HP, un miliardo per il cloud open source

L'azienda statunitense pronta a investire per espandere l'utilizzo della piattaforma cloud OpenStack, una tecnologia che secondo HP è la giusta risposta alle richieste dei clienti persi tra le nuvole telematiche

Roma – Hewlett-Packard ha dato il La al progetto Helion, un’iniziativa che prevede l’investimento di 1 miliardo di dollari, nell’arco di due anni, per estendere l’utilizzo di (nuovi) servizi cloud open source basati sulla piattaforma OpenStack .

Helion dovrebbe promuovere l’adozione di OpenStack in 20 data center nel corso dei prossimi 24 mesi, dice HP, una parte significativa degli 80 CED gestiti dalla corporation statunitense e localizzati in 27 diversi paesi. Il software è open source, ma i servizi “professionali” esclusivi saranno naturalmente a pagamento.

L’offerta Helion qualifica HP come una delle aziende promotrici di OpenStack assieme (tra gli altri) a Red Hat e Oracle: alla base dell’offerta c’è la piattaforma HP Helion OpenStack Community Edition, un pacchetto gratuito per servizi cloud di base a cui seguirà (nei prossimi mesi) un’edizione commerciale a pagamento per scenari di lavoro più impegnativi.

Le altre componenti dell’offerta Helion sono la piattaforma PaaS (platform-as-a-service) per lo sviluppo e la gestione di applicazioni HP Helion Development Platform, OpenStack Technology Indemnification Program per salvaguardare i clienti dai possibili rischi di un’infrazione di copyright, un servizio di consulenza per la pianificazione e l’implementazione di servizi cloud chiamato HP Helion OpenStack Professional Services.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • microzozz scrive:
    a me non importa...
    ... se l'os è chromeos, linux o osx, l'importante è che non sia quella ciofeca di winzozz!
  • iRoby scrive:
    HW interessante OS no
    L'HW è interessante, ma il sistema operativo che ci fai qui in Italia con le nostre velocità di rete?L'ideale se ci si potesse mettere Linux.Per quello aspetto i nuovi Acer E11 e V11. Sono fanless, ci posso mettere una SSD e così diventano totalmente senza parti meccaniche e leggerissimi.
    • benkj scrive:
      Re: HW interessante OS no
      Sembra abbastanza facile avviarli in parallelo, cosa che mi sembra molto interessante http://lifehacker.com/how-to-install-linux-on-a-chromebook-and-unlock-its-ful-509039343
    • bradipao scrive:
      Re: HW interessante OS no
      - Scritto da: iRoby
      L'ideale se ci si potesse mettere Linux.Linus Torvald ha dichiarato pubblicamente di aver comprato un Samsung Chromebook pixel per il display, e di averci messo Linux. Ma obiettivamente lui non fa testo. :D
    • Ogekury scrive:
      Re: HW interessante OS no
      - Scritto da: iRoby
      L'HW è interessante, ma il sistema operativo che
      ci fai qui in Italia con le nostre velocità di
      rete?

      L'ideale se ci si potesse mettere Linux.

      Per quello aspetto i nuovi Acer E11 e V11. Sono
      fanless, ci posso mettere una SSD e così
      diventano totalmente senza parti meccaniche e
      leggerissimi.Una delle cose che ho letto su the verge e' che google sta considerando di rendere ChromeOS piu' "utilizzabile" off-line. Secondo me potrebbe essere la chiave per mangiare mercato ai concorrenti, se fanno un os semplice chiaro funzionale e che va su hardware cheap e' fatta
      • iRoby scrive:
        Re: HW interessante OS no
        Google è avanti, troppo avanti... Non lo dico in senso positivo.Cioè considera che tutti si sia connessi e si viva con e per Internet.ChromeOS ha senso always on, ma in qualsiasi angolo del pianeta non si è always on.ChromeOS ha senso quando ciò sarà realtà. Non adesso.
        • Ogekury scrive:
          Re: HW interessante OS no
          - Scritto da: iRoby
          Google è avanti, troppo avanti... Non lo dico in
          senso
          positivo.
          Cioè considera che tutti si sia connessi e si
          viva con e per
          Internet.

          ChromeOS ha senso always on, ma in qualsiasi
          angolo del pianeta non si è always
          on.

          ChromeOS ha senso quando ciò sarà realtà. Non
          adesso.Sisi, e' di sicuro troppo "avanti" l'idea della connessione costante. Ma l'appetito vien mangiando e magari (dico magari stando a quello che ho letto su verge) hanno fatto due conti e hanno pensato: "se lo rendiamo un po piu' off line ci becchiamo nuovi clienti".Alla fine e' su base linux e non e' un problema renderlo "piu' off-line" senza appesantirlo troppo ed utilizzare comunque hardware poco costoso.
      • collione scrive:
        Re: HW interessante OS no
        l'offline dipende dalle applicazionise sfruttano a dovere il caching dell'html5, allora le si può usare anche offline, altrimenti nada
    • bancai scrive:
      Re: HW interessante OS no


      L'ideale se ci si potesse mettere Linux.
      sarebbe interessante se integrasse una dalvik machine, magari si riesce a far girare le app di android in qualche finestra di chrome :D
Chiudi i commenti