Gram, la criptovaluta di Telegram, si farà

Telegram potrebbe lanciare la sua criptovaluta, Gram, entro il 31 ottobre: in caso contrario dovrebbe restituire 1,7 miliardi agli investitori.
Telegram potrebbe lanciare la sua criptovaluta, Gram, entro il 31 ottobre: in caso contrario dovrebbe restituire 1,7 miliardi agli investitori.

Tra le realtà del mondo social e mobile che stanno tentando di mettere in campo progetti legati alle criptovalute non c’è solo Facebook con Libra: anche Telegram ci prova con l’intenzione di lanciare Gram. Una moneta virtuale basata su una blockchain decentralizzata, dal funzionamento simile a quello di Bitcoin. Se ne è parlato in passato e si torna a farlo oggi in seguito alla comparsa di una nuova indiscrezione riportata sulle pagine del New York Times.

Gram: la crypto di Telegram entro ottobre

Stando alla nuova voce di corridoio, Telegram vorrebbe lanciare Gram entro il 31 ottobre, in concomitanza con il debutto di un wallet per le transazioni. Il motivo di tanta fretta è da ricercare nell’esigenza di rispettare la scadenza promessa agli investitori che nel 2018 hanno portato nelle casse dell’azienda un finanziamento da 1,7 miliardi di dollari, a quanto pare proprio da destinare al progetto. Se la società non dovesse riuscire a mantenere la parola data, rischierebbe di dover restituire la somma agli investitori.

Al momento non sono comunque da segnalare annunci ufficiali. L’unica certezza è che l’ingresso di una realtà come Telegram nel territorio delle criptovalute non mancherebbe di attirare l’attenzione di istituzioni e autorità come già accaduto in passato, considerando anche come il successo dell’applicazione (200 milioni di utenti nel mondo) sia basato principalmente sulla crittografia impiegata per rendere non intercettabili le informazioni e i messaggi trasmessi, dunque al di fuori della portata di qualsiasi tentativo di sorveglianza.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti