Hack Twitter 2020: arrestato Joseph O’Connor

Hack Twitter 2020: arrestato Joseph O’Connor

Joseph O’Connor, uno degli autori dell'attacco del 2020 contro diversi account Twitter, è stato arrestato in Spagna su richiesta degli Stati Uniti.
Joseph O’Connor, uno degli autori dell'attacco del 2020 contro diversi account Twitter, è stato arrestato in Spagna su richiesta degli Stati Uniti.

In seguito alla richiesta degli Stati Uniti, la polizia spagnola ha arrestato Joseph O’Connor (noto come PlugWalkJoe), uno degli autori dell'attacco effettuato un anno fa contro gli account Twitter di oltre 130 utenti, alcuni dei quali appartenevano a note personalità, tra cui Elon Musk, Barack Obama, Joe Biden, Jeff Bezos e Bill Gates.

PlugWalkJoe accusato di 10 reati

Il nome del 22enne britannico era noto da circa un anno, in quanto membro del gruppo ChucklingSquad e autore di altri attacchi informatici (SIM swapping, in particolare). I complici della truffa dei Bitcoin effettuata tramite account noti di Twitter ai danni di ignare vittime erano già stati arrestati. Si tratta di Graham Ivan Clark, Mason Sheppard e Nima Fazeli (Clark, considerata la mente del piano, dovrà scontare tre anni di prigione).

Joseph O’Connor è stato arrestato ad Estepona (Spagna) e accusato di dieci reati (cospirazione, accesso non autorizzato a computer, associazione a delinquere, estorsione, minacce), non solo in relazione all'attacco contro gli account Twitter, ma anche per l'accesso ad alcuni account di Snapchat e TikTok. Il 22enne è stato inoltre accusato di cyberstalking nei confronti di una giovane vittima.

Durante un'intervista rilasciata l'anno scorso al New York Times, Joseph O’Connor aveva ammesso di essere PlugWalkJoe, dichiarando anche di non temere l'arresto:

Possono venire ad arrestarmi. Riderei di loro. Non ho fatto niente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 07 2021
Link copiato negli appunti