HP, un miliardo per il cloud open source

L'azienda statunitense pronta a investire per espandere l'utilizzo della piattaforma cloud OpenStack, una tecnologia che secondo HP è la giusta risposta alle richieste dei clienti persi tra le nuvole telematiche
L'azienda statunitense pronta a investire per espandere l'utilizzo della piattaforma cloud OpenStack, una tecnologia che secondo HP è la giusta risposta alle richieste dei clienti persi tra le nuvole telematiche

Hewlett-Packard ha dato il La al progetto Helion, un’iniziativa che prevede l’investimento di 1 miliardo di dollari, nell’arco di due anni, per estendere l’utilizzo di (nuovi) servizi cloud open source basati sulla piattaforma OpenStack .

Helion dovrebbe promuovere l’adozione di OpenStack in 20 data center nel corso dei prossimi 24 mesi, dice HP, una parte significativa degli 80 CED gestiti dalla corporation statunitense e localizzati in 27 diversi paesi. Il software è open source, ma i servizi “professionali” esclusivi saranno naturalmente a pagamento.

L’offerta Helion qualifica HP come una delle aziende promotrici di OpenStack assieme (tra gli altri) a Red Hat e Oracle: alla base dell’offerta c’è la piattaforma HP Helion OpenStack Community Edition, un pacchetto gratuito per servizi cloud di base a cui seguirà (nei prossimi mesi) un’edizione commerciale a pagamento per scenari di lavoro più impegnativi.

Le altre componenti dell’offerta Helion sono la piattaforma PaaS (platform-as-a-service) per lo sviluppo e la gestione di applicazioni HP Helion Development Platform, OpenStack Technology Indemnification Program per salvaguardare i clienti dai possibili rischi di un’infrazione di copyright, un servizio di consulenza per la pianificazione e l’implementazione di servizi cloud chiamato HP Helion OpenStack Professional Services.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 05 2014
Link copiato negli appunti