Google, una sventagliata di gadget Chrome OS

Dai Chromebook ai convertibili, passando per i dongle HDMI, Mountain View presenta i suoi nuovi dispositivi Internet-dipendenti, tutti economici e non necessariamente dotati di schermo indipendente
Dai Chromebook ai convertibili, passando per i dongle HDMI, Mountain View presenta i suoi nuovi dispositivi Internet-dipendenti, tutti economici e non necessariamente dotati di schermo indipendente

Dopo lo sfizio extra-lusso del nuovo Pixel , Google torna ora a proporre dispositivi a basso costo basati sul sistema operativo cloud Chrome OS: i nuovi gadget sono economici , e variano significativamente in merito al design e alle funzionalità hardware di base.

La linea di prodotti Chromebook si arricchisce di nuovi partner, rivela Mountain View, con sistemi prodotti da TRUE, XOLO, Nexian e altri che arricchiscono un’offerta che va dai 200 dollari (diagonale da 11,6″) ai 500 dollari (15″).
In arrivo, anche due nuovi Chromebook dei produttori cinesi Haier e Hisense, con prezzo particolarmente contenuto (149 dollari) e la possibilità di acquisto estesa ai grandi portali di e-commerce (Amazon) e i colossi americani della distribuzione al dettaglio (Walmart).

Haier mette a disposizione anche un modello di Chromebook extra (Chromebook 11e) dotato di batteria sostituibile, sebbene in questo caso non si conosca il prezzo.

Passando dalla Cina a Taiwan, Asus fa la sua parte nella nuova infornata di gadget Internet-dipendenti con un sistema convertibile e utilizzabile sia in modalità laptop che tablet (Chromebook Flip) dal costo di 250 dollari.
Il colosso asiatico riesce a compattare le funzionalità Web di Chrome OS anche su Chromebit, dongle HDMI che riesce a far girare l’OS cloud di Google su un qualsiasi TV-set o dispositivo dotato della suddetta porta multimediale. Non sarà un mini-computer come nel caso di Intel Compute Stick , ma per 100 dollari è inutile lamentarsi.

I dispositivi Chromebook/Chrome OS annunciati da Mountain View sono accomunati dalla presenza del SoC Rockchip RK3288 , chip ARM di produzione cinese che accorpa quattro core di CPU Cortex-A17 a 2,0GHz e la GPU Mali-T764 con tanto di supporto allo standard USB (anche su Chromebit), connettività Bluetooth/WiFi e tutto quanto.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 04 2015
Link copiato negli appunti