I pornoSimpsons colpiscono ancora

Pedopornografia apparente o reale? In Australia un secondo uomo finisce in manette per cartoni animati a luci rosse

Roma – Un uomo in Australia, il ventottenne Kurt James Milner, è stato arrestato perché aveva sul proprio hard disk materiale pornografico con i Simpsons, le Superchicche e gli Incredibili disegnati in attività troppo pruriginose. Essendo poi alcuni di quei personaggi minorenni, per le autorità si configurerebbe un vero e proprio reato di pedopornografia.

La polizia è arrivata al computer dell’uomo nel 2008, in base ad una soffiata anonima sul materiale illegale: Milner oltretutto era già stato condannato nel 2003 a due anni di libertà vigilata per possesso di 59 foto di minorenni.

Si tratta, tuttavia, del secondo arresto in Australia con le medesime motivazioni: già nel 2008 tale Alan John McEwen era stato arrestato per la detenzione di alcune puntate di una versione molto particolare della famiglia gialla, in cui anche Bart e Lisa erano coinvolti in performance erotiche.

Tanto è bastato anche stavolta alla Corte Suprema australiana per condannare l’imputato per possesso di materiale raffigurante abusi sui minori: a Milner è toccato un anno di prigione e la registrazione come sex offender . Sentenza dura ma giustificata dal precedente.

La normativa australiana in materia di pedopornografia apparente è chiara: secondo il Codice Nazionale di Classificazione (che sancisce cosa costituisce o meno materiale proibito) afferma che tutto ciò che descrive o raffigura una persona che è, o sembra essere, un bambino sotto i 18 (che la persona sia impegnata in attività sessuale o meno) in un modo che possa offendere un adulto ragionevole, debba essere proibito.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallo Pazzo scrive:
    e come mai
    e come mai hanno dovuto aspettare che la apple desse il nome ad un proprio dispositivo per accorgersi che già in almeno tre avevano dato lo stesso nome? Non potevano farsela fuori prima? Oppure i prodotti precedenti erano così insignificanti che non era il caso di scannarsi tra un reggiseno e un lettore di carte di credito?
  • Precisino scrive:
    Eco
    Per Mauro Vecchio: la parola "eco", in lingua italiana, è femminile.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Eco
      A essere proprio precisi, può essere sia maschile che femminile... ;)http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/eco.aspx?idD=1&Query=eco&lettera=E
  • soulista scrive:
    Apple dovrebbe chiedere i diritti...
    Apple dovrebbe chiedere i diritti per ogni nome di dispositivo elettronico che inizi con una "i" minuscola ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 febbraio 2010 09.51-----------------------------------------------------------
  • Lillo quello di Lillo e Greg scrive:
    Tutta pubblicita...
    Parlando per assurdo... sto iniziando a pensare che Apple faccia cosi per farsi ancor piu' pubblicita'.. si vuole farsi odiare dalla concorrenza per tirar su polemiche e critiche, ma che alla fine e' sempre pubblicita'.Se avesse fatto l'ipad perfetto con flash ecc.. tutti avrebbero pensato l'iPad e' il migliore, magari costa $1000 ma ha tutto. Invece cosi, per i difetti che ha, ogni giorno ci sono articoli e polemiche sempre belle fresche e l'iPad non cade nel dimenticatoio.Bohhhh, sara' il marketing del futuro..
    • quota scrive:
      Re: Tutta pubblicita...
      successe lo stesso con l'iPhone, marchio registrato di Cisco...Tutta pubblicità gratuita e poi non se ne seppe piu nulla
  • ruppolo scrive:
    Il marchio NON È registrato
    Il marchio è IN ATTESA di essere registrato, e chiunque si può opporre alla registrazione se crede di averne motivo. Apple crede di avere tale motivo.
    • Funz scrive:
      Re: Il marchio NON È registrato
      - Scritto da: ruppolo
      Il marchio è IN ATTESA di essere registrato, e
      chiunque si può opporre alla registrazione se
      crede di averne motivo. Apple crede di avere tale
      motivo.Che arrampicata sugli specchi!Apple figuriamoci se non lo sapeva, che esistevano altri prodotti con quel nome. O mi vieni a dire che in Apple non hanno addetti al branding? Suvvia...La realtà è che sono talmente arroganti che pensano di potersene sbattere e farla franca.Mi auguro gli levino la pelle dal cu*o :p
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Il marchio NON È registrato
        contenuto non disponibile
        • AlessioC scrive:
          Re: Il marchio NON È registrato
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Funz


          Che arrampicata sugli specchi!

          Apple figuriamoci se non lo sapeva, che

          esistevano altri prodotti con quel nome. O mi

          vieni a dire che in Apple non hanno addetti al

          branding?

          Addetti la branding?
          Bastava che la donna delle pulizie scrivesse
          ipdad su google prima di rendere pubblico il
          nome...No, non bastava.Questo per la ragione elementare che si può depositare/registrare un marchio e iniziare il suo concreto utilizzo ad anni di distanza (in Italia c'è un "periodo di grazia" di 5 anni dalla data di registrazione). Ergo, in Google magari non trovi niente ma nella pratica c'è un terzo che ha diritto di vietarti l'utilizzo del segno.CiaoAC
    • AlessioC scrive:
      Re: Il marchio NON È registrato
      - Scritto da: ruppolo
      Il marchio è IN ATTESA di essere registrato, e
      chiunque si può opporre alla registrazione se
      crede di averne motivo. Apple crede di avere tale
      motivo.Suvvia, un po' di precisione!1) Il marchio di SIEMENS IPAD è REGISTRATO da quasi due anni negli Stati Uniti (no. 885058)2) Il marchio di Apple non è registrato come marchio comunitario ma al momento è in stato di domanda (no. 8817281, a nome di IP Application Development LCC)3) Non è vero che "chiunque si può opporre alla registrazione" ma solo i titolari di un diritto anteriore sul nome depositato come marchio da terzi4) Apple comunque, essendo arrivata dopo, non potrebbe opporsi a niente. E' vero invece il contrario, ovvero che terzi titolari di diritti anteriori potrebbero opporsi alla registrazione di IPAD.CiaoAC
  • Marco Girardi scrive:
    Pannolini VS Reggiseni
    Che la battaglia abbia inizio.
  • LuNa scrive:
    Ancor Prima e non solo....
    l'ipad, compreso di nome, e inteso come tablet PC, è roba del 1999, inventata dalla beOShttp://www.birdhouse.org/beos/byte/07-IPAD/e ce ne sono già in giro da diversi anni.Ergo, chi sta copiando qui, è solo APPLE.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ancor Prima e non solo....
      flame.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Ancor Prima e non solo....
        quotoMa non nego che sia vero :P
      • LuNa scrive:
        Re: Ancor Prima e non solo....
        non è flameè documentabile facilmente
        • taribo99 scrive:
          Re: Ancor Prima e non solo....
          è flame perchè la Apple non ha copiato da nessuno... o per lo meno non ha copiato il nome! prima ha fatto l'iPod, poi ha fatto l'iPhone e ora fa l'iPad. non ci vuole una grande intelligenza per vedere la continuità nel nome. come minimo esistono già anche l'iTab, l'iDong e l'iRem...
          • Legione scrive:
            Re: Ancor Prima e non solo....
            - Scritto da: taribo99
            è flame perchè la Apple non ha copiato da
            nessuno... o per lo meno non ha copiato il nome!
            prima ha fatto l'iPod, poi ha fatto l'iPhone e
            ora fa l'iPad. non ci vuole una grande
            intelligenza per vedere la continuità nel nome.
            come minimo esistono già anche l'iTab, l'iDong e
            l'iRem...Non centra che ci sia continuità, se il machio (nome) è registrato si tratta di violazione.
          • Cavallo Pazzo scrive:
            Re: Ancor Prima e non solo....
            magari anche l'iGor l'iVan e l'iSabella
    • Jambo Letta scrive:
      Re: Ancor Prima e non solo....
      All'ufficio brevetti e marchi della Apple salterà la testa di qualcuno perchè trovarsi in una situazione come questa a due mesi dal lancio di un prodotto a cui si è già fatto pubblicità in maniera esplicita è direi a dir poco imbarazzante.
      • 1977 scrive:
        Re: Ancor Prima e non solo....
        - Scritto da: Jambo Letta
        All'ufficio brevetti e marchi della Apple salterà
        la testa di qualcuno perchè trovarsi in una
        situazione come questa a due mesi dal lancio di
        un prodotto a cui si è già fatto pubblicità in
        maniera esplicita è direi a dir poco
        imbarazzante.Perchè realmente credi che non lo sapessero? ;)
  • Ruri H. scrive:
    E' anche un assorbente
    (rotfl) alla faccia di chi diceva che non supportava il multitasking
Chiudi i commenti