al colore dello sfondo degli annunci sponsorizzati (di un “latte cosmico, il colore medio dell’universo”).

Dunque, dopo aver sperimentato con mappe, libri digitali e tool social, BigG sembra nuovamente rendersi conto di essere un’azienda online basata sul search. Stando ai numeri , circa il 97 per cento dei 23,7 miliardi di dollari in entrata nell’anno 2009 ha avuto come provenienza il settore dell’advertising . Quindi da quegli annunci sponsorizzati che ora avranno il colore della via lattea.

E il search attuale significa anche mobile . In un secondo post apparso sul blog ufficiale di Google Mobile , BigG ha annunciato modifiche simili a quelle suddette, per ora valevoli esclusivamente in territorio statunitense ed implementate su iPhone e dispositivi basati su Android . Con un semplice tocco su una freccia aderente al campo di ricerca gli utenti potranno visualizzare tipologie di contenuto come notizie e prodotti.

C’è chi ha visto nelle ultime modifiche di Google una mossa strategica per mantenere un vantaggio competitivo nei confronti di Yahoo! e Microsoft. Fonti vicine all’universo di BigM hanno fatto notare quanto il pannello a sinistra sviluppato da Mountain View sia simile a quello implementato dentro Bing. Che la lotta si sia spostata dal mercato all’estetica?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il solito bene informato scrive:
    vedo bene i tablet...
    Vedo bene questa ondata di tablet che già comincia a bagnarci i piedi.Continuo a considerarlo un oggetto inutile, dal mio punto di vista e penso che dopo un entusiasmo iniziale sarà un mezzo flop, però noto una grande vitalità nella ricerca per nuovi sistemi operativi "consumer" che puntano sulla semplicità d'uso e il consumo di risorse (... più basso). Chissà che contagi anche il mondo dei computer in genere.
    • lordream scrive:
      Re: vedo bene i tablet...
      ti quoto tutto.. almeno si comincia a muovere qualcosa.. speriamo in nuove tecnologie per i prossimi anni
    • Mela Avvelenata not logged scrive:
      Re: vedo bene i tablet...
      - Scritto da: il solito bene informato
      Vedo bene questa ondata di tablet che già
      comincia a bagnarci i
      piedi.Beh, io aspettavo dei tablet decenti da almeno 10 anni!
      Continuo a considerarlo un oggetto inutile, dal
      mio punto di vista e penso che dopo un entusiasmo
      iniziale sarà un mezzo flop, Mmmm, forse no...c'è una grande domanda per questi oggetti (prova ne è il sucXXXXX di aziende cinesi come Smartdevices, che, pur vendendo prodotti non troppo performanti ed un pò buggati è riuscita a creare ben 3 serie di tablet/mid in meno di 2 anni, grazie soprattutto al prezzo competitivo, sia chiaro!), e se è pur vero che la parte del leone la sta facendo Apple (inevitabilmente, visto che è una azienda con alle spalle il sucXXXXX dell'iPod, iPhone e di iTunes), il resto del mercato lo farà chi riuscirà a proprorre un tablet altrettanto (nei limiti) valido, ad un prezzo possibilmente minore
      però noto una grande
      vitalità nella ricerca per nuovi sistemi
      operativi "consumer" che puntano sulla semplicità
      d'uso e il consumo di risorse (... più basso).
      Chissà che contagi anche il mondo dei computer in
      genere.Beh, alla fine però il mercato dei tablet se lo spartiranno iPhone OS ed Android, Windows 7 è destinato ad una piccola nicchia, Chrome OS idem, mentre qualche versione di Ubuntu adattata per i tablet probabilmente vedrà la luce, ma sarà certamente relegata ad una percentuale piuttosto ristretta! Per il desktop invece vedremo il solito tripolio (si dirà così?) Windows-Mac OS-Linux, ovviamente con quote da definire. Se invece i proXXXXXri Arm si dovessero diffondere anche su desktop, si potrebbe assistere a delle belle sorprese...
      • lordream scrive:
        Re: vedo bene i tablet...
        coi nuovi proXXXXXri probabilmente si vedranno anche variazioni di windows seven sui tablet.. probabilmente meno performanti all'inizio ma microsoft ha i soldi per poter spingere in tale direzione..
      • ruppolo scrive:
        Re: vedo bene i tablet...
        - Scritto da: Mela Avvelenata not logged
        Se
        invece i proXXXXXri Arm si dovessero diffondere
        anche su desktop, si potrebbe assistere a delle
        belle
        sorpreseAssisteremo a delle belle sorprese!
  • BBuser scrive:
    OS 6
    Datemi OS 6 sullo Storm !! o un OS 5 aggiornato che che funzioni BENE.MAledetti...................
  • ruppolo scrive:
    A proposito di iPad e nebook
    http://www.macitynet.it/macity/articolo/iPad-negli-Usa-ha-gi-messo-allangolo-i-netbook/aA43601Come avevo detto, il netbook è una presa per i fondelli che ogni tanto ritorna a mietere le nuove leve.
    • angros scrive:
      Re: A proposito di iPad e nebook
      Saresti più credibile se citassi delle fonti un po' meno di parte.
      • alexjenn scrive:
        Re: A proposito di iPad e nebook
        - Scritto da: angros
        Saresti più credibile se citassi delle fonti un
        po' meno di
        parte.Eppure l'articolo inizia con "Una ricerca di Morgan Stanley..."
        • lordream scrive:
          Re: A proposito di iPad e nebook
          - Scritto da: alexjenn
          - Scritto da: angros

          Saresti più credibile se citassi delle fonti un

          po' meno di

          parte.

          Eppure l'articolo inizia con "Una ricerca di
          Morgan
          Stanley..."persona vicina alla apple fin dagli anni 80 tale morgan stanley.. ruppolo.. cita fonti autorevoli non fud come solito dalla apple
          • ruppolo scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: alexjenn

            - Scritto da: angros


            Saresti più credibile se citassi delle fonti
            un


            po' meno di


            parte.



            Eppure l'articolo inizia con "Una ricerca di

            Morgan

            Stanley..."

            persona vicina alla apple fin dagli anni 80 tale
            morgan stanley..Persona?http://en.wikipedia.org/wiki/Morgan_Stanley
            ruppolo.. cita fonti autorevoli
            non fud come solito dalla
            appleSe non è autorevole la Morgan Stanley, cosa lo è?O forse il problema sta nel chi ha citato la ricerca? Per te è un problema?
          • alexjenn scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: lordream



            persona vicina alla apple fin dagli anni 80 tale

            morgan stanley..

            Persona?
            http://en.wikipedia.org/wiki/Morgan_StanleyMassì ruppolo, è quel Morgan Stanley che ha studiato alle magistrali, ricordi? ;)
          • N.U. scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            A si? E un linketto di conferma non lo posti?
      • N.U. scrive:
        Re: A proposito di iPad e nebook
        "Una ricerca di Morgan Stanley..." ed era scritto nella prima riga.Non ci sono più i troll di una volta.
      • ruppolo scrive:
        Re: A proposito di iPad e nebook
        - Scritto da: angros
        Saresti più credibile se citassi delle fonti un
        po' meno di
        parte.Morgan Stanley sarebbe di parte???
        • lordream scrive:
          Re: A proposito di iPad e nebook
          scusa.. stanley lo ricordo fin dagli anni 80 che spingeva sul mercato finanziario per convincere le banche che la apple era una azienda solida.. spingeva sempre sul financial time pronosticando aumenti dei titoli apple a livelli inverosimili.. spinge ora con previsioni senza base se non statistica facilmente smentibile.. ho quasi 50 anni ma non sono rinXXXXXXXXto.. e tu mi chiedi se è di parte?.. o non sai chi è o vuoi oscurare la cosa sotto una tendina ovattata..
          • ruppolo scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            - Scritto da: lordream
            scusa.. stanley lo ricordo fin dagli anni 80 che
            spingeva sul mercato finanziario per convincere
            le banche che la apple era una azienda solida..
            spingeva sempre sul financial time pronosticando
            aumenti dei titoli apple a livelli inverosimili..
            spinge ora con previsioni senza base se non
            statistica facilmente smentibile.. ho quasi 50
            anni ma non sono rinXXXXXXXXto.. e tu mi chiedi
            se è di parte?.. o non sai chi è o vuoi oscurare
            la cosa sotto una tendina
            ovattata..Forse un po' rinXXXXXXXXto lo sei, visto che queste non sono previsioni, ma dati rilevati da luglio 2009 ad aprile 2010!Comunque, prendendo per buono quello che hai detto, i suoi pronostici si sono rivelati esatti, quindi anche su quel fronte l'autorevolezza non si discute.
          • lordream scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            quando scrisse che la apple non era sull'orlo del fallimento ma che si trattava di un passaggio di quote azionarie alla microsoft per l'asset aziendale.. quando pronosticò di 150$ ad azione le azioni di apple e invece si assestarono a 67$ come me lo chiami?.. ora mi pronostica che entro l'anno visto l'andamento si riuscirà ad arrivare a 10 milioni di ipad.. tu lo chiami buon profeta o solamente di parte?
          • N.U. scrive:
            Re: A proposito di iPad e nebook
            - Scritto da: lordream
            quando scrisse che la apple non era sull'orlo del
            fallimento ma che si trattava di un passaggio di
            quote azionarie alla microsoft per l'asset
            aziendale.. quando pronosticò di 150$ ad azione
            le azioni di apple e invece si assestarono a 67$
            come me lo chiami?.. Split delle azioni?Dato che c'è stato anche quello, spero tu non stia facendo confusione.ora mi pronostica che entro
            l'anno visto l'andamento si riuscirà ad arrivare
            a 10 milioni di ipad.. tu lo chiami buon profeta
            o solamente di
            parte?Di sicuro non erratamente pessimista come tanti qua dentro.
    • angros scrive:
      Re: A proposito di iPad e nebook
      ... mi hanno preso per i fondelli con i netbook, e con l'iPad si sono fritti il mio cervello... aiuto!
    • JosaFat scrive:
      Re: A proposito di iPad e nebook
      Piuttosto, che l'informatica al dettaglio oramai vive più di mode che di cose utili. Quando l'anno prossimo usciranno i softbook, i portatili-cuscino marshmellosi, i tablet non li comprerà più nessuno.
      • N.U. scrive:
        Re: A proposito di iPad e nebook
        E questa perla di saggezza ce la segnamo e la mettiamo accanto a tutte le cantonate di Enjoy.
      • Liosandro scrive:
        Re: A proposito di iPad e nebook
        - Scritto da: JosaFat
        Piuttosto, che l'informatica al dettaglio oramai
        vive più di mode che di cose utili. Quando l'anno
        prossimo usciranno i softbook, i
        portatili-cuscino marshmellosi, i tablet non li
        comprerà più
        nessuno.Interessante spunto.Perchè mi permette di affermare che il mercato dell'informatica si è ormai spostato da quello che era essenzialmente del tecnofanatico per avviarsi verso quello che veramente deve essere.Parliamoci chiaro: oramai il 99% delle necessità dell'utente comune possono essere soddisfatte dai sistemi più svariati. Il risultato finale si ottiene, in un modo o nell'altro.Il vero fattore differenziante è il COME un risultato viene ottenuto.Un esempio legato al mio lavoro: ad oggi il montaggio di uno spot pubblicitario può essere ottenuto da chiunque, andando per tentativi e scendendo a compromessi. Conosco gente senza esperienza che facendo 30 versioni differenti in 3 giorni di un montaggio ha ottenuto un risultato approvabile dal cliente.Chi sa fare il suo lavoro impiega un giorno per realizzare una versione sola che va già bene.Parlando poi di oggetti, il come include inevitabilmente l'estetica, oltre al metodo.In pratica: per l'utente comune lo strumento informatico è diventato un elettrodomestico. Ed è per questo motivo che le discussioni su quanto un sistema sia aperto o chiuso sono decisamente sterili. Alla massa NON INTERESSA se un sistema può essere programmato in un modo piuttosto che in un altro. Le interessa che esegua il compito assegnato al meglio, e che, perchè no, sia anche un oggetto che si confaccia ad una certa immagine...
  • ruppolo scrive:
    Auguri
    e figli maschi.RIM potrebbe anche riuscire a fare qualcosa di interessante, ma non certo in breve tempo. Forse tra 3-5 anni.
  • Mettiuz scrive:
    Siamo sicuri?
    Dubito che avrà più probabilità di Android se davvero vuole estendere il target di utenza, blackberry vende smatphone utilissimi in campo businness ma pessimi da dare alle masse. Le applicazioni disponibili sono poche e costosissime (25 per un lettore PDF che su android e iphone hai gratis) inoltre l'interfaccia sarà completamente da rifare per essere usata su un full touchscreen...
    • Doctor J scrive:
      Re: Siamo sicuri?
      Concordo.Secondo me questi di RIM hanno scelto il modo migliore (peggiore?) per farsi del male, e anche molto....
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Siamo sicuri?
      - Scritto da: Mettiuz
      Le applicazioni disponibili sono poche e
      costosissime (25 per un lettore PDF che su
      android e iphone hai gratis) inoltre
      l'interfaccia sarà completamente da rifare per
      essere usata su un full
      touchscreen...Hai toccato il punto chiave: le applicazioni. Se un sistema non è in grado di attrarre sviluppatori (e quindi non ha una grande base di applicazioni) quanti utenti riuscirà ad attrarre? RIM doveva muoversi più in fretta, IMHO.
    • karoo scrive:
      Re: Siamo sicuri?
      quoto pienamente.
    • Funz scrive:
      Re: Siamo sicuri?
      - Scritto da: Mettiuz
      Dubito che avrà più probabilità di Android se
      davvero vuole estendere il target di utenza,
      blackberry vende smatphone utilissimi in campo
      businness ma pessimi da dare alle masse. Le
      applicazioni disponibili sono poche e
      costosissime (25 per un lettore PDF che su
      android e iphone hai gratis) inoltre
      l'interfaccia sarà completamente da rifare per
      essere usata su un full
      touchscreen...Troppo blindato, bocciato.
      • ruppolo scrive:
        Re: Siamo sicuri?
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Mettiuz

        Dubito che avrà più probabilità di Android se

        davvero vuole estendere il target di utenza,

        blackberry vende smatphone utilissimi in campo

        businness ma pessimi da dare alle masse. Le

        applicazioni disponibili sono poche e

        costosissime (25 per un lettore PDF che su

        android e iphone hai gratis) inoltre

        l'interfaccia sarà completamente da rifare per

        essere usata su un full

        touchscreen...

        Troppo blindato, bocciato.Bocciati saranno tutti i sistemi non blindati. Vedrai.
      • N.U. scrive:
        Re: Siamo sicuri?
        Analisi troppo sempliciotta, bocciato!
Chiudi i commenti