I CD a prova di copia sono già craccati

Su un sito tutte le istruzioni su come aggirare, in pochi passi, la nuova protezione Macrovision inserita in alcuni CD audio


Web – Poche settimane fa Macrovision annunciò pubblicamente che, già da qualche mese, erano in corso dei test presso alcune grosse case discografiche circa una nuova tecnologia anti-copia per i CD audio: SafeAudio.

Negli scorsi mesi le etichette coinvolte nei test hanno immesso sul mercato circa 100.000 CD protetti con SafeAudio allo scopo di verificare se ci fosse un incremento del tasso di resi e di CD malfunzionanti. Pare che i test abbiano avuto un discreto successo, e gli utenti non si siano accorti della differenza: tuttavia qualcuno ha già trovato il modo di bypassare anche questa ennesima protezione Macrovision.

Come riportato sul sito cdfreaks.com, SafeAudio non si basa su sofisticate tecniche di watermarking, le stesse prese in considerazione anche da Microsoft per la distribuzione di file audio su Internet, ma si limita ad impedire che l’utente possa estrarre digitalmente le tracce audio attraverso un computer ed un lettore CD-ROM.

Il meccanismo di protezione di Macrovision fa affidamento sugli algoritmi di correzione degli errori presenti in tutti i lettori di CD audio, un metodo che farà storcere il naso a più di un audiofilo. SafeAudio introduce infatti sul CD diversi errori che, mentre ogni lettore di CD e di CD-ROM riuscirà a correggere al momento della riproduzione, rimarranno invece tali se portati su hard disk, inficiando notevolmente la qualità dell’audio o impedendo del tutto la copia delle tracce.

Per ovviare a tutto ciò, cdfreaks.com la scorsa settimana ha rilasciato sul proprio sito una versione modificata del device virtuale che in Windows gestisce la lettura dei CD, una versione in grado di convertire in RAM le tracce audio in file WAV e montarli in memoria come volumi virtuali: questo consentirà all’utente di copiare semplicemente il contenuto del disco RAM sull’hard disk ed ottenere delle tracce “pulite”. Per ora questo trucco funziona solo su Windows 9x/Me.

La maggior sfida nel proteggere i CD audio consiste nel trovare, da parte di aziende come Macrovision, un meccanismo sufficientemente difficile da aggirare che, nello stesso tempo, non diminuisca in alcun modo la qualità e l’affidabilità dei CD. Una sfida che fino ad oggi nessuno sembra aver vinto, né Macrovision, che si ritrova con una protezione già facilmente craccabile e sospettata di diminuire l’affidabilità dei CD, né Cactus Data Shield, una giovane azienda che ha appena sviluppato una protezione, accusata di poter rovinare gli altoparlanti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MORGAN TORNA A CASA
    CERTO MORGAN.. TU QUANDO HAI INIZIATO A PROGRAMMARE IN ASSEMBLER CERTO ERI MEGLIO DI BILL GATES... CAVOLO ANCORA NON L'HAI SVILUPPATO IL S.O. CHE SPIAZZERA' LA M$???POVERINO.....- Scritto da: morgan
    Si tratta comunque solo di un'interfaccia
    che a onor del vero permette anche ai
    profani di iniziare ad
    utilizzare/amministrare il server
    agevolmente permettendo di imparare ad usare
    il prodotto gradualmente senza dover prima
    leggere tonellate di documentazione.

    Questo e` da sempre la causa di tutti i mali
    del mondo.....
    I prodotti Microsoft (Visual Basic
    innanzitutto, WinNt, Information Server, Sql
    Server, etc etc)
    permettono a qualsiasi utonto di spacciarsi,
    agli occhi di ignari clienti, come
    programmatori, amministratori, etc etc.

    Conseguenze: pseudo programmatori assurdi,
    senza le basi dell'informatica, con sorgenti
    illeggibili e con costrutti ridicoli (non e`
    tanto Vb ad essere ridicolo quanto chi
    programma solo in VB), falle di sicurezza
    ovunque, database incrocchiati, reti simili
    a ragnatele, e chi piu` ne ha piu` ne metta.





  • Anonimo scrive:
    unico come la malaria
       
  • Anonimo scrive:
    SQLSRV... bah!
    se non e' in grado di copiare un db da un sqlsrv ad un altro (non tra fonti non omogenee) mantendo le chiavi primarie, schemi, ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: SQLSRV... bah!
      - Scritto da: Gerkaè
      se non e' in grado di copiare un db da un
      sqlsrv ad un altro (non tra fonti non
      omogenee) mantendo le chiavi primarie,
      schemi, ecc.
      Ma che stai a di.
      • Anonimo scrive:
        Re: SQLSRV... bah!
        fatto 2 min fa...ho creato un nuovo db su un sqlsrvimportato le tabelle con l'enterprise managerda un altro sqlsrv e... magicamente...ne chiavi (nel source c'erano)ne identity (nel source erano!)entrambi sqlsrv 2000!provare per credere.
        • Anonimo scrive:
          Re: SQLSRV... bah!
          Tralasciando il fatto che SQL Server offre una miriade di possibilita' per copiare un database da un server all'altro, tra le quali la piu' pratica se devi copiare tutto e' quella di fare un backup/restore (se non ci sono problemi di compabilita' con le collation), se sfrutti le funzionalita' di trasferimento oggetti puoi specificare se trasferire o no i constraint ecc.Per quel che si puo' capire da come hai descritto il problema direi che qualcosa non e' stato fatto correttamente.Non mai riscontrato problemi per questo tipo di attivita'.
        • Anonimo scrive:
          Re: SQLSRV... bah!
          - Scritto da: Qullochestaaddi
          fatto 2 min fa...

          ho creato un nuovo db su un sqlsrv
          importato le tabelle con l'enterprise manager
          da un altro sqlsrv e... magicamente...

          ne chiavi (nel source c'erano)
          ne identity (nel source erano!)Guarda almeno le iconcine e lo scritto soprai bottoni.Che altrimenti ci esce un nuovo articolo su Punto-Informatico....
        • Anonimo scrive:
          Re: SQLSRV... bah!
          Ma cosa combini ??? Il fatto che Tu non riesca a farlo non significa che il prodotto non ne sia capace !!!Fatto la stessa cosa anche io ed ha migrato tutto: hai usato il "Copy Database Wizard" o la cannuccia della Coca-Cola ???Puoi anche usare DTS avendo cura di selezionare le opzioni opportune che Ti garantiscono anche la copia dello schema.Ti consiglierei di leggere un ottimo libro su SQL Server 2000 (Inside SQL Server 2000 di Ron Sukup) magari impari a farlo correttamente. Ne esiste uno altrettanto bello anche sul DTS.
      • Anonimo scrive:
        Re: SQLSRV... bah!
        P.S. per provare devi avere piu' di un sqlsrv ;O)
      • Anonimo scrive:
        Re: SQLSRV... bah!
        Se trasferisci il database da un server ad un altro puoi usare il Copy Database Wizard, lo trovi nei wizard sotto la voce Management.Puoi anche usare l'import wizard (che ti permette di copiare i dati anche all'interno dello stesso server), in questo caso hai tre scelte:1)Copy tables and views from the source database2)Use a query to specify the data to transfer3)Copy objects and data between SQL Server databasesNel tuo caso la terza scelta è quella che ti serve, le altre sono utili per spostare i dati, eventualmente trasformandoli durante la migrazione.Se disabiliti il check Use default options e entri nella maschera di editing delle opzioni vedrai che hai il pieno controllo su cosa copiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: SQLSRV... bah!
      Non è capace ??? Ma cosa dici ??La cosa più bella che M$ abbia inserito a partire da SQL 7.0 è il DTS, basato su tecnologia OLEDB: basta avere uhn OLEDB provider e si possocono copiare, replicare, pubblicare e trasformare dati su qualsiasi sorgente per il quale esista il relativo provider.In azienda abbiamo un DB in replica, pubblicato da un DB2 su OS/390 verso 800 SQL Server 2000: funziona tutto come un orologio grazie all'OLEDB Provider fornito con Host Intergration Server (HIS/SNA).Addirittura esiste un OLEDB Provider per Active Directory che permette di sparare SELECT e JOIN sul Directory Service.Su ORACLE non puoi copiare un DB da un sistema ad un altro a meno che non si usi proprio DTS di SQL.Ma che vuoi di più ???
      • Anonimo scrive:
        Re: SQLSRV... bah!
        Voglio una ballerina cubana che balli nuda sullo switch!E che laM$ di decida a copiare il logo di PostgreSQl per SQLsrv (oh, a me l'elefantone piace...)!
  • Anonimo scrive:
    X --
  • Anonimo scrive:
    in 24 ore? ha ha ha
    ha ha ha ha ha h ah h ah ahahsi ai laboratori russi, sennò gli mandano una hiroshima a redmond.E a tutti gli altri clienti?
    • Anonimo scrive:
      Re: in 24 ore? ha ha ha
      - Scritto da: m
      ha ha ha ha ha h ah h ah ahah

      si ai laboratori russi, sennò gli mandano
      una hiroshima a redmond.

      E a tutti gli altri clienti?Anche a me hanno risposto in 24 ore eppure non gli smarrivo mica del plutonio :)
      • Anonimo scrive:
        Re: in 24 ore? ha ha ha
        Gli altri clienti non sono cosi stupidi da creare un utente sa;E poi si vede che non hai mai chiamato l'assistenza Oracle io per fortuna ho smesso e da allora mi sento un'altro.
        • Anonimo scrive:
          Re: in 24 ore? ha ha ha
          - Scritto da: Ginko
          Gli altri clienti non sono cosi stupidi da
          creare un utente sa;
          E poi si vede che non hai mai chiamato
          l'assistenza Oracle io per fortuna ho smesso
          e da allora mi sento un'altro.E' comunque stupida l'interfaccia che ti permette di fare una cosa simile se poi dopo il motore va in crisi..........
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha

            E' comunque stupida l'interfaccia che ti
            permette di fare una cosa simile se poi dopo
            il motore va in crisi..........L'interfaccia (Enterprise Manager) ha sempre avuto parecchi bug, e se vogliamo proprio dirla tutta in alcuni casi la "usability" lascia un p'o' a desiderare (ad esempio la modalita' di ordinamento delle griglie che visualizzano l'attivita' del server oppure gli innumerevoli problemi di refresh).Si tratta comunque solo di un'interfaccia che a onor del vero permette anche ai profani di iniziare ad utilizzare/amministrare il server agevolmente permettendo di imparare ad usare il prodotto gradualmente senza dover prima leggere tonellate di documentazione.Dietro le quinte l'Enterprise Manager utilizza solo comandi Transact-SQL e stored procedure di sistema.Con il tempo chi amministra SQL Server tende ad utilizzare sempre meno l'Enterprise Manager e sempre di piu' i comandi diretti tramite Query Analyzer.
          • Anonimo scrive:
            Ecco il problema di microsoft
            Si tratta comunque solo di un'interfaccia che a onor del vero permette anche ai profani di iniziare ad utilizzare/amministrare il server agevolmente permettendo di imparare ad usare il prodotto gradualmente senza dover prima leggere tonellate di documentazione.Questo e` da sempre la causa di tutti i mali del mondo.....I prodotti Microsoft (Visual Basic innanzitutto, WinNt, Information Server, Sql Server, etc etc)permettono a qualsiasi utonto di spacciarsi, agli occhi di ignari clienti, come programmatori, amministratori, etc etc.Conseguenze: pseudo programmatori assurdi, senza le basi dell'informatica, con sorgenti illeggibili e con costrutti ridicoli (non e` tanto Vb ad essere ridicolo quanto chi programma solo in VB), falle di sicurezza ovunque, database incrocchiati, reti simili a ragnatele, e chi piu` ne ha piu` ne metta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco il problema di microsoft
            - Scritto da: morgan
            Questo e` da sempre la causa di tutti i mali
            del mondo.....
            I prodotti Microsoft (Visual Basic
            innanzitutto, WinNt, Information Server, Sql
            Server, etc etc)
            permettono a qualsiasi utonto di spacciarsi,
            agli occhi di ignari clienti, come
            programmatori, amministratori, etc etc.

            Conseguenze: pseudo programmatori assurdi,
            senza le basi dell'informatica, con sorgenti
            illeggibili e con costrutti ridicoli (non e`
            tanto Vb ad essere ridicolo quanto chi
            programma solo in VB), falle di sicurezza
            ovunque, database incrocchiati, reti simili
            a ragnatele, e chi piu` ne ha piu` ne metta.Mi trovi piu' o meno daccordo.E' vero che ci sono troppe persone che non hanno un solido background e si spacciano per quello che non sono solo perche' sanno fare "click-click con il mouse" studiare a fondo il prodotto.Il sistema educativo Italiano, aihme, non e' molto d'aiuto.Ci sono pero' anche troppi manager, responsabili ecc ecc che non hanno la piu' pallida idea di cosa vuol dire formare le persone.Spesso mi trovo a fare formazione a persone che sono state spedite a fare il corso e poi non gli danno neanche 1 giorno per poter approfondire le cose.Purtroppo molti considerano la ricerca ed il tempo speso per l'autoformazione post-corso un inutile perdita di tempo che al limite una persona può fare nel tempo libero.Purtroppo, come in tutte le cose, l'esperienza conta ed e' fondamentale "mettere le mani sul prodotto".Just my .2 cents...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco il problema di microsoft
            ...l'ultima volta che ho tenuto un corso su SQLsrv i miei corsisti scaricavano video porno...Incapace io? No, è che tutti pensano "tanto il click sul pulsante lo so fare anche io, poi al massimo premo F1..."Quando invece insegni loro il PL/SQl e cominciano a non capire un cazzo (nonsotante sia semplicissimo) vedi come seguono!Ma torniamo tutti alle shell che è meglio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco il problema di microsoft
            CERTO MORGAN.. TU QUANDO HAI INIZIATO A PROGRAMMARE IN ASSEMBLER CERTO ERI MEGLIO DI BILL GATES.. BUFFONE- Scritto da: morgan
            Si tratta comunque solo di un'interfaccia
            che a onor del vero permette anche ai
            profani di iniziare ad
            utilizzare/amministrare il server
            agevolmente permettendo di imparare ad usare
            il prodotto gradualmente senza dover prima
            leggere tonellate di documentazione.

            Questo e` da sempre la causa di tutti i mali
            del mondo.....
            I prodotti Microsoft (Visual Basic
            innanzitutto, WinNt, Information Server, Sql
            Server, etc etc)
            permettono a qualsiasi utonto di spacciarsi,
            agli occhi di ignari clienti, come
            programmatori, amministratori, etc etc.

            Conseguenze: pseudo programmatori assurdi,
            senza le basi dell'informatica, con sorgenti
            illeggibili e con costrutti ridicoli (non e`
            tanto Vb ad essere ridicolo quanto chi
            programma solo in VB), falle di sicurezza
            ovunque, database incrocchiati, reti simili
            a ragnatele, e chi piu` ne ha piu` ne metta.





          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha
            Allora bastava un semplice controllo sulla stringa del nome fornito in inputcosiche' quando viene viene eseguito il create user .....il commando viene rifiutato perche' nella stringa contenete il nome utente ci sono dei caratteri che non possono essere accettati.Comunque il problema non e' un banale controllo su un campo in input, e roba del genere ce ne sara anche sotto Oracle o DB2....errori li facciamo tutti (Anche se si tratta dell'API di creazione degli utenti di un DB, che non e' cosa da poco).Mi sembra che ci sia un calo costante della qualita' del software MS......i service pack diventano sempre piu' frequenti, quello che dovrebbe essere un'eccezione e' diventata la regola.IO non avrei scelto SQL6.5 per gestire un arsenale nucleare.
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha
            - Scritto da: MV[SNIP]
            Mi sembra che ci sia un calo costante della
            qualita' del software MS......i service pack
            diventano sempre piu' frequenti, quello che
            dovrebbe essere un'eccezione e' diventata la
            regola.Non direi... sul mio portatile c'e' installatoWindows 2000 Professional da piu' di un annoe non ho mai dovuto reinstallarlo.Funziona egregiamente pur avendo installatodecine e decine di software.L'unico vero problema che ho avuto, e mi ha causato crash contini per una settimana, e' legato all'installazione di un plug-in per i file midi (Crescendo) che ha installato in background Webhancer che a sua volta ha messo dei hook a basso livello che hanno causato il problema.Una passata di AdAware della Lavasoft (tool che pulisce la macchina da questi software maledetti) e tutto e' tornato come prima.Anche i Service Pack mi sembrano migliorati notevolmente.Gli ultimi 2 di SQL Server (SP3 per la 7.0 e SP1 per la 2000) erano gia' stabilissimi in beta.
            IO non avrei scelto SQL6.5 per gestire un
            arsenale nucleare.Ma dai :-) non c'erano mica collegate le testate, a quanto ho capito era solo un tool gestionale.
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha
            - Scritto da: MV
            qualita' del software MS......i service pack
            diventano sempre piu' frequenti, quello cheNon so se sia vero, ma non lo è ad esempio per Win NT 4. A detta della M$ infatti, non è ancora stato rilasciato il SP7 perché a parità di tempo sono ancora lontani dal numero di patch che avevano incluso nei precedenti SP.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha

            Non so se sia vero, ma non lo è ad esempio
            per Win NT 4. A detta della M$ infatti, non
            è ancora stato rilasciato il SP7 perché a
            parità di tempo sono ancora lontani dal
            numero di patch che avevano incluso nei
            precedenti SP.Le voci di corridoio che ho raccolto io dicono che non sara' mai rilasciato un vero e proprio service pack 7, ma solo una specie di "mini" service pack, costituito da tutti gli hotfix che sono stati rilasciati, da installare post service pack 6a.
          • Anonimo scrive:
            Re:...
            - Scritto da: Gianluca
            Le voci di corridoio che ho raccolto io
            dicono che non sara' mai rilasciato un vero
            e proprio service pack 7, ma solo una specie
            di "mini" service pack, costituito da tutti
            gli hotfix che sono stati rilasciati, da
            installare post service pack 6a.Esatto, anche se sei rimasto un po' indietro :-)Stai infatti parlando del Security Roll-up Package che è uscito diversi giorni fa e che io ho subito installato ;-)Ciao ciao
          • Anonimo scrive:
            Re:...

            Esatto, anche se sei rimasto un po' indietro
            :-)

            Stai infatti parlando del Security Roll-up
            Package che è uscito diversi giorni fa e che
            io ho subito installato ;-)

            Ciao ciaoA dire il vero mini-service pack di cui si vociferava doveva (dovrebbe?) includere anche le Active Directory extensions che non mi sembra siano incluse nel secuity rollup (si posso scaricare cmq da qui http://www.microsoft.com/windows2000/server/evaluation/news/bulletins/adextension.asp )
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha


            che a onor del vero permette anche ai profani di iniziare ad utilizzare/amministrare il server Cioe', se ho ben capito, permette ad uno che non ne capisce nulla di database di inizare a far danni da subito, senza bisogno di capire cosa stia fecendo... mi sembra, come si puo' dire?? Un concetto geniale, una rivoluzione copernicana: prima inizia a configurare tutto, e poi cerchi di capire cosa hai fatto e dove sono finiti i tuoi dati...
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha
            Direi che se qualcuno affidati i suoi dati ad una persona che sta iniziando ad utilizzare un prodotto ha qualche problema. In compenso chi deve iniziare ad utilizzarlo puo' imparare gradualemnte. Il fatto che il 90% delle persone che mettono le mani su un database server non abbiano la piu' pallida idea di cosa stiano facendo e' un'altra storia. Ma a quel punto non e' piu' colpa dei prodotti...
          • Anonimo scrive:
            Re: in 24 ore? ha ha ha
            Dopo aver frantumato il record di performance TPC-H e TPC-W (www.tpc.org) ed aver ottenuto le certificazioni C2 e C3 del Pentagono, ai detrattori di SQL 2000 non resta che aggrapparsi all'interfaccia.Signori, le schifezze di M$ sono da altre parti, questo è un gioellino di prodotto.P.s. = Se non ti và bene l'interfaccia, puoi scriverti la Tua usando SQL-DMO e C++ , non è difficile !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: in 24 ore? ha ha ha
      Considerando: i diversi livelli di supporto (gratuiti e a pagamento) i diversi canali diretti (PSS, Knowledge Base, risorse web, newsgroups DirectAccess), i diversi canali indiretti (newsgroups pubblici, communities), gli innumerevoli prodotti ed infine la base degli utenti da supportare, direi che il supporto di Microsoft e' eccellente.Certo se chiami il PSS e gli dici "mi e' crashato il server dove ho installato una dozzina di prodotti, non ho la piu' pallida idea di cosa stessero facendo gli utenti e la cosa non e' riproducibile" cosa pretendi che qualcuno ti possa dare una mano ?Se hai un problema ed e' riproducibile c'e' sempre qualcuno pronto a darti una mano.Il PSS da sempre puo' richiedere un hotfixper particolari problemi. Tanto per dareun'idea della cosa guarda quanti hotfixsono stati fatti solo per il Kernelftp://ftp.microsoft.com/bussys/sql/transfer/sql80/sqlservr/
  • Anonimo scrive:
    Quanto guadagna un buon DBA.....
    ...di MS SQL Server 2000?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto guadagna un buon DBA.....
      Può fatturare 1000000 al giorno ed anche più
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto guadagna un buon DBA.....
        Realisticamente parlando: zona Roma, si parte dalle 250.000 al giorno fino ad arrivare alle 800.000-1ml nel caso di esperienza decennale. Parlo cmq di dba in generale. Dba SQL server si contano sulla punta delle dita quindi dovresti partire da una buon lordo giornaliero ;-).- Scritto da: Ginko
        Può fatturare 1000000 al giorno ed anche più
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto guadagna un buon DBA.....
      Molto D+ un DBA Oracle. O anche DB2 UDB. Ma li devi stare attento a non fare cazzate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto guadagna un buon DBA.....
        UAO CHE RISPOSTA PAURA!!!! MA COME STAI???- Scritto da: -rj-
        Molto D+ un DBA Oracle. O anche DB2 UDB. Ma
        li devi stare attento a non fare cazzate...
  • Anonimo scrive:
    SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
    E' un ottimo prodotto, volendo fare una battuta polemica forse perchè il motore che sostiene la GUI non è di Microsoft (consorzio Microsoft/Ibm/Sybase).Rimane cmq un ottimo prodotto, sopratutto se si scende nel profondo del linguaggio T-SQL, si posso realizzare moltissime applicazioni, acedendo anche ad oggetti del SO, omettendo quindi sviluppo asp/Visual Basic.Insomma rapporto prestazione/qualità/scalabilità assolutamente positivo. Onere ad Oracle ma cmq SQL Server ci si avvicina di molto sopratutto per le esigenze reali delle PMI.SalutiAndyP.S. Sto programmando da 2 anni in T-SQL ed ancora oggi rimango strabiliato della perfetta integrazione e facilità di gestione delle SP integrate con il SO.
    • Anonimo scrive:
      Re: SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
      - Scritto da: andy
      E' un ottimo prodotto, volendo fare una
      battuta polemica forse perchè il motore che
      sostiene la GUI non è di Microsoft
      (consorzio Microsoft/Ibm/Sybase).A dire il vero il motore Microsoft/Sybasee' stato abbandonato dalle versione 6.0che e' stata completamente reingegnerizzatada Microsoft per integrarsi completamentecon le API di NT abbandonando il supportoper altre piattaforme.Per il resto sono daccordo con te, e' ungran prodotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
        Sono pienamente daccordo.Sql Server e` un grandissimo prodotto ....paragonato ad access ;;;;Chiaro che voi Oracle non lo avete mai visto....
        • Anonimo scrive:
          Re: SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
          - Scritto da: morgan
          Sono pienamente daccordo.
          Sql Server e` un grandissimo prodotto
          ....paragonato ad access ;;;;

          Chiaro che voi Oracle non lo avete mai
          visto....Io si. E non rimpiango SQLServer.
        • Anonimo scrive:
          Re: SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
          - Scritto da: morgan
          Sono pienamente daccordo.
          Sql Server e` un grandissimo prodotto
          ....paragonato ad access ;;;;... sigh ...
          Chiaro che voi Oracle non lo avete mai
          visto....Io ho fatto il corso di amministrazione di Oracle 7.1 e ci ho "smanettato" un p'o'.Per il resto lo conosco per quello che mi serve: fare delle analogie a livello architetturale (transaction-log vs redo-log/rollback segments ecc) per facilitare le persone che fanno i corsi di SQL Server proveniendo da Oracle.Tu invece conosci SQL Server ?Non direi visto il paragone con Access...
    • Anonimo scrive:
      Re: SQL SERVER NON SI DISCUTE :)
      Si sono svegliati con la version 2000 le altre non sono degne del nome 'dbms'...
  • Anonimo scrive:
    XML ma vi rendete conto?
    Fabi e Pisano: SQL Server 2000 è il primo server in grado di lavorare, sia in ambito aziendale che in ambito internet, gestendo XML sia in fase di input che di risultato. Ma vi rendete conto? Meglio di Oracle! Qesta si che è innovazione!!! E poi non è vero che perde i records (succedeva solo a DBIII).Potete ribellarvi, potete usare il telnet con MySql ma il futuro è XML anche nei database.E se non sapete a cosa vi serve l'XML vuol dire che siete proprio antichi, già in estinzione!
    • Anonimo scrive:
      Re: XML ma vi rendete conto?
      Si si...vai avanti con Sql e i suoi non standard....(pareAccess) che io mi tengo Oracle, (che di solito non ha buchi)...
      • Anonimo scrive:
        Re: XML ma vi rendete conto?
        - Scritto da: morgan
        Si si...
        vai avanti con Sql e i suoi non
        standard....(pare
        Access) che io mi tengo Oracle, (che di
        solito non ha buchi)...
        I nuovi Oracle hanno la i che vuol dire internet aspetta e vedrai (per quanto riguarda i buchi io ho sviluppato su oracle per 4 anni ce ne sono a iosa soprattutto in developer)
    • Anonimo scrive:
      Re: XML ma vi rendete conto?
      Vero, il futuro e' overheadare i dati... XML=formato che fa magicamente diventare 2k di dati 20... meglio il comma delimited...
      • Anonimo scrive:
        Re: XML ma vi rendete conto?
        - Scritto da: BastaIdiozie
        Vero, il futuro e' overheadare i dati...
        XML=formato che fa magicamente diventare 2k
        di dati 20... meglio il comma delimited...Gia' che ci sei perche' non usi i tracciati cobol a lunghezza fissa cosi' risparmi anche sul separatore.Peccato che cosi' i dati li sai trattare solo con un programma apposito.....se invece l'overhead sta nella capacita' di autodescrivere il dato in modo che tutti possano interpretarlo, ben venga; cosi' avremo uno standard di interpretazione dei dati.Direi che hai detto una bella idiozia....
        • Anonimo scrive:
          Re: XML ma vi rendete conto?
          Se... cmq. si poteva strutturare la cosa in modo migliore evitando di taggare ogni dato con la denominazione dello stesso che, come detto prima, è uno spreco di spazio.
          • Anonimo scrive:
            Re: XML ma vi rendete conto?
            - Scritto da: Idiozia2
            Se... cmq. si poteva strutturare la cosa in
            modo migliore evitando di taggare ogni dato
            con la denominazione dello stesso che, come
            detto prima, è uno spreco di spazio.Spazio e prestazioni.Ma in input, dove di solito il volume è basso, non inficia il risultato.In output, pensando ormai al sempre prevalente uso dei database su internet, è un vantaggio enorme.Ovviamente, si spera che una volta "dentro" i dati non rimangano in XML.Se poi il volume è enorme, allora si tratta di una grossa migrazione.Secondo me è una gran cosa.Ovviamente, è solo una delle cose; Che ha senso usare quando si deve. Se serve, si usa. Se non serve, non si usa.
          • Anonimo scrive:
            Re: XML ma vi rendete conto?
            - Scritto da: l
            Spazio e prestazioni.]zac[Il punto e' sempre quello, bilanciare facilita', dimensione e prestazioni.Se devo impiegare un giorno per importare dei dati mi frega assai della semplicita'.La soluzione migliore e' quella di un formato flessibile che permetta all'utente di scegliere il sistema migliore.Il concetto che piu' roba c'e' e' piu' si alzano le probabilita' di problemi pesanti non e' una cosa da liquidare con banalita'.Sono falliti miseramente un sacco di tentativi di avere sistemi banali da usare, perche' per banalizzare un problema introducevano altri problemi ancora' piu' difficili da tenere a bada.Pensate a access, nato e costruito per fare grandi cose, e' utilizzabile solo per piccoli e semplici progetti.Nell'ambito professionale si accetta tranquillamento una complessita' elevata se si ha una elevata affidabilita' e prestazione.
  • Anonimo scrive:
    Precisione, PLZ!!!!!!!!!!!!
    "SQL" indica un linguaggio, usto anche da Access, da Adabas D, da MySQL, da Oracle, ..."SQL server " è il prodotto di microsoftCerchiamo di tenere distinte le 2 cose!!!M$ non è (ancora, almeno) proprietaria di SQL
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisione, PLZ!!!!!!!!!!!!
      Ma è l'unica ad aver realizzato, oltre al suo dialetto SQL, il migliore esempio esistente di QBE query by example! Prima di access le QBE esistevano di fatto solo sui libri universitari
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisione, PLZ!!!!!!!!!!!!
      - Scritto da: Salkaner
      "SQL" indica un linguaggio, usto anche da
      Access, da Adabas D, da MySQL, da Oracle,
      ...


      "SQL server " è il prodotto di microsoftPrecisione per precisione:"Microsoft SQL Server" è il prodotto diMicrosoft poi c'e' GNU SQL Server ecc. ecc.:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Precisione, PLZ!!!!!!!!!!!!
        - Scritto da: Gianluca
        Precisione per precisione:

        "Microsoft SQL Server" è il prodotto di
        Microsoft poi c'e' GNU SQL Server ecc. ecc.e chù'ahi ragione anche te, ^___^
Chiudi i commenti