ICANN e il dominio delle contraddizioni

La nuova estensione .sucks viola la legge? L'ente che amministra i nomi a dominio chiede alle autorità una verifica. Una questione a cavallo tra libertà di espressione e rischio di estorsione

Roma – L’ Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), che amministra e controlla il sistema dei nomi a dominio spina dorsale del World Wide Web, ha chiesto alle autorità statunitensi e canadesi di verificare se le decisioni finora assunte da Vox Populi, il registro competente per l’estensione .sucks (l’inglese per “fa schifo”), violino o meno le normative locali.

L’estensione .sucks , che farà il suo esordio nei prossimi mesi, è uno dei nuovi Generic Top Level Domain (gTLD), introdotti nel processo di liberalizzazione avviato alla fine del 2013 con l’approvazione dell’estensione legata alla parola araba per “Web” o “network”; quelle corrispondenti ad “online” e “site” in russo e quella relativa alla parola cinese per “game” ed aggi arrivato a superare le 580 estensioni, tra cui il .google di Google ed il .buy gestito da Amazon.

In questa ampia operazione di liberalizzazione ICANN ha previsto alcune regole per cercare di tutelare i detentori di diritti, ed in particolare ha chiesto ai registri incaricati della gestione delle nuove estensioni di concedere ai titolari di marchi una sorta di diritto di prelazione sui nomi a dominio correlati alla loro proprietà industriale : questo, solitamente, avviene con la previsione da parte del registro competente di un periodo definito “sunrise” precedente alla disponibilità al grande pubblico dei nuovi nomi a dominio, nel quale è concessa la registrazione di nomi solo ai titolari di corrispondenti marchi.

Spesso tale diritto di prelazione costa agli aventi diritto qualcosa in più rispetto al normale costo di registrazione. Tuttavia la partecipazione al sunrise e la registrazione per un anno di un nome a dominio .sucks arriva a superare i 2500 dollari : si tratta di un prezzo molto maggiore rispetto alla cifra solitamente richiesta ai detentori di marchi per tale priorità. Proprio tale peculiare scelta di prezzo, legata al senso spregiativo che la nuova estensione ha rispetto alla parola che gli viene associata, secondo osservatori ed agli aventi diritto rischia di creare una forma di ricatto. Nonostante un prezzo fuori mercato, insomma, i detentori dei marchi rischiano di essere costretti a comprare il diritto ad utilizzare il proprio nome associato al .sucks , per impedire a terzi di ottenerlo.

Daniela Gaidano dello Studio Barbero, che si occupa tra l’altro della tutela dei marchi online e della gestione di portafogli di nomi a dominio, ha spiegato a Punto Informatico che “di fatto anche il costo di registrazione nella fase successiva al sunrise rimarrà elevato per i titolari dei marchi in relazione ai quali siano già stati attivati meccanismi di protezione come l’iscrizione alla Trademark Clearinghouse (database di marchi voluto proprio dall’ICANN per aiutare i detentori dei diritti nel controllo della registrazione di nomi a dominio contenente gli stessi, ndr) in quanto Vox Populi li inserirà in una Sunrise Premium Domain list, al momento non ancora disponibile” che manterrà il costo elevato anche nelle successive fasi del mercato.

D’altra parte, come spiega ancora la dottoressa Gaidano, pur essendo stata prevista la possibilità del blocco del nome a dominio ad una cifra inferiore (cioè una registrazione per escludere gli altri, ma senza ottenere il diritto d’uso), “è da notare che a tali nomi a dominio non sarà applicabile il servizio di blocco difensivo previsto da Vox Populi per altri nomi”.

Nonostante il .sucks sembri essere stato introdotto senza proteste, dunque, ora si sono fatti avanti i detentori di diritti, che hanno chiesto di approfondire la questione attraverso una lettera formale di Gregory Shatan, presidente dell’ Intellectual Property Constituency (IPC), organo che risponde di queste tematiche all’interno dell’ICANN.

Così, nonostante Akram Atallah, vertice della divisione globale dei domini, riferisca che essa non ha a che fare “con i contenuti, con il modello di business o con le politiche di prezzo” dei singoli registri, ora ICANN ha deciso di chiedere alle autorità degli Stati Uniti (paese dove è costituita come società) e del Canada (dove ha sede legale Vox Populi) di verificare se qualche legge locale sia stata violata.

ICANN teme che qualche reato sia stato commesso. Tuttavia ritiene di avere un’esperienza e un’autorità limitate per giudicare della presunta illegalità delle posizioni di Vox Populi: per questo si è rivolta alla competenza della US Federal Trade Commission (ITC) e alla canadese Office of Consumer Affairs (OCA). D’altronde il rapporto tra ICANN e Vox Populi è stabilito da un contratto redatto in base alle normative locali e che in caso di sentenza contraria al registro potrebbe essere stracciato.

Nonostante questo sono già diverse le aziende che hanno deciso di sborsare quanto richiesto per evitare la creazione di un sito che ne metta alla berlina il nome o i prodotti: Google ha fatto richiesta di registrare gmail.sucks , glass.sucks e nest.sucks , Microsoft outlook.sucks , windows.sucks , windowsphone.sucks , msn.sucks , onenote.sucks , Facebook ha agito per il solo instagram.sucks , mentre Apple non ha voluto lasciare nulla al caso chiedendo la registrazione di itunes.sucks , imac.sucks , osx.sucks , filemaker.sucks , itunesradio.sucks , finalcutpro.sucks , garageband.sucks , macbookair.sucks , facetime.sucks , carplay.sucks .

Vox Populi, che fin dall’inizio ha difeso la nuova estensione rivendicando con essa la libertà d’espressione e la possibilità di avere un luogo aperto al dibattito ed utile per raccogliere critiche, tanto che i nomi a dominio .sucks sono disponibili ad un prezzo molto basso per l’utilizzo esclusivo di reindirizzamento verso il forum everything.sucks , sviluppato a tale scopo, riferisce di aver seguito le procedure richieste e quindi di non avere motivo di temere le indagini.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zumba zimbra scrive:
    Maruccia, occhio alle percentuali
    Hola marù,non so il tuo indirizzo:per favore controlla tutti quei 98% ... ;-)forse sono dollari ;)
  • collione scrive:
    Re: Editor vs IDE
    Notepad++ non so, ma se parli di Sublime allora parli di qualcosa che se la gioca con gli IDE senza probleminon è un caso se moltissimi programmatori hanno abbandonato gli IDE pesanti per passare a Sublime Text
  • Trix scrive:
    Maschio
    Il computer è maschile e usa la logica sequenziale maschile.Niente di strano nelle statistiche...
  • PinguinoCattivo scrive:
    Re: Editor vs IDE
    - Scritto da: Izio01[...]
    l'altra, definire al volo macro che mi permettono
    di compiere operazioni ripetitive su più righe di
    fila (e no, il comando "." di VI non ha la stessa
    potenza).Con vi (o vim) hai tutte le macro che vuoi.
    • Prozac scrive:
      Re: Editor vs IDE
      - Scritto da: PinguinoCattivo
      - Scritto da: Izio01
      [...]

      l'altra, definire al volo macro che mi
      permettono

      di compiere operazioni ripetitive su più
      righe
      di

      fila (e no, il comando "." di VI non ha la
      stessa

      potenza).

      Con vi (o vim) hai tutte le macro che vuoi.vi (o vim: io uso questo) è un buon editor di testo per lavorare su singoli file o su piccoli progetti. Non è per nulla paragonabile a un IDE.
      • Prozac scrive:
        Re: Editor vs IDE
        - Scritto da: PinguinoCattivo
        Ciò non toglie che implementa un supporto alle
        macro ben più evoluto di quanto sosteneva
        Izio01.Ma non era il tema del discorso: quanto si è molto più produttivi utilizzando un IDE al posto di un editor di testi.Ma basta partire dalla categoria d'appartenenza:- Text Editor- Integrated Development Environmentper capire quanto i secondi siano molto più spefifici per <b
        sviluppare software </b
        dei primi...
    • nome e cognome scrive:
      Re: Editor vs IDE

      Con vi (o vim) hai tutte le macro che vuoi.Incredibile come i pinguazzi blaterino di tabbed browsing, o di tabbed file come di cose essenziali, poi quando si tratta di editor di testo vi diventa il meglio assoluto (giusto perché non conoscono i piaceri di ed)
      • panda rossa scrive:
        Re: Editor vs IDE
        - Scritto da: nome e cognome

        Con vi (o vim) hai tutte le macro che vuoi.

        Incredibile come i pinguazzi blaterino di tabbed
        browsing, o di tabbed file come di cose
        essenziali, poi quando si tratta di editor di
        testo vi diventa il meglio assoluto (giusto
        perché non conoscono i piaceri di
        ed)...disse quello che non ha mai scritto una riga di codice in vita sua.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Editor vs IDE

          ...disse quello che non ha mai scritto una riga
          di codice in vita
          sua....e che ne va orgoglioso ...
          • panda rossa scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: nome e cognome

            ...disse quello che non ha mai scritto una
            riga

            di codice in vita

            sua.

            ...e che ne va orgoglioso ...[img]http://www.quickmeme.com/img/eb/eb2d956821bf3bbcdd657c57593f7fb9ff6bda05e305c9ef50cfc9cfeeac26af.jpg[/img]
          • nome e cognome scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: nome e cognome


            ...disse quello che non ha mai scritto
            una

            riga


            di codice in vita


            sua.



            ...e che ne va orgoglioso ...

            http://www.quickmeme.com/img/eb/eb2d956821bf3[img]http://media-cache-ec0.pinimg.com/236x/2f/9e/2e/2f9e2ee671898593aaaf82e0c6632118.jpg[/img]
          • collione scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: nome e cognome

            ...disse quello che non ha mai scritto una
            riga

            di codice in vita

            sua.

            ...e che ne va orgoglioso ...uh!?! cioè stai ammettendo di parlare a vanvera quando discuti di IDE e programmazione?quindi è normale ( per te ) ricevere consigli medici da un carpentiere?
          • Hop scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: nome e cognome


            ...disse quello che non ha mai scritto
            una

            riga


            di codice in vita


            sua.



            ...e che ne va orgoglioso ...

            uh!?! cioè stai ammettendo di parlare a vanvera
            quando discuti di IDE e
            programmazione?
            Parla SEMPRE a vanvera
          • nome e cognome scrive:
            Re: Editor vs IDE

            uh!?! cioè stai ammettendo di parlare a vanvera
            quando discuti di IDE e
            programmazione?Io non discuto di IDE e programmazione perchè non me ne può XXXXXXX di meno, programmatori e scimmiette varie sono ormai una commodity e finiranno presto tutti i Cina e India pagati due ciotole di riso al giorno ... al massimo discuto di mercato o - ad esempio - vi prendo in giro quando parlate di riscrivere programmi in assembler per migliorarne le performance, non perchè io conosca l'assembler - vedi sopra sul quanto me ne può XXXXXXX - ma perché so benissimo l'assurdità che rappresenta in termini di un progetto nel mondo reale.
            quindi è normale ( per te ) ricevere consigli
            medici da un
            carpentiere?Assolutamente no, così come non è normale ricevere consigli di natura finanziaria da un programmatore...
          • collione scrive:
            Re: Editor vs IDE
            mhm mi sa che hai sbagliato threadqui si stava parlando di tabbed browsing, vim, quindi programmazione, editor, IDE, ecc... e l'articolo è sulla programmazioneda dove vieni fuori la finanza??
          • nome e cognome scrive:
            Re: Editor vs IDE

            da dove vieni fuori la finanza??Leggi bene le due alternative, finanza o prese per il XXXX...
          • maxsix scrive:
            Re: Editor vs IDE

            programmatori e
            scimmiette varie sono ormai una commodity e
            finiranno presto tutti i Cina e India pagati due
            ciotole di riso al giorno ... Quanta verità.Ma la domanda è, se così andrà a chi dobbiamo addossare le colpe?
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: maxsix

            programmatori e

            scimmiette varie sono ormai una commodity e

            finiranno presto tutti i Cina e India pagati
            due

            ciotole di riso al giorno ...

            Quanta verità.

            Ma la domanda è, se così andrà a chi dobbiamo
            addossare le
            colpe?All'ignoranza distribuita.
        • aphex_twin scrive:
          Re: Editor vs IDE
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: nome e cognome


          Con vi (o vim) hai tutte le macro che
          vuoi.



          Incredibile come i pinguazzi blaterino di
          tabbed

          browsing, o di tabbed file come di cose

          essenziali, poi quando si tratta di editor di

          testo vi diventa il meglio assoluto (giusto

          perché non conoscono i piaceri di

          ed)

          ...disse quello che non ha mai scritto una riga
          di codice in vita
          sua.Fin'ora non hai mai dimostrato nulla sulle tue capacitá.Anzi ....- blateri che windows fa schifo perché ti fermi allo scoglio delle AUX, ecc- trovi difficoltosa la gestione "piastrelle"- hai problemi a creare un utentee tante altre cose con cui ci "delizi" ogni giorno.Permetti che si possa fortemente dubitare delle tue capacitá ? 8)
          • maxsix scrive:
            Re: Editor vs IDE


            Permetti che si possa fortemente dubitare delle
            tue capacitá ?
            8)Perché hai ancora dei dubbi tu?Io no, da un bel pezzo.
          • smarmaduk scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: nome e cognome



            Con vi (o vim) hai tutte le macro
            che

            vuoi.





            Incredibile come i pinguazzi blaterino
            di

            tabbed


            browsing, o di tabbed file come di cose


            essenziali, poi quando si tratta di
            editor
            di


            testo vi diventa il meglio assoluto
            (giusto


            perché non conoscono i piaceri di


            ed)



            ...disse quello che non ha mai scritto una
            riga

            di codice in vita

            sua.

            Fin'ora non hai mai dimostrato nulla sulle tue
            capacitá.

            Anzi ....

            - blateri che windows fa schifo perché ti fermi
            allo scoglio delle AUX,
            ecc
            - trovi difficoltosa la gestione "piastrelle"
            - hai problemi a creare un utente

            e tante altre cose con cui ci "delizi" ogni
            giorno.

            Permetti che si possa fortemente dubitare delle
            tue capacitá ?
            8)grandissimo !!!!!
  • Prozac scrive:
    Re: Editor vs IDE
    - Scritto da: Passante
    E chi dice il contrario ?Tu ;)
    Dico solo che se su linux è fattibile e di
    strumenti ne hai, mentre su windows usare un ide
    è indispensabiloe poichè non hai strumenti comodi
    per manopolare testi, cercare nei file,
    ecc...Che non è la parte importante di un IDE.Da noi NetBeans viene utilizzato sotto Linux, mica sotto Windows.La gestione delle dipendenze tra progetti, con navigazione automatica tra una classe e l'altra di diversi progetti la fai con l'IDE.L'ispezione dei membri delle classi la hai a colpo d'occhio in un IDE.Il refactoring con l'IDE è mille volte più potente (ad esempio il solo incapsulamento dei campi)
    Vabè che non c'è manco il compilatore se è per
    quello.Non c'è il compilatore? E secondo te i file binari come vengono creati? Scritti a mano dal programmatore?
    • Prozac scrive:
      Re: Editor vs IDE
      - Scritto da: panda rossa
      Dove si deve cliccare in un windows out of the
      box per compilare un
      sorgente?Perché out-of-the-box?Nemmeno la mia debian out-of-the-box aveva la JDK che serviva a me.
    • Prozac scrive:
      Re: Editor vs IDE
      - Scritto da: Albedo 0,9
      Per quale motivo un utente dovrebbe aver bisogno,
      in un OS a distribuzione binaria, di un
      compilatore di
      default?E poi quale compilatore? "Tutti" i compilatori?
    • pippo cannelungh e scrive:
      Re: Editor vs IDE
      - Scritto da: panda rossa
      Dove si deve cliccare in un windows out of the
      box per compilare un
      sorgente?csc :)
  • panda rossa scrive:
    Re: Editor vs IDE
    - Scritto da: Izio01
    Ci sono colleghi giurassici che ancora usano il
    finto Norton Commander, l'emulazione Brief e la
    ricerca su file da linea di comando. Fanno le
    stesse cose che faccio io, solo che spesso io ho
    finito prima ancora che loro arrivino a metà
    strada.Probabilmente non sara' il tuo caso visto che arrivi anche tu dall'epoca in cui si faceva COPY CON, e poi EDLIN, ma il problema di chi si abitua troppo all'IDE e' che poi si atrofizza il cervello e senza IDE non sanno fare PIU' NULLA.E ci sono crude realta' in cui devi intervenire senza possibilita' di usare IDE.Quindi l'IDE facilita ma NON DEVE SOSTITUIRE il vi.
    Non è celodurismo, è questione di saper
    approfittare di strumenti avanzati che ti
    velocizzano il lavoro, invece di rimanere
    ancorati a realtà di vent'anni fa. Poi ognuno fa
    come preferisce
    :)Sarebbe bello poter fare come si preferisce.Spesso devi fare come ti viene imposto, e quasi sempre non hai spazio di manovra.
    • smarmaduk scrive:
      Re: Editor vs IDE
      si chiama progresso. Usi i fiammiferi? sai accendere un fuoco come le giovani marmotte ? hai la lampada a petrolio in cantina ?
  • prova123 scrive:
    è la mia volta ? :D
    Editor di test consigliato: PSPad.
    • pippo cannelungh e scrive:
      Re: è la mia volta ? :D
      - Scritto da: prova123
      Editor di test consigliato: PSPad.Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato a Notepad++.Però era il primo editor che avessi visto a supportare la selezione/editing per colonne (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il mio primo)
      • Etype scrive:
        Re: è la mia volta ? :D
        - Scritto da: pippo cannelungh e
        - Scritto da: prova123

        Editor di test consigliato: PSPad.

        Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
        tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
        a
        Notepad++.Meglio TextWrangler.
        Però era il primo editor che avessi visto a
        supportare la selezione/editing per colonne
        (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
        mio
        primo)
        • maxsix scrive:
          Re: è la mia volta ? :D
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: pippo cannelungh e

          - Scritto da: prova123


          Editor di test consigliato: PSPad.



          Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col

          tempo mi sembra si sia appesantito e sono
          passato

          a

          Notepad++.
          Meglio TextWrangler.Assolutamente NO.
      • Editore scrive:
        Re: è la mia volta ? :D
        Veramente che io ricordi Emacs (per dirne uno che non uso) supporta le colonne da sempre.
      • Hop scrive:
        Re: è la mia volta ? :D
        - Scritto da: pippo cannelungh e
        - Scritto da: prova123

        Editor di test consigliato: PSPad.

        Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
        tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
        a
        Notepad++.

        Però era il primo editor che avessi visto a
        supportare la selezione/editing per colonne
        (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
        mio
        primo)Quanti ne vuoi es.:http://en.wikipedia.org/wiki/WordPerfect
        • pippo cannelungh e scrive:
          Re: è la mia volta ? :D
          magari mi sono espresso maleio intendo il fatto che si poteva selezionare un "rettangolo" di testo, ovvero N righe x M colonne ed editarlo come se fosse una matrice di caratteri (per dire, scrivere contemporaneamente su 6 righe a partire dal 13° carattere)non so se mi ho capito :DComunque, ripeto, era il primo che IO avessi visto con questa funzionalità, non metto in dubbio che probabilmente ce ne fossero altri :)
          • Etype scrive:
            Re: è la mia volta ? :D
            - Scritto da: pippo cannelungh e
            magari mi sono espresso male

            io intendo il fatto che si poteva selezionare un
            "rettangolo" di testo, ovvero N righe x M colonne
            ed editarlo come se fosse una matrice di
            caratteri (per dire, scrivere contemporaneamente
            su 6 righe a partire dal 13°
            carattere)

            non so se mi ho capito :D
            Comunque, ripeto, era il primo che IO avessi
            visto con questa funzionalità, non metto in
            dubbio che probabilmente ce ne fossero altri
            :)Quello si fa pure con TextEditor...
          • infatti scrive:
            Re: è la mia volta ? :D
            e si fa anche PureEditor, LolEditor, WTFEditor, SunEditor, StarplusEdit Pro, ...Ma va a ciapà i rat!
      • sentinel scrive:
        Re: è la mia volta ? :D
        - Scritto da: pippo cannelungh e
        - Scritto da: prova123

        Editor di test consigliato: PSPad.

        Bello! in passato lo usavo un sacco.. poi col
        tempo mi sembra si sia appesantito e sono passato
        a Notepad++.SciTe è ancora più leggero e molto più potente, inquanto programmabile per ogni esigenza ed espandibilepotenzialmente all'infinito.Ottima anche la distribuzione italiana RSciTe.
        Però era il primo editor che avessi visto a
        supportare la selezione/editing per colonne
        (magari ce n'erano altri in giro ma è stato il
        mio
        primo)SciTe lo supporta egregiamente.
  • Izio01 scrive:
    Re: Editor vs IDE
    - Scritto da: Passante

    grep

    diff

    textutils, coreutils


    Con linux è il contrario mediamente, grazie agli
    strumenti indicati sopra che in effetti su
    windows mancano o sono parecchio più
    contorti.
    Mah, guarda, ce ne saranno diecimila versioni, a partire da quelle GNU.Però quando hai un progetto spezzettato qua e là nel file system (sorgenti, header, header di sistema, header della tale libreria di terze parti, header del fornitore del tale dispositivo), usare grep non è la cosa più comoda del mondo.L'output su standard output, poi... ci fai tante cose, non puoi fare doppio clic su una linea per aprire direttamente quel file in quella posizione.Io continuo a pensare che l'approccio IDE fornisca vantaggi enormi e misurabili - a parità di programmatore, s'intende. Quanto meno nel tipo di lavoro che faccio io.
    • panda rossa scrive:
      Re: Editor vs IDE
      - Scritto da: Izio01
      - Scritto da: Passante



      grep



      diff



      textutils, coreutils





      Con linux è il contrario mediamente, grazie
      agli

      strumenti indicati sopra che in effetti su

      windows mancano o sono parecchio più

      contorti.



      Mah, guarda, ce ne saranno diecimila versioni, a
      partire da quelle
      GNU.
      Però quando hai un progetto spezzettato qua e là
      nel file system (sorgenti, header, header di
      sistema, header della tale libreria di terze
      parti, header del fornitore del tale
      dispositivo), usare grep non è la cosa più comoda
      del
      mondo.Infatti si usa assieme a sed e awk.
      L'output su standard output, poi... ci fai tante
      cose, non puoi fare doppio clic su una linea per
      aprire direttamente quel file in quella
      posizione.Che e' proprio l'uso meno frequente.Lo stdout lo puoi archiviare, confrontare, allegare a qualcuno.Se per fare in un click quello che faccio con due, devo rinunciare allo stdout, cambio mestiere.
      Io continuo a pensare che l'approccio IDE
      fornisca vantaggi enormi e misurabili - a parità
      di programmatore, s'intende. Quanto meno nel tipo
      di lavoro che faccio
      io.
      • Prozac scrive:
        Re: Editor vs IDE
        Quoto tutto!!!
      • collione scrive:
        Re: Editor vs IDE
        condivido tutto, ma a questo punto devo lanciare il sasso e scatenare un flame Eclipse vs Intellij :De per progetti di medie dimensioni, non sottovalutate Sublime Text
        • maxsix scrive:
          Re: Editor vs IDE
          - Scritto da: collione
          condivido tutto, ma a questo punto devo lanciare
          il sasso e scatenare un flame Eclipse vs Intellij
          :D
          Nessun flame.Eclipse fa XXXXXX [cit.]
          e per progetti di medie dimensioni, non
          sottovalutate Sublime
          TextBah gli ho dato un occhiata tempo fa.Per me Netbeans (che uso anch'io) gli da 10 a 0.Forse 20.
        • Prozac scrive:
          Re: Editor vs IDE
          - Scritto da: collione
          condivido tutto, ma a questo punto devo lanciare
          il sasso e scatenare un flame Eclipse vs Intellij
          :DNetBeans!
      • maxsix scrive:
        Re: Editor vs IDE
        - Scritto da: FreeBSD
        Chi non ha mai programmato lo si riconosce subito
        :)

        Già.
        Gli IDE sono fatti apposta da
        programmatori per programmatori, a differenza
        delle coreutils che sono strumenti molto generici
        creati per la manovalanza (i sistemisti, cioè gli
        utenti finali dal nostro punto di vista). E questo è quello che manda il sangue agli occhi al nostro PR.Lui sa che per noi è uno dei tanti che usa quello che facciamo e gli rode un mondo quando glielo sbattiamo in faccia ogni volta.E' un povero cristo, non bisogna esagerare.
        • collione scrive:
          Re: Editor vs IDE
          - Scritto da: maxsix
          Lui sa che per noi è uno dei tanti che usa quello
          che facciamocala cala (rotfl)cit ( ero il braccio destro del capo...-cala cala...-va be ero il cuoco nel locale del capo,ma facevo certi spezzatini... )
          • maxsix scrive:
            Re: Editor vs IDE
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Lui sa che per noi è uno dei tanti che usa
            quello

            che facciamo

            cala cala (rotfl)
            ??Non ho niente da calare.Io ho software mio in vendita quindi cosa vorresti dire?
      • Izio01 scrive:
        Re: Editor vs IDE
        - Scritto da: FreeBSD
        Gli IDE sono fatti apposta da
        programmatori per programmatori, a differenza
        delle coreutils che sono strumenti molto generici
        creati per la manovalanza (i sistemisti, cioè gli
        utenti finali dal nostro punto di vista). Gli IDE
        aumentano la produttività; dallo sviluppo di una
        nuova applicazione al refactoring del sorgente
        più antico. E la cosa più bella e fondamentale è
        questa: non hanno svantaggi. Cioè lo svantaggio
        stà nel NON-USARLI.Mega quotone
  • Luca scrive:
    Obj-c
    Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato ad Apple? :-D
    • Pietro scrive:
      Re: Obj-c
      - Scritto da: Luca
      Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato ad
      Apple?
      :-DApple produce HW, ha solo interesse che si sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe far pagare qualcosa, anzi..
      • bubba scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: Luca

        Il più redditizio? Al netto del pizzo pagato
        ad

        Apple?

        :-D
        Apple produce HW, ha solo interesse che si
        sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe
        far pagare qualcosa,
        anzi..certo apple regala la roba al mercatino di cupertino ogni venerdi :)cmq objc e' il 5% piu' pagato di C# ... e solo negli Usa... non e' che sia sto scandalo ... (e poi si basa sulle stats di tipo 2000 persone ,mi pare)
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: Pietro
        Apple produce HW, ha solo interesse che si
        sviluppi sulle sue piattaforme, perché dovrebbe
        far pagare qualcosa,
        anzi.."You get 70% of sales revenue" - https://developer.apple.com/programs/ios/distribute.html
      • Hop scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Pietro

        - Scritto da: Luca


        Il più redditizio? Al netto del pizzo
        pagato

        ad


        Apple?


        :-D

        Apple produce HW, ha solo interesse che si

        sviluppi sulle sue piattaforme, perché
        dovrebbe

        far pagare qualcosa,

        anzi..

        Non lo so perche' lo fa.
        Chiedi a ruppolo.
        Ma per scrivere software per apple bisogna:
        4) pagare un x percento per ogni downloadChe ladri lo sanno tutti che la banda e i server sono GRATIS :D
        • ... scrive:
          Re: Obj-c
          - Scritto da: Hop
          Che ladri lo sanno tutti che la banda e i server
          sono GRATIS
          :Dsì sono oggettivamente dei ladri a pretendere il 30%.Prova ne sia che, notizia di oggi, Netflix ed Hulu si sono ribellati ed hanno ottenuto un'eccezione alla regola.
      • Passante scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: mura
        Se preferisci non pagare mettiti su un tuo store
        personale e facci pubblicità, secondo me alla
        fine dei conti il 30% che si tiene Apple più la
        quota annuale ti costano di meno.Ok, e una volta aperto il mio store come faccio a far scaricare le app dai macachi che hanno il telefono bloccato sull'apple store ?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Obj-c

        Il che costa meno che mettere su un sito, pagare
        per la piattaforma di vendita e farsi marketing
        da
        soli.Ma che ti è sucXXXXX? Finita la scuola e l'impatto con il mondo reale ti ha traumatizzato? Ci preoccupiamo eh...
      • Etype scrive:
        Re: Obj-c
        ehy ti ho scritto anch'io.per rispetto mi devi rispondere
        • panda rossa scrive:
          Re: Obj-c
          - Scritto da: Etype
          ehy ti ho scritto anch'io.
          per rispetto mi devi risponderePreferisco non pagare, visto che non faccio pagare.Uso gli stores che gia' ci sono e non me ne frega niente di farci pubblicita'.
          • Etype scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Etype

            ehy ti ho scritto anch'io.

            per rispetto mi devi rispondere

            Preferisco non pagare, visto che non faccio
            pagare.
            Uso gli stores che gia' ci sono e non me ne frega
            niente di farci
            pubblicita'.C'è invece chi non lavora gratis e chiede di essere ripagato del proprio lavoro.Sai, in quel posto denominato "mondo reale".
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: Hop

        Infatti. Molto meglio offrire un terzo dei
        propri

        introiti al fornitore di banda/server.

        Vero?
        Se sei così bravo metti su il tuo negozio
        digitale e fatti
        sapere...Non è il fatto di essere bravi o meno bravi, piuttosto di comprendere la differenza tra "servizio" e "socio occulto". Perché secondo me la questione è proprio quella.
      • Etype scrive:
        Re: Obj-c
        - Scritto da: Albedo 0,9
        - Scritto da: Hop
        Infatti. Molto meglio offrire un terzo dei propri
        introiti al fornitore di banda/server.
        Vero?Ti pare ci sia solo quello?Vai a guardare i servizi offerti e prova a creartene uno da te.Si tratta di server, marketplace, modalità di pagamento da gestire, portare gli utenti (con carta) sul tuo sito, e si può continuare.Il tutto costa più di quel 30% che ipotizzi.
        • Albedo 0,9 scrive:
          Re: Obj-c
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: Albedo 0,9

          - Scritto da: Hop


          Infatti. Molto meglio offrire un terzo dei
          propri

          introiti al fornitore di banda/server.

          Vero?
          Ti pare ci sia solo quello?
          Vai a guardare i servizi offerti e prova a
          creartene uno da
          te.
          Si tratta di server, marketplace, modalità di
          pagamento da gestire, portare gli utenti (con
          carta) sul tuo sito, e si può
          continuare.
          Il tutto costa più di quel 30% che ipotizzi.Hai detto bene. Nella realtà dei fatti non si è davanti ad un banale provider, ma a tutta un'infrastruttura di servizi tecnici e commerciali quasi si trattasse di avere un negozio in un grande centro commerciale.Naturalmente paghi affitto e servizi, però... in percentuale rispetto a quanto incassi nel tuo negozio.Chiaro che mantenere un centro commerciale attira-utenza costerebbe indubbiamente e smisuratamente più del 30% del mio incasso.Ma... per vendere (su quei terminali) mi occorre davvero un centro commerciale?E se vendessi meno pezzi in bancarella, o in un distributore automatico dietro l'angolo, e a conti fatti guadagnassi addirittura di più?Questo voglio dire.Noto che ormai l'idea del centro commerciale obbligatorio-o-si-fa-la-fame sta diventando un po' troppo un dogma. E il fatto che in quel luogo si sia scelto un modello provvigionale mi lascia intendere che più l'idea viene spinta a livello di immaginario collettivo, più andrà a diretto vantaggio di qualcuno in particolare.IMHO, naturally.
          • Etype scrive:
            Re: Obj-c

            Ma... per vendere (su quei terminali) mi occorre
            davvero un centro
            commerciale?Le stime dicono che si vende più su iOS, nonostante iOS abbia un market-share molto più basso. La risposta è quindi sì, sempre se hai intenzione di guadagnare.
          • Izio01 scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Albedo 0,9

            Ma... per vendere (su quei terminali) mi occorre
            davvero un centro commerciale?
            E se vendessi meno pezzi in bancarella, o in un
            distributore automatico dietro l'angolo, e a
            conti fatti guadagnassi addirittura di più?

            Questo voglio dire.
            Noto che ormai l'idea del centro commerciale
            obbligatorio-o-si-fa-la-fame sta diventando un
            po' troppo un dogma.

            E il fatto che in quel luogo si sia scelto un
            modello provvigionale mi lascia intendere che più
            l'idea viene spinta a livello di immaginario
            collettivo, più andrà a diretto vantaggio di
            qualcuno in particolare.

            IMHO, naturally.Pensiero molto interessante. Effettivamente l'idea del repository obbligatorio centralizzato sta diventando LO standard, quando fino a una decina di anni fa in pratica non esisteva.Però ripenso a come funzionasse allora, e devo dire che dal mio punto di vista AL MOMENTO il negozio in stile Apple è stato un passo avanti. Acquistare software è diventata la regola, non l'eccezione, e i prezzi si sono ridotti di un ordine di grandezza.Windows Mobile: volevo un dizionario inglese -
            pagavo 30 euro. Un'agenda che fosse un po' meglio di quella di base? Magari me la cavavo con una decina di euro. Gli autori vendevano 10.000 copie se va bene, perché molta gente preferiva craccare piuttosto che pagare quei prezzi.Con l'App Store, gli sviluppatori pagheranno sì un bel pizzo ad Apple o Google, ma hanno cento volte tanto gli acquirenti che avevano prima. Possono tagliare del 90% il prezzo del loro software e continuare a guadagnarci. Gli utenti hanno software di qualità a disposizione ad un prezzo irrisorio, e aprono le tasche molto più volentieri. Il titolare del negozio virtuale effettua anche delle verifiche sui programmi in vendita, il che aumenta la sicurezza della piattaforma.Come svantaggi vedo principalmente il controllo centralizzato su cosa possa o non possa girare su una determinata piattaforma, è questo IL motivo principale per cui preferisco Android a iOS. Apple non si fa certo problemi a gambizzare la concorrenza, e si salva solo grazie alla diffusione comparativamente bassa, basti pensare al modo in cui vieta ad Amazon di vendere libri mediante la app, a meno di non vendere in perdita, obbligando l'utenza a passare dal browser.Su Android, Amazon può vendere mediante la propria infrastruttura, e comunque anche Tizio può vendere il proprio programma senza passare da Play Store. Ovvio che la visibilità di chi sceglie canali alternativi è di gran lunga inferiore.In definitiva, io vedo la transizione di cui parli principalmente come un vantaggio. Buona cosa però mantenere alta l'attenzione, per via delle possibilità di abuso.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Izio01
            In definitiva, io vedo la transizione di cui
            parli principalmente come un vantaggio. Buona
            cosa però mantenere alta l'attenzione, per via
            delle possibilità di
            abuso.Concordo su tutta la linea: dopotutto la differenza tra i due modelli l'abbiamo sperimentata con i repository centralizzati di Linux. Rispetto al cerca-e-scarica di Windows, quello di Linux è un paradiso in terra.Però, come dicevo, l'evoluzione secondo me la vedi (in termini di guadagno economico) se il tuo business faceva già parte di quel modello. Ovvero se precedentemente sviluppavi app sempre orientativamente al mobile o giù di lì (app utility o comunque entro una certa complessità).Al contrario, migrare alla cieca in un circuito dove si è alla pari di tutti gli altri, con regole di visibilità imposte dall'alto e prezzo di vendita semi-prestabilito, potrebbe addirittura diventare controproducente (qualità software in primis).Come giustamente hai detto occorre mantenere alta l'attenzione, anche perché di alternative ne esistono e non è detto siano per forza peggiori - c'è ci passa per il browser fregandosene delle app, chi si appoggia ad app generiche, chi le proprie app le regala...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 aprile 2015 13.46-----------------------------------------------------------
      • Etype scrive:
        Re: Obj-c

        - "Non capisco che problema ci sia nel tenerti da
        parte un altro
        x86"Mi spiace, non hai minimamente risposto.
        • Luca scrive:
          Re: Obj-c
          Argomenta pure, hai tutta la mia attenzione.
          • maxsix scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Luca
            Argomenta pure, hai tutta la mia attenzione.Compra un Mac, studia la sua architettura, studia come è strutturato il suo OS, studia come funzionano i vari framework, studia come funziona l'IB e dove si appoggia.Poi studiando capirai quante scemenze hai detto e pensato.
          • Luca scrive:
            Re: Obj-c
            Quindi creare un programma con un linguaggio di programmazione su una piattaforma diversa da quella di destinazione per te è fantasia. Raccontami ancora di quando hai sentito parlare per la prima volta di informatica. Era ieri?
        • Luca scrive:
          Re: Obj-c
          Ma hai capito un minimo ciò che è stato scritto?Se io, Apple, impedisco lo sviluppo di iOS/OSX su hardware non mio senza motivo tecnico è solo perché voglio grassare.Se le distro linux non si diffondono è perché gli utenti non le vogliono, il che mi sembra ben diverso.Nel secondo caso è una libera scelta, la prima è un'imposizione.
          • maxsix scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Luca
            Ma hai capito un minimo ciò che è stato scritto?
            Se io, Apple, impedisco lo sviluppo di iOS/OSX su
            hardware non mio senza motivo tecnico è solo
            perché voglio
            grassare.E quindi?Perché la cosa ti fa rodere così tanto?Ahhh forse perchè con un Mac X86 si può far girare tutto lo scindibile umano mentre con un PC no?Ahhnnnn ho capito.
            Se le distro linux non si diffondono è perché gli
            utenti non le vogliono, il che mi sembra ben
            diverso.
            Nel secondo caso è una libera scelta, la prima è
            un'imposizione.Nel secondo caso i cantinari guidati dal gran ciarlatano non sono riusciti a tirare fuori in 20 anni un OS tutto tondo, completo e user frendly.Nel primo caso semplicemente c'è un OS che accompagna un hardware proprietario.
          • Luca scrive:
            Re: Obj-c
            Usando anche sia mac, che windows che linux dico solo: Mac user friendly? ROTFL!
          • Etype scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Luca
            Usando anche sia mac, che windows che linux dico
            solo: Mac user friendly?
            ROTFL!Più User Friendly di Windows e Linux messi insieme di sicuro.Basti pensare alla gestione del multimedia, dei documenti da ufficio, alla modifica di foto e video o alla manutenzione del sistema, alla modifica delle preferenze e così via.Tutte cose più semplici su un Mac.
          • panda rossa scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Luca

            Usando anche sia mac, che windows che linux
            dico

            solo: Mac user friendly?

            ROTFL!
            Più User Friendly di Windows e Linux messi
            insieme di
            sicuro.
            Basti pensare alla gestione del multimedia, dei
            documenti da ufficio, alla modifica di foto e
            video o alla manutenzione del sistema, alla
            modifica delle preferenze e così
            via.
            Tutte cose più semplici su un Mac.Devo confermare.Con i sistemi apple condividere col mondo i proprio selfie nudi e' un gioco da ragazzi.E anche recuperare i selfie nudi che i macachi hanno condiviso col mondo.Fappening! :p
          • Etype scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Etype

            - Scritto da: Luca


            Usando anche sia mac, che windows che
            linux

            dico


            solo: Mac user friendly?


            ROTFL!

            Più User Friendly di Windows e Linux messi

            insieme di

            sicuro.

            Basti pensare alla gestione del multimedia,
            dei

            documenti da ufficio, alla modifica di foto e

            video o alla manutenzione del sistema, alla

            modifica delle preferenze e così

            via.

            Tutte cose più semplici su un Mac.

            Devo confermare.Questa è l'unica cosa furba della valanga di post che hai scritto...
          • Luca scrive:
            Re: Obj-c
            Io ho provato tutte e tre le piattaforme. Passando per svariate interfacce grafiche. Dalla gloriosa gnome 2, per KDE, gnome 3, unity e soci. Oltre a windows naturalmente (pre e windows 8).Solo windows 8 era più seccante del mac che nasconde letteralmente tutto all'utente e che impedisce un'esperienza lineare e intuitiva. L'unica cosa che ho trovato comoda del mac è la combinazione command + su per ritornare alla directory superiore. Tutto il resto è opaco. Per dire, bisognare abilitare appositamente la visualizzazione del percorso delle directory. Un'applicazione è aperta? Segreto di fatima. Taglia sul finder? Non c'è.Io sono passato dall'interfaccia di xp a gnome 2. Si era aperto un mondo per me. Che si è richiuso appena è uscito gnome 3 e appena ho avuto a che fare con un Mac.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: maxsix
            Ahhh forse perchè con un Mac X86 si può far
            girare tutto lo scindibile umano mentre con un PC
            no?

            Ahhnnnn ho capito.Un lockin commerciale non è una feature tecnica.Inutile continuate a sforzarvi di far coincidere le due cose, non lo sono.
          • panda rossa scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: maxsix
            Nel secondo caso i cantinari guidati dal gran
            ciarlatano non sono riusciti a tirare fuori in 20
            anni un OS tutto tondo, completo e user
            frendly.Si rosika alla grande, a quanto vedo.Questa e' una sincera ammissione di non saperlo usare.
          • Etype scrive:
            Re: Obj-c
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: maxsix


            Nel secondo caso i cantinari guidati dal gran

            ciarlatano non sono riusciti a tirare fuori
            in
            20

            anni un OS tutto tondo, completo e user

            frendly.

            Si rosika alla grande, a quanto vedo.Lo vedi solo tu...
      • Luca scrive:
        Re: Obj-c
        1) La garanzia? Che per le aziende dura un anno? E anche se si usasse la garanzia, secondo te cosa fa l'azienda nel mentre che aspetta la sostituzione? Lascia a casa un lavoratore?2) Che differenza c'è? La differenza è che se si rompe un pc "comune" basta avere un rimpiazzo e si è al sicuro. Nella mia azienda non si può certo rimanere fermi settimane nell'attesa di una riparazione!
        Guarda che si parla di aziende, non sono quelle le differenze di costo rilevanti.In un mondo dove si risparmia sul centesimo credo che 430 euro (prezzo minimo senza iva di un mac mini) contino. Io lavoro per un'azienda neanche piccola, considerando la media italiana e di spendere 400 e rotti euro per hardware potenzialmente inutilizzato non ne hanno voglia.
        Su iOS ci si guadagna, su Google Play meno.
        100 euro l'anno non sono nulla per chi fa questo lavoro di mestiere.Nulla? Intanto sono 100 eurozzi che apple grassa....E qua ci sarebbe una domanda interessante da porre, ovvero: perché, visto che le app android non hanno nulla da invidiare a quelle android?Semplice, si blocca la concorrenza. XXXXXXXXX? Vietato! Vuoi l'app? La paghi, anche se su market non ufficiale app simili (e forse migliori) ci sono a costo zero. Comodo guadagnare così. Su un mercato veramente concorrenziale non guadagnerebbero altrettanto.
        La "società concorrente" si prende in regalo tutti i dati personali dei clienti... porta ad
        usare esclusivamente i suoi servizi, con i play services porta i codice closed su prodotti
        nominalmente open e non permette di fare gli stessi profitti che si fanno su iOS.Perché la apple non usa i dati personali degli utenti? :-DUsare esclusivamente i suoi servizi? La apple che fa scusa? In teoria non si può sviluppare una sola app al di fuori del loro market! E se uno vuole creare un app ad uso interno e distribuirla senza passare per l'app store deve pagare 300$ all'anno. Android semplicemente non ha questo costo (si tratta di mettere una spunta).la verità è che iOS sta a galla per puro marketing. Basti pensare all'entusiamo che c'è stato per le tastiere personalizzate, cosa che su Android c'è da anni.
  • collione scrive:
    Re: mah
    p.s. leggendo la statistica originale, ho notato che windows è il sistema più usato dagli sviluppatori per lavorare, non è il sistema target più diffuso
    • Hop scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: collione
      p.s. leggendo la statistica originale, ho notato
      che windows è il sistema più usato dagli
      sviluppatori per lavorare, non è il sistema
      target più
      diffusoCome scritto nell'articolo qui sopra? :D
      • Developpers scrive:
        Re: mah
        - Scritto da: Hop
        Come scritto nell'articolo qui sopra? :DSi quel tanto che basta per procurarsi una dose di Maalox
    • panda rossa scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: collione
      p.s. leggendo la statistica originale, ho notato
      che windows è il sistema più usato dagli
      sviluppatori per lavorare, non è il sistema
      target più
      diffusoLa realta' e' che l'azienda ti passa una macchina piastrellata e quindi statisticamente sembra che tu stia lavorando su winsozz.Poco importa se hai una debian in dual boot e booti quella partizione, oppure se ti parte una virtual machine linux al login.
      • Prozac scrive:
        Re: mah
        Stai dicendo che i programmatori intervistati rispondono di utilizzare Windows anche se stanno utilizzando Linux?- Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: collione

        p.s. leggendo la statistica originale, ho
        notato

        che windows è il sistema più usato dagli

        sviluppatori per lavorare, non è il sistema

        target più

        diffuso

        La realta' e' che l'azienda ti passa una macchina
        piastrellata e quindi statisticamente sembra che
        tu stia lavorando su
        winsozz.
        Poco importa se hai una debian in dual boot e
        booti quella partizione, oppure se ti parte una
        virtual machine linux al
        login.
        • pippo cannelungh e scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: panda rossa
          Viste le percentuali nelle risposte, e' facile
          indovinare che la domanda che hanno fatto non e'
          "che sistema operativo utilizzi?", ma "con che
          sistema operativo e' nata la macchina che usi per
          sviluppare?"https://stackoverflow.com/research/developer-survey-2015#tech-osFor the third year in a row, we asked respondents which operating system they use the most .
        • smarmaduk scrive:
          Re: mah
          bello adattare la realtà alle proprie ca@@ate !impara a leggere e caccia gli script
        • Albedo 0,9 scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: panda rossa
          Deduco che "respondents" != "developers"

          Oppure avranno una VM hostata su winsozz, oppure
          useranno winsozz come terminale per collegarsi ad
          un server
          linux.
          Questo spiegherebbe perche' usano windows "the
          most".Manca quella in cui la MS ha corrotto la statistica pagando sottobanco... e le ipotesi più improbabili le avresti dette tutte. :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: mah

            Manca quella in cui la MS ha corrotto la
            statistica pagando sottobanco... e le ipotesi più
            improbabili le avresti dette tutte.
            :DLa puntata di Voyager di stasera diventa sempre più interessate...
        • pippo cannelungh e scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: panda rossa
          Deduco che "respondents" != "developers"Tu e la logica non avete ancora fatto pace?
          Oppure avranno una VM hostata su winsozz, oppure
          useranno winsozz come terminale per collegarsi ad
          un server
          linux.
          Questo spiegherebbe perche' usano windows "the
          most".Vediamo, piccolo sondaggio qui in azienda:2x sviluppo Windows per Windows (C#)Windows per Windows (C/C++) VM Linux su Windows per Linux (C/C++)Windows per Windows (T/SQL, C#)Windows per Web (IIS, C#, JS)2x Linux per Linux (C/C++)Windows per Windows (Oracle, C#)No, direi che il sondaggio è rappresentativo...
          • FreeBSD scrive:
            Re: mah
            Ma da te è tutto Microsoft :)
            Windows per Web (IISnon ci si fa mancare niente, pure IIS :|
            No, direi che il sondaggio è rappresentativo...La buona notizia. Il tuo esempio è certamente rappresentativo di una piccola realtà italiana. La cattiva notizia. La aziende a conduzione familiare sono anche rappresentative del gap tecnologico col resto del mondo.
          • pippo cannelungh e scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: FreeBSD
            Ma da te è tutto Microsoft :)Questo ci chiedono :) comunque sviluppiamo anche per Linux (specialmente sistemi embedded)
            non ci si fa mancare niente, pure IIS :|Questo ci chiedono :D o meglio, hanno chiesto di portare un qualcosa da desktop a web.. visto che è stato possibile riutilizzare praticamente tutta la business logic passando da exe a dll, e non c'erano particolari motivi per non farlo, why not? :)

            No, direi che il sondaggio è
            rappresentativo...

            La buona notizia. Il tuo esempio è certamente
            rappresentativo di una piccola realtà italiana.
            La cattiva notizia. La aziende a conduzione
            familiare sono anche rappresentative del gap
            tecnologico col resto del
            mondo.Dici? Boh, sinceramente mi pare che il gap sia più dovuto alle infrastrutture che fanno acqua / pressapochismo nel trattare l'IT come una cosa "rognosa ma necessaria".Comunque nel sondaggio Linux è presente con più il 20%.. non mi pare un brutto risultato.
          • nome e cognome scrive:
            Re: mah

            La buona notizia. Il tuo esempio è certamente
            rappresentativo di una piccola realtà italiana.
            La cattiva notizia. La aziende a conduzione
            familiare sono anche rappresentative del gap
            tecnologico col resto del
            mondo.Secondo te nelle grandi aziende (estere o italiane) è tutto linux / unix? Temo che il risveglio sarà molto amaro...
          • panda rossa scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: nome e cognome

            La buona notizia. Il tuo esempio è certamente

            rappresentativo di una piccola realtà
            italiana.

            La cattiva notizia. La aziende a conduzione

            familiare sono anche rappresentative del gap

            tecnologico col resto del

            mondo.

            Secondo te nelle grandi aziende (estere o
            italiane) è tutto linux / unix? Temo che il
            risveglio sarà molto
            amaro...Ci stiano riferendo a realta' di terziario avanzato, non alla cooperativa badanti dove hai fatto domanda.
          • pippo cannelungh e scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: panda rossa
            Ci stiano riferendo a realta' di terziario
            avanzato, non alla cooperativa badanti dove hai
            fatto
            domanda.Oh, my sweet summer child... [cit]
          • pippo cannelungh e scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: panda rossa
            Ci stiano riferendo a realta' di terziario
            avanzato, non alla cooperativa badanti dove hai
            fatto
            domanda.Oh, my sweet summer child... (cit.)
          • nome e cognome scrive:
            Re: mah

            Ci stiano riferendo a realta' di terziario
            avanzato, non alla cooperativa badanti dove hai
            fatto
            domanda.Ahh potevi dirlo subito che si trattava di fantascienza... pensa che noi sviluppiamo per "OS 1" http://it.wikipedia.org/wiki/Lei_%28film_2013%29
          • Prozac scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: nome e cognome
            Ahh potevi dirlo subito che si trattava di
            fantascienza... pensa che noi sviluppiamo per "OS
            1"
            http://it.wikipedia.org/wiki/Lei_%28film_2013%29Bellissimo quel film!Un po' inquietante :)
        • Albedo 0,9 scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: panda rossa
          Posso contarti le macchine che abbiamo qua.
          Posso dirti quante macchine ci sono nei
          dipartimenti di
          informatica.
          Posso dirti quante macchine ci sono nei
          datacenter dove girano servizi
          web.
          Metteresti in dubbio i miei dati, visto che non
          ti piaceranno, e allora e' inutile che te li
          dica.Ma se l'hai detto tu stesso e più di una volta, che avete i client Windows e i server Linux!
          • aphex_twin scrive:
            Re: mah
            Quando su raccontano troppo bugie , o si ha una'ottima memoria o , prima o poi , incappi in sonore figure di palta. :)
        • Prozac scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: panda rossa
          Anche emettere sonore flatulenze in pubblico non
          e' vietato dalla
          legge.E, infatti, emettendo sonore flautolenze non <b
          violi </b
          un bel niente. Esattamente come per la netiquette ;)
          L'ho solo puntualizzato a te. Non lo avrei detto
          ad altri del forum (di cui puoi facilmente
          indovinare i
          nick).Ok... Allora, tanto per puntualizzare, a me infastidisce andare a selezionare le parti di post da eliminare con le dita sullo schermo di uno smartphone (soprattutto per quanto riguarda questo forum). Premesso questo, per rispondere a te mi rimanevano due possibilità:1) Rispondere senza quotare: ma tu non avresti capito la risposta visto che più di una volta ti sei lamentato di quelli che non quotano quando rispondono perché tu non leggi l'intero thread ma solo la risposa in questione.2) Rispondere in cima a tutto il messaggio quotato in modo che tu possa scorrerlo per capire a cosa rispondevo.Per venirti incontro ho scelto questa seconda opzione. Vedo che non sei mai contento ;)
          Ce ne faremo una ragione.Oh, bravo. Fattene una ragione ;)



          Comunque, tornando in tema, cito da

          Stack



          Overflow:



          <i




          For the third year in a row,
          <b


          we


          asked



          respondents which operating system
          they

          use


          the



          most </b
          . Windows
          maintains
          the


          lion's



          share of the developer operating
          system


          market,



          while Mac appears to have
          overtaken
          the


          Linuxes



          among active Stack Overflow



          devs.



          </i








          Quindi no. La domanda che hanno
          fatto

          non

          è



          assolutamente quella che ipotizzi



          tu.





          Allora mi chiedo a chi l'hanno fatta.


          Se agli sviluppatori direttamente o ai
          loro


          capigruppo.



          Agli iscritti a Stack Overflow.



          Comunque una cosa esce fuori: come al solito

          sentenzi senza sapere di cosa stai
          parlando...
          E

          per cosa? Per sparlare del tuo odiato Windows

          ;)

          Non ho alcun bisogno di sparlare di winsozz: ci
          pensa gia' la stampa specializzata a
          farlo.
          http://punto-informatico.it/4240488/PI/News/windowScusa, ma stai rispondendo da uno smartphone che non riesci a quotare correttamente? (Ho lasciato quello che hai quotato tu, apposta).

          Come al solito, ne esce sempre un vero

          professionista

          :)

          Ne esce un professionista che confronta le
          risposte di questo sondaggio con quello che si
          vede nelle universita', nelle sale server, nei
          luoghi preposti allo sviluppo di applicazioni di
          produttivita'.Oddio... Proprio i luoghi più adatti dove trovare sviluppatori professionisti!!!Lo conosciamo bene il tuo metro di giudizio... Quello del sistemista che, ogni tanto, scrive script bash...
          Occam avrebbe usato linux.Non penso proprio. Occam avrebbe utilizzato il sistema più semplice per raggiungere lo scopo prefissato. Non sempre è Linux tale sistema.

          Quindi tu hai per le mani dati diversi,
          giusto?

          Dati in cui risulta che per la maggior parte

          degli sviluppatori il sistema operativo

          utilizzato per programmare è Linux,

          giusto?

          Giusto.


          Mi rendi partecipe di questa statistica?
          Grazie.

          In che modo?
          Posso contarti le macchine che abbiamo qua.
          Posso dirti quante macchine ci sono nei
          dipartimenti di
          informatica.
          Posso dirti quante macchine ci sono nei
          datacenter dove girano servizi
          web.
          Metteresti in dubbio i miei dati, visto che non
          ti piaceranno, e allora e' inutile che te li
          dica.A me i dati piacciono tutti. Sono un informatico. Un professionista. In quanto tale mi piace leggere statistiche che abbiano una validità scientifica.Tra quello che hai scritto tu e lo studio di Stack Overflow, per ora, trovo più scentifico tale studio.Comunque sì, sono curioso del report che saprai portami a dimostrazione che Linux è il sistema operativo più utilizzato per sviluppare software.P.S.Il numero di macchine che "avete la" non è in proporzione 1 a 1 con i sistemi utilizzati per sviluppare software (ma nemmeno direttamente proporzionale).Il numero di macchine nei dipartimenti di informatica non è in proporzione 1 a 1 con i sistemi utilizzati per sviluppare software (ma nemmeno direttamente proporzionale).Il numero di macchine nei datacenter dove girano servizi web non è in proporzione 1 a 1 con i sistemi utilizzati per sviluppare software (ma nemmeno direttamente proporzionale).
Chiudi i commenti