IBM si lancia sugli RFID anti-sniffing

Ridimensionato il pericolo dello sniffing con il RFID Clipped Tag: strappi le alette e riduci il raggio di trasmissione da 10 metri a soli 2 centimetri

Armonk – IBM ha “ammesso pubblicamente” che i chip RFID non sono sicuri o che, comunque, possono trasformarsi in un potenziale rischio per la privacy. Non vi è stato un comunicato stampa o una dichiarazione ai media. Si è invece annunciata la prossima commercializzazione di tag a radio-frequenza con raggio di copertura personalizzabile.

Ora, se non esistesse alcun pericolo di sorta – come sostengono molti produttori e alcuni Governi – non vi sarebbe bisogno di un prodotto “privacy-friendly”. Invece, in questo caso IBM si è vantata di aver licenziato alla Marnlen RFID la prima soluzione a radio-frequenza capace di rispondere adeguatamente almeno ad una parte delle preoccupazioni espresse da esperti di sicurezza e associazioni di consumatori.

RFID Clipped Tag permette, infatti, di diminuire drasticamente il raggio di trasmissione dati delle etichette. In pratica, rimangono invariate le peculiarità di gestione logistica ma viene data la possibilità ai consumatori di proteggersi da eventuali azioni di sniffing post-acquisto.

“È come aprire una busta di patatine o una confezione di ketchup”, ha dichiarato Paul Moskowitz, uno dei ricercatori IBM che ha curato il progetto, facendo riferimento alla facilità di intervento. Il prototipo per l’abbigliamento, infatti, non supera i 10 x 5 centimetri. Vicino ai bordi mostra delle zone pre-forate che dovrebbero agevolare lo strappo di una porzione di antenna. In questo modo, quindi, la portata del segnale dai consueti 10 metri passa a circa 2 centimetri. Un raggio che obbliga ad una lettura di prossimità e che dovrebbe ridurre di fatto l’operatività dei truffatori. Su YouTube è già disponibile un primo video esplicativo.

Secondo IBM, al momento, si tratta della soluzione più sicura e comoda. I ” Blocker Tags ” proposti da RSA Laboratories , infatti, sembrano interferire nelle trasmissioni degli altri tag. L’ EPCglobal Gen2 , invece, permette la disattivazione dei tag ma solo in maniera definitiva. La grande distribuzione, invece, ha bisogno di una tecnologia che agevoli anche le fasi di restituzione o sostituzione della merce.

BigBlue, in un certo senso, sembra voler affrontare seriamente il problema dello sniffing, ma non quello della privacy del consumatore in relazione alla grande distribuzione. Il Dipartimento di Informatica dell’Università del Massachusetts, recentemente, ha infatti confermato che con circa 150 dollari di investimento è possibile creare un sistema di sniffing efficiente. Le questioni di diritto, invece, sono state [sollevate[/?s=card+RFID&o=0&t=4] più volte da numerose associazioni dei consumatori.

Al momento non vi sono ancora state commesse, ma Marnlen RFID è in trattativa con grandi retailer statunitensi, canadesi ed europei per avviare i primi progetti pilota. “Stiamo pensando soprattutto alla logistica farmaceutica e a quella di consumo”, ha aggiunto Moskowitz. “Non dobbiamo dimenticare infatti che un reader RFID è capace di effettuare contemporaneamente lo scanning di 1000 tag, riducendo notevolmente i tempi operativi per la gestione magazzino. Senza contare ovviamente quelli alla cassa”.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mica male
    Applausi a Samsung che tanto può vendere il tutto in Corea dove non solo hanno i soldi ma anche un debole per gli ultimi ritrovati. Beati loro, beata Samsung. Dubito che lo vedremo mai da noi. Noi solo cellulari.
  • Anonimo scrive:
    Quante panzane in questa pagina
    Non si tratta di WIMAX ma di WIBRO. E dove si parla di "Mobile WiMax, tecnologia già commercializzata in anteprima mondiale nella Corea del Sud" c'e' un errore di fondo.Il Mobile WIMAX si basa sul protocollo 802.16e che e' uno standard internazionale riconosciuto dall'IEEE. Quello di Samsung e' WIBRO. Che e' compatibile, ma non e' proprio la stessa cosa, e al massimo puo' essere uno standard in SudCorea.Se ne parla da tempo, non cascateci ancora oggi http://www.bbcentral.it/events/images/stories/itfstandardsfinal.pdf
    • Anonimo scrive:
      Re: Quante panzane in questa pagina
      Anche a me risulta che in Korea si usi il WiBro (sperimentato in Italia da Telecom a Torino per le olimpiadi) ma questo aritcolo non è di PIhttp://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2006/11/07/AR2006110700650.html?nav=rss_technologye inoltre si parla di collaborazione con Intel che di fatto promuove WiMax e non WiBro.Qualcuno sa come stanno veramente le cose?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quante panzane in questa pagina
        Aggiungo anche la notizia pubblicata dalla Samsung:http://www.samsung.com/PressCenter/PressRelease/PressRelease.asp?seq=20061107_0000298585
        • Anonimo scrive:
          Re: Quante panzane in questa pagina
          - Scritto da:
          Aggiungo anche la notizia pubblicata dalla
          Samsung:
          http://www.samsung.com/PressCenter/PressRelease/PrWimax appunto, CDO, basta leggere un po' in giro eh
          • GregHouse scrive:
            Re: Quante panzane in questa pagina
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Aggiungo anche la notizia pubblicata dalla

            Samsung:


            http://www.samsung.com/PressCenter/PressRelease/Pr

            Wimax appunto, CDO, basta leggere un po' in giro
            ehHai ragione, basta leggere un po' in giro. Allora non ascoltare me o chi ti sta dicendo che è WiBRO. Non ascoltare nemmeno chi ti dice che Samsung ha sviluppato il WiBRO e pubblicizzandolo come il "suo" standard mobile. Quindi non dare ascolto a queste voci, ma leggi coi tuoi attenti occhietti da competente addetto ai lavori ("basta leggere un po' in giro eh") cosa c'è scritto in questa immagine che immortala la demo di questo computerino:http://www.zdnet.co.kr/images/stories/news/digital/2006/2006_11/1107/400_wibro_ddd.jpgC'e' una sola parola da leggere.
    • Anonimo scrive:
      Ma che **** dici
      - Scritto da:
      Non si tratta di WIMAX ma di WIBROdacci un link perché samsung parla di wimax
      • GregHouse scrive:
        Re: Ma che **** dici
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non si tratta di WIMAX ma di WIBRO

        dacci un link perché samsung parla di wimaxE' vero: il comunicato di Samsung parla di WiMAX mobile. Ma e' anche vero che da oltre un anno samsung dice che WiBRO è il suo WiMAX mobile. La base è la stessa (il WiMAX), ma Samsung e l'industria coreana per svilupparlo non hanno seguito il protocollo 802.16e, che è lo standard internazionale e quindi il vero WiMAX mobile.Sono d'accordo con voi, ma comunque ho fondati sospetti (e un paio di fonti coreane) che mi suggeriscono che questo "coso" supporta il WiBRO. A questi sospetti aggiungo una foto:http://www.zdnet.co.kr/images/stories/news/digital/2006/2006_11/1107/400_wibro_ddd.jpge una deduzione, aprite occhi e orecchie: se parli di WiMAX mobile devi citare il protocollo 802.16e e nessuno ne parla in merito a questo computerino.Cio' detto, non starei qui tanto a menare il can per l'aia, mi sembra comunque un prodotto interessante e validamente evidenziato da PI.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 novembre 2006 21.47-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      OT ) sei un troll
      Ma cos'è vieni qui a sparare cazzate perchè ti prude l'uccello? Non solo PI ha scritto giusto e ha scritto quello che dice Samsung e chiunque altro ma mi chiedo perché non ti seghino l'accesso ai forum
      • Anonimo scrive:
        Re: OT ) sei un troll
        Come fai a segare l'accesso al forum ad un anonimo??? :|
      • Anonimo scrive:
        Re: OT ) sei un troll
        - Scritto da:

        Ma cos'è vieni qui a sparare @@@@ate perchè ti
        prude l'u@@@llo? Non solo PI ha scritto giusto e
        ha scritto quello che dice Samsung e chiunque
        altro ma mi chiedo perché non ti seghino
        l'accesso ai forumNon è detto che quello che scrive "chiunque altro" sia giusto. Leggi quello che scrive Samsung, ma non parlo di comunicati stampa:http://www.zdnet.co.kr/images/stories/news/digital/2006/2006_11/1107/400_wibro_ddd.jpg(un grazie per la foto a Greghouse)P.S. ora dimmi, chi è il troll? :@ Sei veramente un mediocre e non solo perche' sei cascato nel tranello mediatico di samsung "l'amica di Telecom" (su quello ci possono inciampare tutti), ma tu ti sei espresso con un linguaggio da caserma pur avendo torto marcio. Meriteresti di essere sommerso da una tonnellata di letame fresco.
Chiudi i commenti