Huawei risolve la crisi: ripristinata la capacità di produzione

Huawei risolve la crisi: ripristinata la capacità di produzione

Secondo il partner Guanghong Technology, Huawei ha ripristinato la piena capacità di produzione per i suoi smartphone.
Secondo il partner Guanghong Technology, Huawei ha ripristinato la piena capacità di produzione per i suoi smartphone.

Dopo due anni difficili, pare che Huawei sia riuscita a risolvere definitivamente i suoi problemi di produzione.

Guanghong Technology, partner della catena di approvvigionamento del colosso cinese, ha fatto sapere tramite la piattaforma interattiva per gli investitori che la capacità di produzione degli smartphone della compagnia è tornata a pieno regime.

Huawei: fine di una crisi di produzione durata due anni

Guanghong Technology collabora con Huawei sotto diversi aspetti, fornendo all’azienda il supporto alla produzione di telefoni cellulari, tablet, dispositivi indossabili e PC. Il rapporto della società conferma quanto dichiarato di recente dal direttore esecutivo di Huawei, Yu Chengdong:

L’offerta di telefoni cellulari di Huawei è stata notevolmente migliorata. L’anno scorso, la nostra fornitura in tal senso è stata molto difficile. Adesso, i nostri prodotti stanno tornando, quindi tutti coloro che desiderano acquistare uno smartphone del nostro marchio possono farlo facilmente. Questa è la notizia più importante“.

Nel 2021, Huawei ha speso oltre 22 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo per far fronte alle sanzioni statunitensi. È una cifra enorme, che il colosso tecnologico cinese si è visto costretto a spendere per affrontare con determinazione la messa al bando negli Stati Uniti.

A questa, si è aggiunta l’incapacità per l’azienda di far fronte alla domanda sempre più crescente degli utenti nel corso degli ultimi due anni. Un problematica che adesso sembra essere definitivamente rientrata, per un gigante che continua a investire parecchio nel settore tecnologico. In proporzione alle entrate, Huawei ha speso più di qualsiasi altra azienda al mondo al di fuori degli Stati Uniti.

Fonte: GizChina
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 mag 2022
Link copiato negli appunti