I notebook CULV proliferano

La piattaforma a basso consumo di Intel approda anche sugli ultraportatili di Asus e Packard Bell. La prima la propone su sistemi con display da 13 e 15 pollici, la seconda su un netbook da 11 pollici
La piattaforma a basso consumo di Intel approda anche sugli ultraportatili di Asus e Packard Bell. La prima la propone su sistemi con display da 13 e 15 pollici, la seconda su un netbook da 11 pollici

Se la piattaforma Intel Atom è praticamente un elemento fisso tra i netbook sotto gli 11 pollici, quella CULV – anch’essa targata Intel – lo sta per diventare nel segmento dei laptop con schermo compreso fra 11 e 15 pollici. A evidenziare questo trend è stata la fiera IFA di Berlino, dove alcuni dei principali produttori di notebook hanno annunciato sistemi ultraportatili o thin and light basati sui processori ultra-low voltage (ULV) di Intel.

Asus U30 In diretta competizione con Samsung, e con la sua neonata famiglia di portatili Serie X , anche Asus e Packard Bell hanno svelato laptop basati su CULV. La nuova linea di Asus si chiama UL , contrazione del termine UnLimited , ed è attualmente composta da due modelli: l’ U30 , con display da 13,3 pollici e peso di 1,5 Kg, e l’ U50 , con schermo da 15,6 pollici e peso di 2,3 Kg. Indipendentemente dalla dimensione dello schermo, la risoluzione è di 1366×768 pixel.

Entrambi i sistemi sono equipaggiati con il chipset Intel GS45, 4 GB di RAM, hard disk SATA da 5400 RPM, webcam da 0,3 megapixel, batteria a 8 celle da 5600 mAh, porta HDMI, 3 USB, modulo 802.11n, modulo Bluetooth 2.1 e adattatore Gigabit Ethernet. L’U50 include inoltre un drive DVD Super Multi.

Il modello U50 esiste in due versioni: l’ AG , che condivide con l’U30 un chipset grafico integrato GMA 4500MHD, e la VG , che include anche una GPU GeForce G 210M con 512 MB di memoria. In quest’ultima versione l’utente può scegliere, grazie ad una funzione chiamata GraphiX Boost , se utilizzare il chip grafico dedicato di Nvidia, più potente ma anche più avido di energia, oppure il chip integrato di Intel.

Asus U30

Il sistema operativo pre-installato sui nuovi portatili CULV di Asus è Windows Vista Home Premium, ma l’utente avrà la possibilità di richiedere l’aggiornamento gratuito a Windows 7.

I nuovi notebook della serie Asus UL sono disponibili al pubblico con prezzi a partire da 699 euro per la serie UL30 e 799 euro per la serie UL50, che includono un anno di garanzia internazionale e un anno di garanzia kasko, in grado di coprire eventuali danni accidentali.

Packard Bell dot m/u
Il primo portatile di Packard Bell basato sulla piattaforma CULV si chiama dot m/u e si può far rientrare, anche grazie al prezzo contenuto, nella categoria dei netbook. Caratterizzato da uno schermo con diagonale di 11,6 pollici e risoluzione di 1366 x 768 pixel, il mini notebook pesa da 1,18 a 1,33 Kg a seconda della batteria montata e misura, nel suo punto più sottile, circa mezzo pollice (poco meno di 1,3 cm). Il suo touch pad supporta le multi-gestures , che permettono di utilizzare due dita per effettuare operazioni di navigazione, scorrimento e zoom.

Grazie al chipset Intel GMA 4500MHD, il sistema è in grado di riprodurre video HD fino alla risoluzione 1080p e supportare le librerie DirectX 10, ma il suo modestissimo numero di stream processor lo rende poco adatto per il gioco.

Restando in tema di multimedia, il dot m/u integra la tecnologia Dolby Headphone , che simula l’audio multicanale con un comune paio di cuffie stereo.

La CPU al cuore del sistema è un Core 2 Solo SU3500 a 1,4 GHz, la memoria RAM ammonta a 2 GB (espandibile a 4 GB) e l’hard disk interno ha una capacità di 320 GB (ma è disponibile anche un modello da 500 GB). Fanno poi parte della dotazione tutti i componenti che ci si aspetta di trovare in un netbook, come modulo WiFi 802.11g, lettore di memory card 5-in-1, porta HDMI, 3 porte USB, microfono e webcam VGA. Manca solo il modulo Bluetooth, che al pari del modem 3G è opzionale.

La batteria integrata può essere a 3 o 6 celle, e in quest’ultimo caso il produttore dichiara un’autonomia massima di 8 ore. Il sistema operativo è invece Windows Vista Home Premium, ma a partire dal 22 ottobre il portatile sarà disponibile con l’equivalente edizione di Windows 7.

Dot m/u è già disponibile sul mercato a un prezzo indicativo di 399 euro IVA inclusa.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti