HP nel mirino per le cartucce

Un consumatore avvia quella che spera possa diventare una class-action, una denuncia contro HP perché a suo dire le cartucce delle stampanti sono programmate per... morire anzitempo


Los Angeles (USA) – Dovrà giocarsela molto bene una residente della Georgia se vorrà riuscire a trasformare la sua denuncia contro HP in una class-action che possa portarsi dietro l’appoggio di centinaia o migliaia di consumatori. Le sue accuse sono piuttosto pesanti.

Stando alla denuncia presentata dalla signora al Tribunale superiore di Santa Clara, in California, i suoi legali si offrono per patrocinare chiunque abbia acquistato negli Stati Uniti una stampante HP a getto di inchiostro dopo il febbraio del 2001.

Secondo le ricostruzioni della denuncia, infatti, da quella data HP avrebbe iniziato a immettere sul commercio cartucce di ricambio per le proprie stampanti programmate per “scadere” ad una certa data, indipendentemente dal fatto che queste siano state o meno utilizzate o inserite in una stampante. Il tutto senza avvertire chi acquista il prodotto.

HP, com’è comprensibile, al momento non ha commentato il caso riservandosi di farlo in tribunale. Nel mirino la tecnologia utilizzata dall’azienda che rende le cartucce “intelligenti”, capaci cioè grazie ad un chippetto di avvisare l’utente quando l’inchiostro sta finendo. Un chippetto che secondo la denunciante però ha anche altre… qualità.

“Lo smart chip – si legge nella denuncia – è studiato per registrare prematuramente la fine dell’inchiostro e rendere la cartuccia inutilizzabile grazie all’uso di una data di scadenza programmata che non è resa nota al consumatore”.

Va detto che HP, come tutte le maggiori case del settore, ha da tempo abbracciato una serie di standard industriali pensati per offrire garanzie specifiche all’utenza proprio nell’utilizzo delle cartucce.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sandro kensan scrive:
    Re: great firewall e open source
    - Scritto da: Anonimo
    Certo sfruttano i lavoratori come polli, sono
    mica un paese con una casta di privilegiati come
    il nostro.Mi pare di leggere dell'ironia nelle tue parole.Comunque si tratta di polli orientali che lavorano per un futuro più comodo, come i nostri nonni lavoravano in miniera o in fabbrica per mille lire al mese con una casa senza bagno e mangiando pollo una volta alla settimana.Noi lo facevamo all'interno di una cultura cristiana che aveva il sentore dei romani, dei greci, del medioevo, dell'illuminismo e della rivoluzione francese (e chi più ne ha più ne metta). Loro lavorano come polli all'interno di una scrittura con le idee (han/kanji), all'interno di un passato buddista, con una sfilza di imperatori che arrivano almeno a seimila anni fa, con una visione dell'anima diversa dalla nostra, con tati altri aspetti che non conosco.Lavorano come polli con l'idea di stare diventando la nazione più potente del mondo senza perdere un grammo dei loro seimila e passa anni di storia.

    Noi italiani abbiamo perso la nostra

    identità e abbiamo assunto

    Ma di quale identità vai parlando? In ogni
    regione c'è un dialetto diverso, fino a vent'anni
    fa tantissimi parlavano il dialetto stretto.

    L'Italia è stata dominata da tutti, è un
    patchwork.


    l'identità americana, è una

    identità americana? Ma non vedi quanto
    antiamericanismo c'è in giro? Lascia perdere
    Silvio l'amicone degli americani, lui è lì solo
    perché ha promesso un milione al mese di pensione
    per tutti.

    Ma dove vivi? Su Plutone?:) No, no vivo in Italia. Leggevo su un settimanale che le bambine di 9 anni si vestono come quelle da 12 e quelle da 12 come quelle da 15 ecc, ecc. Pare che il fenomeno sia generale e che al posto di giocare ci sia un affrettarsi a fare shopping emulando quello che si vede in TV. Questo a discapito di una regolare crescita che diventa ansiosa e affrettata.La TV è più importante di quello che molta gente dice e in TV si vedono i valori americani mica i dialetti stretti.Poi queste bambine diventeranno pure grandi un giorno o l'altro e non credo dismetteranno i valori trasmessi dalla TV, voteranno e compreranno quello che il marketing televisivo suggerisce loro. La TV è la mamma di molte persone più o meno abbandonate dai genitori.
  • Anonimo scrive:
    Re: great firewall e open source
    - Scritto da: Sandro kensan

    - Scritto da: Anonimo

    Poi ho tanto l'impressione che i
    dirigenti

    comunisti cinesi abbiano intenzione di

    mantenere il regime totalitario solo il

    tempo sufficiente a consolidare le loro

    posizioni come capitalisti della nuova
    Cina

    e mantenere i privilegi, ottenuto questo

    possono anche smantellare il PCC.

    Certi pensieri semplicistici non li capisco,
    la Cina ha almeno tremila anni di storia, di
    cultura, è molto più antica
    della nostra e ci sta superando
    economicamente come una grande cultura che
    ne supera una piccola.Certo sfruttano i lavoratori come polli, sono mica un paese con una casta di privilegiati come il nostro.
    Noi italiani abbiamo perso la nostra
    identità e abbiamo assuntoMa di quale identità vai parlando? In ogni regione c'è un dialetto diverso, fino a vent'anni fa tantissimi parlavano il dialetto stretto.L'Italia è stata dominata da tutti, è un patchwork.
    l'identità americana, è unaidentità americana? Ma non vedi quanto antiamericanismo c'è in giro? Lascia perdere Silvio l'amicone degli americani, lui è lì solo perché ha promesso un milione al mese di pensione per tutti.Ma dove vivi? Su Plutone?
  • Sandro kensan scrive:
    Re: great firewall e open source
    - Scritto da: Anonimo
    Poi ho tanto l'impressione che i dirigenti
    comunisti cinesi abbiano intenzione di
    mantenere il regime totalitario solo il
    tempo sufficiente a consolidare le loro
    posizioni come capitalisti della nuova Cina
    e mantenere i privilegi, ottenuto questo
    possono anche smantellare il PCC.Certi pensieri semplicistici non li capisco, la Cina ha almeno tremila anni di storia, di cultura, è molto più antica della nostra e ci sta superando economicamente come una grande cultura che ne supera una piccola.Noi italiani abbiamo perso la nostra identità e abbiamo assunto l'identità americana, è una grave perdita che ci rende deboli, i cinesi non sono nella nostra posizione subalterna e quindi hanno possibilità da cultura dominante (con tutti i pro e i contro del caso).
  • Anonimo scrive:
    Tirate l'acqua al VS mulino
    - Scritto da: Anonimo
    Prima di commentare...

    Compreso chi ha deciso il titolo...

    In pratica Pechino (e non la Cina...)
    utilizzava già Windows, ma senza
    licenze. Per questioni di politica estera la
    Cina sta cercando di regolarizzare in fretta
    la sua posizione, quindi Pechino si è
    trovata di fronte alla scelta di cambiare
    software o acquistare le licenze. Solo che i
    tempi erano troppo ridotti per una
    migrazione e quindi ha deciso di acquistare
    le licenze dei software che, ripeto,
    già utilizza.
    In definitiva non è cambiato nulla se
    non per la Microsoft che ha incamerato un
    po' di soldi.Certo certo, come no!Quando c'è un debole segnale, o solo pura aria rifritta a favore di Linux esultate.Quando c'è un segnale negativo concreto riscontrabile con fatti reali, come questo, di certo non favorevole per il vostro pinguino e il vostro dominio del mondo, allora MINIMIZZATE.Certo certo, usate due pesi e due misure, fate pure, ma siete molto banali e prevedibili.
  • Anonimo scrive:
    Re: great firewall e open source
    - Scritto da: Anonimo
    si pone un problema : per parteciare allo
    sviluppo di sw open source ,i progettisti
    cinesi,
    dovrebbero avere accesso alle varie mailing
    list di sviluppo e in generale all' internet
    senza limitazioni . ora,non so se alle
    atuorita cionesi, che si sono date tanta
    pena per bloccare i siti scomodi (il 'great
    firewall' , appunto) , cio' faccia piacere
    .Credo proprio che le mailing list di sviluppo e i siti ufficiali dei progetti Open Source siano un sottoinsieme della rete perfettamente alla portata della censura cinese, specie se decidono che hanno la loro convenienza a concedere l'accesso.Poi ho tanto l'impressione che i dirigenti comunisti cinesi abbiano intenzione di mantenere il regime totalitario solo il tempo sufficiente a consolidare le loro posizioni come capitalisti della nuova Cina e mantenere i privilegi, ottenuto questo possono anche smantellare il PCC.Come hanno fatto i dirigenti comunisti russi, con la differenza che forse, nonostante il loro proverbiale pelo sullo stomaco, i dirigenti cinesi si preoccupano un po' di più che il cambio di regime non causi caos, marasma e miseria.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    Piccolo particolare: quello è
    ciò che M$ si prefigge di fare in
    Cina nel prox futuro.
    Cìè chi puo e chi si rode.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema è semplice...
    - Scritto da: Anonimo
    si ma avendo una valuta forte si guadagna
    una barca di soldi stampando moneta da far
    usare agli altri. si chiama diritto di
    signoraggio.
    Quindi a tuo avviso più moneta stampa uno stato più è ricco.
    comunque che io sappia gli usa sono molto
    solerti nel dissuadere paesi esportatori ed
    importatori di petrolio dal trattare con
    monete diverse dal dollaro.
    faccio due esempi
    Un pò come " i 4 evangelisti erano 3, Luca e Matteo"al contrario.
    corea del nord
    iraq
    venezuela

    tutti e tre trattano il petrolio in euro
    iraq invaso
    venezuela che subisce un tentativo di colpo
    di stato
    corea del nord inserita nell'asse del
    male....

    ma ritornando in topic ..no, non credo che i
    cinesi si faranno dire da gates cosa fare o
    cosa non fare.
    Ti è mai venuto in mente che a Gates interessanoi soldi e non quello che fanno i cinesi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    Piccolo particolare: quello è ciò che M$ si prefigge di fare in Cina nel prox futuro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hanno provato a installare CinCianLi
    si chiama red flag linuxe funziona, segratino dei miei stivali
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema è semplice...
    si ma avendo una valuta forte si guadagna una barca di soldi stampando moneta da far usare agli altri. si chiama diritto di signoraggio.comunque che io sappia gli usa sono molto solerti nel dissuadere paesi esportatori ed importatori di petrolio dal trattare con monete diverse dal dollaro.faccio due esempicorea del nordiraqvenezuelatutti e tre trattano il petrolio in euro iraq invasovenezuela che subisce un tentativo di colpo di statocorea del nord inserita nell'asse del male....ma ritornando in topic ..no, non credo che i cinesi si faranno dire da gates cosa fare o cosa non fare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Qlcs non quadra
    - Scritto da: Anonimo
    Nella scacchiera internazionale, avevo ormai
    dato per scontato, che la Cina decidesse per
    Linux, anche visto anche il concetto di
    proprietà che vige in quel paese e la
    definizione di "software libero".

    Ma così non sarà.

    Ma allora tutti quegli strombazzamenti di
    Linux alla conquista della libertà? A
    questo punto è legittimo pensare che
    fossero "fuffa" o chiacchiere da Bar,
    insomma la solita propaganda messa in moto
    dal popolo dei Liberi e Buoni.Ma va?Welcome to the real world.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...
    - Scritto da: Anonimo
    qui si parla dell'amministrazione di una
    città... per il resto degli 1.3
    miliardi le cose saranno 1 po' diverse...
    intendiamoci non che non se lo possano
    permettere economicamente... Ma sei mai stato in Cina? Da quello che ho visto sembra di stare nell'Italia del primo dopoguerra così come al vediamo nei film: una piccola percentuale della popolazione in città dove convivono grattacieli e baracche e la stragrande maggioranza della popolazione composta da contadini che viaggiano spesso ancora sui carri trainati dai buoi.solo si tratta
    di una scelta politica Scelta politica? Da parte dei cittadini? In una dittatura?che non faranno
    mai... stiamo parlando di una società
    che ha centri di ricerca che funzionanoCerto. Come gli ospedali di Cuba che sono i migliori dell'america latina.
  • Anonimo scrive:
    Re: Pechino e Windows --
    Autarchia
    - Scritto da: Anonimo

    ma chi ha fatto questa operazione di
    marketing ??

    sappiamo tutti la linea antidemocratica che
    la cina ha sempre tenuto, pensiamo ai
    diritti delle donne, assenza di liberta' di
    opinione, stampa, pena di morte, censura,
    etc..etc... (si veda l' articolo citato
    nella notizia "La Cina verso l'autarchia
    digitale")

    Caro Zio Bill,
    in questa ottica mettere un marchio come
    Windows vicino a Pechino e alle scelte del
    governo cinese credi che sia una scelta
    vincente ???

    a me viene in mente che il governo cinese
    abbia scelto Windows per garantire la linea
    autarchica di inibizione dei diritti umani
    anche nella societa' dell'informazione !

    Linux e il movimento del Software Libero non
    sono controllabili dai governi, e portano
    liberta' e intelligenza (quella vera, non i
    bidoni che ci rifila certa gente)

    che ne pensate ?
    Ti è mai venuto in mente che le aziente, e tuttiquelli che ci lavorano, cercano l'utile e non gli ideali?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema è semplice...

    Perche' pagare petrolio in denaro diverso
    dal dollaro e' uno smacco agli USA che loro
    non gradiscono. Perche' cosi' non possono
    vendere dollari che continuano a stampare
    pur non avendo un corrispettivo in oro in
    cassa.

    --
    Mr. Mechano
    Ehmmm...oro in cassa corrispondente alla valuta stampata non lo ha proprio nessuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    Come riuscirà il
    gov. cinese a far digerire ai suoi
    concittadini l'uso coercitivo di un o.s. A parte il fatto che non vedo problemi visto che il resto del mondo usa Windows in modo non coercitivo, comunque ti sfugge il fatto che la Cina sia una dittatura e in fatto di libertà e diritti umani è molto MOLTO lontana dal modello di un paese democratico. In un posto dove non c'è libertà di pensiero e libertà di stampa figurati se è un peso avere Windows invece di Linux. E' come preoccuparsi se uno che sta morendo di fame preferisce bere Chateau Laffite del '64 o Chateau Petrus del '51.e
    relativo sw che gli impedisce di farsi il
    filmato divx o meglio xvid piratato
    casalingo? O anche di leggere un filmato o
    una musica piratata?Caspita! Allora io che faccio tranquillamente tutte queste cose con Windows, e da anni, sono un miracolato. Com'è che io ci riesco e tu no?
    BOH :::::::::::::::
  • Anonimo scrive:
    comunisti
    quando poi si tratta di affari sorvoliamo .
  • Mechano scrive:
    Re: Il problema è semplice...
    - Scritto da: Sandro kensan
    culturale e se stanno "fregando" il petrolio
    a Bush figurati quanti problemi hanno nel
    sbattere la porta in faccia a Bill.Con stanno fregando petrolio intendi che lo pagano in valute diverse dal dollaro USA?Perche' pagare petrolio in denaro diverso dal dollaro e' uno smacco agli USA che loro non gradiscono. Perche' cosi' non possono vendere dollari che continuano a stampare pur non avendo un corrispettivo in oro in cassa.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ......anche a Pechino ciccia! (linux)
    Ma allora il vero comunista è...
    WINDOWS!!!


    ... scusate, non mi sono saputo
    trattenere... :DMa e' ovvio no? Tutti uguali, tutti bacati, tutti sorvegliati e tutti con BSOD. :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ......anche a Pechino ciccia! (linux)
    Ma allora il vero comunista è...
    WINDOWS!!!


    ... scusate, non mi sono saputo
    trattenere... :DIo lo avevo sempre sospettato, basta leggere i messaggi di sistema di Windows, sono chiari e significativi come i discorsi di Occhetto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma leggere l'articolo ?
    - Scritto da: Anonimo
    Prima di commentare...

    Compreso chi ha deciso il titolo...

    In pratica Pechino (e non la Cina...)
    utilizzava già Windows, ma senza
    licenze. Per questioni di politica estera la
    Cina sta cercando di regolarizzare in fretta
    la sua posizione, quindi Pechino si è
    trovata di fronte alla scelta di cambiare
    software o acquistare le licenze. Solo che i
    tempi erano troppo ridotti per una
    migrazione e quindi ha deciso di acquistare
    le licenze dei software che, ripeto,
    già utilizza.
    In definitiva non è cambiato nulla se
    non per la Microsoft che ha incamerato un
    po' di soldi.Mi hai rubato le parole di bocca, pardon, di tastiera.Tant'è vero, poi, che, come dice l'articolo, MS ha espresso soddisfazione in toni piuttosto moderati, non ha cantato vittoria, perché si rende benissimo conto che ormai le possibilità di raggiungere in Cina le quote di diffusione che ha in UE e USA sono minime.
  • Anonimo scrive:
    Re: Pechino e Windows --
    Autarchia
    per questo on ci possiamo fare niente, quindi continuiamo a divertirci facendo a gara tra os per chi ce l'ha piu' lungo,tanto quando ci saranno riusciti saremo tutti morti.
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Il problema è semplice...
    - Scritto da: Anonimo
    Avete qualche milione di computer della PA
    che usano windows pirata e relativo
    software,soluzioni:
    a) Migro tutto a linux con i problemi e i
    tempi del caso
    b) Pago le licenze e prendo tempo

    b) costa meno di a ) ed hanno optato per b)
    il resto son chiacchere :). Per il futuro
    vedremo .Mi dispiace ma per il futuro vedrà il governo cinese e non Microsoft o altri. So per certo che il governo cinese sta mangiando una grossa percentuale del petrolio del mondo a noi e agli americani: petrolio iraniano, petrolio venezuelano e petrolio canadese (quello difficile da estrarre e raffinare, estratto dalle sabbie),vuoi che abbia problemi a soppiantare linux con un prodotto USA?C'è poco da sperare, i cinesi hanno detto che non si faranno invadere culturalmente dagli americani/europei, microsoft rappresenta una invasione culturale e se stanno "fregando" il petrolio a Bush figurati quanti problemi hanno nel sbattere la porta in faccia a Bill.
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...
    - Scritto da: TADsince1995...

    Claudio

    Sono assolutamente d'accordo... Secondo me
    hanno ben altre idee in mente...

    TADSottoscrivo quel che ha detto Claudio che trovo interessante e ovviamente mi compiaccio di essere in compagnia di TAD.
  • Anonimo scrive:
    Basta non lo installino nei sistemi di..
    Basta non lo installino nei sistemi di difesa .....Perchè come minimo parte un bel missile ! :D
  • Anonimo scrive:
    Hanno provato a installare CinCianLinux
    e si sono accorti che non funziona:D
  • Anonimo scrive:
    Re: mazzette e sw quasi regalato
    indubbiamente non è cosa buona..ma io devo sopravvivere...
  • Anonimo scrive:
    Re: mazzette e sw quasi regalato
    - Scritto da: Anonimo
    preferisco farmi una
    corsetta che studiare linux e .net la
    domenica ecco... che si decidano un bel
    monopolio e io studio quello.Citazione da "Paura e delirio a Las Vegas":"Tu si che sei sconvolto".Suggerimento: cambia mestiere, oppure fai la tua scelta e dei due ne studi uno solo. A cercare di sapere un po' di tutto si arriva abbastanza a poco.Un monopolio non è cosa buona.
  • Anonimo scrive:
    Pechino e Windows --
    Autarchia
    ma chi ha fatto questa operazione di marketing ?? sappiamo tutti la linea antidemocratica che la cina ha sempre tenuto, pensiamo ai diritti delle donne, assenza di liberta' di opinione, stampa, pena di morte, censura, etc..etc... (si veda l' articolo citato nella notizia "La Cina verso l'autarchia digitale")Caro Zio Bill, in questa ottica mettere un marchio come Windows vicino a Pechino e alle scelte del governo cinese credi che sia una scelta vincente ???a me viene in mente che il governo cinese abbia scelto Windows per garantire la linea autarchica di inibizione dei diritti umani anche nella societa' dell'informazione !Linux e il movimento del Software Libero non sono controllabili dai governi, e portano liberta' e intelligenza (quella vera, non i bidoni che ci rifila certa gente)che ne pensate ?
  • Anonimo scrive:
    Re: mazzette e sw quasi regalato
    siete infantili o siete frettolosi. nell'articolo si parla ci pechino, non di cina.pechino è la capitale amministrativa. shenzen è la capitale industriale e shangai quella economica.le aziende cinesi (come molte delle aziende del sud-est asiatico) usano red flag linux e simili.anche in india ci sono amministrazioni pubbliche che usano windows.ma l'india ha ottimi programmatori e molte aziende indiane usano linux.ovviamente se la cina vuole entrare nel wto deve accettare alcune condizioni , una tra tutte quella di accogliere investitori stranieri.quanto a chi "non sa se continuare a lavorare su . net o su linux, "o l'altro simpaticone che ripete la cretinata secondo cui linux e l'opn source non decollano, linux continua a crescere. piano ma decisamente. sui server è giù meglio di windows, sui desktop linus stesso ha detto che ci vorranno diversi anni (lo disse nel 03 ). mi chiedo comunque che gusto ci provino i winari,considerando che non sviluppano loro il software e considerando quello che pagano, ad insultare in maniera gratuita un software che nessuno li ha mai obblgati ad usare .sempre, ovviamente, che alcuni di loro non scrivano da segrate-
  • Anonimo scrive:
    Il problema è semplice...
    Avete qualche milione di computer della PA che usano windows pirata e relativo software,soluzioni:a) Migro tutto a linux con i problemi e i tempi del casob) Pago le licenze e prendo tempob) costa meno di a ) ed hanno optato per b) il resto son chiacchere :). Per il futuro vedremo .
  • Anonimo scrive:
    Ma leggere l'articolo ?
    Prima di commentare...Compreso chi ha deciso il titolo...In pratica Pechino (e non la Cina...) utilizzava già Windows, ma senza licenze. Per questioni di politica estera la Cina sta cercando di regolarizzare in fretta la sua posizione, quindi Pechino si è trovata di fronte alla scelta di cambiare software o acquistare le licenze. Solo che i tempi erano troppo ridotti per una migrazione e quindi ha deciso di acquistare le licenze dei software che, ripeto, già utilizza.In definitiva non è cambiato nulla se non per la Microsoft che ha incamerato un po' di soldi.
  • Anonimo scrive:
    great firewall e open source
    si pone un problema : per parteciare allo sviluppo di sw open source ,i progettisti cinesi, dovrebbero avere accesso alle varie mailing list di sviluppo e in generale all' internet senza limitazioni . ora,non so se alle atuorita cionesi, che si sono date tanta pena per bloccare i siti scomodi (il 'great firewall' , appunto) , cio' faccia piacere .
  • Anonimo scrive:
    Re: Qlcs non quadra

    Nella scacchiera internazionale, avevo ormai
    dato per scontato, che la Cina decidesse per
    Linux, anche visto anche il concetto di
    proprietà che vige in quel paeseSe è un modo gentile di dire comunisti, allora aggiornati. Hanno abbracciato il capitalismo selvaggio già da molti anni e fanno parte del WTO. Il numero di poveri e di sfruttati è in costante aumento come in tutte le società capitaliste che si rispettano.
    Ma allora tutti quegli strombazzamenti di
    Linux alla conquista della libertà? A
    questo punto è legittimo pensare che
    fossero "fuffa" o chiacchiere da Bar,
    insomma la solita propaganda messa in moto
    dal popolo dei Liberi e Buoni.No, l'annuncio veniva dal governo cinese.
    E tutte le notizie di oggi che danno il
    Linux come a buon punto nella liberazione
    del mondo dal MalePronto ?? Ti senti bene ? Il tuo trolleggiare sta scadendo di qualità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...
    - Scritto da: Anonimo

    ...con 1.3 miliardi di persone obbligate
    dal governo
    con la frusta a comprare Windows, per i
    linari
    è finita davvero. Gates potrà
    andare sul suo panfilo
    spaziale in orbita sulla Luna con i soldi
    che farà!!mah, una volta conquistata la cina e in generale il sud est asiatico, M$ dove si espanderà ancora ? si, perchè per chi non lo sapesse un mancato incremento di guadagni per loro è una perdita molto grave... una volta conquistato tutto il mercato potrà solo sgonfiarsi o obbligare a continui inuntili aggiornamenti... ci perderà solo l'utenza...
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...

    stiamo parlando di una società
    che ha centri di ricerca che funzionano e
    che quando compra dall'esterno progetti per
    nuove tecnologie (treni veloci, tecnologia
    aerospaziale, impianti industriali....) lo
    fa una volta sola... poi su quelle studia
    (e questo è un passaggio che pochi
    colgono, ma è centrale allo sviluppo
    di una società) ed impara... E
    questo con un OS closed non è
    possibile... quindi si tratta di una
    soluzione di ripiego temporanea. Io la leggo
    come un incidente di percorso dovuto al
    fatto che nel celeste impero non hanno
    fretta (tranne forse nel campo energetico)

    ClaudioSono assolutamente d'accordo... Secondo me hanno ben altre idee in mente...TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...
    Ma leggere gli articoli proprio mai eh? Non si parla di Cina si parla di Pechino
  • Anonimo scrive:
    Re: mazzette e sw quasi regalato
    ...e anche se fosse non cambia i problemi per linux,io sono uno sviluppatore, e investire in formazione per me è importante, una conoscenza di base di linux la ho,mi chiedo sempre più se ha più senso ora come ora approfondire la conoscenza di .net o quella di linux........ il punto per me è questo, sapere chi vincerà la "guerra" no in che modo....
  • Anonimo scrive:
    Re: Se Windows conquista la Cina...
    - Scritto da: Anonimo

    ...con 1.3 miliardi di persone obbligate dal governo
    con la frusta a comprare Windows, per i linari
    è finita davvero. He he... se qualcuno si aspetta _davvero_ che il governo cinese si metta in mano al sig. Cancelli si metta seduto comodo perchè ce ne sarà da ridere... L'unica possibilità per MS sarebbe di cambiare licenza ed andare open source... qui si parla dell'amministrazione di una città... per il resto degli 1.3 miliardi le cose saranno 1 po' diverse... intendiamoci non che non se lo possano permettere economicamente... solo si tratta di una scelta politica che non faranno mai... stiamo parlando di una società che ha centri di ricerca che funzionano e che quando compra dall'esterno progetti per nuove tecnologie (treni veloci, tecnologia aerospaziale, impianti industriali....) lo fa una volta sola... poi su quelle studia (e questo è un passaggio che pochi colgono, ma è centrale allo sviluppo di una società) ed impara... E questo con un OS closed non è possibile... quindi si tratta di una soluzione di ripiego temporanea. Io la leggo come un incidente di percorso dovuto al fatto che nel celeste impero non hanno fretta (tranne forse nel campo energetico)Claudio
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    ......anche a Pechino clicca!
  • Anonimo scrive:
    Se Windows conquista la Cina...
    ...con 1.3 miliardi di persone obbligate dal governo con la frusta a comprare Windows, per i linari è finita davvero. Gates potrà andare sul suo panfilo spaziale in orbita sulla Luna con i soldi che farà!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    Come riuscirà il
    gov. cinese a far digerire ai suoi
    concittadini l'uso coercitivo di un o.s. e
    relativo sw che gli impedisce di farsi il
    filmato divx o meglio xvid piratato
    casalingo? O anche di leggere un filmato o
    una musica piratata?Devi poi sapere che in Cina non hanno difficoltà a far "digerire" cose enormemente peggiori, dalle esecuzioni capitali per un capriccio alla programmazione delle nascite... in una dittatura del genere tutto è molto facile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    difficoltà. Come riuscirà il
    gov. cinese a far digerire ai suoi
    concittadini l'uso coercitivo di un o.s. e
    relativo sw che gli impedisce di farsi il
    filmato divx o meglio xvid piratato
    casalingo? O anche di leggere un filmato o
    una musica piratata?
    BOH :::::::::::::::Ma pensa come avrebbe fatto il gov. cinese a far digerire ai suoi condiccittadini l'uso COERCITIVO di Linux!1,$ s/[lL][iI][bB][eE][rR][oO]//g
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo[CUT]
    Come riuscirà il
    gov. cinese a far digerire ai suoi
    concittadini l'uso coercitivo di un o.s. e
    relativo sw che gli impedisce di farsi il
    filmato divx o meglio xvid piratato
    casalingo? O anche di leggere un filmato o
    una musica piratata?
    BOH :::::::::::::::Windows che impedisce di fare ciò?HAHAHHA AHAHHAHA AHAHAHHAA AHAHHAHH :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando installo un programma...
    - Scritto da: Anonimo
    e ovviamente non va!è COLPA tua(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: mazzette e sw quasi regalato
    - Scritto da: Anonimo
    non ci vuole molto a capire
    con quale strategia la MS
    abbia "convinto" i cinesi di
    quanto è buona la sua
    tecnologia: quella che sta
    usando con le PA di tutto
    il mondo, che ringraziano
    finché gli conviene e tutte
    le mattine accendono un cero
    nuovo a linuxSolite illazioni che la dicono lunga sulle tue argomentazioni e la tua ragione.Tu credi, che i body rentallari open source e le buone aziende open source siano immacolate?
  • Anonimo scrive:
    Qlcs non quadra
    Nella scacchiera internazionale, avevo ormai dato per scontato, che la Cina decidesse per Linux, anche visto anche il concetto di proprietà che vige in quel paese e la definizione di "software libero".Ma così non sarà.Ma allora tutti quegli strombazzamenti di Linux alla conquista della libertà? A questo punto è legittimo pensare che fossero "fuffa" o chiacchiere da Bar, insomma la solita propaganda messa in moto dal popolo dei Liberi e Buoni.E tutte le notizie di oggi che danno il Linux come a buon punto nella liberazione del mondo dal Male ( M come.... M.*zozz ) ci devo ancora credere? E le notizie di domani? Eh sì. il 200i sarà l'anno in cui il pinguino sfonderà, con i=0,1,2,3,4,5Forse sono cominciati i saldi anche per il pinguino, nei supermercati ha già sfondato e va a ruba! Chi non ci crede ( i soliti Infedeli ) guardi quà:http://snipurl.com/cvva
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    Guarda che questa la chiamerei concorrenza sleale.In sostanza M$ appoggiata dalle lobby del cinema e della musica ha fatto e stà facendo pressione sul gov. cinese perchè diminuisca la pirateria.Proprio in un momento in cui Pechino ha premuto e preme per aderire al commercio internazionale WTO.E di quale o.s. si fidano le suddette lobby (insieme agli artisti) per garantire i loro diritti di poter avere profitti enormi ed ingiustificati?Ma del win ovviamente, che guardacaso, ma è un caso, si è trovato proprio ora e proprio in Cina a fornire quegli strumenti anti pirateria che il gov. cinese và cercando per avere appoggio in sede di commercio internazionale.La concorrenza informatica qui ....... proprio non centra nulla: la Cina continua ad essere insieme ad altri paesi asiatici il mercato dove Linux stà spopolando tra le masse e win è in seria difficoltà. Come riuscirà il gov. cinese a far digerire ai suoi concittadini l'uso coercitivo di un o.s. e relativo sw che gli impedisce di farsi il filmato divx o meglio xvid piratato casalingo? O anche di leggere un filmato o una musica piratata?BOH :::::::::::::::
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    ......anche a Pechino ciccia! (linux)Comunisti! Winari closed sorci, andate a fare marketing in cantina!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    ......anche a Pechino ciccia! (linux)Ma allora il vero comunista è... WINDOWS!!!... scusate, non mi sono saputo trattenere... :D
  • Anonimo scrive:
    mazzette e sw quasi regalato
    non ci vuole molto a capirecon quale strategia la MSabbia "convinto" i cinesi diquanto è buona la sua tecnologia: quella che stausando con le PA di tuttoil mondo, che ringrazianofinché gli conviene e tuttele mattine accendono un ceronuovo a linux
  • Anonimo scrive:
    Il suicidio di Pechino
    Come da titolo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao ciao Linuzzo...
    - Scritto da: Anonimo
    ......anche a Pechino ciccia! (linux)Giusto, mandate windows ai cinesi
  • Anonimo scrive:
    Ciao ciao Linuzzo...
    ......anche a Pechino ciccia! (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando installo un programma...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: TPK



    - Scritto da: Anonimo


    e ovviamente non va!



    Hai provato a ricompilare il kernel? ;)

    apt-get install wine ;)cosa ti daapt-get install xmpi http://www.lam-mpi.org/software/xmpi/
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando installo un programma...
      - Scritto da: Anonimo


      Hai provato a ricompilare il
      kernel? ;)



      apt-get install wine ;)

      cosa ti da
      apt-get install xmpi Non ti seguo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando installo un programma...
    - Scritto da: TPK

    - Scritto da: Anonimo

    e ovviamente non va!

    Hai provato a ricompilare il kernel? ;)apt-get install wine ;)
  • TPK scrive:
    Re: Quando installo un programma...
    - Scritto da: Anonimo
    e ovviamente non va!Hai provato a ricompilare il kernel? ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando installo un programma...
    e ovviamente non va!
  • Anonimo scrive:
    Quando installo un programma...
    ...leggo sempre questa dicitura:"it works on Win95, Win98, WinNT4.x, WinME, Windows2000, WinXP or better"scelgo l'ultima e lo installo su linux
Chiudi i commenti