Un problema nella notte per il cloud di IBM

È stata una notte complicata per Big Blue: l'infrastruttura cloud interessata da un intoppo che per ore l'ha resa irraggiungibile in tutto il mondo.
È stata una notte complicata per Big Blue: l'infrastruttura cloud interessata da un intoppo che per ore l'ha resa irraggiungibile in tutto il mondo.

Il cloud di IBM è stato interessato da un problema a livello globale nella notte. Le prime avvisaglie quando da noi erano circa le 23:30, rendendo i siti e i servizi basati sull’infrastruttura irraggiungibili per diverso tempo. Ora l’allarme è rientrato e tutto tornato alla normalità.

IBM: giù l’infrastruttura cloud in tutto il mondo

Interessati gli snodi della rete gestita dalla società in ogni parte del mondo: Dallas, Toronto, Melbourne, Amsterdam, Francoforte, Washington, Toronto, Montreal, Tokyo, Sydney, Hong Kong, Singapore, Seul, Chennai, Mexico, San Paulo, Londra, Parigi, Oslo e Milan. Le difficoltà sono proseguite per oltre tre ore. Nell’attesa la società ha pubblicato sulla propria status page un breve messaggio per scusarsi per il disservizio.

Siamo spiacenti, abbiamo rilevato un nostro errore e i nostri sviluppatori stanno lavorando per risolverlo.

Come sempre accade in questi casi il miglior indicatore di quanto accaduto è il sito Downdetector che indica tra le 01:00 e 02:00 nostrane il picco delle segnalazioni.

Il down dell'infrastruttura cloud di IBM

Di seguito l’intervento su Twitter per confermare la risoluzione del problema.

I servizi di IBM Cloud sono stati ristabiliti in seguito alla segnalazione di un disservizio nella giornata di oggi. Siamo concentrati sul ripristinare pienamente i servizi al più presto possibile.

Nel mese di aprile il gruppo ha pubblicato un whitepaper in cui spiega in che modo assicura l’operatività continua dei propri server, a un mese circa di distanza da un breve down che ha interessato il data center di Dallas.

Fonte: IBM Cloud
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti