Harry Potter accessibile va alla guerra

Un gruppo di non vedenti si appresta a vendere in rete a 4,8 euro in formato digitale un libro che in libreria costa molto di più. L'editore ha già preannunciato querele mentre si apre un giallo: irraggiungibili alcuni siti dell'iniziativa

Roma – C’è ancora molto da chiarire su quanto sta accadendo a poche ore da una iniziativa clamorosa che prevede la distribuzione su web dell’ultimo libro della saga di Harry Potter da parte di un gruppo di non vedenti: il libro in formato digitale potrà essere comprato a 4,80 euro, una frazione del prezzo in libreria, quanto basta per pagare i diritti d’autore.

C’è da chiarire perché negli ultimi giorni l’accesso ai siti dell’iniziativa ideata dall’esponente radicale Paolo Pietrosanti, pietrosanti.net e pietrosanti.org , è divenuto impraticabile e non sono assolutamente chiare le ragioni di quello che appare come un oscuramento. Sulle liste dedicate all’argomento si parla esplicitamente di censura ma è una censura decisamente particolare e un po’ pasticciona se si considera che un altro libro distribuito digitalmente da Pietrosanti, il capolavoro Delitto e Castigo di Fiodor Dostoevskji, è ancora accessibile proprio su pietrosanti.org.

Di censura parla peraltro lo stesso Pietrosanti nella sua ultima nota. “Ieri pomeriggio – ha spiegato – è stato oscurato il sito www.pietrosanti.net nonostante non recasse alcun contenuto illegale. Si tratta di un atto molto grave. È assolutamente evidente che il motivo dell’oscuramento è in parte molto consistente nelle parole, nel contenuto, nelle opinioni espresse nel sito, che sono in ogni caso parallelamente su www.pietrosanti.ws. E sono del tutto legittime”. E segnala anche come la casella email paolo@pietrosanti.net sia stata “arbitrariamente disabilitata”.

Paolo Pietrosanti Il tutto avviene in giorni di grande tensione. Dopo l’annuncio dell’iniziativa che tende a rendere disponibili versioni accessibili di Harry Potter e l’ordine della Fenice , infatti, i toni della polemica sull’accessibilità delle opere per i non vedenti si sono alzati notevolmente.

L’editore del libro, Salani, ha già preannunciato che, qualora Pietrosanti e i sostenitori dell’iniziativa decidessero davvero di procedere con la loro iniziativa, allora chiederà la sospensione della distribuzione web e trascinerà Pietrosanti in tribunale, una posizione che difficilmente basterà a impedire la distribuzione web del libro, ribadita da Pietrosanti nella sua ultima nota.

Nonostante la “sparizione” pur parziale dei due siti, su pietrosanti.ws continua indisturbata la preparazione alla distribuzione del libro che, a questo punto, appare imminente.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Windows ha maggior viralità specifica
    anche in presenza di virus per altri sistemi operativi, Windows "vince" la gara di vulnerabilità specifica ai virus.Complimenti!
  • Xmasitel scrive:
    Come mai sono tutti per Windows?
    Forse perchè è più facile far danni? :D (linux) Ciao
    • opazz scrive:
      Re: Come mai sono tutti per Windows?
      Risposta non trollosa anche se la tua voleva forse essere uno spunto per far fud o trolling..Windows si porta dietro una struttura modulare tutta a ragnatela e collegata, e quindi la vulnerabilità in una applicazione presto o tardi la puoi ritrovare in altre..Un esempio? Ci sono diversi exploit che rompono le scatole a IE che però rompono analogamente le scatole alla preview html di outlook (express o meno)..Le DLL sono un "gran male" per windows, oltre però essere state comunque, bisogna ammetterlo, un pregio.
      • Xmasitel scrive:
        Re: Come mai sono tutti per Windows?
        Ok, evito di "trolleggiare" anch'io. (chissà poi se esiste una parola del genere in italiano: va bè la aggiungeranno tra non molto sicuramente)Hai ragione, la mia domanda era una provocazione, anche se ha lo scopo di far riflettere la gente, e mi fa piacere che tu lo abbia fatto :-)Il problema, però non si risolve dicendo quelle che sono le cause, ma cercando di fare in modo che non si ripresenti.Riguardo alle DLL, potrebbero invece essere (e per molti applicativi lo sono) un'ancora di salvezza per i bug. Infatti se un bug dipende da una concezione errata di scrittura del SW, risolvendolo su una DLL lo si risolve per tutti gli applicativi che usano quella DLL. Però, come fai notare tu, potrebbero anche portare a un effetto a catena dello stesso bug che si ripresenta più e più volte. Dipende tutto dall'approccio.Ciao
        • opazz scrive:
          Re: Come mai sono tutti per Windows?

          Ok, evito di "trolleggiare" anch'io. (chissà
          poi se esiste una parola del genere in
          italiano: va bè la aggiungeranno tra non
          molto sicuramente)Sicuro, diventerà presto un neologismo.
          Hai ragione, la mia domanda era una
          provocazione, anche se ha lo scopo di far
          riflettere la gente, e mi fa piacere che tu
          lo abbia fatto :-)Grazie.
          Il problema, però non si risolve dicendo
          quelle che sono le cause, ma cercando di
          fare in modo che non si ripresenti.Eh, da buon obiettivo che voglio essere, mica posso essere certo che l'errore (vedendo il tuo avatar che condivido molto) presentatosi di recente in openSSL non si riverifichi più?
          Riguardo alle DLL, potrebbero invece essere
          (e per molti applicativi lo sono) un'ancora
          di salvezza per i bug. Infatti se un bug
          dipende da una concezione errata di
          scrittura del SW, risolvendolo su una DLL lo
          si risolve per tutti gli applicativi che
          usano quella DLL. Però, come fai notare tu,
          potrebbero anche portare a un effetto a
          catena dello stesso bug che si ripresenta
          più e più volte. Dipende tutto
          dall'approccio.L'approccio del sistema operativo è quello che tu dici, ovvvero si usano dll, per più scopi, ma è un doppio taglio, se si da una parti correggi e copri tante falle, dall'altra parte lasci "più parti" dove far intrufolare il "truffaldino"...
          Ciao
          • Xmasitel scrive:
            Re: Come mai sono tutti per Windows?
            Pienamente d'accordo, però se lo devi risolvere lo risolvi una volta sola, il che è un gran vantaggio. Per intenderci, è vero che le DLL e, più in generale, le librerie condivise sono un'arma a doppio taglio; questo è il motivo per cui bisogna saperle maneggiare :-)Nel mio Post iniziale mettevo in dubbio la capacità di M$, IMHO a causa del famigerato TTM, di fare ciò.Riguardo ai problemi che si ripresentano, almeno in teoria, dovremmo già sapere come risolverli :-)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai sono tutti per Windows?
      - Scritto da: Xmasitel
      Forse perchè è più facile far danni? :D
      (linux) pare di nohttp://punto-informatico.it/p.asp?i=45216Linux è l'OS più craccato in ReteUna società di sicurezza londinese sostiene in uno studio che Linux è di gran lunga il sistema operativo server più bucato dai cracker, un primato che Windows detiene nel settore governativo**************************laddove e' diffuso e' attaccato anche Linux.evidentemente i cracker non e' che stanno a guardare al colore del sistema, attaccano dappertutto.O.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai sono tutti per Windows?
        - Scritto da: Anonimo
        Linux è l'OS più craccato in Rete
        Una società di sicurezza londinese sostiene
        in uno studio che Linux è di gran lunga il
        sistema operativo server più bucato dai
        cracker, un primato che Windows detiene nel
        settore governativose viene bucato un 10% di un installato linux che copre il 90% dei server è ovvio che è maggiore del 10% bucato di quel 10% di windows che rimane del totale...
        • avvelenato scrive:
          Re: Come mai sono tutti per Windows?
          che è la stessa cosa che ha detto lui.ovvero che i cracker non vedono il SO, vedono solo le falle.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come mai sono tutti per Windows?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Linux è l'OS più craccato in Rete

          Una società di sicurezza londinese
          sostiene

          in uno studio che Linux è di gran lunga il

          sistema operativo server più bucato dai

          cracker, un primato che Windows detiene
          nel

          settore governativo

          se viene bucato un 10% di un installato
          linux che copre il 90% dei server è ovvio
          che è maggiore del 10% bucato di quel 10% di
          windows che rimane del totale...lo stesso ragionamento vale per i desktop, lì ove linux non esiste
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai sono tutti per Windows?
        dall'articolo che riporti ( ....e che non hai letto bene..)"Curiosamente, nel settore governativo le statistiche si ribaltano e Windows eredita la palma di sistema operativo più vulnerabile agli attacchi con il 51,4% contro il 14,3% di Linux, qui posizionatosi secondo." senza andare a perdere tempo sulle statistiche ( in quanto da quanto vedo possono essere interpretate in base a quello che si vuole sostenere..) ...dove il sistema richiede sicurezza ( = competenza degli amministratori ) è possibile stabilire quale sia il S.O. più sicuro...!!! Ammettereai che non ha senso paragonare sistemi in base ad una ipotetica sicurezza intrinseca .... se poi alla fine sono mal configurati!!!! tradotto se un ladro svaligia una cassaforte .... non è colpa della cassaforte che è mal costruita ... se ci si accorge che il padrone na ha lasciato la porta aperta !!!!!
    • Numero28 scrive:
      Re: Come mai sono tutti per Windows?
      - Scritto da: Xmasitel
      Forse perchè è più facile far danni? :D
      (linux)

      Ciaoforse perchè vengono scritti da gente che usa sistemi alternativi.forse perchè windows è il maggior sistema ed è questo che "deve" essere colpito.forse perchè bill gates ha fatto miliardi con un lavoro mediocre ed è pure brutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai sono tutti per Windows?
      - Scritto da: Xmasitel
      Forse perchè è più facile far danni? :D
      (linux)

      Ciaoo forse perchè è l'unico sistema operativo in circolazione 97%adesso puoi tornare a masturbare il pinguino
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai sono tutti per Windows?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Xmasitel

        Forse perchè è più facile far danni? :D

        (linux)



        Ciao

        o forse perchè è l'unico sistema operativo
        in circolazione 97%Vedo... vedo....http://news.netcraft.com/archives/web_server_survey.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai sono tutti per Windows?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Xmasitel

        Forse perchè è più facile far danni? :D

        (linux)



        Ciao

        o forse perchè è l'unico sistema operativo
        in circolazione 97%

        adesso puoi tornare a masturbare il pinguinovieni a dirmelo in faccia se hai il coraggio! mezzasega!
Chiudi i commenti