HP cerca il pelo nel PC

I possessori di dispositivi in garanzia non possono dire gatto se non ce l'hanno nel sacco. Il PC non funzionante potrebbe essere contaminato dal pelo

Roma – Hewlett-Packard (HP) ha rifiutato di riparare un computer ancora in garanzia perché rappresentava un “rischio biologico”.

A far paventare al riparatore uno scenario di malattie e contagio lo spettacolo che si è trovato davanti quando ha aperto il PC: arruffati e disordinati peli di gatto.

Non è dato sapere se chi si è trovato davanti uno spettacolo non sorprendente per un computer usato fosse un tecnico di primo pelo o semplicemente un allergico. In ogni caso non ha avuto peli sulla lingua: quando ha ricontattato il cliente l’ha subito additato come possessore di un “gatto a pelo lungo” (quando invece era a pelo corto).

Allo stesso modo il suo supervisore, cui il cliente è riuscito a rivolgersi, ha definito il computer non riparabile in quanto i troppi peli di gatto lo rendevano un “rischio biologico”.

Per quanto il termine possa essere forse esagerato a descrivere la situazione, nelle clausole della licenza si prevede la decadenza della garanzia nei casi in cui il dispositivo smetta di funzionare per “incidenti, abuso, contaminazione, manutenzione impropria o inadeguata, interventi non appropriati o altre cause esterne”.

Quindi, nel caso in cui fosse dimostrato che a causare il malfunzionamento del dispositivo fossero i peli di gatto, allora la garanzia non potrebbe essere fatta valere.

Tuttavia non è detto che il problema sia dato dalla contaminazione , e anche nel caso in cui fosse contestato effettivamente il “rischio biologico”, questo potrebbe essere facilmente aggirato dal proprietario del dispositivo rimuovendo i peli contestati: allo stesso modo utenti Apple avevano dovuto pulire dai residui di fumo Mac portati in assistenza.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco scrive:
    BASTA A GRATIS !!!!!
    Non manca molto vedrete la sagra del down load A GRATIS FINISCE.. ed e' giusto che si paghi se no internet sara' sempre un far west fuori dalle regole del mondo civile.. al cinema pagate? SI.. in negozio il cd dvd lo rubate ve lo mettete in tasca di nascosto? NO.. e allora su internet lo scarico LO PAGATE poco ma LO PAGATE !!!!!!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: BASTA A GRATIS !!!!!
      I casi sono due: o sei fracasso ubaldo (ma non credo, al momento ha altri guai quell'uomo), o stai facendo il buffone. Propenderei per la seconda.
    • shiro hige scrive:
      Re: BASTA A GRATIS !!!!!
      l'aria ke respiro la pago? l'acqua ke bevo la pago? svegliati...nessuno ha bisogno della major...abbiamo bisogno solo d artisti, attori, ecc...ke guarda caso si sono skierati a favore del web....
  • Dumah Brazorf scrive:
    *Pubblicità*
    XXXXXXX che spottone.
    • Findi scrive:
      Re: *Pubblicità*
      ...in effetti, visti i "big" che vi hanno partecipato, potevano fare di più che un semplice giro di chitarra eh??cmq vabbè dai....è il concetto!;-)
  • Guybrush scrive:
    A pensar Male...
    ...non era la prima volta che Mega* viene attaccato. Il pensiero "cattivo" che mi è venuto in mente è che Mega* abbia volutamente preparato l'esca e atteso pazientemente che qualche bel pescione di stazza adeguata vi abboccasse.Pensa te che vado a pensare eh?GT
    • smilzoboboz scrive:
      Re: A pensar Male...
      Probabile, certo che però se non lo facevano loro lo facevo io... è proprio total fail lo "spot", dura un sacco e non ha alcun senso
      • Fininsvest scrive:
        Re: A pensar Male...
        è un video musicale deve durare, in ogni caso se non ti piace non lo guardi non richiedi di certo la rimozione...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: A pensar Male...
      contenuto non disponibile
      • Sgabbio scrive:
        Re: A pensar Male...
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Può essere.
        Ma oggi mi sento nostradamus:
        Quello che otterranno è vincere una banale causa.
        Sull'esito della guerra invece sono quasi certo
        che finirà male per MU: prevedo presto blocco
        pagamenti tramite circuiti USA ed Euro, inoltre
        blocco IP da parte di diverse nazioni, in primis
        Italia.
        Ah.. ho anche idea che swissvpn crescerà
        parecchio.La vedo duretta che facciano cosi, considerando i mille mila scopi totalmente legali da cui tale servizio viene usato.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: A pensar Male...
          contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: A pensar Male...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Sgabbio


            La vedo duretta che facciano cosi,
            considerando
            i

            mille mila scopi totalmente legali da cui
            tale

            servizio viene

            usato.

            Certo, ma quando gli interessi sono molto forti
            la logica diventa molto
            debole.
            Ogni pochi mesi viene inaugurato un nuovo
            trattato internazionale più restrittivo del
            precedente.
            Oggi, Mu e soci, si affrettano a modificare il
            proprio servizio in modo da essere aderenti il
            minimo necessario, per stare nel 'safe harbor'.
            Ma quando arriverà il trattato che non potranno
            sostenere economicamente (ed arriverà prima o
            poi) riusciranno a farli fallire oppure li
            faranno chiuderanno in quanto non
            aderenti.
            In Italia invece non c'è bisogno di alcun
            trattato: da noi basta che si svegli coi collioni
            girati un giudice a cui è scaduto l'account
            premium e il ban è
            fatto.sempre se questi trattati non toccano altri attori grossi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: A pensar Male...
            contenuto non disponibile
  • Dottor Stranamore scrive:
    I problemi di Youtube sono altri
    Io ad esempio ho una smart tv e una linea in fibra ottica a 100 megabit.In teoria potrei sparapanzarmi sul televisore e guardare Piazza Pulita di La7 sul mio televisore.Allora mi iscrivo al canale dal computer e guardo la lista delle sottoscrizioni dal televisore, ma non appare.Allora vado sul pc direttamente sull'ultima puntata e scrivo Sottoscrivi.Sul televisore poi trovo La7 Attualità.Ma il video non c'è, questo perché vengono ordinati per indice di rilevanza quindi mi trovo in cima anche video vecchissimi.Allora metto per ordine di data di caricamento, eppure lo stesso non lo trovo.Ma io dico, ma questi che fanno le smart tv, questi che hanno il canale televisivo su youtube, questi di youtube...ma possibile che facciano le cose in modo così disordinato che uno deve perdere del tempo per vedere un dannato programma?Ma poi quelli de la7 come mai ci mettono così tanto a caricare il video su youtube? Per me una puntata deve essere immediatamente disponibile almeno 2 ore dopo che è finito il programma. Se faccio fatica io a vedere i loro programmi su youtube con una smart tv figurati un pensionato.Un chiaro esempio di come la tecnologia da sola non basta, ma ci vuole anche un regista dall'alto in grado di coordinarla. Purtroppo Steve Jobs è morto e forse non vedremo mai il suo grande sogno, il suo ultimo progetto, quello capace di rivoluzionare le nostre televisioni (apple)
    • ruppolo scrive:
      Re: I problemi di Youtube sono altri
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      Purtroppo Steve Jobs è
      morto e forse non vedremo mai il suo grande
      sogno, il suo ultimo progetto, quello capace di
      rivoluzionare le nostre televisioni
      (apple)Io credo che invece, se la TV è nei progetti Apple, Steve aveva già stabilito come doveva essere.Attendiamo fiduciosi.
      • Findi scrive:
        Re: I problemi di Youtube sono altri
        ...??:-(ma un ragionamento tuo, ogni tanto almeno...provaci!riproviamo,"Ruppy, come dovrebbe essere secondo te la ip-tv?"
        • krane scrive:
          Re: I problemi di Youtube sono altri
          - Scritto da: Findi
          ...??
          :-(
          ma un ragionamento tuo, ogni tanto
          almeno...provaci!
          riproviamo,
          "Ruppy, come dovrebbe essere secondo te la ip-tv?"Lascia stare, si sta spegniendo come il suo vate; come puoi leggere ormai non gli resta che sperare che Steve abbia lasciato istruzioni per un altro paio di icosi, altrimenti la apple affondera' in pochissimi anni invece che in pochi.
        • panda rossa scrive:
          Re: I problemi di Youtube sono altri
          - Scritto da: Findi
          ...??

          :-(

          ma un ragionamento tuo, ogni tanto
          almeno...provaci!

          riproviamo,

          "Ruppy, come dovrebbe essere secondo te la ip-tv?"Che domande: con una mela morsicata al centro!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: I problemi di Youtube sono altri

          "Ruppy, come dovrebbe essere secondo te la ip-tv?"Ruppolo si vanta di aver eliminato la tv da casa sua... quindi, suppongo che chiedere a lui come dovrebbe essere la ip-tv sia come chiedere ad un astemio come dovrebbe essere un buon vino.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: I problemi di Youtube sono altri
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Dottor Stranamore

        Purtroppo Steve Jobs è

        morto e forse non vedremo mai il suo grande

        sogno, il suo ultimo progetto, quello capace di

        rivoluzionare le nostre televisioni

        (apple)

        Io credo che invece, se la TV è nei progetti
        Apple, Steve aveva già stabilito come doveva
        essere.L'aveva anche già realizzata:http://www.apple.com/it/appletv/specs.htmlMa non mi pare che abbia avuto molto sucXXXXX.
        Attendiamo fiduciosi.Da quel che ho capito io, sembra che la prossima idea di apple sia piuttosto verso gli orologi da polso (hanno fatto la fascia per indossare l'ipod nano al polso, e usarlo come orologio):http://store.apple.com/us/product/H3791ZM/AA mio parere, un'idea interessante, ma nel momento sbagliato (avrebbe avuto sucXXXXX negli anni 80, quando cercavano tutti di fare gli orologi da polso potenziati, con cronometro, sveglia, calcolatrice, display illuminato, bussola, termometro e così via)Oggi quasi tutti hanno il telefonino, e molti guardano l'ora lì e non usano nemmeno più l'orologio da polso.
        • panda rossa scrive:
          Re: I problemi di Youtube sono altri
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Da quel che ho capito io, sembra che la prossima
          idea di apple sia piuttosto verso gli orologi da
          polso (hanno fatto la fascia per indossare l'ipod
          nano al polso, e usarlo come
          orologio):Dopo aver dimostrato al mondo che non sono capaci di fare una sveglia, si buttano nel business degli orologi?
        • Fesion scrive:
          Re: I problemi di Youtube sono altri
          Non è sbagliata, fra un po' molti avranno l'orologio e telefoneranno con quello, è molto più comodo tenerlo al polso che metterlo in tasca e tirarlo fuori. So che sembra assurdo ma andrà a finire così. L'unica pecca è che sarà super-closed come tutto il mondo apple. Ma aprirà la via per i telefonini da polso sensati, ovvero open.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: I problemi di Youtube sono altri
            contenuto non disponibile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: I problemi di Youtube sono altri
            - Scritto da: Fesion
            Non è sbagliata, fra un po' molti avranno
            l'orologio e telefoneranno con quello, è molto
            più comodo tenerlo al polso che metterlo in tasca
            e tirarlo fuori.C'è un problema pratico: microfono e altoparlante sarebbero troppo vicini... la tua bocca è forse a un centimetro di distanza dalle tue orecchie?Potresti usarlo solo in vivavoce... ma quando sei in giro, di solito non vuoi che tutti sentano la telefonata, e che l'altra persona senta tutto quello che accade intorno a te. Inoltre, la batteria quanto ti durerebbe? (è molto più piccola di quella di un cellulare)
  • Fininsvest scrive:
    Quando pago il premium
    Sono felice :DUno dei migliori investimenti mai fatti e il servizio è sempre ad ottimi livelli.Ne io ne i miei clienti hanno mai avuto problemi.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Quando pago il premium
      - Scritto da: Fininsvest
      Sono felice :D
      Uno dei migliori investimenti mai fatti e il
      servizio è sempre ad ottimi
      livelli.
      Ne io ne i miei clienti hanno mai avuto problemi.Comunque quel video di megaupload fa abbastanza pena.
    • Funz scrive:
      Re: Quando pago il premium
      - Scritto da: Fininsvest
      Sono felice :D
      Uno dei migliori investimenti mai fatti e il
      servizio è sempre ad ottimi
      livelli.
      Ne io ne i miei clienti hanno mai avuto problemi.Che vantaggio dà rispetto a jdownloader, se non fai upload?
  • unaDuraLezione scrive:
    Molto semplice.
    contenuto non disponibile
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Molto semplice.
      Il vero problema, è che non c'è un sistema che punisca chi abusa del loro strumento di potere.
      • malto scrive:
        Re: Molto semplice.
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Il vero problema, è che non c'è un sistema che
        punisca chi abusa del loro strumento di
        potere.Veramente esiste almeno dai tempi della rivoluzione francese, si chiama: ghigliottina :D
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Molto semplice.
      - Scritto da: unaDuraLezione
      1) Youtube prima di rimuovere un contenuto chieda
      la prova certificata di quanto sostiene l'accusa:
      certificazione di identità dell'ente reclamante e
      certificazione di proprietà dei diritti sul
      contenuto in
      oggetto.
      O, quantomeno, applichi un periodo di
      'detenzione': di decide un numero di settimane
      passate prima di prendere in considerazione nuove
      segnalazioni di chi è scoperto a farne di
      false.Già adesso uno per chiedere la rimozione deve dichiarare di essere proprietario dei contenuti. Poi viene mandato un messaggio a chi ha postato il video contestato.Se quello compila il modulo dicendo che invece è il titolare dei contenuti il video non viene rimosso e l'altro può fare solo causa legale.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Molto semplice.
        contenuto non disponibile
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Molto semplice.
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Dottor Stranamore


          Già adesso uno per chiedere la rimozione deve

          dichiarare di essere proprietario dei
          contenuti.

          E infatti abbiamo visto che non funziona, com'è
          dimostrato da questo
          caso.Nell'articolo c'è scritto che ci sono state numerose richieste di rimozione e basta. Al proprietario del video ogni volta arriva un messaggio con un link a un form dove basta dire di essere i legittimi proprietari e niente viene tolto.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Molto semplice.
            contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: unaDuraLezione
            ProXXXXX tale quale ad un attacco DOS.
            Che è illegale.Non penso l'abbiano fatto un miliardo di volte. Comunque megaupload fa un sacco di soldi, il video è stato rimosso e ora fa una causa legale alla Universal. Quale è il problema? Magari ha ragione Universal, magari gli artisti erano sotto contratto con lei e non potevano fare quel video. Io non faccio i processi nelle piazze.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Molto semplice.
            contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Non sapevo ne fossi il contabile.
            Hai dritte sulla prossima trimestrale? Posso
            investire senza
            timori?
            Non te lo consiglio. Vedrai che prima o poi siti come quello spariranno.
          • krane scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Non sapevo ne fossi il contabile.

            Hai dritte sulla prossima trimestrale? Posso

            investire senza timori?
            Non te lo consiglio. Vedrai che prima o poi siti
            come quello spariranno.E quindi ??? Anche tutte le societa' attualmente quotate in borsa spariranno prima o poi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2011 15.43-----------------------------------------------------------
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: unaDuraLezione



            Non sapevo ne fossi il contabile.


            Hai dritte sulla prossima trimestrale?
            Posso


            investire senza timori?


            Non te lo consiglio. Vedrai che prima o poi
            siti

            come quello spariranno.

            E quindi ??? E quindi gli sconsiglio di investire in quell'azienda, ovvio. Chissà perché quando apro i tuoi messaggi ho sempre la sensazione di aver buttato via il mio tempo.
            Anche tutte le societa' attualmente
            quotate in borsa spariranno prima o
            poi.derp...
          • krane scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: unaDuraLezione



            Non sapevo ne fossi il contabile.



            Hai dritte sulla prossima
            trimestrale?

            Posso



            investire senza timori?




            Non te lo consiglio. Vedrai che prima o
            poi

            siti


            come quello spariranno.



            E quindi ???

            E quindi gli sconsiglio di investire in
            quell'azienda, ovvio.E fai male, perche' sono proprio queste le situazioni in cui, con un po' di attenzione, si puo' speculare pesantemente.
            Chissà perché quando apro i tuoi messaggi ho
            sempre la sensazione di aver buttato via il mio
            tempo.Tipico di quando un selvaggio si trova davanti una persona civile e tencologicamente avanzata, non preoccuparti (cit. dottor Who).

            Anche tutte le societa' attualmente

            quotate in borsa spariranno prima o

            poi.
            derp...
          • Fininsvest scrive:
            Re: Molto semplice.
            anche se fosse vero che erano sotto contratto con la universal, non è di certo colpa di megaupload che comunque ha pagato per realizzare il video.E davvero pensi che gli avvocati degli artisti non sapevano se potevano farlo o no?Cmq il video non è un fail tutt'altro, non solo per i nomi ma la cansone è anche orecchiabile e probabilmente servirà come apriporta a megamusic...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: Fininsvest
            E davvero pensi che gli avvocati degli artisti
            non sapevano se potevano farlo o
            no?Gli avvocati degli artisti non sono la Universal.
        • panda rossa scrive:
          Re: Molto semplice.
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Dottor Stranamore


          Già adesso uno per chiedere la rimozione deve

          dichiarare di essere proprietario dei
          contenuti.

          E infatti abbiamo visto che non funziona, com'è
          dimostrato da questo
          caso.
          Non basta dichiarare, occorre *CERTIFICARE*.Esatto. Occorre *CERTIFICARE* di fronte ad un apposito tribunale, con giudice terzo, portando prove.Ci vuole un iter legislativo civile, come per tutti gli altri, al termine del quale, se la major avra' avuto ragione, allora, *e solo allora*, il file verra' rimosso.Altrimenti la major verra' *condannata* a pagare qualche miliardo di multa!Ci vuole simmetria nella giustizia.Questi metodi medievali che vince chi grida piu' forte, devono cessare.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Molto semplice.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: unaDuraLezione

            - Scritto da: Dottor Stranamore




            Già adesso uno per chiedere la
            rimozione
            deve


            dichiarare di essere proprietario dei

            contenuti.



            E infatti abbiamo visto che non funziona,
            com'è

            dimostrato da questo

            caso.

            Non basta dichiarare, occorre *CERTIFICARE*.

            Esatto. Occorre *CERTIFICARE* di fronte ad un
            apposito tribunale, con giudice terzo, portando
            prove.
            Ci vuole un iter legislativo civile, come per
            tutti gli altri, al termine del quale, se la
            major avra' avuto ragione, allora, *e solo
            allora*, il file verra'
            rimosso.
            Altrimenti la major verra' *condannata* a pagare
            qualche miliardo di
            multa!

            Ci vuole simmetria nella giustizia.
            Questi metodi medievali che vince chi grida piu'
            forte, devono
            cessare.concordo con il concetto di simmetria, molto spesso ho visto interi video che non violavano nulla, essere cancellato da youtube, da parte del capriccioso di turno, come le parodie di "non mi dispiace, non me ne pento".
  • Giovanni scrive:
    Le major solite idiote
    Idioti, non potevano fargli migliore pubblicità, tra l'altro il pezzo è molto orecchiabile, quasi quasi lo metto nel mio sito non credo che l'autore dirà niente. E' pubblicità allo stato puro.
Chiudi i commenti