HTC, guerra agli hacker delle ROM

Il produttore taiwanese muove battaglia alle versioni modificate dei firmware per i suoi smartphone. Chiede l'immediata cessazione dell'attività a un sito che le raccoglie e le mette a disposizione

Roma – HTC parte lancia in resta contro gli smanettoni degli OS mobile, a suo dire colpevoli di maneggio non autorizzato di codice protetto dal diritto d’autore. La colpa principale dello smanettone nel caso specifico? Aver accorpato un ricco ed esteso archivio di ROM per dispositivi HTC vecchi e nuovi su un unico sito, tale Shipped ROMS .

Conflipper, l’hacker che gestisce Shipped ROMS , è riuscito in un solo mese a mettere insieme una raccolta di ROM modificate per quasi ogni dispositivo portatile realizzato da HTC, in passato come in periodi recenti. La ghiotta possibilità di “modding” offerta dall’iniziativa ha però velocemente allertato i legali della società taiwanese, che ora contestano a Conflipper – con una lettera di Cease and Desist riprodotta sul sito – il reato di copia non autorizzata del suo codice originale.

Al momento non sono note le intenzioni di Conflipper su come intenda rispondere alle pesanti accuse di HTC e la corrispondente minaccia legale spedita contro Shipped ROMS . L’hacker si limita ad affermare che “farà quel che può” per tenere il sito online, ma la lettera C&D di HTC lascia ben poco spazio alla possibilità che l’archivio di ROM possa continuare a esistere impunemente ancora a lungo .

Di certo l’iniziativa del produttore asiatico non fermerà la proliferazione di codice “illegale” per il modding degli smartphone, anzi avrà probabilmente l’effetto contrario – come spesso capita in casi del genere – funzionando da pubblicità gratuita per l’esistenza dei succitati contenuti illegali. Che continueranno a fluire indisturbati sul web, il P2P e dovunque sia possibile copiare e scaricare file in Rete.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IkXrKrPZyLX UggZG scrive:
    dosZjXxwT
    http://www.joshstricklandonline.com/auto.html cheap auto insurance =-OOO
  • fabio spagnuolo scrive:
    Invitare le associazioni conumatori???
    maaa. inviare anche le associazioni consumatori per evitare che si generi una nuova lobby non sarebbe stata cosa buona??Ovviamente fa "figo" parlare di soluzione del digital divide, ma farlo realmente è un'altra storia.Autorità e Ministero servono a mettere le regole, chi è licenziatario deve rispettarle e farci del businness.Gli interessi del paese sono superiori a quelle delle Telco!
  • Digital diviso scrive:
    Senza speranza
    Abito in una zona di Roma (all'interno del GRA !!!) ancora non servita dall' ADSL, altro che fibra ottica. !!!
    • ullala scrive:
      Re: Senza speranza
      - Scritto da: Digital diviso
      Abito in una zona di Roma (all'interno del GRA
      !!!) ancora non servita dall' ADSL, altro che
      fibra ottica.
      !!!Sto a Roma anche io potresti dirmi se sei dalle parti di ponte nona?o dove altro?
  • Utente scrive:
    Romani: tutti al tavolo
    Domani si invade la Gallia.
Chiudi i commenti