HADOPI, prima ed ultima disconnessione?

Mentre il governo francese pensa ad abbandonare la ghigliottina della connettività, un misterioso scaricone locale è stato condannato a restare 15 giorni senza Internet

Roma – Dimostratosi inefficace, il regime dei tre colpi previsto dalla famigerata Dottrina Sarkozy potrebbe presto diventare un brutto ricordo per gli scariconi e gli attivisti digitali in terra francese. Mentre la presidente di HADOPI Marie-Françoise Marais sembra apprezzare soluzioni che rafforzino qualità e pubblicità delle alternative di consumo legale, un downloader transalpino è stato ghigliottinato su ordine di un giudice distrettuale di Seine-Saint-Denis .

Avendo ignorato gli avvertimenti graduali dell’antipirateria, un misterioso utente locale – nell’esclusiva pubblicata da PC Inpact manca il testo della sentenza in primo grado – è stato condannato al pagamento di una sanzione pecuniaria fissata a 600 euro per lo scaricamento illecito di appena un paio di opere audiovisive.

Soprattutto, il tribunale transalpino ha ordinato 15 giorni di disconnessione dal web per lo sfruttamento dei servizi di connettività in violazione del diritto d’autore.

All’utente sono stati concessi dieci giorni per ricorrere in appello, e se fosse condannato sarebbe il primo cittadino francese ad essere disconnesso per mano di HADOPI, fra le poche centinaia di indirizzi IP che hanno ricevuto il fatidico terzo avviso.

La decisione del giudice di Seine-Saint-Denis ha fatto discutere gli osservatori locali, dopo il pacchetto di proposte presentato dal giornalista e imprenditore Pierre Lescure per abbandonare la misura della disconnessione in luogo di una semplice multa a carico dei singoli downloader , oltretutto scesa da 1500 a soli 60 euro per violazione.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • amldc scrive:
    forgiarono
    "dagli stessi cracker che forgiarono certificati SSL fasulli"Ve li immaginate ? a colpi di maglio sull'incudine a forgiare i certificati. Questo è parlare di sicurezza ferrea!Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione del verbo 'to forge' che in realtà significa falsificare.
    • io muro vacche scrive:
      Re: forgiarono
      - Scritto da: amldc
      "dagli stessi cracker che forgiarono certificati
      SSL
      fasulli"
      Ve li immaginate ? a colpi di maglio
      sull'incudine a forgiare i certificati. Questo è
      parlare di sicurezza
      ferrea!
      Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione del
      verbo 'to forge' che in realtà significa
      falsificare.Beh, è un articolo di Mario Vecchio.[img]http://www.today.ucla.edu/portal/ut/artwork/6/5/2/2/0/65220/disgust.jpg[/img]
    • scor egal scrive:
      Re: forgiarono
      - Scritto da: amldc
      "dagli stessi cracker che forgiarono certificati
      SSL
      fasulli"
      Ve li immaginate ? a colpi di maglio
      sull'incudine a forgiare i certificati. Questo è
      parlare di sicurezza
      ferrea!
      Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione del
      verbo 'to forge' che in realtà significa
      falsificare.giusto
    • Funz scrive:
      Re: forgiarono
      - Scritto da: amldc
      "dagli stessi cracker che forgiarono certificati
      SSL
      fasulli"
      Ve li immaginate ? a colpi di maglio
      sull'incudine a forgiare i certificati. Questo è
      parlare di sicurezza
      ferrea!
      Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione del
      verbo 'to forge' che in realtà significa
      falsificare.Ben detto.Però questo anglismo / traslazione di significato mi piace, un po' come per il verbo navigare.Ora tutti a darci dentro con quei mantici! :D
      • contrario scrive:
        Re: forgiarono
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: amldc

        "dagli stessi cracker che forgiarono
        certificati

        SSL

        fasulli"

        Ve li immaginate ? a colpi di maglio

        sull'incudine a forgiare i certificati.
        Questo
        è

        parlare di sicurezza

        ferrea!

        Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione
        del

        verbo 'to forge' che in realtà significa

        falsificare.

        Ben detto.
        Però questo anglismo / traslazione di significato
        mi piace, un po' come per il verbo
        navigareIn inglese si dice "to browse", non si capisce da dove avrebbero tradotto "navigare" visto che "to browse" non c'entra proprio nulla con la navigazione.
        • Funz scrive:
          Re: forgiarono
          - Scritto da: contrario
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: amldc


          "dagli stessi cracker che forgiarono

          certificati


          SSL


          fasulli"


          Ve li immaginate ? a colpi di maglio


          sull'incudine a forgiare i certificati.

          Questo

          è


          parlare di sicurezza


          ferrea!


          Purtroppo un po' meno ferrata la traduzione

          del


          verbo 'to forge' che in realtà significa


          falsificare.



          Ben detto.

          Però questo anglismo / traslazione di
          significato

          mi piace, un po' come per il verbo

          navigare

          In inglese si dice "to browse", non si capisce da
          dove avrebbero tradotto "navigare" visto che "to
          browse" non c'entra proprio nulla con la
          navigazione.anche gli albionici dicono "to navigate" per il web.Meglio navigare che brausare, comunque ci è andata bene ;)
Chiudi i commenti