I piani per il digitale terrestre 2.0

Il governo prepara il terreno al nuovo passaggio di tecnologia per le trasmissioni televisive in digitale, un passaggio che va a braccetto con l'asta delle frequenze per il 5G. Ce lo chiede l'Europa, e questa volta i tempi sono brevi

Roma – La legge di bilancio attualmente in discussione in Parlamento riguarda anche un fatto tecnologico importante, vale a dire lo switch off delle attuali trasmissioni televisive digitali DVB-T e il passaggio al nuovo standard DVB-T2 . Una “seconda generazione” di digitale terrestre che avrà evidentemente effetti generali per tutta la popolazione , richiederà un aggiornamento degli apparati e permetterà altresì di diffondere con maggior velocità le comunicazioni mobile sulle reti di quinta generazione (5G).

La legge preparata dal Ministro dell’economia e delle finanze prevede che le operazioni necessarie per il passaggio alle nuove trasmissioni vengano messe in campo tra l’1 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022 , data quest’ultima che rappresenterà lo spegnimento definitivo di tutte le trasmissioni DVB-T nazionali e quindi sancirà la compiuta transizione a DVB-T2.

Lo switch-off era inizialmente previsto già dal 2017 , e permetterà alle emittenti televisive di adottare tecnologie di trasmissione molto più moderne primo fra tutte l’ algoritmo di compressione video HEVC/H.265 . Con HEVC sarà possibile trasmettere segnali di maggior qualità (e risoluzione) a parità di bitrate, o si potranno “compattare” un maggior numero di canali nelle frequenze assegnate al digitale terrestre.

Proprio la questione delle frequenze rappresenta l’elemento dirimente del passaggio a DVB-T2, visto che le frequenze comprese nella banda dei 700 MHz dovranno essere liberate dalle trasmissioni televisive per essere assegnate alle comunicazioni cellulari 5G.

Con l’asta prossima ventura per il 5G il governo prevede di incassare almeno 2,5 miliardi di euro , mentre per alleggerire il peso economico dello switch off da DVB-T si parla di una “mancetta” da 100 milioni di euro scaglionata negli anni 2019-2022.

Di mancetta si tratta, in effetti, se si considera che le famiglie italiane dovranno obbligatoriamente acquistare nuovi televisori (per i modelli acquistati prima del 2017), decoder esterni compatibili DVB-T2 e magari gli interventi di ammodernamento necessari agli impianti di antenna condominiali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • djechelon scrive:
    RFC 4941
    Marco, io ho una stima infinita per te ed i tuoi articoli.Ma qui ahimè hai fatto un po' uno scivolone.Qualcuno ci ha già pensato ed ha risolto il problema brillantemente con uno standard ufficiale IETF, che occorre veramente poco ad adottare a livello di sistemi operativi commerciali.Si chiama RFC4941 e lo trovi qui: https://tools.ietf.org/html/rfc4941.html3.3. Generating Temporary Addresses [ADDRCONF] describes the steps for generating a link-local address when an interface becomes enabled as well as the steps for generating addresses for other scopes. This document extends [ADDRCONF] as follows. When processing a Router Advertisement with a Prefix Information option carrying a global scope prefix for the purposes of address autoconfiguration (i.e., the A bit is set), the node MUST perform the following steps:In pratica il meccanismo ti permette di creare una connessione a due siti diversi con IP diversi ma naturalmente con lo stesso prefisso a 64 bit.Quindi lo stesso livello di privacy di una rete LAN domestica dove non si sa quante persone sono attaccate al wifi
  • Nomen omen scrive:
    Sei un idiota panda
    Haters gonna hate, no matter what.Support for IPv6 SLAAC Privacy ExtensionsAs of this writing the following operating systems support Privacy Extensions for SLAAC(RFC 4941):All versions of Windows after Windows XPAll versions of Mac OS X from 10.7 onwardAll versions of iOS since iOS 4.3All versions of Android since 4.0 (ICS)Some versions of Linux**I have setup RFC 4941 addresses on Debian Linux, so I can testify to it working. Assuming IPv6 networking is already enabled and working, adding privext 2 to your interface specification in /etc/network/interfaces should do the trick.A parte che uso qualsiasi tool mi consenta di ottenere il risultato, quando si ignorano i fatti, meglio starsene zitti. Altrimenti, come succede a te, si fa la figura degli ignoranti.Interessante: some version...
  • utOnto scrive:
    domanda da profano.
    Se io spopho il mio MAC address dandone uno inventato di sana pianta, il mio ipv6 come verrebbe composto allora. Inoltre se l'IPv6 me lo assegna il provvider, come fa sa saper lui, prima di collegarmi la prima volta, che MAC addr ho?Ed ultima per pura curiosità: mi si fotte la scheda di rete e la cambio? Mi cambiano l'ip se non comunico il MAC non posso piu transitare ??C'e' qualcosa che non mi torna in tutto sto discorso dell'ip costruito CON il mio MAC addr...
  • Vincenzo Fibadei scrive:
    Spersonalizzazione dei cittadini, atto n
    "Perché mai, per meglio lottare contro i pedoterrosatanisti, deve essere necessario poter eseguire ricerche sull'intera popolazione di questo pianeta?"A mio parere perchè lo scopo non è la lotta ai deviati, ma la lotta alla non conformità all'ideale dell'uomo nuovo.Un interessante indizio a supporto è il nuovo metodo di classificazione dei cittadini approvato dal recente congresso del partito <s
    unico </s
    comunista cinese. (Fonte:https://www.rischiocalcolato.it/2017/11/cina-lanno-zero.html )
    • 976416 scrive:
      Re: Spersonalizzazione dei cittadini, atto n
      Hai detto qualcosa di condivisibile, ma niente che già non sappiamo.Sono le masse la fuori che dovrebbero andare prima da uno psicanalista e poi iniziare a essere informate di queste cose.Temo che niente di questo sarà fatto, cosicché il futuro rimane costruito da chi è più sveglio delle masse addormentate...
  • Mao99 scrive:
    Info
    Grazie mille per articolo, non sapevo che fosse così il 6.Grazie.Per il resto ho smesso di pensare che l'Europa facesse in Ns bene dall'entrata dell'Euro, ma se nussuno si lamenta va bene così, come detto alla fine dell'articolo.
    • info scrive:
      Re: Info
      Ognuno fa i suoi interessi. La lira era una delle monete più deboli del mondo e si svalutava da paura già di suo. Se non entravamo nell'Euro, ora avresti in tasca soldi dal valore della carta igienica. Anche perché nel frattempo c'è stata una delle più grandi crisi economiche globali, di cui ne hanno risentito tutti, dalla Grecia agli USA. L'Italia cicala e corrotta, fra furbi vari, specialmente a sud, ma non solo, si è fatta trovare con le braghe calate. Sono questi e altri i motivi per cui ci sono difficoltà. Quelli che ti dicono che è l'Euro la causa di tutti i mali, ti prendono per il XXXX. Ti sviano additando un capro espiatorio a vanvera e raccontandoti un sacco di balle. Fanno i loro interessi, non sono i tuoi amici, ti manipolano. Non farti XXXXXXX.
      • monte scrive:
        Re: Info
        Tutti quelli che hanno potere ti fregano, semplicemente perché al potere ci arrivano, dopo una durissima selezione, solo i peggiori, quelli che hanno XXXXto tutti gli altri.Non farti XXXXXXX da una ideologia costruita per te.
    • Nomen omen scrive:
      Re: Info
      Il 6 non è così.Punto.
  • Lorenzo scrive:
    MAC
    L'ip univoco potrebbe essere noioso , per il mac address invece ...#!/bin/bashifconfig eth0 downMAC=$(printf '%02X:%02X:%02X:%02X:%02X:%02Xn' $[RANDOM%256] $[RANDOM%256] $[RANDOM%256] $[RANDOM%256] $[RANDOM%256] $[RANDOM%256])ifconfig eth0 hw ether $MACifconfig eth0 up
    • ben10 scrive:
      Re: MAC
      Usa questo che è meglio....macchanger --random --bia eth0... forse ignori che non tutti i MAC generati col tuo script sono validi: se generi un MAC con il bit di multicast a 1 allora non è un MAC valido (quindi il tuo script non funziona perchè genera un MAC che non si puo' usare) e inoltre lo capiscono tutti che è un MAC generato e non reale se non è un bia (burned-in-address) come descritto dal secondo bit dopo il bit multicast nel primo ottetto.
      • Lorenzo scrive:
        Re: MAC
        tutto e' migliorabile , era solo per dire che non e' un grosso problema cambiare un mac , e non e' un problema grosso generarne uno valido , bash e ifconfig ci sono di base , macchanger va installato , anche se farlo e' banale , ma il punto non e' come lo fai ma se sia fattibile con semplicita' .
      • cliffhanger scrive:
        Re: MAC
        E' anche possibile settare macchanger per cambiare automaticamente il MAC ad evento, senza star li a rompersi le scatole....
  • xte scrive:
    Temo che l'autore non abbia chiara
    la situazione attuale... Con tutti i dispositivi vulnerabili, chiusi e immanutenibili (router, firmware proprietari ovunque ecc) IPv6 non aiuta la sorveglianza di una virgola, per lo meno aiuta assai meno di quanto non spinga soluzioni distribuite, aperte.Oggi uno dei principali ostacoli ai servizi distribuiti è proprio il nat, un domani (e già da tempo per un certo numero di utenti) ognuno con ipv6 global potrà molto più comodamente scambiarsi files, offrire servizi, parlare ip2ip ecc. Tutte cose che abbiamo da tempo in stato quiescente per mera scomodità d'uso.Un banale esempio: voglio videosorvegliare casa mia. Nessun problema: ip cam in ipv6, ipsec parziale, mi collego direttamente, non servirà più appoggiarsi a dyndns vari, avere problemi di nat ecc. Voglio passare un file: hey collega lancia ncat che ti invio nGb di filmato delle vacanze. Semplice e lineare, quasi come essere in una LAN.
    • 26df0eb3476 scrive:
      Re: Temo che l'autore non abbia chiara

      Un banale esempio: voglio videosorvegliare casa
      mia. Nessun problema: ip cam in ipv6, ipsec
      parziale, mi collego direttamente, non servirà
      più appoggiarsi a dyndns vari, avere problemi di
      nat ecc. Voglio passare un file: hey collega
      lancia ncat che ti invio nGb di filmato delle
      vacanze. Semplice e lineare, quasi come essere in
      una LAN.Volete vedere come i troll cambiano opinione a seconda dell'articolo? Cercate i commenti in qualche articolo su un malware IOT.
      • xte scrive:
        Re: Temo che l'autore non abbia chiara
        Potresti argomentare?Non mi risulta di esser mai stato un troll, per quando non cerchi i miei post, quindi qualcuno può postare a mio nome senza che lo sappia.Sull'IoT, il fatto che il 100% dei device proprietari siano dei colabrodi non vedo come possa esser toccato dall'IPv6... È chiaro che per casa mia mi faccio soluzioni gestibili, al netto di quel che offre il mercato.
  • 8b4a9821fbf scrive:
    Non esageriamo
    ... ha scatenato un peana di lodi verso l'UE, descritta come la "paladina della privacy delle persone".Per smentire cotanto entusiasmo può bastare una singola frase ... Non esageriamo, il sistema di potere è abbastanza forte che tra le decine di persone coinvolte nella stesura di una legge riesce a trovare sempre il corrotto che ci infila la XXXXXta, ma non è che una XXXXXta invalida l'intera legge. Comunque bisogna ancora vedere come alla fine le direttive saranno implementate, tecnicamente non è poi così semplice, servirebbe un upgrade massiccio della rete anche se già adesso i gestori loggano i MAC address, inoltre passando da una rete WiFi ad una rete fissa o cellulare gestita da un operatore diverso per riassegnare l'IP servirebbe un database condiviso. Un po' di ottimismo viene dal fatto che quando si dovrà passare ai fatti gli inglesi (si spera) dovrebbero essere fuori dalla UE e loro (insieme agli olandesi) sono tra quelli che spingono di più per il tecnocontrollo.
  • maxsix scrive:
    E poi dopo sto pistolotto
    Critica finale a tutti, tranne a quello che ci viene a dire dove va a fare colazione la mattina.Autorevolezza = 0.Può andare.
    • Fan innamorato di Bertuccia il macaco scrive:
      Re: E poi dopo sto pistolotto
      Ma ti rendi conto della figura di palta che hai appena fatto?Quando avrai tatuato il tuo ip6 sulla pelle e su tutte le tue navigazioni, come te le tirerai le pippe on line? Cassandra ha ragione, tu sei tra questi: "Per quel che vale, ma giusto per puntualizzare, tutto questo avviene grazie a quelli che se ne fregano perché tanto "non hanno niente da nascondere"."
      • ... scrive:
        Re: E poi dopo sto pistolotto
        - Scritto da: Fan innamorato di Bertuccia il macaco
        Quando avrai tatuato il tuo ip6 sulla pelle e su
        tutte le tue navigazioni, come te le tirerai le
        pippe on line?Le pippe online non sono mica illegali...Soprattutto considerando colossi di mercato quali MFC, dove ci stanno modelle che tiranno centinaia di migliaia di dollari al mese, figurati se vanno a vietare o anche solo a demonizzare modelli di business di questa portata.
        Cassandra ha ragione, tu sei tra questi: "Per
        quel che vale, ma giusto per puntualizzare, tutto
        questo avviene grazie a quelli che se ne fregano
        perché tanto "non hanno niente da
        nascondere"."Modi per nascondersi ce ne saranno sempre, per chi sa.Per tutti gli altri che "non hanno nulla da nascondere", amen.
      • maxsix scrive:
        Re: E poi dopo sto pistolotto
        - Scritto da: Fan innamorato di Bertuccia il macaco
        Ma ti rendi conto della figura di palta che hai
        appena
        fatto?

        Quando avrai tatuato il tuo ip6 sulla pelle e su
        tutte le tue navigazioni, come te le tirerai le
        pippe on line?
        Partendo dal presupposto che sta storia è vecchia come il mondo ora hai capito uno dei motivi per cui ipv6 fatica a prendere piede.Se ne parlava.... hmmmm.... 6 anni fa, forse di più.
      • azz scrive:
        Re: E poi dopo sto pistolotto
        Ci sono quelli che non hanno nulla da nascondere e quelli che non sanno nascondere nulla.....la differenza è tanta!!!
    • 8b4a9821fbf scrive:
      Re: E poi dopo sto pistolotto
      - Scritto da: maxsix
      Critica finale a tutti, tranne a quello che ci
      viene a dire dove va a fare colazione la
      mattina.

      Autorevolezza = 0.

      Può andare.Sembra una trollata studiata apposta per convincere gli altri commentatori a sostenere la tesi di Cassandra. Il classico trucco di estremizzare tutto trasformando le discussioni in confronti in cui i lettori si sentono invogliati a schierarsi da una parte o dall'altra In realtà la tua e la sua sono due esagerazioni.
      • maxsix scrive:
        Re: E poi dopo sto pistolotto
        - Scritto da: 8b4a9821fbf
        - Scritto da: maxsix

        Critica finale a tutti, tranne a quello che
        ci

        viene a dire dove va a fare colazione la

        mattina.



        Autorevolezza = 0.



        Può andare.

        Sembra una trollata studiata apposta per
        convincere gli altri commentatori a sostenere la
        tesi di Cassandra. Il classico trucco di
        estremizzare tutto trasformando le discussioni in
        confronti in cui i lettori si sentono invogliati
        a schierarsi da una parte o dall'altra


        In realtà la tua e la sua sono due esagerazioni.Il mio è un commento che nasce da considerazioni fatte 6 anni fa.Si vede che Calamari è come i bug di Linux.Ci si arriva dopo 5 anni (come minimo).E tutto sto pistolotto quando oramai gli amici di Google, Facebook, Twitter, Amazon conoscono anche se abbiamo un pelo incarnito al XXXX con il vetusto e bistrattato ipv4.Dai, Calamari(o) sta raschiando il fondo del barile.
        • 9212ba673ba scrive:
          Re: E poi dopo sto pistolotto

          E tutto sto pistolotto quando oramai gli amici di
          Google, Facebook, Twitter, Amazon conoscono anche
          se abbiamo un pelo incarnito al XXXX con il
          vetusto e bistrattato
          ipv4.Ti sei dimenticato di quell'azienda che usa un identificativo unico. Sarà un caso?Comunque per me quella direttiva ha aspetti positivi e negativi. Se veramente in futuro riuscissero a mettere in pratica l'associazione univoca sarebbe un ulteriore peggioramento. Però sono un po' scettico.
          • maxsix scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto
            - Scritto da: 9212ba673ba

            E tutto sto pistolotto quando oramai gli
            amici
            di

            Google, Facebook, Twitter, Amazon conoscono
            anche

            se abbiamo un pelo incarnito al XXXX con il

            vetusto e bistrattato

            ipv4.

            Ti sei dimenticato di quell'azienda che usa un
            identificativo unico. Sarà un
            caso?
            Chi, Apple?Quando qualcuno mi dimostrerà nei suoi bilanci una voce specifica di ricavi dati dalla profilazione la includerò volentieri.Fino ad allora mi baso sulle carte. E le carte dicono questo.
            Comunque per me quella direttiva ha aspetti
            positivi e negativi. Se veramente in futuro
            riuscissero a mettere in pratica l'associazione
            univoca sarebbe un ulteriore peggioramento. Però
            sono un po'
            scettico.La domanda è: arriverà ipv6?La risposta è no.Titoli di coda, applausi per tutti, e baci in bocca alle attrici che lo meritano.
          • 26df0eb3476 scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto


            Ti sei dimenticato di quell'azienda che usa
            un

            identificativo unico. Sarà un

            caso?


            Chi, Apple?
            Quando qualcuno mi dimostrerà nei suoi bilanci
            una voce specifica di ricavi dati dalla
            profilazione la includerò
            volentieri.
            Ottima scusa. Punta tutto sul fatto che l'utonto non si rende conto che informazione è potere.
          • maxsix scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto
            - Scritto da: 26df0eb3476


            Ti sei dimenticato di quell'azienda che
            usa

            un


            identificativo unico. Sarà un


            caso?




            Chi, Apple?

            Quando qualcuno mi dimostrerà nei suoi
            bilanci

            una voce specifica di ricavi dati dalla

            profilazione la includerò

            volentieri.



            Ottima scusa. Punta tutto sul fatto che l'utonto
            non si rende conto che informazione è
            potere.Nessuna scusa, le succitate aziende da me nominate hanno a bilancio la suddetta voce (più di una in molteplici forme). E' il loro core business (per Amazon non proprio, ma comunque c'è).I bilanci sono passati da società di revisione e alla lente d'ingrandimento degli addetti al settore, giornalisti e untori sopratutto per Apple (vedi argomento tasse che tanto tiene banco).Quando uscirà qualcosa di concreto sono pronto a includerla nella suddetta lista.Fino ad allora nisba. E se la cosa ti fa impazzire, pazienza.
          • 26df0eb3476 scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto


            Nessuna scusa, le succitate aziende da me
            nominate hanno a bilancio la suddetta voce (più
            di una in molteplici forme). E' il loro core
            business (per Amazon non proprio, ma comunque
            c'è).

            I bilanci sono passati da società di revisione e
            alla lente d'ingrandimento degli addetti al
            settore, giornalisti e untori sopratutto per
            Apple (vedi argomento tasse che tanto tiene
            banco).

            Quando uscirà qualcosa di concreto sono pronto a
            includerla nella suddetta
            lista.

            Fino ad allora nisba. E se la cosa ti fa
            impazzire,
            pazienza.Ripeto. Informazione è potere.
          • maxsix scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto
            - Scritto da: 26df0eb3476



            Nessuna scusa, le succitate aziende da me

            nominate hanno a bilancio la suddetta voce
            (più

            di una in molteplici forme). E' il loro core

            business (per Amazon non proprio, ma comunque

            c'è).



            I bilanci sono passati da società di
            revisione
            e

            alla lente d'ingrandimento degli addetti al

            settore, giornalisti e untori sopratutto per

            Apple (vedi argomento tasse che tanto tiene

            banco).



            Quando uscirà qualcosa di concreto sono
            pronto
            a

            includerla nella suddetta

            lista.



            Fino ad allora nisba. E se la cosa ti fa

            impazzire,

            pazienza.

            Ripeto. Informazione è potere.Ripeto i bilanci di Apple, fino a prova contraria che aspetto a braccia aperte, dicono il contrario. Punto e fine del discorso, ma sempre pronto a ricredermi con prove alla mano.
          • 0cf505c1623 scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto

            Ripeto i bilanci di Apple, fino a prova contraria
            che aspetto a braccia aperte, dicono il
            contrario.
            Quali bilanci? Quelli dei paradise papers o quelli degli accordi fiscali tenuti nascosti per anni?
            Punto e fine del discorso, ma sempre pronto a
            ricredermi con prove alla
            mano.Dici punto perchè non sai che dire. Apple riceve una enorma quantità di pubblicità occulta dai gmedia, coma la paga? In soldi fuori bilancio o gli da acXXXXX ai dati ? Conta che i media fanno parte del sistema di potere e sarebbero ben felici di avere quei dati.Come altro può usare quei dati? Pressioni sui politici per trattamenti fiscali favorevoli? Pressioni sui fornitori? Pressioni sui privati che hanno dispute con loro? Ho solo fatto degli esempi, ci sono tanti modi di sfruttare le informazioni, non devono per forza essere a bilancio.
          • maxsix scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto
            - Scritto da: 0cf505c1623

            Ripeto i bilanci di Apple, fino a prova
            contraria

            che aspetto a braccia aperte, dicono il

            contrario.



            Quali bilanci? Quelli dei paradise papers o
            quelli degli accordi fiscali tenuti nascosti per
            anni?
            Appunto, vedi che le cose vengono fuori?Come mai questa di cui stiamo parlando no?Aspetto prima di giudicare a priori.Un piccolo discernimento sulla questione panama papers.Vorrei che si vedesse tutta la faccenda sotto la giusta ottica.Qui si parla di elusione fiscale, non di evasione.E' una differenza FONDAMENTALE.
            , ma sempre pronto a

            ricredermi con prove alla

            mano.

            Dici punto perchè non sai che dire. Apple riceve
            una enorma quantità di pubblicità occulta dai
            gmedia, coma la paga? In soldi fuori bilancio o
            gli da acXXXXX ai dati ? Conta che i media fanno
            parte del sistema di potere e sarebbero ben
            felici di avere quei
            dati.
            Come?Guarda che è l'esatto contrario.Google paga ad Apple, per stare dentro al famoso walled garden miliardi di dollari.Uno a caso:http://www.lastampa.it/2017/08/18/tecnologia/news/google-paga-apple-miliardi-allanno-per-rimanere-sulliphone-S75aek0ZAfHeTRRCFkV5RJ/pagina.htmlScritto nero su bianco.
            Come altro può usare quei dati? Pressioni sui
            politici per trattamenti fiscali favorevoli?
            Pressioni sui fornitori? Pressioni sui privati
            che hanno dispute con loro?
            O le scie chimiche, magari o dare una risposta finale ai complottisti mondiali, siamo andati o no sulla luna?Qui di favori fiscali non c'è nemmeno l'ombra, qui c'è un sistema di elusione fiscale consolidato e usato da TUTTI. Addirittura dalla corona inglese.Giusto per farti capire meglio, perchè hai una parvenza d'intelligenza, l'elusione fiscale ci sta dando a noi "onesti pagatori" dei XXXXXXXX a tutti. Per i seguenti motivi:1) paghiamo le tasse anche per mantenere gente esperta in materia proprio per evitare che qualcuno possa eludere il sistema2) i pagatori "onesti" si sentono doppiamente presi per il XXXX, perchè se chi evade rischia (ed è una sua scelta), chi elude non rischia niente, perchè lo fa NELLA LEGGE. Quindi, perchè loro si e noi no?

            Ho solo fatto degli esempi, ci sono tanti modi di
            sfruttare le informazioni, non devono per forza
            essere a
            bilancio.A bilancio c'è quello che c'è. Se poi vuoi buttare complotti a destra e a manca, prego accomodati pure, ci sono i pentastellati codardi (!) e XXXXXXXXX a ripetizione pronti ad ascoltarti e a darti man forte.Detto questo vuoi che iniziamo a parlare di Google?
          • mementomori scrive:
            Re: E poi dopo sto pistolotto
            - Scritto da: maxsix
            La domanda è: arriverà ipv6?
            La risposta è no.Ah no? Come risolvi la saturazione dello spazio di indirizzi ipv4? Per certe aree del pianeta non solo è necessario ma è già tardi...Ovviamente non devi rispondere a una domanda retorica.
        • n&C scrive:
          Re: E poi dopo sto pistolotto
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: 8b4a9821fbf

          - Scritto da: maxsix


          Critica finale a tutti, tranne a quello
          che

          ci


          viene a dire dove va a fare colazione la


          mattina.





          Autorevolezza = 0.





          Può andare.



          Sembra una trollata studiata apposta per

          convincere gli altri commentatori a
          sostenere
          la

          tesi di Cassandra. Il classico trucco di

          estremizzare tutto trasformando le
          discussioni
          in

          confronti in cui i lettori si sentono
          invogliati

          a schierarsi da una parte o dall'altra





          In realtà la tua e la sua sono due
          esagerazioni.

          Il mio è un commento che nasce da considerazioni
          fatte 6 anni
          fa.
          Si vede che Calamari è come i bug di Linux.

          Ci si arriva dopo 5 anni (come minimo).

          E tutto sto pistolotto quando oramai gli amici di
          Google, Facebook, Twitter, Amazon conoscono anche
          se abbiamo un pelo incarnito al XXXX con il
          vetusto e bistrattato
          ipv4.

          Dai, Calamari(o) sta raschiando il fondo del
          barile.Certo che un XXXXXXXX come te che va a fare le pulci a Calamari...
    • Nomen omen scrive:
      Re: E poi dopo sto pistolotto
      Hai ragione maxsis, ma per altri motivi.SLAAC.E panda rossa non ha mai capito un ca..o cosa cerchi di spiegargli?
      • trollAlert scrive:
        Re: E poi dopo sto pistolotto
        - Scritto da: Nomen omen
        Hai ragione maxsis, ma per altri motivi.
        Come fai a dare ragione ad un troll che spara XXXXXXX senza motivi seri solo perché per caso si avvicina alla tua idea?
        SLAAC.
        No. In teoria si può SLAAC aggirare, in pratica è impossibile perché costerebbe miliardi ed introdurrebbe tempi di latenza in una fase già abbastanza incasinata.
        E panda rossa non ha mai capito un ca..o cosa
        cerchi di spiegargli?Che fai? Stai cercando di dare una ragione al trollaggio?
        • Nomen omen scrive:
          Re: E poi dopo sto pistolotto
          Tu invece non sei un XXXXX!Argomenti 0.Maxsis ha stavolta ragione.Capita.Calamari ha scritto na XXXXXXX.Capita.
  • Anonymous scrive:
    Giusto
    Bravo Calamari, tutto vero.Sono anni che cerco di spiegarlo ad amici e colleghi, purtroppo la maggiorparte di loro essendo a digiuno di conoscenze tecniche non riesce a capire o nella migliore delle ipotesi capisce ma non se ne interessa né è in grado di ragionare sulle conseguenze future ed usi malevoli che una tecnologia così pervasiva come l'IPv6 consentirà di realizzare.Pensate solo quando qualunque dispositivo elettronico dotato di una connessione di rete avrà il suo IPv6 pubblico univoco ed indissolubilmente legato alla vostra identità. O direttamente una /64 a voi associata per sempre, a prescindere dai vostri MAC o da chi vi fornirà connettività. Il tecnocontrollo totale delle comunicazioni avverrà presto, grazie anche (o soprattutto) all'ignoranza ed ignavia delle persone. Sembra una storia già scritta.Pochi saranno in grado di non essere vittime di questo sistema di sorveglianza e soprattutto, cosa ancora più difficile, non comparire come singolarità, ovvero come anomalie (per analogia non è difficile hackerare un sistema informatico, quanto riuscire a farlo senza lasciare tracce).Avendo studiato bene il sistema cercherò di essere uno di quelli.
    • ... scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: Anonymous
      cosa ancora più difficile, non comparire come
      singolarità, ovvero come anomalie (per analogia
      non è difficile hackerare un sistema informatico,
      quanto riuscire a farlo senza lasciare
      tracce).Il problema non sta nel non lasciare tracce, ma nel non lasciarne di vistose.Tracce piccole e poco significative le puoi tanquillamente lasciare, tanto solo per scovarle e ricondurle a te con elevata accuratezza sono richieste ingenti risorse e tempo, che solo in pochi hanno o sono disposti a spendere. Quindi fino a quando non dai grande fastidio a questi pochi, sei relativamente al sicuro.
    • Nomen omen scrive:
      Re: Giusto
      Tutto vero prima della rfc citata in molti commenti.Quindi non accurato.Succede.
  • Mago scrive:
    il solito
    Come al solito i macachi soccomberanno o verranno sottomessi, si compra una scheda rete con mac variabile, oppure scaffale , loro hanno tutto saldato anche il cervello
    • ... scrive:
      Re: il solito
      - Scritto da: Mago
      Come al solito i macachi soccomberanno o verranno
      sottomessi, si compra una scheda rete con mac
      variabile, oppure scaffale ,Senza contare cose tipo vpn, proxy, tor...Tutta roba che mica sparisce con ipv6.
  • lillo scrive:
    errori
    non si usa il mac address per generare l'ipv6. sarebbe anti-privacy.Si usa il mac addresso solo per generare l'ipv6 locale, per generare indirizzi temporanei unici e non usare il protocollo ARP. per l'indirizzo ipv6 globale, niente utilizzo di mac address
    • Marco Calamari scrive:
      Re: errori
      - Scritto da: lillo
      non si usa il mac address per generare l'ipv6.
      sarebbe anti-privacy.
      Si usa il mac addresso solo per generare l'ipv6
      locale, per generare indirizzi temporanei unici e
      non usare il protocollo ARP. per l'indirizzo ipv6
      globale, niente utilizzo di mac addressLagga i due documenti che ho linkato.Quello che si fa a livello tecnico oggi, quando l'IPv6 non ce l'ha nessuno, e quello che in un prossimo futuro i provider faranno seguendo le norme che "rispettino" lo spirito della raccomandazione UE sono cose assolutamente diverse.
      • Nomen omen scrive:
        Re: errori
        LEuropa non può cambiare a piacimento lo SLAAC.Riveda un po la sua visione e soprattutto non faccia terrorismo informativo.
    • mario scrive:
      Re: errori
      forse dovresti rileggerti un paio di rfc:https://tools.ietf.org/html/rfc4862https://tools.ietf.org/html/rfc4941o se preferisci l'articoletto: https://www.internetsociety.org/resources/deploy360/2014/privacy-extensions-for-ipv6-slaac/
  • Mario mario scrive:
    Ottimo
    Bell'articolo, complimenti al signor Calamari, non sono ironico.La frecciatina finale fa anche ben capire il problema dell'umano medio.
Chiudi i commenti