IBM non lucchetti i supercomputer

Avviata un'indagine da parte del Dipartimento di Giustizia statunitense. Armonk, denunciano i concorrenti, sarebbe venuta meno ad un vecchio patto antitrust. Col risultato di congelare il mercato dei mainframe

Roma – “Pensiamo alle tecnologie e alla Rete come a qualcosa di aperto ed innovativo, ma quella di IBM si è rivelata una strategia volta a mantenere uno stato di chiusura che non soddisfa per niente la base di utenza”. Così Ed Black, a capo della Computer and Communications Industry Association , che ha recentemente commentato la decisione da parte del Department of Justice statunitense di avviare ufficialmente le indagini sul presunto abuso di posizione dominante da parte dell’azienda di Armonk, in particolare relativa al mercato dei mainframe .

Il governo statunitense ha così deciso di iniziare ad esaminare quello che un gruppo di aziende concorrenti ha definito comportamento anticompetitivo da parte di IBM, che avrebbe smesso di offrire la licenza relativa al proprio software , in modo da soffocare il mercato. Il Dipartimento di Giustizia ha inviato alcune richieste formali ai gruppi aziendali che hanno aderito alla CCIA, per raccogliere le informazioni necessarie a dipingere il panorama attuale del mercato dei supercomputer.

Una delle aziende a capo delle accuse, T3 Technologies già lo scorso gennaio si era rivolta all’Antitrust europeo dopo lo stop di IBM alla distribuzione della licenza, cambio di atteggiamento che avrebbe stritolato l’attività di vendita di hardware compatibile. “Saremo disposti a cooperare con le indagini – ha dichiarato un portavoce IBM – ma continuiamo a pensare che le rivendicazioni di T3 non abbiano alcun valore e che IBM sia completamente autorizzata a proteggere i propri diritti di proprietà intellettuale oltre che gli investimenti fatti nelle proprie tecnologie”.

Alla base delle lamentele di CCIA ci sarebbe , dunque, il progressivo abbandono da parte di Armonk di un patto antitrust stretto con il governo, siglato nel 1956 per scongiurare potenziali abusi nel mercato delle macchine di calcolo elettronico, tra cui i computer. Nonostante quello dei mainframe sia un mercato apparentemente lontano dal semplice consumatore ordinario – il valore di un supercomputer si assesta sul milione di dollari o più – è decisivo ad esempio per aziende e istituzioni finanziarie.

I mainframe, come spiegato dalla CCIA, costituiscono la spina dorsale del 70-80 per cento delle transazioni odierne. E tutto ciò nelle mani di un unico attore potrebbe risultare pericoloso, e andrebbe ad impedire lo sviluppo di tecnologie hardware più economiche.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aname scrive:
    ...
    ...Con le mani nel Sarko?
  • attonito scrive:
    proprio Sarkozy avrebbe infranto la legg
    "AVREBBE" o "HA"? no, perche altrimenti siamo al solito gossip PIesco.Cos'e'. paura di una denuncia da parte del presidente "franscese"?Ma si, meglio stare nel vago: sembra, pare, si dice, avrebbe....Patetico.
  • Nome e cognome scrive:
    Vedremo
    Se la legge c'è, va applicata.Altrimenti si cre un precedente che mette in dubbio tutto il suo "lavoro"...Secondo me non succederà proprio nulla.
    • TheGynius scrive:
      Re: Vedremo
      Per dare un esempio il buon Sarkizy dovrebbe autodenunciarsi e farsi disconnettere ;)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Vedremo
        umh... la legge non è uguale per tutti.Sarcoso predica bene e razzola male, ma non gli succederà nulla, scommettiamo?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Vedremo
        contenuto non disponibile
        • bLax scrive:
          Re: Vedremo
          non centra, ha distribuito a suo nome materiale coperto da copyright di altri.....come detto sopra, non gli succederà nulla, ne a lui nè a tutta la cricca di paraculi che stanno governando con il ciccio al posto della testa e le tasche piene
  • LuNa scrive:
    ironico
    più che ironico, direi delinquente al quadrato (come volevasi dimostrare)Adesso che c'e' la legge, fatela funzionare. Staccate la connessione Internet alle sedi governative e all'eliseo :D su :D
    • MeX scrive:
      Re: ironico
      eih ma non l'ha scaricato da internet!Ha solo fatto delle copie di backup! :P
      • pippO scrive:
        Re: ironico

        eih ma non l'ha scaricato da internet!
        Ha solo fatto delle copie di backup! :PProva a raccontarglielo tu alla GdF :D
        • MeX scrive:
          Re: ironico
          ma in Italia la GdF non puó entrare a casa del premier... ;)
          • albertobs88 scrive:
            Re: ironico
            - Scritto da: MeX
            ma in Italia la GdF non puó entrare a casa del
            premier...
            ;)Sbagliato ^^! il lodo Alfano non è passato. Norma anticostituzionale.
          • MeX scrive:
            Re: ironico
            si ma devono passare sopra il cadavere di Ghedini e Pecorella vesiste come guardie svizzere alla porta di Arcore ahahaha :D
Chiudi i commenti