Google Sync e iPhone: è vero amore?

A giudicare dai primi vagiti del servizio di consegna automatica della posta di Google sul Melafonino, si direbbe di no. C'è spazio per migliorare il Push made in Mountain View

Roma – Un miraggio per le migliaia di utenti che da tempo si appoggiano ai servizi di BigG “nelle nuvole” per la propria vita reale e digitale: tenere sincronizzati appuntamenti, email, contatti su computer e cellulari connessi in Rete. Ora da Mountain View hanno dimostrato che si può, grazie ad una spruzzata di Exchange e un po’ di Google-Mojo: peccato che, almeno su iPhone, il risultato per il momento lasci a desiderare.

Prima di tutto, i fatti: sin dal lancio del Melafonino, in molti si erano chiesti come mai non fosse stata prevista una funzionalità “Push” (vale a dire che consegna automaticamente e in tempo reale) per l’email su iPhone. Si tratta di uno dei punti di forza del Blackberry di RIM : la sua mancanza sullo smartphone Apple appariva come uno smacco non da poco alle velleità enterprise del dispositivo. Con l’ arrivo , tuttavia, di un Push per Yahoo!Mail e MobileMe , la faccenda sembrava essere stata rimessa in equilibrio: peccato che non tutti abbiano un account di posta su Yahoo!, o abbiano sottoscritto un abbonamento ai servizi web della Mela.

Con Google Sync, BigG è arrivata in soccorso dei suoi affezionati clienti che non possono fare a meno di tenersi aggiornati e sincronizzati tramite Gmail e Calendar: e se fino all’altro ieri era possibile tenere allineati soltanto gli indirizzi della rubrica e i propri appuntamenti su un numero considerevolmente ristretto di dispositivi, da circa 24 ore è possibile sfruttare tutti i servizi “professionali” di Google passando per le nuvole (vale a dire via Rete) e garantendo aggiornamenti istantanei su tutti i dispositivi . Requisiti : compatibilità con il protocollo Exchange di Microsoft.

A partire dalla versione 3.0 del firmware del Melafonino, e sui cellulari Windows Mobile , il protocollo è integrato: dunque è possibile inserire i propri dati seguendo le istruzioni fornite dalla stessa Google per veder sincronizzati in quattro e quattr’otto tutti i propri dati, compresa l’email. In più, almeno in teoria , proprio i messaggi di posta elettronica dovrebbero essere consegnati in tempo reale sul proprio apparecchio mobile: al contrario di Blackberry, che si appoggia a un proprio server, al contrario di MobileMe e Yahoo!, che utilizzano un protocollo compatibile con iPhone, Gmail ha invece ottenuto il Push tramite un hack che ha infilato il protocollo Exchange in cima al suo codice per replicare le funzioni di consegna automatica.

Svantaggi: consumo della batteria , innanzi tutto. La stessa BigG avverte che, a causa del collegamento continuo con i suoi server per controllare la posta, si potrebbero verificare dei consumi leggermente superiori dell’energia accumulata dai terminali. Altrove spiegano che, mancando ai server di BigG la capacità di gestire il comando IDLE del protocollo IMAP, la soluzione adottata con l’introduzione di Exchange costa un po’ di più in termini di connessione e dunque di consumo energetico per funzionare: il risultato è che la batteria di un iPhone 3GS abbinato ad un account Google usato per ricevere la corrispondenza lavorativa, secondo le prove svolte in redazione, va esaurita in poche ore .

Altre limitazioni: se fino a cinque minuti prima non si utilizzavano tutti i servizi di Google per la propria rubrica, la propria agenda e le proprie email, sincronizzare il tutto potrebbe diventare complicato. Come minimo occorrerà importare tutto su Gmail e Calendar, o confidare in una sincronizzazione intelligente ed efficiente dei tool automatici. Inoltre, tentare di impostare su iPhone separatamente l’account di posta Gmail e un account Exchange per rubrica e agenda parrebbe non funzionare : il primo cesserà di funzionare correttamente, probabilmente a causa dei server di BigG che, rilevando troppe connessioni contemporanee, ne bloccano alcune.

Poco male, direbbero i più: si imposta tutto su Exchange e alla via così. Peccato che , almeno al momento, iPhone non consenta di impostare più di un account Exchange per volta : se si utilizzano, come spesso accade, indirizzi diversi per la corrispondenza lavorativa e quella privata non resta che sacrificarne uno a favore dell’altro.

Senza dimenticare che, a giudicare da quanto si legge in giro e quanto è stato verificato durante i test, i server Google non sembrerebbero reggere il carico (anche in questo caso, almeno per il momento) della mole dei messaggi scambiati dagli utenti: le nuove email, invece che a pochi secondi di distanza dall’effettiva avvenuta consegna, vengono scaricate diversi minuti dopo il loro arrivo nella propria casella di posta. A volte è persino necessario avviare manualmente la sincronizzazione per vederle apparire.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dr. Zampetti scrive:
    giustizia e' fatta!
    che la povera Palm si faccia un sync per conto suo e rompa meno le scatole.
    • alexjenn scrive:
      Re: giustizia e' fatta!
      Davvero. Lo fanno tutti tranne Palm e sta a rompere las bolas come un bambino capriccioso.Ha voluto giocare duro ma in torto marcio e ha avuto quel che merita.Sono curioso di vedere il seguito.
      • All You Base Are Belong To Us scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        Personalmente non sono felice, non amo le guerre in cui a rimetterci è il consumatore.. Fossi in Apple, aprirei l'iTunes store all'hw della concorrenza, magari bloccando alcune features-chiave o inventandone qualcuna esclusiva per l'hw della Mela. Tre i benefici: a) sottrarre clienti agli store della concorrenza; b) aumentare il fatturato dell'iTunes store; c) invogliare gli acquirenti di hw concorrente ad acquistare hw Apple.Questa è una mia idea, ma sicuramente in Apple hanno fatto i conti meglio di me!
    • OldDog scrive:
      Re: giustizia e' fatta!
      - Scritto da: Dr. Zampetti
      che la povera Palm si faccia un sync per conto
      suo e rompa meno le
      scatole.Se fosse stata Microsoft a impedire a Apple di far funzionare iTunes vi sareste arrabbiati di brutto...Palm ha fatto quello che tutte le aziende dovrebbero poter fare in regime di concorrenza: ha reso il proprio smartphone COMPATIBILE con iTunes. Non è che rubasse denaro a Apple: ogni acquisto seguiva esattamente le regole commerciali e, quando previsto, portava al pagamento con quota di royalties ad Apple.Voi avete in casa una presa elettrica Enel, servita a valle di un regolare contatore Enel, collegate una spina standard con il vostro asciugacapelli ma Enel vi dice che non siete autorizzati a farlo funzionare (pur pagando la corrente elettrica) perché il vostro asciugacapelli non è prodotto da Enel. Vedete una logica?Quello che mi stupisce è che non vediate che il monopolio è DANNOSO a prescindere, e lo dico da persona che trova spesso i prodotti Apple interessanti. Apple ha fatto denaro con l'idea dello store per iTunes? Bravi, ma perché dovrebbero avere il diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE LEGALMENTE i loro prodotti, mettendo alle porte guardie che facciano entrare solo chi vogliono loro? Peccato, perché Palm stava stimolando Apple a mantenere innovativa la sua linea iPhone (oggi più matura del neonato Pre).
      • Liosandro scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        - Scritto da: OldDog
        - Scritto da: Dr. Zampetti

        che la povera Palm si faccia un sync per conto

        suo e rompa meno le

        scatole.
        Se fosse stata Microsoft a impedire a Apple di
        far funzionare iTunes vi sareste arrabbiati di
        brutto...
        Palm ha fatto quello che tutte le aziende
        dovrebbero poter fare in regime di concorrenza:
        ha reso il proprio smartphone COMPATIBILE con
        iTunes. Non è che rubasse denaro a Apple: ogni
        acquisto seguiva esattamente le regole
        commerciali e, quando previsto, portava al
        pagamento con quota di royalties ad
        Apple.
        Voi avete in casa una presa elettrica Enel,
        servita a valle di un regolare contatore Enel,
        collegate una spina standard con il vostro
        asciugacapelli ma Enel vi dice che non siete
        autorizzati a farlo funzionare (pur pagando la
        corrente elettrica) perché il vostro
        asciugacapelli non è prodotto da Enel. Vedete una
        logica?
        Quello che mi stupisce è che non vediate che il
        monopolio è DANNOSO a prescindere, e lo dico da
        persona che trova spesso i prodotti Apple
        interessanti.

        Apple ha fatto denaro con l'idea dello store per
        iTunes? Bravi, ma perché dovrebbero avere il
        diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE
        LEGALMENTE i loro prodotti, mettendo alle porte
        guardie che facciano entrare solo chi vogliono
        loro?

        Peccato, perché Palm stava stimolando Apple a
        mantenere innovativa la sua linea iPhone (oggi
        più matura del neonato
        Pre).Vatti a leggere bene cosa ha fatto Palm per accedere ad iTunes.Te lo riassumo: ha perpetrato un furto di identità, non solo andando contro i cpyright di Apple, ma contro gli standard USB, SIMULANDO un valore USB assegnato ad Apple. Questo non si può fare, a prescindere che sia Apple o no.Te lo rendo comprensibile? Immagina di iscriverti in palestra. Paghi un tot annuo, a prescindere da quante volte ci vai. Bene: immagina che tutte le volte che non ci vai tu ci vada qualcun altro spacciandosi per te.Tu non stai perdendo soldi, perchè li hai già spesi comunque. Ma 'sto qua approfitta di quello che hai speso tu per farsi i suoi comodi. Ti pare giusto?Ecco: Apple sostiene, a ragione, che iTunes sia un plus piuttosto importante dell'esperienza multimediale che offre ai propri utenti. E' giusto che rimenga un privilegio legato a chi compra i suoi devices.Palm non usa iTunes solo per far comprare musica, ma acquisisce un vantaggio ulteriore perchè utilizza l'interfaccia sviluppata in molti anni da Apple per sincronizzare il proprio device con i computers.Facendo così Palm ottiene un vantaggio anche economico non irrilevante, perchè la ricerca e lo sviluppo per realizzare le sincronizzazioni comportano una spesa non indifferente.Non si vede come mai Palm dovrebbe sfruttare le ricerche Apple.Dimmi cosa c'è di errato in questo ragionamento... io non vedo nulla di sbagliato.
        • alexjenn scrive:
          Re: giustizia e' fatta!
          - Scritto da: Liosandro


          Vatti a leggere bene cosa ha fatto Palm per
          accedere ad
          iTunes.

          Te lo riassumo: ha perpetrato un furto di
          identità, non solo andando contro i cpyright di
          Apple, ma contro gli standard USB, SIMULANDO un
          valore USB assegnato ad Apple. Questo non si può
          fare, a prescindere che sia Apple o
          no.

          Te lo rendo comprensibile? Immagina di iscriverti
          in palestra. Paghi un tot annuo, a prescindere da
          quante volte ci vai. Bene: immagina che tutte le
          volte che non ci vai tu ci vada qualcun altro
          spacciandosi per
          te.
          Tu non stai perdendo soldi, perchè li hai già
          spesi comunque. Ma 'sto qua approfitta di quello
          che hai speso tu per farsi i suoi comodi.

          Ti pare giusto?
          Non solo: metti che questa persona faccia pure dei danni e poi la direzione della palestra venga a chiederne conto a te.La stessa cosa succederebbe se Palm, col suo Pre, non sia in grado di mantenere un criterio di sicurezza per cui, uno che ha un Pre compra un programma di gestione identità e password su App Store, poi Pre permette il furto dei dati e il cliente che fa? Mica se la prenderebbe con Palm, bensì con Apple...OldDog a certe cose non ci ha ancora pensato.PS: mi sono reso conto di aver scritto con degli orrori di ortografia e grammatica :o-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2009 10.17-----------------------------------------------------------
          • Marco scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            giusto per completezza dell'informazione:http://punto-informatico.it/2712316/PI/News/iphone-buio-all-improvviso.aspxnon aggiorno a 3.1...ma gli upgrade che ho fatto a suo tempo sul treo600, su LifeDrive e sul Centro non hanno mai fatto sti XXXXXX!!!Sarà che Palm non e' in grado di mantenere criteri di sicurezza?!?!?!? ;)
          • Liosandro scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Marco
            giusto per completezza dell'informazione:

            http://punto-informatico.it/2712316/PI/News/iphone

            non aggiorno a 3.1...ma gli upgrade che ho fatto
            a suo tempo sul treo600, su LifeDrive e sul
            Centro non hanno mai fatto sti
            XXXXXX!!!

            Sarà che Palm non e' in grado di mantenere
            criteri di sicurezza?!?!?!?
            ;)Per curiosità: cosa c'entra col problema di cui parliamo? "Filippo ruba l'identità a Pietro!" e tu rispondi "Si, ma a Pietro puzza l'alito!"Non capisco cosa c'entri.
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Marco
            giusto per completezza dell'informazione:

            http://punto-informatico.it/2712316/PI/News/iphone

            non aggiorno a 3.1...ma gli upgrade che ho fatto
            a suo tempo sul treo600, su LifeDrive e sul
            Centro non hanno mai fatto sti
            XXXXXX!!!

            Sarà che Palm non e' in grado di mantenere
            criteri di sicurezza?!?!?!?
            ;)Confronti criteri di sicurezza con la durata della batteria?Parli di sincronizzazione con software Palm, che si faceva da prima (ma va?) ma non critichi nemmeno che adesso Palm non lo fa più?O tempora! O mores!
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            E meno male che ho iniziato il mio intervento con un "succederebbe se"...
          • soulista scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Marco
            Allora, se iTunes ti serve solo per accedere allo
            store (e quindi per comprare da esso) che ti
            frega da che dispositivo io accedo, basta che ti
            pago quello che compro la dentro... o
            no?perchè Apple vuole che compri aipod o aifon...Sarà ingiusto quanto ti pare ma non é illegale, né monopolistico.
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            non capisco, molti a dire itunes XXXXX, iphone XXXXX ipod XXXXX. ma se poi una società concorrente vuole sfruttare a gratis una XXXXX apple, allora è scandalo!!usate prodotti alternativi e non lagnatevi ogni volta. o la libertà deve essere vostra e non degli altri?
          • FinalCut scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: lellykelly
            non capisco, molti a dire itunes XXXXX, iphone
            XXXXX ipod XXXXX. ma se poi una società
            concorrente vuole sfruttare a gratis una XXXXX
            apple, allora è
            scandalo!!

            usate prodotti alternativi e non lagnatevi ogni
            volta. o la libertà deve essere vostra e non
            degli
            altri?Ecco la prima cosa sensata di questo 3d...Chissà perché invece non frega nulla a nessunoche non posso sincronizzare iPod con Windows Media Player...(linux)(apple)PS: Nel caso ad ogni modo c'è sempre una certa disparità, perche WMP è installato "a forza" sul 95% dei computer venduti, iTunes devi scaricarlo dal sito Apple...Quindi WMP potrebbe anche essere oggetto dell'antitrust, iTunes... *NO*
        • OldDog scrive:
          Re: giustizia e' fatta!
          - Scritto da: Liosandro
          - Scritto da: OldDog

          - Scritto da: Dr. Zampetti


          che la povera Palm si faccia un sync per conto


          suo e rompa meno le


          scatole.

          Vatti a leggere bene cosa ha fatto Palm per
          accedere ad
          iTunes.Non dare per scontato che non abbia seguito le notizie, su siti USA, fin dall'inizio.Quello che tu riporti è solo il "secondo tempo" degli eventi.Inizialmente Palm (tra i cui manager ha persone di provenienza Apple, che sicuramente conoscono le complicazioni legali di questo prodotto) ha provato a presentare il Palm Pre come dispositivo generico.Apple non ha apprezzato, e nella successiva release di iTunes ha modificato il sw affinché NON accettasse sincronizzazioni da prodotti che si presentavano con identificativo diverso da Apple.Palm (discutibilmente, se vuoi), invece di limitarsi a contestare nelle sedi opportune questo blocco Apple e attendere una decisione "giuridica" ha voluto forzare le cose, travisando l'identificativo USB come prodotto Apple per conservare la possibilità di acquistare brani con iTunes.E' legale? Dal punto di vista del consorzio USB la risposta è stata negativa, e Palm deciderà come gestire il fronte legale presso altre sedi.Palm HA realizzato un suo store per la distribuzione sw compatibile webOS, visto che qualcuno nei post crede diversamente.Ha scelto di NON sincronizzare con il desktop i dati (cosa che ha sempre fatto con il precedente OS Cobalt) ma salvare il profilo del sistema su server propri (concetto che qualcuno riporta al Cloud computing).Quello che rimane scoperto è il negozio di vendita di brani musicali (Apple ovviamente lo usa anche per i propri sw) e la discussione alla fine si riduce a quello.Un negozio on-line può essere volutamente chiuso a device di altre aziende? Molti di voi ritengono sia giusto così, io penso di no (ovviamente per quel che vale il mio parere), ma non ci metto particolare astio verso Apple o chissachì. Perché vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con nessuno, solo portare il mio punto di vista. :)

          Te lo riassumo: ha perpetrato un furto di
          identità, non solo andando contro i cpyright di
          Apple, ma contro gli standard USB, SIMULANDO un
          valore USB assegnato ad Apple. Questo non si può
          fare, a prescindere che sia Apple o
          no.

          Te lo rendo comprensibile? Immagina di iscriverti
          in palestra. Paghi un tot annuo, a prescindere da
          quante volte ci vai. Bene: immagina che tutte le
          volte che non ci vai tu ci vada qualcun altro
          spacciandosi per
          te.
          Tu non stai perdendo soldi, perchè li hai già
          spesi comunque. Ma 'sto qua approfitta di quello
          che hai speso tu per farsi i suoi comodi.

          Ti pare giusto?

          Ecco: Apple sostiene, a ragione, che iTunes sia
          un plus piuttosto importante dell'esperienza
          multimediale che offre ai propri utenti. E'
          giusto che rimenga un privilegio legato a chi
          compra i suoi
          devices.
          Palm non usa iTunes solo per far comprare musica,
          ma acquisisce un vantaggio ulteriore perchè
          utilizza l'interfaccia sviluppata in molti anni
          da Apple per sincronizzare il proprio device con
          i
          computers.
          Facendo così Palm ottiene un vantaggio anche
          economico non irrilevante, perchè la ricerca e lo
          sviluppo per realizzare le sincronizzazioni
          comportano una spesa non
          indifferente.

          Non si vede come mai Palm dovrebbe sfruttare le
          ricerche
          Apple.

          Dimmi cosa c'è di errato in questo
          ragionamento... io non vedo nulla di
          sbagliato.
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            Un negozio on-line può essere volutamente chiuso
            a device di altre aziende? Molti di voi ritengono
            sia giusto così, io penso di no (ovviamente per
            quel che vale il mio parere), ma non ci metto
            particolare astio verso Apple o chissachì. Perché
            vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con
            nessuno, solo portare il mio punto di vista.
            :)Il tuo punto di vista però ha una lacuna.iTunes, difatti, non è chiuso ad altri apparecchi: la musica in vendita nell'iTunes Store è senza DRM e può essere riprodotta da qualsiasi dispositivo che legga il formato AAC, e non è limitata ad iPod e iPhone.Per la sincronizzazione di questa musica poi, Palm può benissimo farsi un suo programma.Ti rifaccio l'esempio BlackBerry.Guarda qui http://is.gd/3CUnW e dimmi se ti pare che Apple limiti Mac OS X o iTunes Store.
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            esatto, ma nessuno che sappia io si è messo a gridare allo scandalo. si sa che è così, alcuni capiscono pure il perchè e basta. il problema non esiste.
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            Il problema lo sta creando Palm, a torto, solo per farsi pubblicità per cercare di mettere in cattiva luce iTunes (quindi quel che gira attorno, specialmente iPhone).Dall'altro canto, RIM si è dimostrata più intelligente e cavalca l'onda della figuraccia di Palm per dimostrare che è un miglior concorrente.
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            che poi non è che apple blocchi l'utilizzo del pro su mac, ma solo su itunes. è un problema specifico dettato da ovvi interessi.
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            e ancora, esisteranno persone che apprezzano sia itunes che il pro?credo di si. avrebbero loro pagato di più il pro affinchè la palm si mettesse d'accordo con apple per poter utilizzare il pro con itunes?l'eventuale spesa maggiore, avrebbe giustificato la compatibilità?
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            Non solo, e i clienti di Palm che non hanno per niente un software per sincronizzare?Cosa pensano di Palm stessa?
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            vuol dire che i loro dati sono gia "persi"? bene...
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            Non so.Voglio dire soltanto cosa pensano i clienti Palm che quest'azienda non scriva loro un software di sincronizzazione, almeno per Mac.
          • OldDog scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: lellykelly
            vuol dire che i loro dati sono gia "persi"?
            bene...No, scusate ma dite cose non corrette perché Palm Pre (o meglio, Palm con il sistema operativo webOS) ha scisso l'aspetto salvataggio profilo dati da quello di acXXXXX a store multimediali. Il salvataggio viene effettuato nella "cloud" (server esterni), via connessione internet.Che questo sia adeguato o meno dipende dal cliente: alcuni preferivano i backup su scheda SD (che non è disponibile per Pre, mentre era abitualmente presente sui modelli precedenti).Altri preferivano l'integrazione con Outlook o con Palm Desktop. Ci sono anche software di terze parti per delle soluzioni alternative.Comunque tutto questo non interessa molto a noi italiani, visto che per il debutto in Europa del Palm Pre il nostro paese non è neppure in elenco... :D
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            se compri un m4a non protetto e il palm lo legge, dov'è il problema?avere due sw, uno per comprare e uno per sincronizzare? è colpa della scomodità? ovvio che con un ipod è più comodo, ma se compri un pro lo sa gia prima e non entri in paranoia.
          • Funz scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog

            Inizialmente Palm (tra i cui manager ha persone
            di provenienza Apple, che sicuramente conoscono
            le complicazioni legali di questo prodotto) ha
            provato a presentare il Palm Pre come dispositivo
            generico.
            Apple non ha apprezzato, e nella successiva
            release di iTunes ha modificato il sw affinché
            NON accettasse sincronizzazioni da prodotti che
            si presentavano con identificativo diverso da
            Apple.Questo è inaccettabile: un venditore non può permettersi di discriminare i clienti in base a criteri suoi arbitrari.
            Palm (discutibilmente, se vuoi), invece di
            limitarsi a contestare nelle sedi opportune
            questo blocco Apple e attendere una decisione
            "giuridica" ha voluto forzare le cose, travisando
            l'identificativo USB come prodotto Apple per
            conservare la possibilità di acquistare brani con
            iTunes.Palm ha sbagliato, ma direi che è un peccato molto meno grave.
            Un negozio on-line può essere volutamente chiuso
            a device di altre aziende? Molti di voi ritengono
            sia giusto così, io penso di no (ovviamente per
            quel che vale il mio parere), ma non ci mettonon dovrebbe essere permesso.
            particolare astio verso Apple o chissachì. Perché
            vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con
            nessuno, solo portare il mio punto di vista.
            :)i macachi sono parecchio inxaxxosi :D[cut 200 righe malquotate] ;)
          • FinalCut scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Funz

            Questo è inaccettabile: un venditore non può
            permettersi di discriminare i clienti in base a
            criteri suoi
            arbitrari.Perché questa storia la tirate sempre fuori con iTunes e non avete sollevato una parola contro tutti quegli store/player dotati di "PlayForSure©" di Microsoft© e completamente INCOMPATIBILI con qualunque Mac ed iPod...Perché non parliamo del fatto che il primo store a vendere DRM-Free è stato iTunes?Perché non parliamo del fatto che lo Zune Store© è incompatibile con iPod?Perché? Perché?
            Palm ha sbagliato, ma direi che è un peccato
            molto meno grave.Già... l'importante è dare addosso ad Apple sempre e comunque...Apple rispetta tutte le leggi vigenti, Palm ne ha violate diverse sul copyright.

            Un negozio on-line può essere volutamente chiuso

            a device di altre aziende? Molti di voi
            ritengono

            sia giusto così, io penso di no (ovviamente per

            quel che vale il mio parere), ma non ci metto

            non dovrebbe essere permesso.Fino a 2 anni fa non c'era un solo negozio online che fosse compatibile con iPod...

            particolare astio verso Apple o chissachì.
            Perché

            vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con

            nessuno, solo portare il mio punto di vista.

            :)

            i macachi sono parecchio inxaxxosi :DNo sono i due pesi due misure che ci fanno inxaxxare....(linux)(apple)
          • Funz scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Funz



            Questo è inaccettabile: un venditore non può

            permettersi di discriminare i clienti in base a

            criteri suoi

            arbitrari.

            Perché questa storia la tirate sempre fuori con
            iTunes e non avete sollevato una parola contro
            tutti quegli store/player dotati di
            "PlayForSure©" di Microsoft© e completamente
            INCOMPATIBILI con qualunque Mac ed
            iPod...Perchè quella robaccia è morta (giustamente e fortunatamente), e all'epoca non mi interessavo di queste cose.
            Perché non parliamo del fatto che il primo store
            a vendere DRM-Free è stato
            iTunes?Onore al merito, anche se non all'economicità :)
            Perché non parliamo del fatto che lo Zune Store©
            è incompatibile con
            iPod?

            Perché? Perché?Perchè sparare su Microsoft è sparare alla Croce Rossa, mentre Apple ha un grosso zoccolo duro di fan totalmente acritici.Non che giustifichi affatto Zune, ho scritto un sacco di volte che è una porcheria totalmente blindata.
            Già... l'importante è dare addosso ad Apple
            sempre e
            comunque...

            Apple rispetta tutte le leggi vigenti, Palm ne ha
            violate diverse sul
            copyright.ah, le leggi sul copyright... lasciamo perdere va :
            No sono i due pesi due misure che ci fanno
            inxaxxare....Io critico anche Microsoft, accusa qualcun altro.Al contrario, ogni discussione su Apple attira schiere di fan che la difendono ciecamente e partono con le accuse ai critici...
          • FinalCut scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: FinalCut

            - Scritto da: Funz





            Questo è inaccettabile: un venditore non può


            permettersi di discriminare i clienti in base
            a


            criteri suoi


            arbitrari.



            Perché questa storia la tirate sempre fuori con

            iTunes e non avete sollevato una parola contro

            tutti quegli store/player dotati di

            "PlayForSure©" di Microsoft© e completamente

            INCOMPATIBILI con qualunque Mac ed

            iPod...

            Perchè quella robaccia è morta (giustamente e
            fortunatamente), e all'epoca non mi interessavo
            di queste
            cose.Quella robaccia non è morta.http://www.microsoft.com/windows/windowsmedia/playsforsure/Amazon la vende ancora:http://www.amazon.com/unbox/anche questi signori:http://www.cinemanow.com/tanto per segnalare i primi due a caso...

            Perché non parliamo del fatto che il primo store

            a vendere DRM-Free è stato

            iTunes?

            Onore al merito, anche se non all'economicità :)Apple è l'unica che ha imposto il prezzo di 99c e download se era per M$ pagavi un abbonamento annuale con DRM e basta, la musica NON era tua, mai.

            Perché non parliamo del fatto che lo Zune Store©

            è incompatibile con

            iPod?



            Perché? Perché?

            Perchè sparare su Microsoft è sparare alla Croce
            Rossa, mentre Apple ha un grosso zoccolo duro di
            fan totalmente
            acritici.Quindi è inutile denunciare i comportamenti scorretti di Microsoft ma non quelli di Apple?

            Apple rispetta tutte le leggi vigenti, Palm ne ha

            violate diverse sul

            copyright.

            ah, le leggi sul copyright... lasciamo perdere vaio mi trovo dalla parte di chi pubblica contenuti, ed il copyright entro certi limiti è cosa buona e giusta, è l'abuso che si fa di ogni cosa ad essere sbagliato.

            No sono i due pesi due misure che ci fanno

            inxaxxare....

            Io critico anche Microsoft, accusa qualcun altro.
            Al contrario, ogni discussione su Apple attira
            schiere di fan che la difendono ciecamente e
            partono con le accuse ai
            critici...Perché si paragona sempre Apple a Microsoft senza contare che M$ ha un monopolio imposto tramite abusi mentre Apple ha acquisito il 70% del mercato senza costringere nessuno a trovarsi preinstallato il suo crapware...Questa cosa che è fondamentale non viene mai presa in considerazione.(linux)(apple)
          • Yellow scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: OldDog



            Inizialmente Palm (tra i cui manager ha persone

            di provenienza Apple, che sicuramente conoscono

            le complicazioni legali di questo prodotto) ha

            provato a presentare il Palm Pre come
            dispositivo

            generico.

            Apple non ha apprezzato, e nella successiva

            release di iTunes ha modificato il sw affinché

            NON accettasse sincronizzazioni da prodotti che

            si presentavano con identificativo diverso da

            Apple.

            Questo è inaccettabile: un venditore non può
            permettersi di discriminare i clienti in base a
            criteri suoi
            arbitrari.
            Quale legge è stata violata dato che pontifichi che "NON PUÒ" ?

            Palm (discutibilmente, se vuoi), invece di

            limitarsi a contestare nelle sedi opportune

            questo blocco Apple e attendere una decisione

            "giuridica" ha voluto forzare le cose,
            travisando

            l'identificativo USB come prodotto Apple per

            conservare la possibilità di acquistare brani
            con

            iTunes.

            Palm ha sbagliato, ma direi che è un peccato
            molto meno
            grave.
            Non credo proprio dato che più che uno sbaglio è un uso improprio di ID altrui...chiamalo poco.Ma si sa se lo fa apple è scandalo se lo fanno altri è poco grave...i soliti 2 pesi 2 misure

            Un negozio on-line può essere volutamente chiuso

            a device di altre aziende? Molti di voi
            ritengono

            sia giusto così, io penso di no (ovviamente per

            quel che vale il mio parere), ma non ci metto

            non dovrebbe essere permesso.In base a quale articolo di legge non vorresti permetterlo?Stiamo alle solite. per tuo mero tornaconto vuoi limitare la libertà imprenditoriale altrui


            particolare astio verso Apple o chissachì.
            Perché

            vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con

            nessuno, solo portare il mio punto di vista.

            :)

            i macachi sono parecchio inxaxxosi :D
            E tu sei parecchio ipocrita, vedi tu cosa sia peggio.
          • Liosandro scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: OldDog



            Inizialmente Palm (tra i cui manager ha persone

            di provenienza Apple, che sicuramente conoscono

            le complicazioni legali di questo prodotto) ha

            provato a presentare il Palm Pre come
            dispositivo

            generico.

            Apple non ha apprezzato, e nella successiva

            release di iTunes ha modificato il sw affinché

            NON accettasse sincronizzazioni da prodotti che

            si presentavano con identificativo diverso da

            Apple.

            Questo è inaccettabile: un venditore non può
            permettersi di discriminare i clienti in base a
            criteri suoi
            arbitrari.I proprietari di Palm non sono clienti Apple.E comunque il NEGOZIO iTunes Music Store è aperto a tutti. Non serve avere un iPod per comprare musica.


            Palm (discutibilmente, se vuoi), invece di

            limitarsi a contestare nelle sedi opportune

            questo blocco Apple e attendere una decisione

            "giuridica" ha voluto forzare le cose,
            travisando

            l'identificativo USB come prodotto Apple per

            conservare la possibilità di acquistare brani
            con

            iTunes.

            Palm ha sbagliato, ma direi che è un peccato
            molto meno
            grave.Neanche per idea. Palm ha volutamente infranto la codifica di uno standard. Gli standard esistono per un motivo: evitare l'anarchia.


            Un negozio on-line può essere volutamente chiuso

            a device di altre aziende? Molti di voi
            ritengono

            sia giusto così, io penso di no (ovviamente per

            quel che vale il mio parere), ma non ci metto

            non dovrebbe essere permesso.


            particolare astio verso Apple o chissachì.
            Perché

            vi infuriate? Io NON voglio affatto litigare con

            nessuno, solo portare il mio punto di vista.

            :)

            i macachi sono parecchio inxaxxosi :D

            [cut 200 righe malquotate] ;)Riepiloghiamo. Apple non ha chiuso il negozio.Apple ha investito risorse per permettere ai clienti di devices con la mela di avere un'esperienza indolore con la sincronizzazione.Palm evita la spesa necessaria ad ottenere quello che Apple ha ottenuto, e lo fa infrangendo una regola, ovvero assumendo un'identità non sua, e sfruttando ricerca non sua.Se uno sconosciuto sfrutta la tua iscrizione in palestra mentre tu non sei lì facendosi passare per te, fa una cosa corretta? Non ne trae un vantaggio illecito?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2009 02.16-----------------------------------------------------------
        • All You Base Are Belong To Us scrive:
          Re: giustizia e' fatta!
          Palm ha sbagliato a mascherarsi da hw Apple. Su questo non ci piove.Il problema è a monte: perché Apple dovrebbe vietare l'acquisto di musica e video a chi possiede altro hw? Secondo me, pur se lecito, è ingiusto. Il paragone con l'Enel è azzeccato. Come se un brano prodotto da Sony Records si potesse ascoltare solo su uno stereo Sony. Non conosco la legislazione americana, ma qui in Europa siamo davvero al limite della legalità e Apple potrebbe rischiare sanzioni per violazione della libera concorrenza. Lo dico da soddisfattissimo utente Apple di vecchia data.
          • Yellow scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: All You Base Are Belong To UsDopo tanti "non può" e solite filastrocche almeno uno che abbia una posizione condivisibile e rispettosa delle scelte aziendali altrui "Secondo me, pur se lecito, è ingiusto."Finalmente un commento degno di tale nome. Bravo
          • Liosandro scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: All You Base Are Belong To Us
            Palm ha sbagliato a mascherarsi da hw Apple. Su
            questo non ci
            piove.
            Il problema è a monte: perché Apple dovrebbe
            vietare l'acquisto di musica e video a chi
            possiede altro hw? Secondo me, pur se lecito, è
            ingiusto. Il paragone con l'Enel è azzeccato.
            Come se un brano prodotto da Sony Records si
            potesse ascoltare solo su uno stereo Sony. Non
            conosco la legislazione americana, ma qui in
            Europa siamo davvero al limite della legalità e
            Apple potrebbe rischiare sanzioni per violazione
            della libera concorrenza. Lo dico da
            soddisfattissimo utente Apple di vecchia
            data.Scusate, ma in che modo Apple vieta a chi possiede un Pre di comprare musica?Ricordo che l'acquisto di musica da iTMS è indipendente dal possesso o meno di un device Apple...Apple impedisce di utilizzare iTunes per sincronizzare dati, NON preclude la possibilità di acquisto.Dove avete mai letto questo?
      • alexjenn scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        Tu stai confondendo tutto, cieco dal tuo pregiudizio.Non mi va di cercare di spiegarti un po' le cose ma, seguendo il tuo confronto Microsoft / iTunes, Apple non ha mai vietato a Palm di scriversi un suo programma per Mac OS X.Esiste Windows Media Player per Mac, esistono programmi di sincronizzazione per Nokia, per BlackBerry..., iSync sincronizza di base con tutti i telefoni a cui i produttori non hanno bloccato la compatibilità con Mac OS X...La storia è ben diversa da quello che hai scritto tu.
      • ruppolo scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        - Scritto da: OldDog
        Bravi, ma perché dovrebbero avere il
        diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE
        LEGALMENTE i loro prodotti,Perché si. Si chiama libertà. Io vendo a chi voglio io, se mi va.
        • OldDog scrive:
          Re: giustizia e' fatta!
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: OldDog

          Bravi, ma perché dovrebbero avere il

          diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE

          LEGALMENTE i loro prodotti,

          Perché si. Si chiama libertà. Io vendo a chi
          voglio io, se mi
          va.Scusa, ma non hai idea delle leggi antimonopolistiche. Esistono disposizioni per evitare che nascano vincoli sw+hw in situazioni di monopolio. Il fatto che altri operatori abbiano deciso di aprire dei loro store PUO' metter in discussione se quello di iTunes sia o meno un monopolio.Passando al tuo paragone, ti garantisco che se apri un negozio non puoi rifiutarti di vendere la tua merce a un cliente che è in grado di pagarti, nel rispetto della legge. Vuoi provarci? Il cliente chiama la forza pubblica e tu spieghi perché ti rifiuti di svolgere l'esercizio per il quale hai chiesto licenza. Ci sono stati alcuni casi (per lo più apparentemente per astio razziale o dispute politiche, come accadeva parecchi anni fa nell'area Alto Adige / Sudtirol) finiti sui giornali o in tribunale. Comunque non sono un avvocato, quindi chiudo qui il mio inciso.
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            è come entrare in una fiera con il cartellino contraffatto per non pagare il biglietto.il pre si è camuffato da ipod per poter sfruttare itunes. vuoi il sync? o te lo fai o paghi apple.e non è razzismo. altrimenti ogni luogo in cui tu non sei autorizzato ad entrare violerebbe la costituzione. e per fortuna non è così.
          • OldDog scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: lellykelly
            è come entrare in una fiera con il cartellino
            contraffatto per non pagare il
            biglietto.Tu fai l'esempio di truffa per mancato pagamento del biglietto d'ingresso.Io non ho colto questo obbligo (può essere tu abbia ragione, sia chiaro), perché non è che i brani siano pagati meno se li scarichi su di un iPod o su di un Pre, quindi non vedo furto.
            il pre si è camuffato da ipod per poter sfruttare
            itunes. vuoi il sync? o te lo fai o paghi
            apple.Tesi di Apple. Come consumatore non la penso così, ma tant'è... :) Per fortuna non devo avere particolari requisiti per comprare da Coop, Esselunga, Iper, o qualsiasi altro market reale. L'investimento di chi ha messo in piedi il punto vendita è ripagato dal suo margine di guadagno sulla merce che mi vende. Apple ha (giustamente) un guadagno sui brani che vende, e avendo un negozio meglio organizzato e fornito vende di più (nulla in contrario, ok?).
            e non è razzismo. altrimenti ogni luogo in cui tu
            non sei autorizzato ad entrare violerebbe la
            costituzione. Scusa, forse il mio esempio era fuorviante, ma uno store su internet NON mi sembra un luogo privato. Altrimenti è un club riservato a soli soci, con l'obbligo di registrarsi. Ancora una volta, magari mi sbaglio, ma vorrei essere certo che la tua interpretazione sia più valida (da un punto di vista legale) della mia.Capisco invece l'osservazione fatta riguardo alla possibilità di accedere al negozio SENZA passare dal sw iTunes, sfruttando protocolli ammessi da Apple. E' una modalità che non conosco e quindi prendo atto sia un punto a sfavore di Palm, se avrebbe potuto sfruttare quello.Comunque vedo che abbiamo opinioni distanti, quindi prendo atto del tuo punto di vista e la chiudo qui (non ha senso trascinare il thread, a mio parere, se non ho contributi ulteriori da dare. Ciao :)
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            fai conto che itunes sia un club privato. i drink li paghi comunque, ma per entrare devi essere autorizzato.
          • soulista scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            Esistono disposizioni per evitare che nascano
            vincoli sw+hw in situazioni di monopolio. Il
            fatto che altri operatori abbiano deciso di
            aprire dei loro store PUO' metter in discussione
            se quello di iTunes sia o meno un
            monopolio.Non é il caso in questione. Anzi, semmai é vero il contrario!Senza volerlo, la mossa di Apple é stata antimonopolistica; pensa se tutti i dispositivi cominciassero a sincronizzarsi con iTunes: probabilmente non scriverebbero più i loro programmi di sincronizzazione, non avrebbero motivo di avviare i loro Store e dipenderebbero tutti dal software di Apple e si avrebbe una situazione come quella che si ha oggi con microsoft, che acquistando un qualsiasi lettore multimediale avresti il CD di iTunes e nessuna altra possibilità differente di sincronizzazione. E' un'ipotesi molto lontana e improbabile ma é praticamente così che Microsoft ha acquisito il monopolio dei sistemi operativi: "che ti serve scrivere un tuo sistema operativo? mettici il nostro, pronto, bello e impacchettato..."
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            secondo me la palm voleva sfruttare itunes e tutto quello che c'è dietro.adesso ci sono le accoppiate: iphone/ipod-itunes _ palmpro-tristezza
          • soulista scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: lellykelly
            secondo me la palm voleva sfruttare itunes e
            tutto quello che c'è
            dietro.Infatti.Volevo appunto sottolineare come questa "pigrizia" di fondo nel proporre le proprie alternative sia alla base ideologica dei monopoli (ovviamente non l'unica ragione).
          • lellykelly scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            che non è una brutta cosa, sfrutti una cosa che c'è gia e funziona. il problema è che il pro è un concorrente dell'iphone e quindi apple non ha piacere di questo.
          • alexjenn scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            Scusa, ma non hai idea delle leggi
            antimonopolistiche.

            Esistono disposizioni per evitare che nascano
            vincoli sw+hw in situazioni di monopolio. Il
            fatto che altri operatori abbiano deciso di
            aprire dei loro store PUO' metter in discussione
            se quello di iTunes sia o meno un
            monopolio.

            Passando al tuo paragone, ti garantisco che se
            apri un negozio non puoi rifiutarti di vendere la
            tua merce a un cliente che è in grado di pagarti,
            nel rispetto della legge. Vuoi provarci? Il
            cliente chiama la forza pubblica e tu spieghi
            perché ti rifiuti di svolgere l'esercizio per il
            quale hai chiesto licenza. Ci sono stati alcuni
            casi (per lo più apparentemente per astio
            razziale o dispute politiche, come accadeva
            parecchi anni fa nell'area Alto Adige / Sudtirol)
            finiti sui giornali o in tribunale. Comunque non
            sono un avvocato, quindi chiudo qui il mio
            inciso.Lo fa pure Microsoft con il suo Market Place: non mi sembra che gli iPod siano sincronizzabili, così come non mi pare che Windows rilasci gli applet per la riproduzione del suo formato WMA.Apple invece non usa un formato audio proprietario, per cui la musica in vendita dal suo Store può essere riprodotta ovunque (salvo le vecchie versioni con DRM).
          • ruppolo scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            Esistono disposizioni per evitare che nascano
            vincoli sw+hw in situazioni di monopolio.Stai scherzando? Se il prodotto è composto da hw+firmware+sw quello è, inscindibile.
            Il
            fatto che altri operatori abbiano deciso di
            aprire dei loro store PUO' metter in discussione
            se quello di iTunes sia o meno un
            monopolio.Tutti possono aprire i loro store, indipendentemente da tutto.
            Passando al tuo paragone, ti garantisco che se
            apri un negozio non puoi rifiutarti di vendere la
            tua merce a un cliente che è in grado di pagarti,
            nel rispetto della legge. Certo, se apro un negozio. Ma se non lo apro?Poniamo che io costruisco motori per auto e NON apro un negozio. Permetti che li venda a chi voglio io? Magari anche a nessuno, perché ho deciso di produrre più avanti anche la carrozzeria, metterci il mio motore e vendere l'autovettura.Non mi pare che Apple abbia messo in vendita iTunes. iTunes è un software conXXXXX in licenza d'uso, e gli utenti, se lo vogliono utilizzare, rispettano tale licenza. Palm inclusa. Utenti Palm inclusi.
          • Yellow scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            Scusa, ma non hai idea delle leggi
            antimonopolistiche.Ok, tu che hai idea, ce le presenti dettagliatamente?

            Esistono disposizioni per evitare che nascano
            vincoli sw+hw in situazioni di monopolio. Ad esempio quale articolo di legge di quale paese e riferito a che dispositivi?Il
            fatto che altri operatori abbiano deciso di
            aprire dei loro store PUO' metter in discussione
            se quello di iTunes sia o meno un
            monopolio.Quindi siamo come al solito che tocca a chi solleva tale obiezione dimostrare dove sia il monopolio.Ad oggi quante ne abbiamo avute su PI?
            Comunque non
            sono un avvocato, quindi chiudo qui il mio
            inciso.Appunto inutile disquisire su contratti di diritto privato
          • Liosandro scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: OldDog
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: OldDog


            Bravi, ma perché dovrebbero avere il


            diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE


            LEGALMENTE i loro prodotti,



            Perché si. Si chiama libertà. Io vendo a chi

            voglio io, se mi

            va.
            Scusa, ma non hai idea delle leggi
            antimonopolistiche.Anche fosse, quello di Apple NON è un monopolio.

            Esistono disposizioni per evitare che nascano
            vincoli sw+hw in situazioni di monopolio. Il
            fatto che altri operatori abbiano deciso di
            aprire dei loro store PUO' metter in discussione
            se quello di iTunes sia o meno un
            monopolio.E' sufficiente che ci sia anche UN SOLO negozio concorrente, ed il monopolio sparisce.Esistono MOLTE alternative ad iTMS.Quindi non esiste un monopolio. Esiste la preferenza della gente per iTMS, ma quella non è una colpa e non è imposta.

            Passando al tuo paragone, ti garantisco che se
            apri un negozio non puoi rifiutarti di vendere la
            tua merce a un cliente che è in grado di pagarti,
            nel rispetto della legge. Vuoi provarci? Il
            cliente chiama la forza pubblica e tu spieghi
            perché ti rifiuti di svolgere l'esercizio per il
            quale hai chiesto licenza. Ci sono stati alcuni
            casi (per lo più apparentemente per astio
            razziale o dispute politiche, come accadeva
            parecchi anni fa nell'area Alto Adige / Sudtirol)
            finiti sui giornali o in tribunale. Comunque non
            sono un avvocato, quindi chiudo qui il mio
            inciso.iTMS, come ho già spiegato anche sopra, non impedisce l'acquisto di musica. Il bene che vende è a disposizione di chiunque.iTunes è inteso per sincronizzare solo con i devices che sono autorizzati, per accordi o per altro motivo.PRE non era autorizzato ad usare le risorse dedicate agli iPod ed iPhone, cosa nel diritto di Apple di decidere.Ed a prescindere, Palm sta scientemente infrangendo gli standard di utilizzo dell'interfaccia USB, cosa che va contro gli accordi di concessione.Statement dell'USB Implementers Forum, ossìa l'organo che detta legge legalmente per la gestione di tutto ciò che riguarda concessioni di licenze d'uso di USB: "I attach for your information the USB-IFs adopted and published policy regarding Vendor Identification Numbers (VIDs). Under the Policy, Palm may only use the single Vendor ID issued to Palm for Palms usage. Usage of any other companys Vendor ID is specifically precluded. Palms expressed intent to use Apples VID appears to violate the attached policy."Tutto il resto sono parole al vento.
        • All You Base Are Belong To Us scrive:
          Re: giustizia e' fatta!
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: OldDog

          Bravi, ma perché dovrebbero avere il

          diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE

          LEGALMENTE i loro prodotti,

          Perché si. Si chiama libertà. Io vendo a chi
          voglio io, se mi
          va.Nossignore. Se hai un negozio, hai un esercizio *pubblico* e devi vendere a chiunque voglia comprare. In Italia funziona così. Uno store online, visto che non è un negozio fisico, ti permette di aggirare la legge, almeno finché qualcuno non lo farà notare all'autorità. In Italia è illegale discriminare un acquirente da un altro e su questo argomento - quello dell'iTunes store italiano, c'è di che impegnare i tribunali e l'antitrust... Chi se la sente di cominciare la battaglia? Basterebbe fare una segnalazione al Codacons...
          • FinalCut scrive:
            Re: giustizia e' fatta!
            - Scritto da: All You Base Are Belong To Us
            Nossignore. Se hai un negozio, hai un esercizio
            *pubblico* e devi vendere a chiunque voglia
            comprare. In Italia funziona così. Uno store
            online, visto che non è un negozio fisico, ti
            permette di aggirare la legge, almeno finché
            qualcuno non lo farà notare all'autorità. InAnche se fosse vero iTunes non discrimina nessuno in quando puoi acquistare e godere dei suoi contenuti su Mac Win e Linux dato che la musica è priva di DRM e con codec standard ISO.La sincronia con iPod non è un servizio che puoi comprare, non hai mai pagato per averla e quindi non puoi pretenderla per vie legali.Parliamo del fatto che invece il formato WMA non è un formato aperto ma proprietario e coperto spesso da DRM...
            Italia è illegale discriminare un acquirente da
            un altro e su questo argomento - quelloProva ad entrare da un concessionario ed ordinare una Ferrari... vediamo se te la danno (ammesso che te la puoi permetterete perché hai appena vinto al superenalotto)
            dell'iTunes store italiano, c'è di che impegnare
            i tribunali e l'antitrust... Chi se la sente di
            cominciare la battaglia? Basterebbe fare una
            segnalazione al
            Codacons...E perderesti....(linux)(apple)
      • All You Base Are Belong To Us scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        Quoto.
      • Liosandro scrive:
        Re: giustizia e' fatta!
        - Scritto da: OldDog
        - Scritto da: Dr. Zampetti

        che la povera Palm si faccia un sync per conto

        suo e rompa meno le

        scatole.
        Se fosse stata Microsoft a impedire a Apple di
        far funzionare iTunes vi sareste arrabbiati di
        brutto...
        Palm ha fatto quello che tutte le aziende
        dovrebbero poter fare in regime di concorrenza:
        ha reso il proprio smartphone COMPATIBILE con
        iTunes. Non è che rubasse denaro a Apple: ogni
        acquisto seguiva esattamente le regole
        commerciali e, quando previsto, portava al
        pagamento con quota di royalties ad
        Apple.
        Voi avete in casa una presa elettrica Enel,
        servita a valle di un regolare contatore Enel,
        collegate una spina standard con il vostro
        asciugacapelli ma Enel vi dice che non siete
        autorizzati a farlo funzionare (pur pagando la
        corrente elettrica) perché il vostro
        asciugacapelli non è prodotto da Enel. Vedete una
        logica?
        Quello che mi stupisce è che non vediate che il
        monopolio è DANNOSO a prescindere, e lo dico da
        persona che trova spesso i prodotti Apple
        interessanti.

        Apple ha fatto denaro con l'idea dello store per
        iTunes? Bravi, ma perché dovrebbero avere il
        diritto di impedire a qualcuno di COMPRARE
        LEGALMENTE i loro prodotti, mettendo alle porte
        guardie che facciano entrare solo chi vogliono
        loro?

        Peccato, perché Palm stava stimolando Apple a
        mantenere innovativa la sua linea iPhone (oggi
        più matura del neonato
        Pre).Se fosse stata M$ avrebbe avuto ragione.Perchè Apple, come M$, ha tutto il diritto di evitare che la propria ricerca ed i propri investimenti vengano usati da chi non ha partecipato a nessuna delle spese sostenute, ANZI trae un guadagno dalle spese di altri.Ripeto la domanda posta più volte: se aveste pagato per accedere ad una palesta e qualcun altro la usasse al posto vostro, senza chiedervi il permesso e spacciandosi per voi, sareste contenti?Certo che non perdereste soldi, li avete spesi comunque, e quindi non vi procura nessun danno concreto, ma sta sfruttando la vostra spesa per godere di benefici.E' giusto o no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2009 12.56-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti