Huawei MateBook X Pro: il laptop di qualità, senza compromessi

Huawei MateBook X Pro, qualità senza compromessi

Scopri le caratteristiche premium del nuovo Huawei MateBook X Pro, laptop sottile, leggero e potente che tocca nuove corde sensoriali.
Scopri le caratteristiche premium del nuovo Huawei MateBook X Pro, laptop sottile, leggero e potente che tocca nuove corde sensoriali.
Guarda 17 foto Guarda 17 foto

Non c’è un solo aspetto che Huawei abbia ignorato nello sviluppo del nuovo MateBook X Pro, laptop di qualità al quale l’azienda ha dedicato uno speciale impegno con specifiche che non ammettono compromessi in alcuna direzione. Comunque lo si guardi, infatti, il MateBook X Pro è un super-laptop che si fa notare ovunque il dispositivo incontri utenti esigenti, occhi raffinati e creator sopraffini.

Come laptop top di gamma Huawei, il nuovo MateBook X Pro porta l’esperienza dell’utente verso nuove vette grazie all’aggiornamento di vari elementi, a partire dal display fino alle prestazioni, alla connettività e alla gestione delle smart conference e dell’interazione con gli altri dispositivi.

Parola di Steven Huang, General Manager di Huawei Consumer BG Italia: “non è solo un nuovo laptop, ma un’ulteriore dimostrazione di un device che risponde ai desideri degli utenti“.

MateBook X Pro: leggero e resistente

Leggero, anzi: ultraleggero. In appena 1,26 Kg, infatti, sta un laptop di prestigio che grazie al peso minimale restituisce un’esperienza estremamente piacevole in mobilità e nel semplice passaggio tra una scrivania ed un’altra. Leggerezza non significa però in alcun modo fragilità, ma è anzi il risultato della miniaturizzazione delle componenti e di una scocca in magnesio ultrasottile che consente di raggiungere l’obiettivo. A tutto ciò si aggiunge una rifinitura ulteriore, rappresentata da un processo di rivestimento ossidante Micro-arc che aumenta ulteriormente la resistenza complessiva ad ogni agente esterno.

Il risultato è quello di un laptop che fin dal primo colpo d’occhio si distingue per le sue linee eteree e l’impressione solida, sensazione che in mano si fa concreta ottimizzando anche l’ergonomia dell’impugnatura nel trasporto. Alta fascia e profilo “X Pro”, insomma, che prima ancora dell’accensione lascia intuire quale sia l’ambizione portata avanti.

Huawei MateBook X Pro

Bello e potente

Alla leggerezza della scocca si accompagna una cornice ultrasottile a circondare un display da 14 pollici con un elevato rapporto schermo-corpo del 92,5% che si fa così grande protagonista dell’intero concept. L’ordinata spaziatura dei pulsanti sulla tastiera completa il quadro di un dispositivo che trasmette un’idea di grande equilibrio, ben disponendosi per essere sfruttato in contesti professionali dove performance, linearità e ordine la fanno da padrona. Nessun orpello, nessuno spazio all’immaginazione: il MateBook X Pro è strumento al servizio di creatività, studio e lavoro, ed è pensato per servire al meglio quanti cercano nel laptop una leva produttiva potente, efficiente, pulita. Un alleato, più che uno strumento.

Le specifiche raccontano nel migliore dei modi la potenza di calcolo che Huawei ha riversato in questo terminale. Si parte naturalmente da un processore Intel Evo di 12esima generazione (i7-1260P), ma vi si aggiungono inoltre una RAM da 16GB LPDDR5 ed un SSD da ben 1TB di capacità. La dissipazione è affidata al sistema proprietario Shark Fin Fan.

Alla luce delle alte ambizioni del laptop, però, c’è un elemento che Huawei introduce per differenziarsi in maniera evidente rispetto alla concorrenza: si tratta della “Performance Mode” da 30W, grazie alla quale è possibile alzare prepotentemente l’asticella in termini di capacità computazionali. Una semplice formula magica (ossia la pressione contemporanea del tasto funzione e della lettera “P”) regala al device una poderosa accelerazione: unico requisito è in questo caso la connessione del device alla rete di alimentazione, utile ad alimentare il surplus di capacità di calcolo che il device è in grado di mettere in campo. Sarà sufficiente un rapido test su software quali Premiere, Photoshop o After Effects per intuire quanta potenza sia in grado di erogare la Performance Mode del MateBook X Pro: sarà sufficiente un Fn+P, insomma, per innamorarsi di un device che può far letteralmente volare i propri rendering e i propri lavori più onerosi in termini computazionali.

Huawei MateBook X Pro

Display professionale

Se c’è un protagonista assoluto sul MateBook X Pro, questo è lo schermo. Stiamo parlando infatti di un display Real Color FullView da 14,2 pollici e 3.1K high-resolution con certificazione TÜV Rheinland Eye Comfort 3.0 e supporto della tecnologia universale di uniformità del colore. Il nuovo X Pro è il primo laptop in assoluto ad ottenere la certificazione TÜV Rheinland Eye Comfort 3.0, certificazione che garantisce la bontà dell’esperienza visiva al termine di 17 severi test di qualità:

Il supporto per le gamme bicolore P3 e sRGB con un ΔE medio inferiore a 1, offre un’esperienza visiva più coinvolgente e immersiva. Inoltre, la tecnologia di uniformità del colore universale di MateBook X Pro assicura che la qualità e l’accuratezza del colore rimangano costanti anche durante la connessione multipla con altri dispositivi.

Ma non finisce qui: lo strato Nano Optical AR a controllo magnetico che riveste il display riduce il riflesso della luce del 60%, il che moltiplica la bontà dell’esperienza in ogni condizione di luminosità, facilitando la lettura e consentendo maggior libertà operativa in qualunque posizione, postazione e contesto operativo.

Nessuna luce riflessa e una resistenza potenziata ai graffi, ossia qualità garantita nel tempo e nello spazio per evitare qualsivoglia elemento di attrito nel lavoro di tutti i giorni: solo chi sa quanto questi elementi siano importanti può apprezzare la forza di questa proposta e il valore di queste peculiarità assolute.

Huawei MateBook X Pro

Interazioni smart

Immagina di poter controllare il display con semplici tocchi, ma senza l’onere di alzare il braccio e portare i polpastrelli sullo schermo stesso. Immagina, insomma, di poter avere un contatto diretto tra il pensiero e il display, la cui utilità possa essere espressa tramite semplici gesture sull’ampio touchpad. Con la nuova funzione HUAWEI Free Touch basterà far scivolare le dita con modalità predeterminate per attivare funzioni che richiederebbero altrimenti vari click o lunghi giri di mouse. Un esempio: basta bussare con una nocca per ottenere uno screenshot e basta bussare con due nocche per ottenere la registrazione video dello schermo. O ancora: è sufficiente far scivolare il polpastrello verso l’alto sul bordo sinistro del touchpad per aumentare la luminosità o è possibile abbassare il volume compiendo movimento opposto sul lato destro. Un tap in alto a sinistra minimizza una finestra, un tap in alto a destra la chiude del tutto. Per l’utenza Huawei si tratta di una novità perfettamente coerente con l’esperienza d’uso mobile: le gesture sono già state implementate anzitempo sull’iconica serie Mate e sono oggi ricontestualizzate in arricchimento all’esperienza sul laptop.

In tutto ciò non si son staccati gli occhi dal display, non si è dovuto fare alcun click reale e il corpo ha interagito direttamente con la macchina saltando un passaggio mentale: l’interfaccia è scomparsa e tra uomo e macchina è venuta a realizzarsi una interconnessione più profonda, istintiva, immediata. Più che un click è una pulsione; più che un comando è una trasformazione del device in un’estensione diretta del sistema nervoso.

Touchpad MateBook X Pro

Il touchpad non ha cornici tra sé e l’utente. Nessuna barriera – né fisica, né visiva – divide il pensiero dell’operatore dal codice macchina: il braccio, la mano e le dita sono soltanto un tramite per una connessione diretta che, attraverso le smart gesture, chiude finestre, alza il volume, abbassa la luminosità, ridimensiona gli elementi e compie tutta una serie di altre operazioni. Il design non è soltanto bellezza, né soltanto utilità: è significato, profondo, per una connessione più empatica tra il laptop e chi ne fa uso. E i dettagli non sono solo dettagli: sono valore.

Super Device

Se un valore aggiunto è evidente nel nuovo MateBook X Pro, questo è proprio il suo innestarsi all’interno dell’ecosistema dei Super Device di Huawei. Grazie a questa novità, infatti, i dispositivi fanno parte di una vera e propria famiglia di dispositivi in grado di connettersi per la cross-device collaboration: laptop, smartphone ed auricolari, ad esempio, sono in grado di dialogare per portare la produttività degli utenti alle stelle.

Quel che ne esce è un ecosistema univoco ed integrato, nel quale la scelta dei dispositivi Huawei restituisce valore crescente, facilità di scambio dei contenuti, business continuity e operatività senza limiti.

Sounds good

Montaggi video, streaming, videochiamate, presentazioni: queste e molte altre circostanze impongono un’esperienza che non si basa soltanto sulla percezione visiva, ma anche su quella uditiva. Così come in termini di qualità grafica il MateBook X Pro dimostra di aver superato ogni dispositivo concorrente, anche in termini audio Huawei va a scavare un solco importante che cancella ogni compromesso, donando anche a un terminale come un laptop una qualità sopraffina.

Sono sei gli altoparlanti inclusi nella sottile scocca in magnesio, con due set di woofer caratterizzati da design back-to-back (a tutto vantaggio dei bassi), mentre sono quattro i microfoni integrati per il miglior rilevamento del suono. I vantaggi risultano evidenti sia quando l’interazione è ravvicinata che quando si arriva anche a distanze di 5 metri (vedi tabella)

Huawei Sound - Livello Pro

Il MateBook X Pro è in grado dunque di fare la differenza soprattutto nella riduzione del rumore, raggiungendo nuovi livelli di eccellenza per riconsegnare un’esperienza di riunione da remoto del tutto ottimale. L’intervento dell’IA migliora ulteriormente ciò che si è riusciti a mettere in campo sul fronte hardware, mettendo nelle mani del software un miglioramento complessivo della cattura della voce umana ed un più raffinato bilanciamento tra voce e rumori di fondo.

Sia in input che in output, l’audio viene considerato come elemento centrale e questo dona alle videochiamate una qualità chiaramente superiore, accompagnata in questo impegno da una webcam HD incastonata nella sottile superficie superiore del display. Così facendo, il notebook diventa una finestra di qualità che consente la miglior immersività in qualsiasi dialogo a distanza, avvicinando l’utente con i suoi amici, colleghi, partner o clienti in quella che non è solo alta definizione, ma arriva ad essere vera e propria empatia.

Huawei MateBook X Pro

MateBook X Pro: prezzi e disponibilità

Il nuovo Huawei MateBook X Pro è disponibile in Italia nell’elegante colorazione Ink Blue al prezzo di lancio di 2199 euro. Fino al 19 settembre è possibile avere il monitor wireless Huawei MateView in omaggio gratuito: un regalo del valore di ben 649,90 euro a disposizione di tutti coloro i quali sapranno cogliere al volo l’occasione.

Huawei MateBook X Pro

A questa opportunità va aggiunto un codice coupon particolarmente interessante: è sufficiente inserire l’esclusivo codice AXPRO2022100 in fase di acquisto, infatti, per ottenere uno sconto extra di 100€: niente male per un top di gamma che ha appena fatto il proprio esordio.

Tutto è pensato, insomma, per costruire attorno al MateBook X Pro una nuova incredibile postazione di lavoro, creando attorno all’utente un ecosistema completo fatto di potenza, eleganza e versatilità. Garantisce Huawei, che all’interno dell’ecosistema di condivisione dei Super Device va ad aggiungere questo nuovo, prezioso, tassello.

In collaborazione con Huawei

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 set 2022
Link copiato negli appunti