Hawking e La Domanda

Il celeberrimo astrofisico ha rivolto a Yahoo! Answers un singolare quesito, di quelli che interrogano l'intera razza umana sul proprio futuro. Riusciranno i membri di Yahoo! a rispondere?

San Francisco (USA) – Stephen Hawking, probabilmente il più celebre astrofisico vivente, ha escogitato un modo decisamente intrigante per sollevare una maggiore consapevolezza pubblica sul presente e, soprattutto, sul futuro dell’umanità. Ha infatti deciso di accettare l’invito di Yahoo! a rivolgere una domanda all’utenza Internet, puntando in alto e proponendo addirittura La Domanda Definitiva .

Nella pagina dedicata si legge:
“How can the human race survive the next hundred years?”
ovvero: Come può sopravvivere la razza umana nei prossimi cento anni?

Yahoo! garantisce che La Domanda sia stata posta proprio da Hawking e non sia quindi una boutade e dalle risposte giunte fino a questo momento, più di 20mila, non c’è dubbio che sia stato preso sul serio. L’avrebbe posta quella domanda, Hawking, se Yahoo! non glielo avesse chiesto? Secondo Wired la risposta è no.

Sia come sia, la sortita di Hawking non è peregrina. Sono passate solo poche settimane dal suo appello all’umanità in cui ha parlato della colonizzazione dello spazio come unica possibile via di salvezza per il genere umano.

Lo stesso Hawking già nel 2001 aveva chiesto a ricercatori e scienziati di tutto il Mondo di impegnarsi nell’individuare forme di accelerazione dell’evoluzione della specie per riuscire a non cadere vittima delle macchine, destinate col tempo a sopravanzare gli uomini per intelligenza e capacità, e in ultima analisi salvarsi dal decadimento del pianeta.

Delle ultime uscite di Hawking se ne parla e non poco nella blogosfera .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma che significa l'articolo?
    Si parla di calmpa piatta di questi anni.Che vuol dire?Mai come negli ultimi anni i siti della pubblica amministrazione sono stati così migliorati.La calma piatta di cui si parla sembra il solito polpettone politico e propagandistico che ci propina Punto Informatico da mesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che significa l'articolo?
      Nulla di interessante. Passa oltre!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che significa l'articolo?
      - Scritto da:
      Si parla di calmpa piatta di questi anni.Di' la verita' non hai mai visto il sito del ministero delle telecomunicazione fino ad oggi, senno' sapresti
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che significa l'articolo?


        Si parla di calmpa piatta di questi anni.
        Di' la verita' non hai mai visto il sito del
        ministero delle telecomunicazione fino ad oggiGuarda che è ancora su internet il "vecchio" sito, hanno solo cambiato la home. Mi sa che chi non ha guardato bene sei tu.Comunque sprecare un articolo intero per dire che è cambiata la prima pagina di un sito mi sembra proprio inutile. Non ci sono altre notizie sul Web? Tanto valeva scrivere che l'Italia ha vinto i mondiali. Almeno avrebbero detto una cosa giusta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che significa l'articolo?
          Cioè, secondo te il fatto che per la prima volta in 50 anni i comuni cittadini possono dire la propria sul contratto di servizio Rai è una cosa di poco conto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che significa l'articolo?
            - Scritto da:
            Cioè, secondo te il fatto che per la prima volta
            in 50 anni i comuni cittadini possono dire la
            propria sul contratto di servizio Rai è una cosa
            di poco
            conto?Ma gli rispondete pure
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che significa l'articolo?

            Cioè, secondo te il fatto che per la prima volta
            in 50 anni i comuni cittadini possono dire la
            propria sul contratto di servizio Rai è una cosa
            di poco
            conto?Certo che lo è.Non serve certo un altro organo di propaganda alla sinistra. Ne hanno già fin troppi e stanno occupando tutti gli spazi.In 50 anni i cittadini hanno sempre detto la loro, certamente non serve un nuovo sito per farci parlare. Siamo contrari al canone sul possesso della tv, siamo contrari a pagare per avere una tv che è identica a quel che le tv private sono in grado di offrirci a costi zero per noi. Lo sanno pure i pesci.Quel sito si appresta solo a contenere la pubblicità della sinistra. Più chiaro di così.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che significa l'articolo?


          Di' la verita' non hai mai visto il sito del

          ministero delle telecomunicazione fino ad oggiBeata giovinezza! ;-)Magari un giorno maturerai anche tu e capirai...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che significa l'articolo?

            Beata giovinezza! ;-)Naturalmente ho sbagliato a quotare, era riferito a chi non capisce l'articolo.
          • Anonimo scrive:
            Una nuova par condicio

            era riferito
            a chi non capisce
            l'articolo.L'articolo infatti si capisce benissimo.E' la propaganda cui gli utenti di punto informatico si sono abituati da tempo.Uno schifo che dovrebbe finire.Si dovrebbe applicare la par condicio pure qui.
  • Anonimo scrive:
    della serie......
    "mettiamo tutto under construction (togliendo tutte le info di prima) per far vedere che io sono meglio di quello di prima?"bella (dis)continuità di servizio.....tristemente_famoso
    • Anonimo scrive:
      Re: della serie......
      Dal quanto scrivi è segno che non solo ti sei limitato a leggere solo il titolo della news ma neppure hai visitato il sito del Ministero. Non c'è niente under construction, ma solo una pagina di copertina, il resto c'è ancora tutto. Ma che te lo dico a fare...
      • Anonimo scrive:
        Re: della serie......

        Dal quanto scrivi è segno che non solo ti sei
        limitato a leggere solo il titolo della news ma
        neppure hai visitato il sito del Ministero. Non
        c'è niente under construction, ma solo una pagina
        di copertina, il resto c'è ancora tutto.E ci mancherebbe altro che chiudessero il sito per restauro...Guarda che è la prassi dare l'indicazione dell'under construction e far visitare il vecchio sito. Nato ieri?Questo non giustifica però punto informatico dall'aver subito piazzato una notizia inutile. Sai quanti siti vengono aggiornati? Che PI li recensisce tutti? No! Solo quelli che possono fare da sfondo alla più becera delle propagande.Tant'è. Ma ci siamo abituati.
        • Anonimo scrive:
          Re: della serie......

          Sai quanti siti vengono aggiornati? Che PI li
          recensisce tutti? No! Il punto e' il COME viene fattoSVEGLIA e toglietevi di dosso la coperta nera
          • Anonimo scrive:
            Basta con la propaganda.


            Sai quanti siti vengono aggiornati? Che PI li

            recensisce tutti? No!
            Il punto e' il COME viene fattoCome viene fatta la recensione o il sito? Non ti sai spiegare molto bene...Il sito è lo stesso che c'era prima, cambia la pagina iniziale. E la recensione è come sempre di parte. Ma si sa da che parte batte il cuore di punto rosso.
    • Anonimo scrive:
      Re: della serie......

      "mettiamo tutto under construction (togliendo
      tutte le info di prima) per far vedere che io
      sono meglio di quello di
      prima?"Hai ragione, questo e' un sito dei sinistri e non c'e' nulla (a patto di non cliccare su "entra nel sito..."). E' molto meglio invece http://www.italia.it/, li' si' che ci sono molti e belli e progressivi contenuti!!La differenza si vede (chi l'ha fatto www.italia.it con 45 milioni di euro?)
      • Anonimo scrive:
        Re: della serie......

        molto meglio invece
        http://www.italia.it/Quello è un sito che deve ancora nascere. Diversamente dal sito del ministero che esiste da diversi anni.L'obiettività proprio ti manca.Poi www.italia.it dovrebbe diventare un portale che raccoglie l'immenso patrimonio culturale e turistico dell'Italia intera. Cosa ben diversa dal rendere pubblici i documenti di un ministero.Poi se non capisci la differenza sono problemi tuoi. Ma almeno non scrivere fregnacce.A me sembra sospetto che PI si sia decisa proprio ora a recensire l'aggiornamento (che nemmeno c'è stato) di un sito. Perché non recensire tutti i siti della PA appena fanno un cambio di home page?Oppure è la sempre verde propaganda?
        • Anonimo scrive:
          Re: della serie......

          Oppure è la sempre verde propaganda?Io penso che lo sia, basta vedere questo articolo che osanna forza italiahttp://punto-informatico.it/p.aspx?id=1560327&r=PI
          • Anonimo scrive:
            Basta con la propaganda.
            Guarda che abbiamo le tasche piede della politica in questo forum.Gli articoli su presunte voci dei verdi che vogliono legalizzare tutto, i rossi che devono comprarsi le tv, le margherite che vogliono buttare giù tutto il lavoro già fatto. E' una ossessione la vostra.
    • Anonimo scrive:
      Re: della serie......

      "mettiamo tutto under construction (togliendo
      tutte le info di prima) per far vedere che io
      sono meglio di quello di
      prima?"

      bella (dis)continuità di servizio.....

      tristemente_famosoVeramente è più triste vedere testate come Punto Informatico che ci abbocca immediatamente.Non so se faccia parte della solita propaganda, ma mi pare strano che proprio ora si parli di aggiornamento di un sito, quando negli ultimi anni i siti della PA aggiornati sono stati a decine.
      • Anonimo scrive:
        Re: della serie......
        Un conto è un semplice aggiornamento, un altro conto è un ministro che si dichiara disponibile ad ascoltare la gente. Non avete colto proprio il senso. Pazienza.
        • Anonimo scrive:
          Ancora con punto rosso?

          Un conto è un semplice aggiornamento, un altro
          conto è un ministro che si dichiara disponibile
          ad ascoltare la gente.Ma chi credi che ascolti?Pensi davvero che passi la giornata a leggere i post di qualcuno?Non t'accorgi nemmeno che è solo pubblicità?In pratica si vuole trasformare un sito di comunicazione normativa in un organo di propaganda. Esattamente quel che è diventato PI e la serie infinita di altri giornali e tv. Da telekabul in poi. Forse è questo che non avevi compreso.
  • Oradelte scrive:
    Clap clap
    Non so cosa tireranno fuori ma e' un segno di discontinuita' con il passato di grande intuizione. Ottimo Gentiloni, barra a dritta e avanti tutta!
    • Solito ignoto scrive:
      Re: Clap clap
      - Scritto da: Oradelte
      Ottimo Gentiloni, barra a dritta e avanti
      tutta!Cioè gli stai suggerendo di andare a destra... non so quando possa gradire questo consiglio ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Clap clap
      Se non altro hanno evitato di sperperare soldi sul forum, utilizzando software opensource.Viva l'egovernment, ma opensource!
      • Anonimo scrive:
        Re: Clap clap

        Se non altro hanno evitato di sperperare soldi
        sul forum, utilizzando software
        opensource.
        Viva l'egovernment, ma opensource!Sperpero di soldi? E quanto credi che costi?In proporzione nulla. Il tuo odio verso Microsoft ti annebbia la vista.
        • Anonimo scrive:
          Re: Clap clap
          - Scritto da:
          In proporzione nulla. Il tuo odio verso Microsoft
          ti annebbia la
          vista.Perché Microsoft ha un prodotto che crea forum?? Ahahahah. Che esiste solo la Microsoft come software house?? aahahahah :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Clap clap


            In proporzione nulla. Il tuo odio verso
            Microsoft

            ti annebbia la

            vista.
            Perché Microsoft ha un prodotto che crea forum??
            Che esiste solo la Microsoft come
            software house??Trolletto era un esempio.E non hai risposto alla domanda che ti è stata fatta.
    • Anonimo scrive:
      Quando finirà la propaganda rossa?

      Non so cosa tireranno fuori ma e' un segno di
      discontinuita' con il passato di grande
      intuizione.E dove sta la discontinuità?Guarda, per me è la classica pubblicità di punto rosso pro i suoi simpatizzanti di sinistra.Il sito nuovo non esiste, è ancora in costruzione.Almeno l'hai visto? In pratica hanno cambiato la home.Poi mi chiedo che voglia dire sta cosa della calma piatta di cui si parla. In questi 5 anni i siti della PA sono migliorati enormemente. Proprio di calma piatta non si può parlare, l'unica calma piatta che si vede è quella di PI che continua nella sua perversa propaganda politica. Pure dopo le elezioni. Siamo proprio messi male!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando finirà la propaganda rossa?

        E dove sta la discontinuità?Non hai letto l'annuncio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando finirà la propaganda rossa?


          E dove sta la discontinuità?
          Non hai letto l'annuncio?Di che annuncio parli?Hanno annunciato che continueranno a fare la pubblicità?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando finirà la propaganda rossa?
        solo non vedere più Gasparri al ministero è un segno di evidente discontinuità.. ma io dico, può avere un uomo con la faccia da pesce bollito come quella del nostro ex dipendente Gasparri anche solo un minimo di credibilità!!- Scritto da:

        Non so cosa tireranno fuori ma e' un segno di

        discontinuita' con il passato di grande

        intuizione.
        E dove sta la discontinuità?
        Guarda, per me è la classica pubblicità di punto
        rosso pro i suoi simpatizzanti di
        sinistra.
        Il sito nuovo non esiste, è ancora in costruzione.
        Almeno l'hai visto? In pratica hanno cambiato la
        home.
        Poi mi chiedo che voglia dire sta cosa della
        calma piatta di cui si parla. In questi 5 anni i
        siti della PA sono migliorati enormemente.
        Proprio di calma piatta non si può parlare,
        l'unica calma piatta che si vede è quella di PI
        che continua nella sua perversa propaganda
        politica. Pure dopo le elezioni. Siamo proprio
        messi
        male!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando finirà la propaganda rossa?
          - Scritto da:
          solo non vedere più Gasparri al ministero è un
          segno di evidente discontinuità..

          ma io dico, può avere un uomo con la faccia da
          pesce bollito come quella del nostro ex
          dipendente Gasparri anche solo un minimo di
          credibilità!!Guarda che Gasparri è una delle menti più raffinate della destra italiana. E' uno degli intellettuali di punta della Nuova Destra, uno dei più intelligenti.D'altra parte questo è quello che hanno. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando finirà la propaganda rossa?

            Guarda che Gasparri è una delle menti più
            raffinate della destra italiana.L'ex ministro delle comunicazioni è landolfi, non gasparri.Quanto sei ignorante.E vieni qui a parlare di politica?Almeno informati prima.Tanto rumore per il cambio della homepage di un sito. Vi abbassate a tanto per farvi pubblicità!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando finirà la propaganda rossa?

          solo non vedere più Gasparri al ministero è un
          segno di evidente discontinuità..Infatti dopo Gasparri c'è stato Landolfi.Ma quanta ignoranza vuoi dimostrare?Non mi pare che tu abbia aggiunto qualcosa.Le tue sono le solite affermazioni politiche.Certo che se non hai altro da aggiungere...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando finirà la propaganda rossa?
        Gentiloni non è di sinistra, è della Margherita. Te vedi i comunisti dappertutto ahahah
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando finirà la propaganda rossa?

          Gentiloni non è di sinistra, è della Margherita.
          Te vedi i comunisti dappertuttoForse li vedi tu. Nel post cui rispondi i comunisti non sono nemmeno citati.O ti brucia che dopo soli tre mesi già vi fanno saltare il dpef?E la Margherita sta a sinistra...oppure è a destra? Che ne pensi? Non è che hai le idee confuse?Torna a fare propaganda con i tuoi amichetti dei sobborghi. Qui non attacca.Quando PI la finirà coi post politici sarà una cosa buona.
Chiudi i commenti