I notebook? Buoni solo per gossip e pornografia

C'è del marcio in quel laptop: una ricerca inglese svela l'abitudine di usare i portatili aziendali per spettegolare sui colleghi e scaricare musica e contenuti hard. Con rischi per la sicurezza personale e dell'impresa

Roma – Sono gli americani i più grandi consumatori di pornografia sui portatili dell’ufficio, mentre agli inglesi spetta il primato per l’invio di materiale confidenziale e per il gossip via email. Gli abitanti di Singapore sono invece i più disinvolti nel download della musica da Internet e nell’utilizzo dei videogiochi.

Questi alcuni dei dati che emergono da una ricerca condotta da Monica Whitty della Queen’s University di Belfast, assieme alla nota company per la sicurezza online SurfControl : l’indagine ha coinvolto più di 1.000 individui residenti in Australia, Olanda, Singapore, Regno Unito e Stati Uniti.

Gli statunitensi occupano le posizioni di testa anche quando si parla di giocare con il pc aziendale e di spettegolare. Fanno loro compagnia, in cima alle classifiche meno meritorie, britannici e abitanti di Singapore, mentre a sorpresa gli olandesi risultano quasi sempre i più virtuosi tra gli intervistati.

Il quadro non è dei più confortanti per i datori di lavoro: quasi tutti i loro dipendenti ignorano o fingono di ignorare i rischi legati ad attività come l’ utilizzo di archivi portatili su USB o il download del porno sulle macchine dell’ufficio. Molto spesso poi circolano informazioni importanti via email, una procedura poco sicura che con pochi clic potrebbe esporre l’azienda a gravi perdite di dati .

Se una volta molto tempo veniva speso a spettegolare davanti alla macchina del caffè, oggi è la posta elettronica il mezzo preferito per sparlare dei colleghi (o del capo): gli impiegati si scambiano indiscrezioni (e lo fanno in egual misura uomini e donne), notizie o addirittura filmati. Sebbene possano apparire attività innocenti, potrebbero comunque risultare utili ad un malintenzionato .

La superficialità con la quale vengono condivise queste informazioni è dimostrata dalla scarsa consapevolezza dei rischi: i dipendenti ritengono che eventuali furti di informazioni o di identità sarebbero una responsabilità del capo o dell’azienda, incapaci (secondo gli intervistati) di salvaguardare i dati conservati nei laptop.

Uno degli aspetti più interessanti della ricerca è proprio la fiducia che i lavoratori ripongono nei loro portatili : la maggioranza del porno scaricato finisce proprio nei notebook, ritenuti generalmente più al sicuro da sguardi indiscreti , perché seguono ogni sera l’utilizzatore a casa.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mario Napoli scrive:
    Censure ed Internet
    E' vero cì è una tendenza dei Governi a controllare la Rete, ma io non lo vedo come il male principale per deu motivi: 1) E' impossibile controllare tutti i siti, tutte le pagine, tutti i blog. 2) Ma perchè il controllo , se c'è, si vede sempre da un punto di vista negativo?! Se ci sarà un maggiore controllo da parte dei Governi, ci sarà anche un minore spazio per i criminali che troppo spesso hanno usato le rete con la garanzia di impunità. Poi non è detto che tutti i cittadini siano cosi sprovveduti ed ingnoranti tecnologicamente, da non sapere come evitare questi controlli. Si parla di controllo sociale, sul popolo. Sarebbe bello poter vivere nella più assoluta libertà ed anarchia, ma purtroppo anche perchè il pianeta è piccolo per la grande popolazione che lo abita, una forma di controllo sociale, è purtroppo necessaria. Eppoi io penso che queste "oppressioni da controllo" siano in parte dei falsi miti messi in circolazione da individui od organizzazioni che sotto la bandiera della (estrema ed anarchica) libertà vogliono perseguire scopi non sempre trasparenti ed eticamente corretti. MI ricorda un poco il discorso della Privacy, che chissa perchè, viene sempre invocato dagli avvocati dei delinquenti o da deipendenti fannulloni che volgiono sottrarsi a quelli che sono i doveri del loro ufficio!
  • ilmusico scrive:
    A questo punto...
    A questo punto, anche se avevo previsto (sulla base di quanto ho letto su Punto Informatico, sino ad ora)quello che sta velocemente profilandosi, mi chiedo (fra tante possibili considerazioni) cosa ci separa dal modello cinese. Per certi versi, mi sembra che tutti i governi di questo pianeta, si siano consorziati , per formare una popolazione 'addomesticata',plasmabile secondo i loro programmi di controllo e per ottenere il cosiddetto ordine sociale, anche a livello planetario. Non ci vuole molto , per capire come il Potere ( in senso lato)abbia da sempre, perseguito questo scopo. Adesso , grazie alle varie tecnologie inerenti Internet, lo puo' fare tranquillamente. Alla faccia della tanto decantata Libertà. Da quando in qua' , il significato e la messa in pratica di questo Ideale (per Il Quale, innumerevoli persone, in tutto il mondo si sono immolate, soffrono, vengono torturate)deve essere stabilito e imposto da governi che continuano ad autodefinirsi , democratici? Posso capire che i Capi di nazioni basate su sistemi autoritari , di libertà , non vogliano sentir parlare o la combattono apertamente. Ma non ammetto l'ipocrisia , sempre più dilagante tra i governi occidentali, per tradizione ' Democratici'. Ora, prendendo atto che la Democrazia, ha le sue regole (e quindi una specie di ...regolamento etico-sociale)dico che da questo, passare ad una forma , più o meno subdola, di controllo ...dittatoriale, ne passa! Eccome! Vorrà dire che ci trasformeremo in tanti Spartacus , sperando di non fare , in chiave moderna, la stessa fine. Di fronte a questa prospettiva che ormai, pare stia, ripeto, diventando (se non lo è di già)una realtà tutt'altro che accettabile, mi pongo e pongo, questa domanda , a quanti frequentano questo sito:- Possiamo contrapporre un sistema, per ostacolare questo controllo di tipo autocratico, multinazionalistico e di intelligence (eh già, c'è pure questo aspetto, da considerare)? Ah, anche se direttamente non collegato a questo argomento, chiedo: quanti di Voi, sanno che nella cosiddetta UE, esiste la Legge sul Mandato di Arresto Europeo? E in cosa consiste? Quanti sanno, che il dissenso, nell'Unione Europea, non è ammesso o, per lo meno , mal tollerato? Ciao. Il Musico
  • non autenticato scrive:
    Dio ci salvi dai demagoghi
    Per salvare la rete dobbiamo salvare la politica dai demagoghi. Non votateli! Parlate sempre contro ogni forma di demagogia, puntualizzate su tutto, entrate nel merito su tutto, denunciate la loro malafede, in qualunque forma e ad ogni occasione. Il baratro delle cività l'hanno aperto i demagoghi.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Dio ci salvi dai demagoghi
      Concordo ma non è una cosa facile!Già il fatto che in italia non puoi votare un singolo partito con certe idee perchè fa parte di una qualizione che la pensa diversamente su tutto.Per non parlare di singolo e associazioni che vengono a stracciare l'anima a chi non si fa infinocchiare dal sentito dire dei media tradizionali
  • Awesome scrive:
    Ed io disdico l'abbonamento...
    Si disdirò l'qabbonamento che ho con il mio operatore, non capisco (lo capisco, lo capisco) perchè ci deve essere gente anzi gentaglia che deve per forza agire nel silenzio, se un governo fa schifo è giusto che si sappia, se ci sono cose sbagliate in giro è giusto che si sappiano.Invece di andare avanti, andiamo sempre più dietro.Ben venga il riscaldamento della terra, il diluvio universale, e la piggia di meteore.
  • gaia75 scrive:
    in parole povere,
    questo significa "distruzione" del mondo virtuale e tutta la sua storia, nato per una nuova cultura libera e spaziosa ... Spaziosità già ridotta al millesimo di un blog da bacheca e figuriamoci se il peggio deve ancora arrivare.... Lo dissi molto prima di loro, un po' di anni fa: " sparirà il meglio di internet e di noi insomma, a favore di una sordida manovra darricchimento di pochi spacciata come azione necessaria e indispensabile per tutti"... :
  • martasport 918 scrive:
    Non abbiamo piu dignità
    Ste gente ha trovato il modo per togliercela!!!Ormai ovunque andate in banca al supermercato,ovunque avete un occhio puntato che guarda cosa fate come fate e perchè!!!Il bello sapete cos'è?è che chi non è raggiungibile in questi modo è definito anche un furfante!!E riuscire a controllare anche internet è l'unico modo per non farcela riprendere!!
    • d scrive:
      Re: Non abbiamo piu dignità
      Ce la stiamo togliendo da soli, accettando supinamente tutte le porcherie che fanno...comodo dare la colpa agli "altri"...
    • Esempio Da Lodare ? scrive:
      Re: Non abbiamo piu dignità
      In una dittatura è difficile, 1/6 delle invenzionimilitari USA per esempio sono per la Repressionedelle manifestazioni popolari, a che serve quellaspesa in una democrazia ?Camion con antenna a Microonde che stimola le terminazioni, nervose del dolore, non si muorema e come se si venisse immersi nell'olio frittoil dolore è lo stesso.Onde ultrasoniche che stimolano il labirinto e tifanno perdere l'equilibrio e vomitare.TUTTO STUDIATO PER I CITTADINI, NON PER LA GUERRA !!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Non abbiamo piu dignità
      il il TPP ovvero Terrorismo, Pirateria e Pedofilia si fa di tutto per giustificare azioni censorie al limite dell'assurdo.
  • alessandro fiorini scrive:
    mai avvalare la censura
    in tempi non sospetti ero contro la santa guerra contro i dialer (beccandomi un sacco di insulti irripetibili), oppure contro la richiesta " popolare " che le autorità intevengano per abbolire (o ghettizzare) il porno (ci sono i bambini ... ma il genitore che lascia un bimbo solo davanti al pc con internet è un pessimo genitore)è sempre così, si comincia con le cose che sembrano giuste e si va a finire che le cosiddette autorità avranno il sopravvento e censureranno tutto quello che non è di loro gradimento ...tolleranza gente ... ci vuole tolleranza se vogliamo tenerci internet libera ... ma forse è troppo tardi :|
    • Esempio Da Lodare ? scrive:
      Re: mai avvalare la censura
      e già tardi, in Italia ci son ben 4 casi di censura usatia scopo privato e non per sicurezza della gente.AARMS in Primis, coperta dal governo al quale fa comodo lesue entrate.
    • Sgabbio scrive:
      Re: mai avvalare la censura
      Il porno non fu ne ghettizato ne abolito, hanno solo rotto giustamente le scatole alle società che con i dialer guadagna un sacco di soldi.
  • Uollas scrive:
    Soluzione: un sistema decentralizzato
    Usate Osiris sistema decentralizzato, anonimo e gratuito per creare la creazione di portali serverless!!!Lo trovate qui: http://osiris.kodeware.net/Contribuite alla crescita del progetto ;)
    • ero scrive:
      Re: Soluzione: un sistema decentralizzato
      Quale progetto?
    • ero scrive:
      Re: Soluzione: un sistema decentralizzato
      Il progetto di chi?
    • Non authenticat scrive:
      Re: Soluzione: un sistema decentralizzato
      Internet è già un sistema decentralizzato!Non accorgersene o non rendersene conto da la misura del come e del perchè certi tipi di controllo possano essere attuati.Più che un progetto serve COSCIENZA di ciò che internet è e delle sue potenzialità.Serve ad esempio la voglia di usare ciò che si ha adisposizione e ridurre o annullare la "dipendenza" da alcuni servizi essenziali (ad esempio perchè non usare un proprio DNS?) perchè non chiedere al proprio provider (lo si paga coi propri soldi) di non attuare (come fanno alcuni) NAT (Network Address Translation)? e che il proprio IP sia un IP pubblico? (come DEVE essere se si vuole chiamare "Internet" il "servizio" contrattualizzato).Sulla rete non c'è alcuna distinzione logica tra i nodi non esistono "utenti" e "fornitori", tutti sono utenti e tutti (compresi gli ISP) sono fornitori.Certo questo vuole dire coscienza e conoscenza, ma come insegna già Socrate non c'è libertà senza queste due cose!
    • Ofiuco scrive:
      Re: Soluzione: un sistema decentralizzato
      amen :|
  • Babbo Morto scrive:
    I Lucchetti e la repressione di Pi.....
    ......sono dimostrazione che il VIRUS della repressione dilaga.
    • d scrive:
      Re: I Lucchetti e la repressione di Pi.....
      ...e che il virus dell'ignavia e della passivita' dilaga tra la gente.
    • arcibaldo68 scrive:
      Re: I Lucchetti e la repressione di Pi.....
      - Scritto da: Babbo Morto
      ......sono dimostrazione che il VIRUS della
      repressione
      dilaga.a me piace questa nuova veste :D
    • Bluto scrive:
      Re: I Lucchetti e la repressione di Pi.....
      Perchè non funziona mai niente qui!!??
  • rinco scrive:
    wewew
    weewrerer
Chiudi i commenti